17.5.22

SOSTIENI SU LA TESTA!

 

foto Gilan

 

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione del diario internautico 

SU LA TESTA! 

dai contenuti sempre gratuiti, puo' farlo con una donazione sul seguente conto corrente di Poste italiane:

Iban: IT80 J076 0115 7000 0009 3227 742

Bic/Swift: BPPIITRRXXX

La motivazione puo' essere:

"Donazione SU LA TESTA!".

DOVE IL TEMPO E' MAGICO!

  

Sutrium (Abruzzo) foto Gilan


di Gianni Lannes

Sutrium: in un nome ignoto ai piu' o dimenticato, c'e' il destino di un luogo magico, immerso nella Natura. Snella, austera e svettante tra il Gran Sasso e la Maiella, in bilico da mille anni nel fluire del tempo. In Abruzzo, la Torre longobarda di Sutri, anche detta Sutrium, una particolarissima costruzione a base triangolare che fungeva da avamposto fortificato usato per gli avvistamenti e il controllo sulla Valle Tritana, e' simile alla torre di Montegualtieri nel teramano. Insomma, uno scrigno di memoria insepolta. sopravvissuto alla modernita' a causa proprio dell'abbandono.

IL LAVORO SPORCO DI MARIO DRAGHI!

 



di Gianni Lannes

Bentornati in Italia, colonia anglo-americana dal 1943. Il cosiddetto disegno di legge sulla cosiddetta “concorrenza” (mascherata) ed il “piano di ripresa e resilienza” ne costituiscono l'ennesima prova lampante, a favore degli ingordi appetiti esteri sul Belpaese. A che servono? Ad impoverire ulteriormente gli ignari e inermi italiani e a svendere l'Italia agli stranieri. Si tratta di un provvedimento antidemocratico che favorisce esclusivamente le multinazionali. Mister Britannia e' stato piazzato sulla poltrona di Palazzo Chigi per portare a termine il lavoro sporco dei politicanti italidioti, telecomandati dal potere speculativo economico di livello globale. Che fare? Reagire e lottare.


ARMI USA IN UCRAINA!

 

https://www.defense.gov/News/Releases/Release/Article/3027295/fact-sheet-on-us-security-assistance-for-ukraine/

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=ucraina 

16.5.22

BEUYS: LA DIFESA DELLA NATURA E L'ABRUZZO!

 

foto Gilan

di Gianni Lannes

Cosa ne e' stato del pensiero e delle opere di Joseph Beuys in Italia? «La rivoluzione siamo noi», «Ogni uomo è un artista», «Kunst (ovvero arte) = Kapital (ovvero capitale)» e, infine, «Difesa della natura». Non tutti sanno che le quattro idee cardine di Joseph Beuys (1921-1986), uno dei più significativi, anticonformisti ed eclettici artisti del secolo scorso, sono state concepite anche in Abruzzo.

L’ultima, «Difesa della natura», immaginata da Beuys all’ombra della Maiella e' a Bolognano, dagli amici Durini. La presenza di Beuys in Abruzzo, a distanza di mezzo secolo dal suo primo arrivo in questo luogo, scavano in profondità alla ricerca del rapporto più autentico che questo “sciamano dell’arte”, aveva con questa terra.

15.5.22

NUVOLE VELEGGIANTI!

 

foto Gilan

 

Appaiono all'improvviso e senza preavviso montagne fluttuanti all'orizzonte. 

Meraviglioso impasto variopinto di acqua e luce sospinte dal vento.

Le nuvole veleggiano nell'azzurro e compiono dall'alba al tramonto il giro del mondo!

Gilan

 

foto Gilan

foto Gilan

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2018/10/perche-le-scie-degli-aerei-diventano_18.html

14.5.22

ALBERO DI CUORI

 

foto Gilan

 

Tiglio: amato albero della sublime primavera.

Il tuo verde e' cosi' intenso

da sciogliere l'incenso.

Le tue foglie di cuore

allontanano il dolore 

grazie a un raggio di sole.

Gilan

foto Gilan

 

NATO PER INQUINARE!

 

Italia (14 maggio 2022)

NATO per inquinare, mentire, degradare e guerreggiare.

Gianni Lannes

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=perche%27le+scie

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=nato 

LOLA DI STEFANO: MORTA PER SALVARE I SUOI ALUNNI!

