7.10.22

POVERA ITALIA!

 

foto Gilan

di Gianni Lannes

Nel Belpaese in evidente declino culturale, etico, sociale, politico, scolastico, giuridico ed economico, dove la lobotomizzazione di massa ha mosso fulmineamente passi da gigante - grazie anche alla falsa pandemia covidiota a cui e' seguita quella energetica - l'emergenza perenne, in deroga allo Stato di diritto, e' diventata la nuova normalita' assuefacente. Alla prova dei fatti: la tecnocrazia globale ha sostituito la democrazia incompiuta.

Per dirla con Sciascia, "l'Italia e' un paese senza verita'". Se avessimo politicanti evoluti e indipendenti che lavorano per il bene comune e non fantocci telecomandati venduti al peggior offerente e pure analfabeti - al contempo un giornalismo con la schiena dritta e non genuflesso a chi comanda - la prima cosa da fare, sarebbe puntare sulla reale indipendenza nazionale e non sulla perdurante (dal 3 settembre 1943) sudditanza ossessionante di stampo anglo-americano. Per esempio nella Costituzione repubblicana, ormai vilipesa a oltranza a partire dall'inquilino del Quirinale, sarebbe fondamentale introdurre questa integrazione:

"Le norme dei trattati e di tutti gli altri atti dell'unione europea sono applicabili solo a condizione di parita' e solo in quanto compatibili con i principi di sovranita', democrazia, giustizia e sussidiarieta', nonche' con gli altri principi fondamentali, di caratura universale, espressi dalla Costituzione italiana".

BUONGIORNO ITALIA!

 

Italia (7 ottobre 2022)


di Gianni Lannes

Mentre l'unione europea e' ormai una succursale della NATO, l'Italia (che detiene il primato ufficiale europeo per morti premature per via dell'aria inquinata) e' diventata la discarica bellica di Washington. Basta osservare con un minimo d'attenzione i cieli contaminati del Belpaese per rendersi conto dell'avviluppante degrado. 

 "Bombe d'acqua sull'Italia": parole addirittura di Bruno Vespa. Ma ecco cosa ha rivelato il Consiglio nazionale delle ricerche per bocca di Antonio Raschi, direttore dell'Istituto Biometeorologia CNR di Firenze (nella puntata di Porta a Porta del 6 novembre 2018, intitolata "Perché il clima è impazzito?":

 
«Siamo tanti, al centro di un esperimento planetario chiamiamolo così, un esperimento di cambiamento del clima, del quale non sappiamo bene quali saranno gli effetti sul lungo periodo» .

Insomma, è iniziato il valzer delle mezze ammissioni, programmato nella nota finestra di Overton. Anche il CNR ha aderito all’accordo segreto sulla sperimentazione climatica, siglato da Berlusconi e Bush il 19 luglio 2001 a Genova (durante la mattanza dei pacifisti) e ratificato a Roma il 22 gennaio 2002. Sua emittenza, il pluripregiudicato di Arcore e' tornato in Parlamento come se niente fosse, dopo aver disastrato lo Stivale per decenni.

Purtroppo i covidioti (pluridosati con sieri sperimentali e rimbambiti dalla propaganda di regime globale) hanno sicuramente la memoria corta e sono distratti o affetti dalla dissonanza cognitiva! Perche' scriverne ancora? Semplice e al contempo disarmante: per tentare di cambiare in meglio l'insensata realta' tricolore.


6.10.22

ITALIA: LA RAPINA DI LUCE E GAS!

di Gianni Lannes

Dopo la pandemia covidiota ecco incombere sulla gente anche quella energetica. Cosa hanno in comune? Sono strategie multinazionali elaborate a tavolino per sottomettere le persone. Pagate le stratosferiche bollette di luce e gas a milioni di italiane e italiani non rimane niente per mangiare. Infatti, i costi dell'energia nel Belpaese seguitano ad aumentare spropositatamente. In Italia e' in atto una gigantesca speculazione avallata dal governo Draghi. L'innalzamento ingiustificato dei costi energetici e' a carico dei cittadini. L'aumento e' falsamente legato alla guerra in Ucraina. 

La rapina e' in atto da molto tempo prima e viene realizzata impunemente da una trentina di aziende, a partire da Enel ed Eni, che da noi in primis gestiscono il gas avendolo acquistato col prezzo vecchio di mercato. A conti fatti queste piovre criminali hanno incamerato illecitamente ben 50 miliardi di euro. Si tratta di profitti illeciti. Lo stesso mister Britannia - di recente - ha riconosciuto che bisognava tassare del 25 per cento questo maltolto. Altro che palliativi. Quando le rapine vengono scoperte il malloppo non rimane ai ladri dello Stato tricolore, ma viene redistribuito alla popolazione a cui e' stato estorto con la frode. 

