16.6.24

CIELO VIOLENTATO!

 

Italia: 16 giugno 2024 - foto Gilan


https://www.edizionimondonuovo.com/catalogo/scie-di-guerra/ 

 

 

Italia: 16 giugno 2024 - foto Gilan

FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO: SCHEDATURA TOTALITARIA!

 

 

di Gianni Lannes

Mentre va in onda la solita disinformazione pilotata e incombono le distrazioni di massa, avanza un altro pericolo reale ai danni di ogni persona e della collettività. Un altro attentato alla libertà. Alzi la mano chi tra la stragrande maggioranza della popolazione italiana, è a conoscenza del “Decreto Fascicolo sanitario elettronico 2.0” datato 7 settembre 2023, firmato dai ministri Schillaci, Giorgetti e dal sottosegretario ... Si può fare opposizione entro il 30 giugno 2024. Dalla democrazia incompiuta alla tecnocrazia il passo è fulmineo. 

DONNA: ANIMA SOGNANTE!

 

Acanto - foto Gilan


Dedicato agli uomini sensibili che onorano e proteggono l'Energia Femminile con dignità, che osano lasciar andare i pregiudizi per motivare e ispirare la saggezza in ogni donna, anima sognante.

Ci sono uomini guardiani del Sacro Femminile e del potere che risiede nel grembo della donna.

Uomini che onorano la Madre Terra, che la amano, che curano i suoi frutti.

Uomini che rispettano il suo sangue e la sua vitalità.

Uomini che si arrendono alla fragilità e alla forza della vita, con il cuore aperto a tutte le relazioni e connessioni con l'Universo.

Uomini che si sono riconciliati con la loro vera essenza e aprono le braccia all'essenza stessa dell'esperienza umana.

Uomini che sorridono con il sorriso di un bambino, che guardano con un nuovo bagliore negli occhi, che si inchinano alla donna che porta in sé il mistero del visibile e dell'invisibile.

Uomini capaci di aprire il proprio cuore a una donna e amarla, guardarla, prendersi cura di lei, proteggerla.

Uomini che osano essere amati, guardati, curati e anche protetti.

Questi uomini che hanno abbandonato la loro rigida e assoluta armatura, uomini saggi, si trovano qui ed ora, al servizio di un nuovo sogno di vita...

BUONGIORNO ITALIA!

 

Italia: domenica 16 giugno 2024 - foto Gilan

 

di Gianni Lannes

Un'insospettabile arma per il controllo del mondo. Alla conquista del tempo metereologico entro il 2025. Ologrammi nel cielo da azzurro a fosco: giorno e notte. Fantasmagorie di scie belliche alleate: una cappa artificiale che rende asfissiante il respiro del pianeta terracqueo. Fenomeni invisibili al senso comune, sempre più lobotomizzato dai consumi. Principali conseguenze: inquinamento, alterazione del ciclo naturale della vita, sconvolgimenti climatici, malattie e morte. Impossibile negare l'invadente evidenza in aumento esponenziale dal 2002.


Italia: domenica 16 giugno 2024 - foto Gilan

Riferimenti:

https://www.edizionimondonuovo.com/catalogo/scie-di-guerra/ 

15.6.24

SEMPRE PIU' ARMI E GUERRE A SPESE DELLA VITA!

 


di Gianni Lannes

Nel 2023 la spesa militare mondiale ha toccato i 2.443 miliardi di dollari. Lo attesta l'ultimo rapporto dell'Istituto internazionale di ricerche sulla pace di Stoccolma. Rispetto all'anno precedente c'è un aumento del 6,8 per cento. 

Gli Stati Uniti d'America con 916 miliardi di dollari detengono stabilmente il 37 per cento della spesa militare mondiale ed il 68 per cento di quella Nato. La spesa bellica dei 31paesi sottomessi dal patto atlantico nel 2023 è stata pari a 1.260 miliardi di dollari. Inoltre la cosiddetta Unione europea - calpestando i suoi stessi principi di carta - ha aumentato le spese militari del 50 per cento dal 2014, toccando i 295 miliardi di euro. Quanto all'Italia l'incremento rispetto al decennio scorso, è stato del 31 per cento.

Infine, i paesi che nel 2023 hanno speso di più sono i seguenti: USA, Cina, Russia, India, Arabia Saudita, Regfno Unit, Germania, Ucraina, Francia, Giappone, Cirea dle Sud, Italia.