 


di Gianni Lannes

Una donna bella, buona e generosa. Lola di Stefano a 34 primavere e' stata uccisa dalle esalazioni di cloro della fabbrica Montecatini di Bussi Officine, dopo aver messo in salvo 60 alunni. Accadde in Abruzzo, una gelida mattina del 19 gennaio 1954. Ma chi lo sa e chi si ricorda? Chi ha compreso quel sacrificio umano? La memoria collettiva e' parte integrante dell'identita' sociale.

Bussi Officine: la scuola elementare (dismessa) dove insegnava Lola Di Stefano - foto Gilan


Erano circa le nove e trenta quando nella piccola scuola elementare adiacente la fabbrica chimica, fu lei ad accorgersi per prima di un'insolita animazione nella strada. Avvicinandosi alla finestra aveva intravisto gruppi di operai terrorizzati, che precipitandosi da uno dei varchi dello stabilimento, si allontanavano disordinatamente.

12.5.22

ITALIA RADIOATTIVA NEL 2022!

 




di Gianni Lannes

Bentornati nel Belpaese, dove la radioattivita' colpisce chiunque e il governo fa finta di niente, alla stregua di tanta gente, indifferente. Ecco qualche esempio documentato. La società Cemerad ha svolto dal 1984 nel Comune di Statte (in provincia di Taranto) attività di raccolta e di deposito di rifiuti radioattivi solidi e liquidi prodotti in attività mediche, industriali e di ricerca, fino a giugno del 2000, anno in cui l'area è stata sottoposta a sequestro giudiziario; successivamente, nel 2005 la medesima è stata dichiarata fallita dal tribunale di Taranto. Sulla base di indagini conoscitive documentali è stata stimata la presenza all'interno del deposito di circa 16.507 fusti di diverse capacità, con contenuti solidi e/o liquidi, dei quali - da quanto risulta dalle schede di riferimento ivi rinvenute – circa 3.487 di essi contenenti rifiuti ancora radioattivi e 13.020 contenenti rifiuti che risultavano radioattivi all'ingresso, ma dei quali non si conosce attualmente lo stato di potenziale radioattività.

10.5.22

ITALIA: SOTTO LO ZIO SAM!

 

 

di Gianni Lannes

Fantocci per tutte le stagioni. Per caso l'Italia e' il Belpaese telecomandato dall'estero, ovvero una colonia anglo-americana oppure una nazione libera, sovrana e indipendente modello Draghistan, nonostante l'attuale coinvolgimento bellico in Ucraina subordinata alla White House? Per la bisogna, prendiamo a riferimento un caso da manuale Cencelli, incredibilmente ai vertici apicali delle istituzioni statali.


 

L'attuale presidente della Corte costituzionale, tale Giuliano Amato, gia' pensionato d'oro, insomma quel politicante che nottetempo, in veste di inquilino di Palazzo Chigi, allungo' le mani sui conti correnti degli italiani, e' per per caso sotto lo schiaffo della famigerata Central Intelligence Agency, alla stregua del cucuzzaro partitocratico tricolore?

COVID: LE MENZOGNE!

 



 

di Russell L. Blaylock*

Fonte: Surgical Neurology International  https://surgicalneurologyint.com/surgicalint-articles/covid-update-what-is-the-truth/

AGGIORNAMENTO COVID: Qual è la verità?

La pandemia di COVID-19 è uno degli eventi di malattie infettive più manipolati della storia, caratterizzato da bugie ufficiali in un flusso infinito guidato da burocrazie governative, associazioni mediche, consigli medici, media e agenzie internazionali. [ 3 , 6 , 57 ] Abbiamo assistito a una lunga lista di intrusioni senza precedenti nella pratica medica, tra cui attacchi a esperti medici, distruzione di carriere mediche tra medici che si rifiutano di partecipare all’uccisione dei loro pazienti e una massiccia irreggimentazione dell’assistenza sanitaria, guidata da individui non qualificati con enorme ricchezza, potere e influenza.

Per la prima volta nella storia americana un presidente, governatori, sindaci, amministratori ospedalieri e burocrati federali stanno determinando trattamenti medici basati non su informazioni accurate scientificamente fondate o addirittura basate sull’esperienza, ma piuttosto per forzare l’accettazione di forme speciali di cura e “prevenzione”, tra cui remdesivir, uso di respiratori e, infine, una serie di vaccini a RNA messaggero essenzialmente non testati. Per la prima volta nella storia del trattamento medico, i protocolli non vengono formulati sulla base dell’esperienza dei medici che trattano con successo il maggior numero di pazienti, ma piuttosto individui e burocrazie che non hanno mai trattato un singolo paziente, tra cui Anthony Fauci, Bill Gates, EcoHealth Alliance, CDC, OMS, funzionari statali della sanità pubblica e amministratori ospedalieri. [ 23 , 38 ]