SULLE ALI DEL VENTO

 

Gargano - foto Gilan
 

Camminero' verso il sole a piedi nudi sulla terra e nell'acqua solcando i mari sulle ali del vento, in armonia con gli altri esseri viventi. Le uniche impronte che lascero' saranno quelle che verranno trasfigurate dalle onde.

Gilan

5.10.22

UMANESIMO: UN TRAGUARDO AVANTI!

 

Mediterraneo - foto Gilan

di Gianni Lannes

L'umanita' tracima verso il peggio? La coscienza individuale inclina al catastrofismo? Scienza e tecnica sono ormai false amiche del genere umano, mentre l'informazione e' nelle grinfie di chi detiene il potere economico e detta legge ai politicanti ormai palesemente eterodiretti?

L'emergenza ambientale, il malessere sociale, la scomparsa delle comunita' tradizionali sono il bel risultato della spropositata crescita tecnologica che ha devastato l'ambiente, annichilito attraverso il consumo ossessivo di cose, trasformato gli umani in merci e sostituito la societa' con i social network?

L'umanesimo non e' dietro di noi, come un momento storico trapassato, ma e' dinanzi a noi, quale obiettivo da realizzare, ancora lontano dall'essere raggiunto.

Attualmente c'e' la tendenza scolastica ad impartire troppe nozioni inutili, mentre l'apprendimento dovrebbe essre piu' esperienziale. Il compito degli insegnanti e' concimare un terreno fertile negli studenti, infondendo in loro fiducia attraverso la stimolazione della curiosita'. Solo cosi' si sentiranno in grado di trovare nuove soluzioni e sviluppare appieno i loro potenziali talenti.

Noi adulti siamo chiamati a trovare delle risposte, ma il fatto decisivo e' creare un ambiente in cui si possano fare domande.

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=pedagogia 

PENSIERO CRITICO: ANTIDOTO ALLA TECNOCRAZIA!

di Gianni Lannes

Benvenuti nell'era della tecnocrazia plasmata da big data e social network sempre piu' pervasivi.

Attualmente ogni minuto vengono effettuate 4,5 milioni di ricerche su Google, visionati altrettanti video su You Tube, postate 280 mila storie su Istagram. ma questa mole gigantesca di dati sensibili, cui ciascuno contribuisce piu' o meno volonrariamente quando cerca un'informazione o pubblica una foto che viene poi elaborata da intelligenze artificiali sempre piu' potenti, costituisce progresso, inteso come crescita del capitale umano e della mentalita' digitale?

Il Web e' profondamente mutato in brevissimo tempo: prima era un grande strumento di accesso rapido all'informazione e alla conoscenza che favoriva diversita' e pluralismo. Oggi, pero', a dominare sono le piattaforme che sfuggono alle normative sul pluralismo, e ai controlli. Piu' si usano e piu' alimentano gli algoritmi di machine learning sui comportamenti, abitudini, desideri, emozioni degli esseri umani.

Allora occorre imparare a cercare le notizie e a discernere quelle vere da quelle false o manipolate, quelle che mostrano una realta' parziale o distorta e non offrono una visione controfattuale da quelle che consentano di effettuare analisi obiettive.

E' necessario nutrire la societa' umana con l'abilita' fondamentale che rischiara il nebuloso tempo presente. Il pensiero critico si alimenta con l'apprendimento continuo, vive di domande e non di risposte preconfezionate; e' alleato del dubbio e non delle certezze di pochi; si basa su dati verificabili, analisi rigorose e riscontri fattuali. Il pensiero critico si nutre della conoscenza approfondita e non della superficialita'.

AMORE E DISAMORE!

foto Gilan
 

Donare se stessi senza tornaconto, non chiedendo nulla in cambio. L'amore come mancanza: esperienza dell'essere e non dell'avere egoico. Istinto, desiderio e solitudine si ritrovano nell'assenza dei corpi. Quando si ama si annullano le distanze geografiche e i vuoti temporali?

Adesso gli esseri umani sembrano troppo complicati e tanto distratti. Un'infelicita' irragionevole e indefinibile attraversa il quotidiano. Ci si sente colpevoli e al contempo vittime, ma non si sa neppure di cosa esattamente, forse della vita che a volte si trasforma in disamore.

Per tenere vivo questo sentimento universale occorre dialogare, chiedere, complimentarsi, anche sbagliare, perdonarsi, aiutarsi, pronunciare le parole della tenerezza attraverso il linguaggio amorevole del corpo. E saper tacere quando e' necessario per fugare l'imbarbarimento della vita sociale, spesso accompagnata dall'insensatezza degli eventi. Insomma, sorridere con empatia all'anima gemella e diventare un Noi scegliendo l'amore che fa sognare e vive dentro.

Gilan

 

CIELO INQUINATO!

 

Italia: 4 ottobre 2022 - foto Gilan

 

di Gianni Lannes

Aerosolchemioterapia bellica nella colonia chiamata Italia. Cielo inquinato: cancro assicurato! E i covidioti tricolore non vedono il pericolo, mentre tanti fanno finta di niente.