La Rete Pace Disarmo, nel denunciare gli effetti che i conflitti e la militarizzazione ripercuotono sulle popolazioni e sull'ambiente, afferma che "stiamo subendo le conseguenze di un approccio militarista alle relazioni internazionali e alle emergenze globali, imposto dai paesi del nord del mondo".

L'ambiente è una vittima silenziosa. La costruzione di carri armati, aerei e navi militari, missili, bombe e ordigni di ogni genere avviene sfruttando senza limiti enormi risorse naturali: acqua, combustibili fossili, minerali. Si distrugge l'ambiente per produrre armi che a loro volta provocheranno morte e distruzioni. 

Riferimenti:

https://www.sipri.org/media/press-release/2024/global-military-spending-surges-amid-war-rising-tensions-and-insecurity

POPOLI IN FUGA!

 

 

di Gianni Lannes

Conflitti invisibili soprattutto d'estate, alimentati dal bulimico Occidente. Ecco i dati ufficiali dell'ONU. L'Agenzia dele Nazioni Unite per i rifugiati ha documentato nell'ultimo rapporto Global Trends 2024, come il numero dei rifugiati sia salito a 120 milioni. Tra i principali paesi d'origine dei perseguitati figurano Afghanistan, Siria, Venezuela, Ucraina, Sudan e Palestina.

Dunque, nell'anno 2024 almeno 120 milioni di esseri umani fuggono dalle guerre. Al primo posto c'è la Siria con 13,8 milioni di profughi. Una guerra che si protrae da 13 anni costringe la popolazione a scappare da bombardamenti, violenze e persecuzioni. Nel 2023 la guerra scoppiata in Sudan ha privato della propria casa 10,8 milioni di persone; 1,9 milioni di essi ha cercato salvezza fuori dai confini nazionali. Al termine dello scorso anno, si contavano 1,7 milioni di palestinesi sfollati nella Striscia di Gaza, dove sono state assassinate per ordine del governo israeliano del macellaio Netanyahu, ben 37 mila civili, in gran parte donne e bambini e sono state scaricate 79 mila tonnellate di bombe (una parte delle quali fornite dall'Italia). Non solo il Mediterraneo è una tomba, ma anche l'Atlantico. Inoltre, è in atto una strage silenziosa: la rotta per le Canarie si registrano 5054 vittime in appena 5 mesi. Lo attesta il rapporto dall'associazione spagnola Caminando Frointeras, intitolato "Monitoraggio del diritto alla vita nella frontiera occidentale Euroafricana". La maggior parte delle vittime salpano con mezzi di fortuna dalla Maurtania, e non certo per andare in vacanza, ma per cercare un futuro migliore.

Riferimenti:

https://www.unhcr.org/it/notizie-storie/comunicati-stampa/rifugiati-unhcr-presentato-il-nuovo-rapporto-global-trends-numero-persone-in-fuga-nel-mondo-raddoppiato-negli-ultimi-10-anni/ 

https://caminandofronteras.org/ 

13.6.24

ITALIA, 50 REATTORI NUCLEARI: FOLLIA S-GOVERNATIVA!

 

Il Messaggero, 10 marzo 2022
 

di Gianni Lannes

Il popolo italiano per due volte, con il referendum ha rifiutato categoricamente e insindacabilmente il nucleare. Uno scherzo? Ha aperto le danze atomiche tal Mario Draghi. Ora il governo Meloni pretende di installare in Italia ben 50 reattori nucleari (Small Modular Reactor) da 300 MW cadauno: 1 GW di nucleare produce 8 TWh all'anno. A conti fatti, si trratta di 18 GW da impiantare, vale a dire cinque volte tutto quello che è stato installato nell'intera Europa negli ultimi 24 anni (3,2 GW).

Sempre peggio. Il ministro al ramo, tale Pichetto Fratin ha riferito pubblicamente di voler inserire l'energia nucleare nella versione definitiva del Piano nazionale integrato energia e clima (Pniec). A tutt'oggi, però in Italia non si è ancora data risoluzione al problema rovente delle scorie radioattive. Al di là dell'evanescenza tecnica e giuridica nonché dei costi, perché si vuole riportare il Belpaese al disastroso passato remoto? A chi giova?

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=nucleare 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=meloni 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=draghi 

PUGLIA: G7 TRA MAFIA, MUTAMENTI CLIMATICI ARTIFICIALI E ARMAMENTI DI GUERRA!