I media (TV, giornali, riviste, ecc.), le società mediche, le commissioni mediche statali e i proprietari dei social media si sono autonominati come l’unica fonte di informazione su questa cosiddetta “pandemia”. I siti web sono stati rimossi, medici clinici altamente accreditati ed esperti ed esperti nel campo delle malattie infettive sono stati demonizzati, le carriere sono state distrutte e tutte le informazioni dissenzienti sono state etichettate come “disinformazione” e “bugie pericolose”, anche se provenienti dai massimi esperti nei campi della virologia, delle malattie infettive, della terapia intensiva polmonare e dell’epidemiologia. Questi blackout di verità si verificano anche quando queste informazioni sono supportate da ampie citazioni scientifiche di alcuni dei più qualificati medici specialisti del mondo. [ 23 ] Incredibilmente, anche individui, come il Dr. Michael Yeadon, un ex Chief Scientist in pensione e vicepresidente della divisione scientifica della società farmaceutica Pfizer nel Regno Unito, che ha accusato l’azienda di produrre un vaccino estremamente pericoloso, vengono ignorati e demonizzati. Inoltre, lui, insieme ad altri scienziati altamente qualificati, ha dichiarato che nessuno dovrebbe ricevere questo vaccino.

9.5.22

NUCLEARE ITALIA: IL BUCO NERO!

 

Trisaia - centro nucleare - foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)


di Gianni Lannes

Plutonio, scorie radioattive, fragole, ecomafie statali, organizzazioni criminali in Lucania, dinanzi al Mar Jonio, vicino al fiume Sinni. In loco, negli anni '60, al posto di un'area archeologica della Magna Grecia, e' sorto un cimitero nucleare per volonta' del governo tricolore, sdraiato davanti a Washington. Pochi sanno che in Basilicata, precisamente alla Trisaia di Rotondella tra Metaponto e la piana di Sibari nella limitrofa Calabria, nel centro nucleare dell'Enea, giacciono ben 84 elementi di combustibile irraggiato del ciclo uranio-torio, di cui 20 ritrattati, provenienti dalla centrale nucleare nordamericana Elk River, che, negli anni tra il 1969 e il 1971, ai sensi di un accordo mai ratificato dal Parlamento italiano, giunsero dal Minnesota all'allora Cnen, oggi Itrec. Perche' non tornano negli USA? Per quale ragione, qualche anno fa, invece, dalla Trisaia e' stato trasferito negli United States of America, un cospicuo quantitativo di plutonio prodotto segretamente in loco?

6.5.22

ITALIA: MACELLERIA LEGALIZZATA DI ORGANI UMANI!

 


 

di Gianni Lannes

Accade nel Belpaese, crocevia mafioso del traffico di organi umani. Nello Stivale vanno a gonfie vele gli espianti spacciati per trapianti. Un sistema criminale ormai legalizzato dai politicanti tricolore e dalla propaganda truffaldina dei vivisezionatori in camice bianco. Insomma, l'Italia e' una terra completamente asservita alle lobby, in particolare trapiantistiche e di sperimentazione in vivo sull'essere umano. Ne è prova l'infame decreto 130 datato 20 agosto 2019, a firma di Giulia Grillo (M5S), al fine di consolidare un rigido apparato telematico di controllo totale del cosiddetto malato, proprio nel processo di diagnosi-donazione-espianto-trapianto o eliminazione, sotto prevaricanti direttive UE per foraggiare i paesi europei e paesi terzi. Un piano omicida e sacrilego, premessa all'attuazione del silenzio-assenso introdotto con la Legge 91 del 1999 (articolo 5), ma non applicato perché privo del decreto attuativo; mentre è in vigore da oltre de decenni una subdola forma di donazione presunta per cui i non-donatori e le loro famiglie devono fare opposizione esplicita scritta. E tanti italiani ancora non sanno cio' che li attende. A proposito: l'Italia non ha ratificato la Convenzione del Consiglio d'Europa contro il traffico di organi umani. Da noi l'insospettabile materia prima predata e' costituita dai minori.

I BAMBINI VOGLIONO LA PACE!

