31.5.20

ESSERE UMANI: IL RINASCIMENTO!


foto IS


di Gianni Lannes

È tempo di un nuovo Rinascimento, di progresso etico, ma non di separare i bambini ed allontanarli tra loro. In qualità di essere umano, genitore e padre, cittadino italiano e del mondo, abitante e ospite di madre Terra, esigo in virtù dei diritti sanciti dalla Costituzione repubblicana italiana, che si torni quanto prima, all'attività educativa e formativa a scuola, in aule sicure che non cadono a pezzi, provviste dell'occorrente per la didattica, in presenza fisica del corpo docente, senza lezioni a distanza, senza separazioni delle classi già formate, senza distanziamento sociale, senza mascherine al viso, braccialetti elettronici o altre forme di ostacolo alla socialità e al contatto umano e fisico tra compagni e compagne di classe, senza vincoli sanitari o ricatti di profilassi coercitiva e discriminatoria, senza imposizioni o sottomissioni, tutte misure lesive del principio del consenso libero e informato, nonché del principio di proporzionalità, ma soprattutto della libertà. Gli insegnanti hanno fatto quello che hanno potuto in questa emegenza inventata a tavolino, per una falsa pandemia. Anche i genitori hanno fatto ciò che hanno potuto. I bambini e i ragazzi, però, hanno potuto di più: hanno sopportato l'impossibile. Più di tutto: è impossibile vivere in una società dove non si può più respirare, se non con la mascherina di Carnevale. Se la scuola è maestra di vita, allora la vita non si puo infilare dentro la scatoletta di un computer per tenerla in catene. Si può mai imprigionare il mare o il cielo?

foto Gilan

30.5.20

FINE DELLA SCUOLA SOTTO IL 5 G



di Gianni Lannes


Il sogno di ogni dittatura diventa una mostruosa realtà coercitiva imposta a tutti. Automi al posto di esseri umani critici, fantasiosi, empatici e pensanti. Insomma, macchinette con sembianze umane telecomandate e costantemente interconnesse in aule virtuali. Il coronavirus è soltanto un pretesto per trasformare anche bambini e adolescenti in cavie e sudditi eterodiretti, dopo aver spogliato l'intera popolazione dei diritti civili, ma soprattutto aver sotratto la libertà. Campbus: indubbiamente la non scuola del futuro, un evento sponsorizzato da Vodafone, Lenovo (Cina) e Corriere della Sera, nelle mani di Urbano Cairo, padrone anche della tv LA7. Addio pedagogia, interazione corporea con i propri simili, sapere critico. Ecco il suicidio assistito da istituzioni ed autorità, senza contare i conflitti di interesse nella promozione grulpiddina della fine della scuola. Senza contare i danni prodotti dall'inquinamento elettromagnetico provocato dal 5G.

29.5.20

CRAXI: L'OSTACOLO ITALIANO ALLA GLOBALIZZAZIONE!

foto Gilan


di Gianni Lannes

Un profeta o un perseguitato? Indubbiamente un grande politico, anzi un gigante, un vero statista. L'ultimo leader socialista italiano, morto in esilio in Tunisia, fu travolto dal ciclone giudiziario della Procura di Milano (eterodiretta dal Federal Bureau Investigation), teso ad annientare gli uomini della prima ed unica Repubblica italiana. Craxi previde con grande lucidità le catastrofi dell'Europa di Maastricht e difese strenuamente la sovranità italiana, in particolare nelle lunga notte di Sigonella, contro Reagan. Craxi in tempi insospettabili prese a calci nel sedere Beppe Grillo, cooptato dallo zio Sam con i 5 stelle calati dall'alto, o meglio dall'estero, dopo l'incontro segreto con l'ambasciatore USA nel 2008. E nel 1990 non accettò la reiterata offerta di Cuccia. Così fu politicamente eliminato su decisione anglo-americana.