 

foto Gilan
 

di Gianni Lannes

Bentornati in Puglia, dove la violenza mafiosa è in dilagante aumento. Se n'è accorta anche la Cnn, ma non la Rai lottizzata dai partiti e dal berlusconismo rampante che ha danneggiato l'Italia per almeno un ventennio. "Il G7 è un'offerta di valori che noi offriamo al mondo": parola di Giorgia Meloni. Davvero? Ma quali grandi della terra: i sette nani; senza quello di Arcore, il piduista che ha sdoganato i fascisti. Ecco chi affama l'umanità con guerra e mutamenti climatici indotti. Qui a Borgo Egnazia (non è un paese, bensì un mero resort extralusso) - luogo artificiale più blindato che mai nel territorio di Fasano - in provincia di Brindisi, va in onda il G7 dei miliardi in armamento, ne basterebbero 31,7 per contribuire a risolvere la fame nel mondo, invece i 7 paesi più ricchi ne stanziano ben 1.200 all'anno in spese militari. Il 3 per cento di questa ingente somma si sfamerebbero 281 milioni di persone. 

Egnathia: area archeologica - foto Gilan

 

IL GOVERNO MELONI INFANGA LA MEMORIA DI MATTEOTTI!

 

 

di Gianni Lannes

Forse l'inquilina pro tempore di Palazzo Chigi non ha niente di meglio da fare che fascistizzare il Belpaese. In Italia mentre si ricorda l'omicidio di Giacomo Matteotti ordinato da Mussolini, il governino post fascista della scaltra Giorgia Meloni omaggia negli stessi giorni, con un francobollo emesso da Poste Italiane, lo squadrista Italo Foschi. Questo noto individuo assurto alla storia come organizzatore dello squadrismo a Roma, fedele al duce fino alla repubblichetta nazifascista di Salò, quando l'Italia subiva gli eccidi delle brigate nere e delle ss naziste, si congratulò pubblicamente con Amerigo Dumini, scrivendogli che era un eroe per l'omicidio di Giacomo Matteotti. Tale francobollo è un'offesa alla memoria di Matteotti e di tutti gli antifascisti che hanno donato la vita per la libertà e la democrazia del nostro Paese.

Riferimenti:

https://www.federconsumatori.it/poste-italiane-chiediamo-limmediato-ritiro-del-francobollo-dedicato-a-italo-foschi/ 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=Matteotti 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=meloni 

GLADIO PER SEMPRE: MELONI TACE!

Ilaria Alpi e Miran Hrovatin - foto Raffaele Ciriello
 


di Gianni Lannes

Perché Giorgia Meloni tace sui crimini commessi da Gladio? Si tratta di un'organizzazione militare segreta attiva in Italia a partire dal 1956 come presidio in Italia del progetto “Stay Behind” promosso dalla NATO in diversi Paesi dell'Europa occidentale, con lo scopo ufficiale di allestire una rete clandestina in funzione antisovietica. In seguito le sue funzioni fuorilegge e clandestine hanno spaziato vuqnue.

Infatti, da tali documenti desecretati emergerebbe che tale struttura clandestina sarebbe stata operativa, negli anni '90 anche in Somalia, attraverso una serie di ufficiali e sottufficiali, in particolare, nel periodo in cui è avvenuta proprio in Somalia l'assassinio del militare Vincenzo Li Causi (Balad: 12 novembre 1993) e dei giornalisti Ilaria Alpi e Miran Hrovatin (Mogadiscio: 20 marzo 1994). Questo agente segreto - uomo di punta del Sismi - era la fonte informativa di Ilaria Alpi.

PEDOFILIA ON LINE


 

di Gianni Lannes

Il fenomeno è sempre un tabù. Esistono pagine di chat on line alle quali si accede in maniera completamente anonima; non è necessario registrarsi, non occorre indirizzo e-mail, né numero di telefono, né è necessario fornire un nome, basta digitare l'URL per iniziare una conversazione on line con sconosciuti e senza autorizzazione di alcun tipo. Sono diversi gli youtuber italiani che pubblicizzano queste chat.

Ufficialmente l'utilizzo di questi siti per chat on line è consentito ai maggiori di 13 anni, ma il limite è facilmente aggirabile dal momento in cui basta premere un bottone in cui si garantisce la supervisione di un adulto e comunque non è richiesta alcuna verifica dell'account; basta scegliere tra "solo testo", "solo video" o versione ibrida per entrare in un mondo del proibito dove un 12enne può imbattersi in un utente di 60 anni.