 



di Luisa Piarulli

Costruire la pace è un problema pedagogico, evitare la guerra è il lavoro dei politici”

(Maria Montessori)

Guerra, dal germanico werra, cioè mischia, in latino bellum. Tra la guerra dei Romani ordinata e sofisticata e la guerra dei barbari, selvaggia e disordinata, fu quest’ultima a prevalere nel tempo[1]. L’uno o l’altro che sia il significato ricorrente, i bambini risponderanno che il contrario di guerra è pace.

Johan Galtung (1930), sociologo e professore di studi per la pace, sostiene che “la pace si ottiene sui rapporti equi, sull’empatia, sulla riconciliazione, sull’identificazione del conflitto soggiacente, sulla ricerca di soluzioni anziché l’affrontare, aggredire l’altro lato in una ricerca rabbiosa di vittoria”. Dovremmo saperlo ormai! Per anni gli insegnanti hanno spiegato le guerre combattute nei secoli e raccontate nei libri di storia, le conseguenze come le distruzioni, le morti, gli eccidi e la miseria. Eppure stiamo ancora qui a parlarne perché la nostra specie, che si dichiara evoluta e progredita, non ha imparato a riconoscere il conflitto come parte integrante della natura umana, in particolare della relazione, e che solo una sapiente opera educativa può insegnare a gestire. Tuttavia, il ruolo dell’Educazione, nel nostro millennio, sembra poco prevalente, così, anziché pro-muovere agio nella persona, si preferisce la cura terapeutica trascurando delle sane opportunità di crescita.

5.5.22

MERCURIO ALL'ULTIMA SPIAGGIA IN ABRUZZO!

 

Montedison (Bussi sul Tirino): anno 2000 - foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)


di Gianni Lannes

Non e' il mare del Giappone, bensi' l'Adriatico, proprio in Italia. Una gigantesca bomba ad orologeria che diluisce i suoi effetti letali a distanza di tempo, nascosta tra le montagne in mezzo allo Stivale. Inquinamento industriale secolare, insabbiamenti di Stato tricolore, malattie e morte nell'ignara popolazione dell'Abruzzo, ma non solo. Nel 2016 uno studio scientifico dell'Istituto Zooprofilattico di Abruzzo e Molise ha confermato la diffusione del mercurio e di altri contaminanti nel biota della Valpescara.

Nella riunione dell'8 novembre 2016 convocata dal cosiddetto Ministero “dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare”, l'Istituto superiore di sanità, tenendo anche conto della relazione depositata per il processo sull'inquinamento di Bussi, ha evidenziato che «emerge uno scenario di contaminazione da mercurio di elevata gravità con rischio per la salute umana». Alla prova dei fatti, lo Stato italiano ha violato la convenzione internazionale di Minamata, pregiudicando la salute e la vita degli italiani. Altro che nuovo coronavirus o covid-19.

NEL NOME DELLA VITA!

 

Montedison (Bussi sul Tirino): anno 2000 - foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)

 

di Gianni Lannes


La maestra Lola Di Stefano quella mattina del 19 gennaio 1954 salvo' 60 figli di operai della scuola elementare di Bussi Officine, in Abruzzo, ma la grande fuga di cloro alla micidiale Montecatini poi Montedison (priva di misure per la sicurezza) le fu fatale. Le esalazioni della nube tossica a lei costarono la vita a 34 primavere. Tanti fuggirono. Lei, invece, mise in salvo gli alunni della piccola scuola.

Lola Di Stefano


Il cloro divoro' i suoi polmoni: Lola di Stefano mori' 10 giorni dopo, il 29 gennaio dopo atroci sofferenze, priva di cure adeguate, mentre giaceva in ospedale a Sulmona. A tenere viva la memoria della maestra, tuttavia, ci pensarono i suoi alunni, che non poterono dimenticare la donna che aveva sacrificato la sua esistenza per salvare le loro giovani vite. 

 

2.5.22

GREEN PASS PER SEMPRE!

  


di Gianni Lannes

La tecnocrazia abolisce la liberta' col pretesto della sicurezza. Infatti, nella prigione dell'Unione europea, controllata dalle multinazionali del crimine mondiale, il “lasciapassare verde” non viene archiviato, bensi' prorogato. Cio' che era emergenziale diventa ordinario, come nel peggior incubo di sapore orwelliano.

La cosiddetta “Commissione per le libertà civili”, afferente al Parlamento europeo, ha approvato l’estensione del certificato sanitario Covid europeo fino al 30 giugno 2023, affinché i cittadini non siano privati del loro diritto alla circolazione “indipendentemente dall’evoluzione della pandemia”.

SOSTIENI SU LA TESTA!