Perché le scie degli aerei diventano nuvole?

Perché l'aria in Italia è la piu' inquinata d'Europa?

Perché viene violata dalla NATO in Italia la legge italiana numero 962 del 1980 e calpestata la Costituzione repubblicana?

Perché in Italia muoiono prematuramente migliaia di persone ogni anno a causa dell'inquinamento atmosferico e le autorità non adottano provvedimenti efficaci a tutela della vita umana, soprattutto dei bambini?

Perché soprattutto nel Belpaese funzionano tanto le distrazioni di massa?

Perché la dissonanza cognitiva ha intaccato la lucidità di numerosi individui?

 Riferimenti:

Air quality in Europe (2021):

https://www.eionet.europa.eu/etcs/etc-he/products/etc-he-products/etc-he-reports/etc-he-report-2022-3-status-report-of-air-quality-in-europe-for-year-2021-using-validated-and-up-to-date-data

4.10.22

MOSCA CHIUDE IL GAS E L'ITALIA LO ESPORTA!

 


 



di Gianni Lannes

Dal primo ottobre scorso la Russia ha giustamente chiuso i rubinetti del gas all'Italia che rifornisce di armi l'Ucraina per conto della Nato, alimentando la guerra. Soltanto il 29 ottobre 2021 l'Eni aveva siglato un accordo con Gazprom, ma poi il governicchio Draghi ha preso ordini dall'impresentabile Biden e ha innescato la marcia indietro.

Quel che e' certo, a parte la propaganda occidentale e le menzogne governative, e' la speculazione che rischia di far rimanere all'addiaccio e gettare sul lastrico milioni di italiani.

Eppure il mercato in Italia è “lunghissimo”. Vale a dire: l’offerta supera nettamente la domanda di famiglie e imprese, che si è attestata attualmente a 100 milioni di metri cubi. Dei 55 milioni rimanenti, 40 sono andati negli stoccaggi (che hanno raggiunto il 90 per cento della capienza) e 15 milioni sono stati addirittura esportati, mentre da noi le bollette aumentano sempre piu'.

DOMINIO TOTALE!

 

foto Gilan

  

di Gianni Lannes

Belpaese? Peggio di una colonia. Hanno anglo-americanizzato mezza Europa a partire dall'Italia, dove i politicanti sono genuflessi e telecomandati dall'estero. Gran parte degli italiani neanche si rende conto di sopravvivere in una condizione di sfruttamento e di schiavitu', dove regnano la repressione e la violenza, il ricatto e l'intimidazione, la menzogna di Stato e la propaganda di regime, l'analfabetismo funzionale e il servilismo amorale. 

Sovranita', liberta' e giustizia sono diritti che vanno conquistati sulla base del principio universale, peraltro sancito anche dall'articolo 1 della Carta delle Nazioni Unite, che afferma esplicitamente l'uguaglianza dei diritti e l'autodeterminazione dei popoli. Se non si sara' concreta ribellione i popoli europei gia' annessi dallo zio Sam, saranno una folla covidiota di schiavi senz'anima.

Riferimenti: 

https://crsreports.congress.gov/product/pdf/R/R42738

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=1943 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2022/09/meloni-gia-sottomessa-agli-usa.html 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2022/09/italia-senza-sovranita-con-politicanti.html 

3.10.22

ITALIA IN COMA!

 

foto Gilan

Il Belpaese, gia' colonia anglo-americana dal 3 settembre 1943, e' ormai ridotto in una discarica bellica a cielo aperto, con politicanti parassiti e covidioti telecomandati.

Gianni Lannes


foto Gilan

 

INQUINANTI DENTRO!

  

 di Gianni Lannes

Non solo nel cibo, nell'acqua e nella terra. Piovono anche dal cielo e l'aria e' satura di veleni. «L'esposizione giornaliera a un mix di sostanze tossiche aumenta rischi di cancro, problemi riproduttivi, disordini metabolici come diabete e obesità e danni allo sviluppo neurologico. Più di 300 sostanze chimiche industriali sono state trovate negli esseri umani, e non erano presenti nei loro nonni. E i neonati nascono già con tracce delle sostanze»: ha denunciato l'European Environmental Bureau.

1.10.22

TSUNAMI IN ITALIA!

 

Stretto di Messina - foto Gilan

 

di Gianni Lannes


Allarme inascoltato dalle autorita' nell'ex giardino d'Europa: rischio e pericolo di maremoti. «Tutte le coste del Mediterraneo sono a rischio maremoto a causa dell'elevata sismicità e della presenza di numerosi vulcani attivi, emersi e sommersi» ha segnalato a piu' riprese l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Nel Belpaese vi è una scarsa consapevolezza del rischio maremoto.

Nel 2018 proprio l'INGV ha pubblicato il primo modello probabilistico di pericolosità da tsunami di origine sismica per l'area del Mediterraneo e dell'Atlantico nord-orientale.