12.6.24

“HO UN TUMORE AL CERVELLO...”

foto Gilan
 

di Gianni Lannes

Il vuoto all'improvviso. e poi il baratro. Quando scoprii che la mia giovane moglie aveva un glioblastoma di quarto grado il mondo mi crollò addosso in un lampo; e in un istante tutto smarrì senso e significato. In Puglia i luminari dal camice bianco non avevano capito niente. Dalla diagnosi (dal neurochirurgo Miran Skrap a Udine) alla sua morte passò appena un mese e non ci fu scampo, nonostante una positiva operazione di asportazione del tumore cerebrale che non ha mai mostrato sintomi, se non un mal di testa letale. Cause? Medici e specialisti brancolano nel buio? In ogni caso, l'inquinamento ambientale è un fattore decisivo e sempre più invasivo, a partire dall'elettrosmog targato 5 G. Nessun esperto parla mai pubblicamente dei fattori scatenanti. Perchè? Elaborare il dolore in solitudine assoluta non è semplice e non ha un limite temporale quando piomba la morte senza preavviso.

SOSTIENE SU LA TESTA!

 

foto Gilan


Un diario internautico - senza pagine pubblicitarie - al servizio di cittadine e cittadini, basato su autonomia, legalità, difesa dei diritti, cultura e senso critico nel narrare i fatti, soprattutto quando il potere vuole tenerli nascosti o censurare la libertà.

L'espressione di una voce critica equivale all'assolvimento di un impegno civile. Il giornalismo d’inchiesta (ormai quasi estinto nel mondo ma soprattutto in Italia) è utile alla società quando, in modo indipendente e senza condizionamenti, assolve il compito fondamentale di controllare il potere, di mantenere sotto osservazione ogni sistema di dominio.

La ricerca giornalistica indipendente richiede tempo, approfondimento, impegno e fatica. Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione del diario internautico SU LA TESTA! può farlo con una libera donazione (causale: "Sostieni SU LA TESTA!") sul seguente conto corrente di Poste italiane:


11.6.24

INCHIESTE GIORNALISTICHE

  

 

https://www.edizionimondonuovo.com/catalogo/litalia-trema/

 

 

https://www.edizionimondonuovo.com/catalogo/scie-di-guerra/

 

 

https://www.edizionimondonuovo.com/catalogo/ustica-e-bologna/

 

NON VOTO!

 

"Democrazia sospesa" - foto Gilan
 

di Gianni Lannes

Senza popolo: una finta democrazia con fondamenta minate. I non-votanti superano i votanti: è accaduto per la prima volta in Italia nel 2024. Che valenza ha il voto in un Belpaese privo di sovranità e indipendenza, dove il parassitario regime partitocratico risulta palesemente eterodiretto dalla globalizzazione capitalista e i politicanti senza alcuna distinzione risultano crassi incompetenti, cinici e telecomandati?

Dov'è la vittoria? I dati ufficiali smascherano la solita propaganda menzognera. Il partito post fascista della Meloni ha perso ben 700mila voti rispetto alle elezioni politiche del 2022. Tutti gli altri carrozzoni, a partire soprattutto dal covidiotismo di grullini&grulloni (targati Conte bis che mise ai domiciliari la popolazione italiana nel recente 2020, col pretesto di una truccata pandemia), hanno perso all'incirca un quinto dei consensi elettorali ottenuti nel 2022, a vantaggio dell'astensione.

L'estenuata e malferma democratura tricolore è ammorbata dall'apatia e dall'indifferenza che si danno manforte. Con questi ritmi, a breve basterà ancora qualche elezione per assistere a un processo elettorale a cui prende parte un terzo dell'elettorato, con i restanti elettori sigillati nella loro alienante bolla di indifferenza a lamentarsi del galoppante deficit democratico che intacca la legittimità delle istituzioni Ue, per la loro distanza dai bisogni e dai sogni della gente comune.

L'Italia seguita ad essere un paese spaccato a metà, dove la storica questione meridionale intacca la nuova questione democratica, situazione nota a tutti tranne che ai fautori s-leghisti dell'autonomia differenziata. Dalla democrazia incompiuta alla peggior tecnocrazia il passo è breve.

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2024/06/ha-vinto-il-non-voto.html

 

10.6.24

MATTEOTTI E L'ANTIFASCISMO

 


di Gianni Lannes

Le ragioni di una morte raccontano il senso di una vita. Ad assassinare Di Vagno, Matteotti, don Minzoni, i fratelli Rosselli, a provocare la morte di Amendola e tanti altri, furono assassini fascisti al servizio e coperti da Mussolini, che fece morire Gramsci in carcere e mandò al macello in dieci anni di guerre d'aggressione contro Paesi che non ci avevano fatto nulla, centinaia di migliaia di soldati italiani e poi di civili uccisi dai bombardamenti. E coprì l'Italia di infamia partecipando al genocidio degli ebrei.