 

foto Gilan

 

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione del diario internautico 

SU LA TESTA! 

dai contenuti sempre gratuiti, puo' farlo con una donazione sul seguente conto corrente di Poste italiane:

Iban: IT80 J076 0115 7000 0009 3227 742

Bic/Swift: BPPIITRRXXX

La motivazione puo' essere:

"Donazione SU LA TESTA!".

"GARANZIA DEL VACCINO PARI A ZERO": TRIBUNALE DI PADOVA!


  

https://www.eventiavversinews.it/wp-content/uploads/2022/05/Tribunale-di-Padova-Sez.-Lavoro-28.4.22.pdf

 

1.5.22

VACCINI ANTICOVID: SENZA DOCUMENTI!

 



di Gianni Lannes

Associazione a delinquere dello Stato tricolore fuorilegge: crimini governativi contro la popolazione italiana. Le istituzioni italiane - eterodirette dalle multinazionali farmaceutiche - sono o non sono in possesso effettivo dei documenti necessari a verificare l’efficacia e la sicurezza dei sieri anti Covid, spacciati per cosiddetti “vaccini”, i quali consentirebbero di mantenere il regime di autorizzazione condizionata?

Il 4 marzo 2022 a seguito di un estenuante lavoro di indagine e ricerca effettuato da alcuni legali dell’associazione IDU (Istanza Diritti Umani) e dell’associazione DUS (Diritti umani e salute) nei confronti dell’Aifa (Agenzia italiana del farmaco), dell’Ema (Agenzia europea per i medicinali) e del Ministero della Salute, l’associazione IDU ha depositato presso la Procura di Roma una querela contro l’Aifa, il Ministero della Salute, il Cts (Comitato tecnico scientifico), e l’Iss (Istituto superiore di sanità), accusati di aver commesso i reati di omissione d’atti d’ufficio, abuso d’atti d’ufficio, omicidio colposo, lesioni personali, falsità ideologica, procurato allarme, falso in atto pubblico.

UCRAINA NAZISTA!

 

 https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=azov

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=ucraina

SPERANZA: UN MINISTRO STUPRATORE DELLA DEMOCRAZIA!

 

Costituzione della Repubblica italiana

 Articolo 23:

"Nessuna prestazione personale o patrimoniale puo' essere imposta se non in base alla legge".

Articolo 32:

"La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettivita', e garantisce cure gratuite agli indigenti.

Nessuno puo' essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non puo' in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana"

 

di Gianni Lannes

Restrizioni senza fine nel Belpaese: ecco la follia virale a livello ministeriale che calpesta lo Stato di diritto e violenta la democrazia. L’articolo 3 del decretino-legge 24/2022 targato Draghi e Mattarella, ha ampliato a dismisura il potere di ordinanza del fallimentare Ministro della Salute, tale Speranza.  Cosi', nell’imminenza del venir meno delle restrizioni alla data del 30 aprile 2022, l'ex assessore all'urbanistica di Potenza ne ha fatto un pronto uso dittatoriale. 


 

30.4.22

SULLE ALI DEL VENTO!

 


In riva all'Adriatico

il vento di mare

sospinge di soffi argentati

gli aquiloni colorati

e i bambini estasiati

con gli adulti addormentati

li rimirano incantati!

Gilan


 

A SCUOLA MASCHERINE ILLEGITTIME!

 



Mascherine fuorilegge. Il Tar del Lazio, con sentenza 9343/2021 (passata in giudicato) si è pronunciato sulla legittimità della misura contenuta nel DPCM del 14 gennaio 2021 che prevede l’obbligo per gli studenti dai 6 anni (dalla primaria) in su ad indossare le mascherine a scuola anche in situazione di staticità al banco anche ove fosse possibile svolgere le ore scolastiche nel rispetto delle distanze previste dalla normativa emergenziale. Questo principio è stato bocciato dai giudici che hanno accolto le istanze dei ricorrenti che hanno lamentato la sproporzione e l’arbitrarietà del provvedimento. Dunque il Tar ha bocciato il provvedimento del governo, ma il governo se n’è fregato e ha continuato a imporre questo obbligo illegittimo. Ora, grazie a questa sentenza, molti avvocati si stanno organizzando per chiedere il risarcimento allo Stato per ogni bambino che ha subito questa ingiustizia.