Gli ultimi suoi scritti ed appunti sono stati pubblicati - dalla Fondazione Craxi - nello scorso autunno con il titolo Bettino Craxi, uno sguardo sul mondo: appunti e scritti di politica estera. Pur convinto europeista, aveva sempre dichiarato di essere un convinto assertore della necessità di rispettare il diritto dei popoli. La sua convinzione maggiore era che gli organismi e le organizzazioni internazionali o sovranazionali non avrebbero mai dovuto annullare in una fusione indifferenziata le prerogative degli Stati nazionali, pena lo svuotamento delle stesse entità che si intendevano costruire.

CORONAVIRUS: TOTALITARISMO ROCKEFELLER!



di Gianni Lannes

Nell'incubo senza fine la salute degli esseri umani è soltanto un pretesto per spogliarli di tutti i diritti. Tutto previsto, tutto calcolato, tutto imposto. Ecco chi detta legge a tutta l'umanità, soprattutto in Italia. Tra quelli che decidono il nostro futuro e quello dei nostri figli, ci sono i famigerati Rockefeller. In un rapporto intitolato “Scenari per il futuro della tecnologia e dello sviluppo internazionale” questo clan di miliardari annunciava ben 11 anni fa una pandemia e proprio il totalitarismo globale che si sta instaurando adesso, un po' ovunque.

C'è di peggio: un altro rapporto pubblicato nel mese di aprile del corrente anno 2020: 

«Piano di azione nazionale per i test sul Covid-19: passo pragmatici per riaprire i nostri luoghi di lavoro e le nostre comunità».

Le linee guida di questo documento sembrano essere state copiate dai governi di mezzo mondo, in particolare dal governicchio del Conte bis. Le raccomandazioni dei Rockefeller sono eseguite alla lettera. Insomma, il virus Sars CoV2 e la malattia Covid-19 sono soltanto un maldestro pretesto per annientare la libertà dell'umanità.

SCUOLA O MANICOMIO ITALIA!





di Gianni Lannes

Bambini a distanza, muri, barriere, ma soprattutto mascherine per tutti e sempre; manca solo il filo spinato. Benvenuti nella fase della scuola a perdere la salute e la vita. Ecco in Italia le misure per un problema che non esiste: il nuovo coronavirus (Sars CoV2) è solo un pretesto per rimodulare la peggio la società. La vera epidemia è la stupidità generale, propagata in modo virale dalla istituzioni alla popolazione attraverso i mass media. Le scuole italiane presentano ben altri problemi, di carattere strutturale, mai risolti dallo Stato tricolore. La tecnocrazia ha ormai sostituito la democrazia. Addio libertà, mentre in Europa alunni e studenti sono ritornati in classe.





Riferimenti:


IMMUNI GIA' DENTRO!




di Gianni Lannes

Immunità di gregge? Peggio di un incubo senza fine. Che si si voglia o meno, i possessori di smartphone sono già tracciati a loro insaputa da tempo (Apple, Google, Microsoft e così via); ora anche dall'app Immuni, ma non solo, con la solita benedizione del Garante al ramo privacy (Antonello Soro,  nominato dai politicati) che indora la pillola. Sapete cosa contengono la tessera sanitaria ed il fascicolo sanitario elettronico di ogni cittadino? Non più esseri umani ma codici a barre, automi eterodiretti da regole coecitive ed assurde che annullano la vita umana. Un regime totalitario, sia pure sgangherato come quello telecomandato dall'estero del Conte bis con l'avallo dell'avvocato Sergio Mattarella (che ha emanato decreti legge incostituzionali, ossia fuorilegge), necessita delle informazioni sensibili di ogni individuo. 


28.5.20

LA SCUOLA È FINITA!

foto Gilan

di Gianni Lannes

Che infame destino: sospesa, congelata, conclusa, terminata per sempre. Il nuovo ordine mondiale non prevede istruzione critica per le masse, a maggior ragione in un belpase privo di sovranità e indipendenza, nonché di libertà. Nulla sarà mai più come prima in Italia, ormai - a tutti gli effetti - la prima nazione cavia della Terra.