Quando dopo la marcia su Roma, Mussolini conquistò il potere, il deputato socialista Giacomo Matteotti compilò una sorta di libro bianco in cui dimostrò, dati alla mano, l'inclinazione alla violenza del partito fascista, gli atti di intimidazione, gli abusi squadristi, l'incompetenza politica.

Dopo un secolo dalla sua pubblicazione quasi clandestina, il volume di Matteotti - Un anno di dominazione fascista - rappresenta una testimonianza profetica della dittatura che avrebbe rovinato l'Italia fino ai giorni nostri, con la conseguente occupazione militare anglo-americana. Il testo di Matteotti costituisce ancora oggi una sconvolgente documentazione in diretta di una nazione che correva verso la catastrofe.

Parole di Matteotti: "Il nemico è uno solo: il fascismo. Con il fascismo non si possono fare trattative né accordi se non rinnega se stesso. Se non ritorna alla libertà. E quindi è inutile trattare". L'antifascismo non è solo una negazione radicale del fascismo, ma l'affermazione dei valori della democrazia, della libertà e dell'umana civiltà.

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=Matteotti

HA VINTO IL NON VOTO!

 

foto Gilan

di Gianni Lannes

I numeri non barano: ha vinto nettamente l'astensionismo, non la Meloni e Schlein. Infatti alle elezioni europee del 2024 ha votato appena il 49,7 per cento degli elettori, ovvero meno di uno su due. L'astensione è legittima in considerazione delle finzioni covidiote prevalenti nell'ex giardino d'Europa. In una democrazia liberale l'astensione è una più che essenziale manifestazione di volontà dissenziente. Il voto rimane un dovere civico, però ciascuno è libero di interpretarlo a suo modo: anche non votare è un sistema legittimo per esercitare questo diritto. Le motivazioni del non voto come della scheda bianca volutamente annullata sono tante, ma alcune prevalgono su altre. Quella fondamentale è: non voto perché non mi riconosco in alcune delle proposte avanzate in campagna elettorale. La seconda motivazione: i politicanti sono impresentabili e fingono di accapigliarsi tra loro. Oggi in Italia il popolo dei non votanti è maggioranza assoluta. Chi non vota ha ottime ragioni e merita rispetto. Votare quando la competizione elettorale è truccata non è molto più civico e democratico che astenersi. Lo Stato di diritto non è l'equivalente di un regime partitocratico eterodiretto dall'estero, in un Belpaese privo di sovranità e indipendenza.

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2024/06/dittatura-europea.html 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2024/06/finzione-tricolore.html 

EDEN SOMMERSO

 

Tirino - foto Gilan




Tirino - foto Gilan

https://youtu.be/LojDR9HVsEg

7.6.24

EVOLUZIONE INTERIORE

 

Orizzonti appenninici - foto Gilan

  

Prova a prendere le cose meno sul serio, meno di petto, meno sul personale...

Prova a lasciare che gli eventi scorrano come devono andare...

Non forzare nulla, non lottare per dimostrare d’avere ragione, non combattere le persone care, lasciale essere ciò che sono, anche quando (secondo te) sbagliano...

Crollasse il mondo... rilassati nel qui ed ora e arrenditi alla bellezza della vita così com’è...

Prova come sempre ad essere...

DONO DIVINO

 

il nettare degli dei - foto Gilan

 

di Gianni Lannes

La loro danza è un linguaggio che incanta. Dalle api dipendono presente e futuro dell'umanità. Il nettare degli dei: il miele contiene una sostanza che alimenta la mente e corrobora l'organismo. Il miele è uno dei rari cibi che da solo può garantire la vita umana. Basta un cucchiaino di miele per sostenere la vita umana per ventiquattro ore. La propoli che producono le api, è uno dei più potenti antibiotici naturali. Il miele non ha data di scadenza. Il termine "luna di miele" deriva dal fatto che gli sposi hanno consumato il miele per la fertilità dopo il matrimonio. Un'ape vive meno di 40 giorni, visita almeno 1000 fiori e produce meno di un cucchiaino di miele nella sua vita. Una delle prime monete aveva inciso il simbolo dell'ape. Profonda gratitudine all'umile ape. 


 

Riferimenti:

https://archivio.unita.news/assets/derived/2007/05/21/issue_full.pdf

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2022/08/se-le-api-scompaiono.html