Alla base della decisione del Tar vi è infatti “la mancanza di prove scientifiche” che diano certezza che la mascherina non possa essere rimossa in condizioni di staticità e in cui le distanze non vengano modificate. Secondo i ricorrenti, inoltre, il provvedimento era in contrapposizione con quanto indicato dall’OMS e dall’Unicef, oltre che dal CTS. Inoltre, i ricorrenti hanno evidenziato come i potenziali danni psicologici subiti dei più piccoli, che si trovano in una delicata fase evolutiva, possa essere superiore ai benefici. La sentenza, quindi ritiene “illegittimo il d.P.C.M. 14 gennaio 2021 nella parte in cui impone l’uso delle mascherine a scuola anche in situazione di rispetto delle distanze previste dalla normativa emergenziale Civid-19 e senza prevedere alcuna misura al fine di garantire che un minore, pur privo di patologie conclamate, possa essere esonerato dall’uso della mascherina in classe ove risenta di cali di ossigenazione o di altri disturbi o difficoltà”.

La sentenza del Tar Lazio passata in giudicato potrebbe aprire la strada alla decadenza dell’imposizione (anche se ormai manca un mese alla fine della scuola) e a un risarcimento per i danni patiti dagli scolari in questi due ami di pandemia. Il ricorso, patrocinato dall’avvocato veneziano Antonella Stefani, insieme a molti colleghi a livello nazionale. chiedeva di dichiarare illegittimi i Dpcm del 2020 e del 2021 nella parte in cui si faceva riferimento a questa situazione. Facendo presente quanto possa essere difficile soprattutto per i più piccoli che fanno il tempo pieno seguire per otto ore la lezione così. La sentenza, pur essendo arrivata tardi, quando ormai entrambi i decreti erano decaduti, apre però nuovi spiragli giuridici. Il provvedimento dei giudici ha dichiarato illegittimi i Dpcm “ai soli fini risarcitori”, nel senso che ha aperto la strada alla possibilità, per le famiglie, di chiedere i danni al Ministero che non ha impugnato la sentenza.

Come ha scritto Raffaella Vittadello su Il Gazzettino, “l’avvocato Stefani è passata dunque al contrattacco e ha rilevato come i bambini abbiano dovuto indossare mascherine distribuite dal Ministero che sono state poi ritirate perché dichiarate non conformi (e forse anche nocive) oppure abbiano dovuto ripiegare su altre mascherine acquistate privatamente e non fornite dalla scuola. E ha intimato Il Ministero ad esentare immediatamente i minori dall’utilizzo della mascherina al banco come avviene in quasi tutti gli Stati europei ed extraeuropei dove l’obbligo di mascherina è già stato eliminato da mesi e non solo al banco. L’avvocato ha anche proposto un accordo stragiudiziale che prevede il pagamento di cinquemila euro a bambino come risarcimento per i danni patiti alla salute psicofisica, allo sviluppo, alla capacità di apprendimento e alla capacità relazionale.


Riferimenti:

https://www.ambientediritto.it/giurisprudenza/tar-lazio-roma-sez-1-9-agosto-2021-n-9343/

https://www.ambientediritto.it/giurisprudenza/tar-lazio-roma-sez-1-19-febbraio-2021-n-2102/

https://www.ilgazzettino.it/

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=mascherine 




29.4.22

NATURA VINCENTE!

 

foto Gilan

 

di Gianni Lannes

Tesori insperati in un paese fantasma, segnato dall'abbandono di massa. Un fiore spontaneo che quando si schiude simboleggia l'abbraccio di tanti bambini. A Bussi Officine in Abruzzo, a meta' strada tra L'Aquila e Pescara, una microrchidea meravigliosa, anzi ben 21 esemplari di Orchis Italica, sono spuntati nel bel mezzo di un'area industriale ultracentenaria, dove approdo' nel secolo scorso la fabbrica chimica Dinamite Nobel. Insomma, flora piu' resistente dell'industria. Ieri, oggi, domani. Cosa e' mutato nel rapporto distruttivo con la Terra?

Orchis Italica (Bussi Officine, 29 aprile 2022)

 
Orchis Italica (Bussi Officine, 29 aprile 2022)

IL PARTITO DEI 5 GRULLONI!

 




di Gianni Lannes

Inetti, incompetenti e pure telecomandati, appiccicati alle poltrone e ai soldoni facili? Sicuramente pacifinti, anzi guerrafondai: basta esaminare i bilanci trascorsi del ministero Difesa per rendersene conto. Il mascherone e' caduto da un pezzo. 