Numerosi lavori scientifici hanno evidenziato come il nostro Paese sia interessato da un'intensa attività tettonica di origine naturale, ma che sempre piu' spesso viene innescata dall'uomo, che si è manifestata anche recentemente tramite terremoti disastrosi, che hanno causato perdita di tante vite umane. Quando questa attività si manifesta in aree costiere o sottomarine, agli effetti dello scuotimento sismico si possono associare la creazione di maremoti come quello devastante che ha interessato Fukushima nel 2011, con ripercussioni inimmaginabili dirette ed indirette non solo nelle immediate vicinanze dell'epicentro, ma anche a migliaia di chilometri di distanza.

30.9.22

MELONI: DAL NUCLEARE AL PONTE MAFIOSO SULLO STRETTO!

 


 di Gianni Lannes

Sul piano politico: una voltagabbana dal bla...bla...bla urlato, una telecomandata da Washington (socia Aspen) o soltanto un'arrivista di borgata? Nel programmone post fascistone della Meloni (votata da una minoranza tricolore, mentre la maggioranza dell'elettorato italiano ha disertato le urne e invalidato le schede elettorali), c'e' di tutto e pure di piu': dal ritorno al nucleare politically correct (addirittura "pulito e sicuro"), al famigerato ponte sullo Stretto (in attesa dei ringraziamenti ufficiosi e impronunciabili delle mafie?). Ovviamente, dopo la reiterata genuflessione in trasferta negli United States of America, piu' adesione alla guerrafondaia NATO e quindi piu' conflitti bellici, piu' unione europea. E poi, come al solito: grandi opere (ovvero piu' cemento armato da spalmare dove capita), il Pnrr targato Draghi, piu' videosorveglianza sulla popolazione italiana, ossia maggiore controllo elettronico e cosi' innalzamento del limite all'uso del denaro contante, nonche' il diritto al conto corrente per tutti i cittadini e pure l'elezione diretta dell'inquilino quirinalizio. E non manca lo sfruttamento "legale" dei migranti per chi voleva affondare la nave Sea Watch. Il resto e' aria rifritta o mascherata nella fuffa partitocratica. Di indipendenza, sovranita', autonomia e liberta' dell'Italia neanche a parlarne. Lo zio Sam ringrazia per tanta ossequiosa condiscendenza covidiota. La mutazione e' compiuta: il nebuloso virtuale e' diventato reale.

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2022/09/meloni-gia-sottomessa-agli-usa.html

 

PANDEMIA ENERGETICA!

  


di Gianni Lannes

Tutto programmato da tempo all'insaputa della gente. Dopo la pandemia covidiota si e' passati a quella energetica, sempre targata dalla speculazione globale e avallata dagli eterodiretti governi tricolore. Infatti, dal primo ottobre 2022, come gia' programmato dall'Arera, scattano nuovi rincari: la tariffa dell'energia elettrica aumentera' del 59 per cento, mentre quella del gas schizzera' al 120 per cento anche per l'acquisto di quello nordamericano (di scarsa qualita') a costi spropositati.

29.9.22

MELONI: GIA' SOTTOMESSA AGLI USA!

  


di Gianni Lannes

Quella che voleva affondare la nave Sea Watch. Postfascista e atlantista, o meglio arrivista; camaleontica e furba, anzi mascherata. Addirittura socia dell'Aspen Institute. Cambiare tutto per non mutare niente. Insomma, finzioni pubbliche griffate sulla scena mediatica. Chi ricorda il discorsetto in Florida nello scorso febbraio 2022? E la finta opposizione a stelle e strisce sotto Conte e Draghi? Gli italiani non sanno o semplicemente non hanno memoria a breve, medio e lungo termine con Washington che detta come sempre la linea tricolore?  

Mattarella l'aveva detto: "La normalita' che perseguiamo non sara' comunque il ritorno al mondo di prima". Tanto nel Belpaese la gente non s'accorge di niente.

 


MIGRANTI A MORIRE!

 


A futura memoria: piu' che un mare ormai e' un cimitero. In occasione del prossimo 3 ottobre 2013, Giornata della memoria e dell’accoglienza, in cui si ricorda il naufragio al largo di Lampedusa durante il quale persero la vita 368 esseri umani piccoli e grandi, si fa presente che dal 2014 al 25 settembre 2022 sono stati ufficialmente almeno 25mila i migranti morti e dispersi nelle acque del Mar Mediterraneo nel tentativo di raggiungere l’Europa.