 


 

Il Movimento 5 stelle è un partito come tutti gli altri, una volta etichettati la “casta”; anzi alla prova dei fatti (due anni di falsa pandemia e prigionia degli italiani con aggiunta del fallimento economico e morale), anche peggio. Il padrone e' sempre Beppe Grillo. L'atto ufficiale e' in Gazzetta Ufficiale dal 27 aprile 2022. A dicembre la Commissione parlamentare aveva respinto la richiesta del M5S, necessaria per accedere al finanziamento del 2xMille. 

ITALIA: DECRETO DI GUERRA!

 


di Gianni Lannes

Fornitura di armi secretate all'Ucraina in guerra: decretino in Gazzetta Ufficiale del 27 aprile 2022, come ordinato dallo zio Sam. Mattarella, Draghi, Guerini e tutto il cucuzzaro di politicanti tricolore violano impunemente l'articolo 11 della Costituzione repubblicana italiana, col tacito avallo della Corte costituzionale (al cui vertice e' stato piazzato apposto Amato), la passivita' dei parlamentari tricolore e il beneplacito dei pennivendoli covidioti. 

 


Cio' che sta accadendo nell'Europa orientale non riguarda solo l'Ucraina, bensi' il nuovo ordine mondiale. La terza guerra mondiale sospinta dalla White House e dalla Nato sara' nucleare, ovvero finale.

 

 

28.4.22

SOSTIENI SU LA TESTA!

 


Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione del diario internautico 

SU LA TESTA! 

dai contenuti sempre gratuiti, puo' farlo con una donazione sul seguente conto corrente di Poste italiane:

Iban: IT80 J076 0115 7000 0009 3227 742

Bic/Swift: BPPIITRRXXX

La motivazione puo' essere:

"Donazione SU LA TESTA!".

ITALIA SOTTO I TACCHI A SPILLO DI ZELENS'KY!

 

(fotomontaggio)


di Gianni Lannes

Povera Italia, ormai trascinata in guerra da mister Britannia, ovvero l'affossatore ufficiale dello Stivale (unitamente alla sua banda s-governativa di covidioti) che si accinge a staccare il gas dalla Russia e prendere la poltrona di Stoltenberg alla Nato. Ecco da chi dipende  il Belpaese, che prende ordini dallo zio Sam. Il 10 maggio prossimo l'ineletto Draghi fara' visita al padrone Biden e prima incontrera' tale Zelens'ky che reclama e pretende ancora armi. Piuttosto, al fantoccio di Kiev ridategli i tacchi a spillo.


GIOVENTU' BRUCIATA!

  

foto Gilan

di Gianni Lannes

Traumatizzati dal delirio covidiota e senza alcun diritto effettivo. Nessuna istituzione li ha ascoltati o protetti dall'isteria vaccinale prima, ed ora dal clima virale di guerra; anzi, sono stati continuamente vessati. Tra liberta' annullata, sport vietato, gioco all'aria aperta bandito, dad perenne e vita sociale ridotta a niente, infanzia e adolescenza hanno pagato caro il prezzo delle decisioni scellerate di Conte, Speranza&Draghi. E ancora soffrono nel disinteresse generale, costretti a indossare a scuola, la mascherina che annichilisce il respiro vitale.

Chi restituira' ai nostri figli i migliori anni della loro vita trascorsi mascherati e in prigionia, a causa di una falsa emergenza, basata su misure assurde, ascientifiche e illogiche, ancora non terminate? Per quale ragione non chiedere il perche' degli eventi e delle cose dinanzi ad un cortocircuito di massa? Forse l'obiettivo non e' ripristinare la normalita', bensi' abituare le giovani generazioni alla subordinazione tecnocratica. I dubbi, comunque, sono il sale della civilta' umana, nonostante l'ignoranza dilagante.

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=adolescenza

PARTIGIANI DELLA LIBERTA' TRADITA!

 

Archivio Domenico Troilo

di Gianni Lannes

Brigata Maiella: l'epopea ignota dei patrioti italiani dall'Abruzzo all'Emilia, che liberarono anche Bologna il 21 aprile 1945. Nel belpaese la lotta partigiana di chi combattendo contro il nazifascismo, non voleva solo liberarsi dall'invasore tedesco, ma costruire una societa' finalmente equa e giusta, civile e democratica, senza sfruttatori ne' oppressori; di certo non instaurare un regime telecomandato dall'estero. La guerra di liberazione degli italiani di allora (minoranza attiva evoluta in massa critica), e' stata tradita dai governanti tricolore che hanno consentito la sottomissione dell'Italia agli anglo-americani.