Il viaggio verso l’Italia si conferma il più pericoloso: è sulla rotta del Mediterraneo centrale che si registra da sempre il più elevato numero di morti e dispersi, pari a 1.088 dal 1° gennaio al 25 settembre 2022 su un totale di 1.473 su tutte le rotte del Mediterraneo, tra questi 60 erano bambini. A quasi dieci anni da quella tragedia, la Sicilia è ancora il principale approdo dei migranti che fuggono verso l’Europa e l’isola continua a registrare incessantemente numerosi arrivi: al 25 settembre se ne contano oltre 51mila su un totale di 69mila in Italia. In particolare l’isola di Lampedusa, da sempre località simbolo delle migrazioni, continua ad affrontare situazioni difficili con un numero di migranti accolti nell’hotspot ben oltre la capienza consentita: in alcuni giorni di luglio - quando gli sbarchi erano particolarmente consistenti - risultavano presenti 1.600 ospiti su 350 posti disponibili.

Ma come ricordano i dati IOM (International Organization for Migration), i migranti morti e dispersi sono numerosi anche sulle altre rotte dell’immigrazione: a livello globale dal 1° gennaio al 25 settembre 2022 sono stati registrati 3.469 eventi fatali. Come anticipato la rotta del Mediterraneo resta la più mortale, con il 43% di tutti i migranti morti e dispersi nel mondo nei primi nove mesi del 2022. A livello globale gli eventi fatali registrano una significativa crescita nel continente americano (nel 2022 rappresentano un quarto di tutti gli eventi mondiali) e una diminuzione nel continente africano (16% nel 2022 contro il 30% nel 2020). Si segnala inoltre che, a causa principalmente della guerra in Ucraina, è in crescita la percentuale di migranti morti e dispersi sul territorio europeo (3,7% del totale nel 2022 contro il 2% nel 2020).


ITALIA: DONNE SCHIAVE!

  



di Gianni Lannes

Carne da macello e fiumane di denaro sporco senza distinzioni regionali da nord a sud. Sfruttate dalla piu' tenera eta': un crimine contro l'umanita'. Se si fa una ricerca su Internet chiedendo “quante prostitute ci sono in Italia”, risulta ufficialmente che il numero varia dalle 75 mila alle 120 mila e che piu' della meta' non lo fanno di loro spontanea volonta', ma perche' costrette con la violenza. Nella culla del diritto si straparla di etica, ma a chi interessa questo orrore quotidiano e nostrano sotto gli occhi distratti di tutti e di tanti benpensanti?

Questo significa che nel Belpaese sopravvivono alla ferocia del tornaconto mafioso - in condizioni a dir poco disumane - dalle 40 mila alle 70 mila donne, ragazze (per lo piu' bulgare, rumene, ucraine, albanesi e nigeriane, pure italiane) anche di minore eta', schiave a tutti gli effetti. Queste donne invisibili vengono costrette brutalmente a vendere il loro corpo, farsi stuprare e violentare ripetutamente, tutti i giorni, lungo le “nostre strade”, negli appartamenti anonimi e nei casolari di campagna o dove capita, mentre gli schiavisti-sfruttatori accaparrano soldi sulla loro pelle col beneplacito del telecomandato Stato tricolore.

28.9.22

SU LA TESTA!

 

 

La ricerca giornalistica indipendente richiede tempo, impegno e denaro. Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione del diario internautico SU LA TESTA! (attivo dal 2012) - dai contenuti sempre gratuiti - puo' farlo con una donazione (causale: "Sostieni SU LA TESTA!) sul seguente conto corrente di Poste italiane.

Iban: 

IT80 J076 0115 7000 0009 3227 742

Grazie!


27.9.22

ITALIA SENZA SOVRANITA' CON POLITICANTI TELECOMANDATI!

 


  

di Gianni Lannes

Onorevoli fantocci: niente di nuovo al Parlamento tricolore. Italia priva di indipendenza, autonomia e sovranita'. Svoltare a destra dopo la deriva covidiota di sinistra: fingere di cambiare tutto per non mutare niente. Nel belpaese i rifiuti si riciclano soltanto in politica. Per fortuna meta' dell'elettorato ha disertato le urne o ha reso invalido il voto. A proposito di euroatlantismo: la Meloni - come tutti quelli che l'hanno preceduta - ha gia' effettuato il classico viaggetto dai padroni negli States, per la benedizione dello zio Sam. Insomma, una finta democrazia dal gioco palesemente truccato, ovvero una colonia a stelle e strisce, priva di opposizione politica. Un giro di giostra a Palazzo Chigi non si nega quasi a nessuno. E poi fanno credere agli elettori che sono stati loro a scegliere. Nel frattempo lo Stivale declina sempre piu'.

Destra e sinistra:

 https://www.youtube.com/watch?v=4kuySYnIvt4

23.9.22

VIETATO SCALDARSI IN ITALIA!

 


di Gianni Lannes

Follia tricolore: mentre mandano in onda l'ennesima truffa elettorale e quattro criminali speculano sul gas in Olanda col beneplacito dell'unione europea (Draghi incluso), in Italia non si ha neanche piu' il diritto di riscaldarsi a casa propria. Nel belpaese, attualmente in Lombardia (con eccezione della provincia di Brescia: delibera regionale 11 ottobre 2021), Veneto, Piemonte, Emilia Romagna e Toscana sono vietati stufe e camini a legna. I trasgressori che osano produrre in proprio il calore per sopravvivere nelle stagioni fredde, sono puniti con una multa salata. I generatori di calore - modello ultima generazione - devono avere almeno 4 stelle. Nell'imminente inverno chi non paga o non ha i soldi rischia l'assideramento. Insomma, dalla pandemia covidiota si e' passati direttamente a quella energetica. L'assurda misura coercitiva sara' presto estesa all'intero Stivale, isole comprese?

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=gas

 

 

22.9.22

E L'ITALIA TREMA...!

 

  


di Gianni Lannes

Incredibile? Fantascienza o realta'? Opera della Natura oppure azioen nefanda dell'uomo? 

L’Italia trema ancora. Un nuovo terremoto si è registrato in Emilia Romagna e, più precisamente, in provincia di Modena. Poco dopo, un altro sisma si è verificato in provincia di Lucca, in Toscana.

L’Ingv ha reso noto che alle 17,47 di giovedì 22 settembre 2022 si è registrata una scossa di terremoto di magnitudo 3.8 a 8 chilometri di distanza da Pievepelago, in provincia di Modena, a una profondità di 14 km. Un paio di minuti dopo è stata poi rilevata una seconda scossa, di magnitudo inferiore (3.2 della scala Richter), con epicentro a Fosciandora (in provincia di Lucca).

Quelle avvenute in Emilia Romagna e Toscana sono la quinta e la sesta scossa in Italia nell’arco della giornata del 22 settembre.

Una prima scossa di magnitudo 3.6 si è verificata alle 4,21 a 4 chilometri da Paternò, in provincia di Catania. Poi, sono seguiti i terremoti nella zona di Ascoli Piceno (due forti scosse di magnitudo 3.9 e 4.4) e nella provincia di Genova (magnitudo 4.1), con in mezzo, alle ore 14,18, una scossa di terremoto anche sulla costa calabra sud-orientale (Reggio Calabria) di magnitudo 3.2.

I diversi terremoti che si sono verificati in differenti zone d’Italia a distanza di poche ore non sarebbero collegati tra loro. Il sismologo Carlo Meletti, della sezione di Pisa dell’Istituto Nazionale di geofisica e Vulcanologia (Ingv), ha spiegato in alcune dichiarazioni riportate da ‘Il Resto del Carlino’: “Non c’è alcuna relazione: le distanze fra i luoghi in cui sono avvenuti i terremoti sono di centinaia di chilometri perché possa esserci un nesso”.

Lo stesso Carlo Meletti ha poi aggiunto: “È curioso che, dopo un periodo di apparente calma, si siano verificati quattro terremoti un po’ più forti e avvertiti dalla popolazione. Negli ultimi 3 mesi abbiamo avuto in Italia solo una scossa di magnitudo superiore a 4: di fatto, avere due terremoti importanti nello stesso giorno è solo una variazione statistica”.

E ancora. Una forte scossa di terremoto è stata registrata alle 12.24 di oggi giovedì 22 settembre, nelle Marche. La magnitudo, secondo quanto comunicato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, è di 4,1. Una seconda scossa, poco più lieve, è stata registrata pochi secondi dopo: sempre secondo l'Ingv alle 12,25 la terra ha tremato di nuovo con magnitudo tra 3.6. L'epicentro a 4 chilometri da Folignano (AP), la prima scossa registrata a una profondità di 24 chilometri, la seconda a una profondità di 10 chilometri. Alle 12:35 un terremoto è stato registrato anche in Abruzzo: la scossa a 3 km da Civitella del Tronto, nella provincia di Teramo. "Fino alle ore 13 – spiega ancora l'INGV – ne sono stati localizzate in totale 16, di magnitudo compresa tra 1.2 e 4.1".

Il professor Emanuele Tondi, docente di geologia all’Università di Camerino ed esperto conoscitore delle faglie del centro Italia dichiara: “Nell’area dell’epicentro non sono note grandi faglie in grado di generare forti terremoti. Se andiamo ad analizzare la sismicità storica notiamo che in zona non si sono mai verificati terremoti di forte intensità”.

21.9.22

BOMBE D'ACQUA: ALLA RADICE DEL MALE!

   

Milano - foto Gilan

di Gianni Lannes

Il controllo del clima e' un'arma insospettabile. Le cosiddette “bombe d'acqua” piombate sulla colonia Italia non sono un caso, con tutto il corollario di vittime umane e danni economici.

È in atto un piano di avvelenamento di atmosfera e stratosfera, previo rilascio di sostanze tossiche e radioattive. Il termine d’uso corrente chemtrails (scie chimiche) è stato coniato dall’Us Air Force. L'American Association for Aerosol Researech (AAAR) raggruppa università, industrie, ed enti governativi.

 

MI MANDA DRAGHI!