Da allora e sempre piu' scorrono ondate di retorica e la nostra Patria, alla prova inequivocabile dei fatti, non e' indipendente ne' sovrana, ma succube di Washington e di Londra. Non a caso, proprio nello Stivale alberga un arsenale nucleare con bombe atomiche targate United States of America, in violazione della Costituzione repubblicana italiana e del Trattato di non proliferazione (TNP), nonche' un centinaio di basi belliche straniere (yankee). Da noi la liberta' e' soltanto recitata, ma non praticata nella realta' ridotta all'unica dimensione di stelle e strisce, con la disinformazione pilotata della Rai spartitocratica, del Corriere della Nato, della Repubblichetta delle Banane e del Pacco Quotidiano. Piu' servili di cosi'. Oggi quale Resistenza e' in atto se non vi e' liberta'?

PFIZER/BIONTECH: "VACCINO" ANTICOVID-19 PERICOLOSO E INEFFICACE!

 


Il siero sperimentale anticovid-19 spacciato per miracoloso vaccino, e' inefficace e pericoloso. Lo attesta lo stesso produttore.

Nel suo rapporto annuale alla US Securities and Exchange Commission (ente regolatore sulla sicurezza del mercato), BioNTech, azienda tedesca di biotecnologia e biofarmaceutica, sostiene che l’efficacia e la sicurezza del suo attuale vaccino anti-Covid a mRNA, sviluppato insieme a Pfizer, potrebbero non essere sufficienti per l’approvazione definitiva del vaccino. A pagina 6 del predetto documento, BioNTech ha scritto: 

“Potremmo non essere in grado di dimostrare un’efficacia o una sicurezza sufficienti del nostro vaccino anti-Covid e/o delle formulazioni specifiche per le varianti per ottenere l’approvazione normativa permanente negli Stati Uniti, nel Regno Unito, nell’Unione Europea o in altri Paesi in cui è stato autorizzato per l’uso di emergenza o è stata concessa l’approvazione all’immissione in commercio condizionata. Durante le nostre sperimentazioni cliniche o anche dopo aver ricevuto l’approvazione normativa, possono verificarsi eventi avversi significativi, che potrebbero ritardare o interrompere le sperimentazioni cliniche, ritardare o impedire l’approvazione normativa o l’accettazione sul mercato di uno qualsiasi dei nostri prodotti candidati”.

Inoltre, come si evince dalla disamina della banca dati EudraVigilance dell'Ema, i cosiddetti "vaccini" anti Sars CoV-2 hanno provocato la morte di oltre 40 mila persone soltanto nell'Unione europea, nonche' piu' di 4 milioni di danneggiati.

ITALIA: PREDATORI DI ORGANI UMANI!

LO STATO PROMUOVE E FINANZIA I PREDATORI D'ORGANI 

DECRETA CHE TUTTE LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE

SOSTENGANO INIZIATIVE DI PROPAGANDA 
24 aprile Giornata nazionale per la donazione di organi *
 
 
Dai morti veri, dai cadaveri, non è possibile praticare il trapianto d'organi. Il trapianto richiede che l'organo da espiantare sia vivo e perfuso con circolazione attiva spontanea o indotta con l'Ecmo (circolazione extracorporea). Una tortura.
 
Ma in Italia risuona ossessivo il messaggio “dona i tuoi organi dopo la morte”. Con ciò il cittadino italiano pensa di poter morire in pace e di donare gli organi del proprio cadavere dopo la morte vera, quella che tradizionalmente conosciamo, cioè dopo l'interruzione contemporanea delle due funzioni vitali cardio-circolatoria e respiratoria protratte per un tempo valido (12//24 ore). Ma così non è. Per ammissione degli stessi medici, al cittadino viene negata la verità al fine di praticare indisturbati i protocolli letali di finta morte (morte cerebrale) e non correre il rischio di rappresaglie o denunce.
 
L'espianto-trapianto è un omicidio di Stato che nessuna tesi pseudo-etica può giustificare appellandosi all'utilitarismo: scegliere di trapiantare un paziente che solo apparentemente ha più chance di vita dell'altro paziente forse prossimo a morire, che viene privato delle cure, e dichiarato d'autorità “morto cerebrale” a cuore autonomamente battente, è un crimine. Concepito nello spirito della barbara globalizzazione e omologazione dei corpi.  Né ha senso negare le cure ad oltranza, malvagiamente chiamate 'accanimento terapeutico', come se il trapianto non fosse il vero accanimento.