 



 di Gianni Lannes

Chi ha strappato la Costituzione repubblicana italiana? Provate a indovinare. Un individuo al di sopra delle parti, capace di riportare credibilita' alla magistratura? È stato il consigliere giuridico di Mario Draghi e uno dei principali ideatori del decreto "Semplificazioni". I due si conoscono da molti anni e avevano marciato insieme negli anni di Draghi alla guida della Banca d’Italia.

Il capo dello Stato tricolore Sergio Mattarella ha scelto il sostituto dell'incredibile Giuliano Amato. E chi è? Tale Marco D’Alberti. Il decreto di nomina è stato controfirmato dallo stesso Draghi, che si è avvalso della consulenza di D’Alberti fino a qualche giorno fa. Oltre a essere consigliere giuridico del premier, D’Alberti è anche componente del Consiglio Superiore della Banca d’Italia. Romano, 74 anni, dal 2019 professore emerito di diritto amministrativo all’università Sapienza di Roma.

Si tratta dello strappo piu' grave di Mattarella alla Costituzione del belpaese rmai ridotto in una colonia yankee. Nominando un giurista che ha lavorato per conto di mister Britannia, l'inquilino del Quirinale ha legittimato l'operato fuorilegge dell'uscente padroncino di Palazzo Chigi e ha blindato la legittimita' di tutti gli assurdi obblighi vaccinali, compreso il green pass e il lockdown biennale, a totale violazione della legalita' democratica.


20.9.22

CLIMA DI GUERRA!

 

Italia (settembre 2022)

 

Italia (settembre 2022)


di Gianni Lannes

Una tragedia annunciata da tempo che tocca tutti. È stato ritrovato lo zainetto da scuola di Mattia, il bambino di otto anni ancora disperso insieme alla 56enne Brunella Chiù dopo la violenta ondata di maltempo abbattutasi sul Senigalliese (in provinca di Ancona) la sera del 15 settembre scorso, che ha causato ufficialmente 11 morti. La cartella di Mattia è stata ripescata nel fiume Nevola, a otto chilometri dal punto in cui la piena causata dalla pioggia ha investito la macchina in cui si trovava il piccolo di otto appena primavere strappandolo alle braccia della madre.

Nella provincia di Ancona si sono abbattuti «400 millimetri di pioggia in due, tre ore», ha detto il responsabile delle emergenze del Dipartimento della Protezione Civile, Luigi d’Angelo. Probabilmente, ha aggiunto, «il caldo di questi giorni, scontrandosi con una cella di aria fredda, ha determinato dei fenomeni così violenti».

Inoltre: «Dal punto di vista della dinamica degli eventi quello che si riscontra in questo momento è che non c'è stato un allerta da parte della Regione Marche nei confronti dei Comuni». Lo ha dichiarato la procuratrice capo della Procura di Ancona Monica Garulli ai microfoni del Tgr Rai Marche, a proposito dell'inchiesta sull'ondata di maltempo che ha devastato il Senigalliese, provocando 11 vittime accertate e ingenti danni economici.

A proposito: c'entra la natura o c'e' lo zampino dell'uomo? Solo nei primi 9 mesi dell'anno 2022 in Italia si sono verificati un centinaio di eventi climatici definiti dagli esperti tricolore e dai mass media di regime “bombe d'acqua”. Scie di condensa dei voli di linea a bassa quota in aerovie militari? Alla voce: tecniche belliche di modificazione del clima. La convenzione Enmod dell'ONU, ratificata dalla legge italiana 962 del 1980, parla chiaro.

 



16.9.22

ITALIA SENZA MEMORIA!

di Gianni Lannes

Gran parte di italiane e italiani non hanno memoria dei recenti 30 mesi di prigionia forzata, per una pandemia inventata. E ora si pretende il voto inutile della farsa elettorale per i soliti politicanti telecomandati. Io non vado a votare: non partecipo a una farsa elettorale per legittimare un branco di crassi politicanti parassiti.

BOMBE D'ACQUA IN ITALIA!

 

Italia (10 settembre 2022) - foto Gilan

 di Gianni Lannes


Veleni di guerra: aria irrespirabile, inquinamento elettromagnetico, disastri ambientali, danni economici e vittime umane. Ci risiamo: aerosolchemiosolterapia bellica nel cielo e inondazioni sulla terra. Ancora una volta, i giornaloni tricolore di regime e la Rai spartitocratica, non potendo piu' negare l'evidenza, titolano a caratteri cubitali: “Bombe d'acqua”. Insomma, spicciola terminologia catastrofista, bollata fino a ieri con l'espressione riduttiva "complottista".

Per tutta l'estate, giorno e notte velivoli a bassa quota hanno irrorato l'atmosfera del belpaese (privo di sovranita'e indipendenza) e quella di gran parte dell'Europa, in palese violazione della convenzione Enmod dell'ONU, nonche' della legge nazionale italiana 962 del 1980 e in dispregio della nostra Costituzione repubblicana. Il controllo totale del clima e' un'arma insospettabile che fa leva sull'ignoranza abissale e sull'incredulita' covidiota della gente comune, ormai lobotomizzata e al peggio globalizzata.

 




13.9.22

L'ITALIA TREMA

 

In uscita a gennaio 2023: volume in fase di pubblicazione della casa editrice Edizioni Mondo Nuovo!

12.9.22

NON VOTO!

 

NON VOTARE è attualmente nell'asservita Italia, l’unica salvaguardia di un minimo di dignità per ogni italiana/o!

L'ORIZZONTE COMUNE PUO' ESSERE LA MODIFICA DEI RAPPORTI DI FORZA. Possediamo degli strumenti storici come le piazze, il boicottaggio, il sabotaggio, lo sciopero, la disubbidienza civile singola e collettiva, e dobbiamo inventarci altre forme di lotta perché da qui in poi sarà durissima e la risposta del sistema di dominio eterodiretto dall'estero estremamente violenta.

Non votiamo perché la democrazia parlamentare, che è comunque sempre stata un gioco truccato, ora non esiste più, è stata volutamente trasformata dal sistema di potere in totalitarismo scientista in cui il pensiero unico non può neppure essere criticato.

Non votiamo perché i partiti, al di là di risibili differenze, sono tutti neoliberisti e asserviti alle multinazionali straniere.

Non votiamo perché non esiste opposizione e quella che si presenta come tale è assolutamente priva di un progetto politico alternativo e non è in grado o non si rende conto dei nodi fondanti su cui si gioca la trasformazione sociale in atto.

Non votiamo perché rifiutiamo la digitalizzazione di ogni rapporto Cittadino/Stato, il controllo capillare e pervasivo di ogni aspetto della nostra vita che questo comporta, il progetto di identità digitale, la patente de* buon cittadino, la schedatura, il green pass in qualsiasi forma, il progetto di abolizione del contante, il tracciamento di ogni nostra azione, la funzione poliziesca e ricattatoria dell’Agenzia delle Entrate.

Non votiamo perché è necessario sottrarsi agli stati di emergenza, pandemici, di guerra o climatici che siano, e che saranno usati strumentalmente, attraverso il ricatto, la schedatura, le minacce, per obbligare la popolazione all’asservimento globale.

Non votiamo perché rifiutiamo il clima di guerra perenne e di paura sociale;

Non votiamo perché vogliamo la Nato fuori dall’Italia e l’Italia fuori dalla Nato, nemmeno un euro dei soldi pubblici, che sono tra l’altro soldi nostri, deve andare a guerre, armamenti, basi e missioni all’estero.

Non votiamo perché il corpo è nostro e lo gestiamo noi, sempre e comunque.

Non votiamo perché rifiutiamo la strumentalizzazione della violenza su di noi, la strumentalizzazione dell’antisessismo, dell’antifascismo, dell’antirazzismo che il sistema di potere usa per i suoi sporchi giochi.

Non votiamo perché ci vogliono ridurre in miseria e vogliono anche la nostra approvazione.

Non votiamo perché le lagge elettorale e' palesemente truccata, ossia incostituzionale e quindi illegale.

Non votiamo perché l'Italia e' un paese privo di sovranita', indipendenza, giustizia  e dignita'. Una soluzione all'orizzonte e' l'autodeterminazione.

Non votiamo perche' non partecipiamo all'ennesima farsa elettorale eterodiretta dall'estero.

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2022/08/italia-rovinata-o-liberata.html?showComment=1661865623324#c3843054924938197798

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2022/08/italia-rovinata-o-liberata.html 

20.8.22

NON ERI DI QUESTO MONDO!

 

foto Gilan

 Avremmo dovuto intuirlo che tu non eri di questo mondo, perche' gia conoscevi l'armoniosa geometria dell'universo.  

Avremmo dovuto capirlo dalla luminosita' cristallina dei tuoi occhi, dalla generosita' del tuo sorriso contagioso, dall'innata dolcezza della tua persona, dalla generosa bravura con cui facevi ogni cosa, dalla poesia dei tuoi pensieri sospinti dal vento di mare, dalla logica purezza delle tue parole.

Noi custodiremo i doni che ci hai lasciato, il tuo amore di mamma e moglie, l'amicizia solare di cui eri interprete con qualsiasi essere vivente, come segni preziosi della vita terrena. Non eri di questo mondo: infatti sei presto ritornata alla tua stella.

Noi tre sopravviviamo al dolore: il tempo lo ha anestetizzato ma non cancellato.

 Senza di te e' dura assai essere padre, ma tu infondi sempre energia vitale. I nostri figli sono pervasi di nostalgia e malinconia, ma quando ti rivedono nel profondo blu sorridono col cuore. Grazie per averci eletto come tua dimora umana in questa dimensione profonda di sognatori ribelli. 

Buon compleanno Ros!

Gilan