SCUOLE: CAMERE A GAS!



di Gianni Lannes

Soffocare il respiro: disumanità di Stato. Provate ad immaginare milioni di bambini e adolescenti con la mascherina obbligatoria a scuola, per ore ed ore. Che accadrà? Molti medici sostengono - a ragion veduta - che simili bavagli possono essere un danno per la salute. È indubbio: usate a lungo e in un luogo chiuso come un'aula, possono provocare gravi effetti collaterali, a partire dalle crisi respiratorie. Più di qualche pargolo improvvisamente s'ammalerà e morirà? E se qualche bimbo la toglierà, per caso verrà sanzionato, multato, punito, esiliato, o magari ibernato? Insegnanti e genitori si ribelleranno a questa insensata imposizione?

 

I rischi alla salute che possono derivare dal continuo utilizzo delle mascherine sono diversi, come ha spiegato il dottor Russell Blaylock. Ad esempio mal di testa, aumento dell'insufficienza respiratoria, ipercapnia, ovvero l’aumento dell'anidride carbonica nel sangue perché viene inspirata nuovamente, ipossia, insomma, malattie che possono portare ad altre patologie più gravi, come crollo delle difese immunitarie e situazione favorevole al tumore (acidosi). Sconsigliate soprattutto per i più piccoli. La maschera respiratoria N95, se da una parte filtra il 95 per cento delle particelle, dall’altra compromette la respirazione molto di più di una maschera morbida e provoca mal di testa. Il suo uso continuo porta anche a una riduzione dell’ossigenazione del sangue pari al 20 per cento. Insomma, meglio evitarla e lasciarla invece a chi lavora negli ospedali.
 

LE BIMBE DI CONTE!



di Anna Turletti

Su fb ci sono le Bimbe di Conte. 11000 femmine giovani di bella presenza iscritte al gruppo. Sul gruppo c'è scritto che le partecipanti non devono essere bacchettone. Ma il primato non ce l'aveva Berlusconi? Oltre a questo fantomatico gruppo di Conte-ssine, c'è anche quello di Salvini. Su facebook ci sono le Bimbe di Salvini. C'è però una notevole differenza: queste sono solo 13 e sono vecchiette stagionate. 

27.5.20

ALTRI 73 MINORI SCOMPARSI IN ITALIA!

(estratto rapporto ministero Politiche sociali - aprile 2020)

di Gianni Lannes


Grazie alla solita disattenzione generale, mentre imperversa la fobia virale alimentata da chi ha annichilito la libertà, chi ci fa caso alla prelibata carne umana da macello? Ben 73 minori senza genitori - in base ai dati ufficiali ministeriali - sono spariti nel nulla. Eppure risultavano affidati allo Stato italiano in “strutture d'accoglienza”. Sono scomparsi nel periodo marzo-aprile 2020: 61 a marzo e 12 ad aprile, proprio durante il cosiddetto lockdown. Come hanno fatto ad eludere il ferreo controllo delle forze dell'ordine che monitoravano tutta la popolazione agli arresti domiciliari? Dove sono andati a finire pargoli e fanciulli? Secondo il ministero dell'Interno dal 1974 al 31 marzo 2019 sono svaniti in Italia e mai più ritrovati, ben 42.044 minori. Una volta le autorità si riferivano agli "irreperibili", ora non li nominano più.

CORONAVIRUS: SPECULAZIONE MORTALE!




di Gianni Lannes


Falsi di Stato tricolore, anzi di governo grulpiddino per arrestare l'Italia e gli italiani. La contabilità dei morti è stata alterata dalle autorità, come avevo già accertato due mesi fa. Chi comanda, sia per pure per conto terzi, da quando è in vigore la cosiddetta emergenza sanitaria, ha inserito nella conta dei deceduti da nuovo coronavirus, addirittura chiunque, gonfiando le statistiche di mortalità a supporto di un'emergenza pilotata. Non a caso, l'8 aprile 2020 con apposita circolare del ministero della Salute, sono state concretamente vietate le autopsie.

26.5.20

SARS COV 2: GLI ASINTOMATICI NON SONO CONTAGIOSI!







REPUBBLICA DI MENZOGNE!

Nizza (26 maggio 2020) - foto Anna Turletti
 
di Anna Turletti

La Repubblica edita mezze verità. Il quotidiano più famoso d'Italia esordisce dicendo che le spiagge francesi sono aperte ma sono vietati i bagni di sole e i  pic-nic.  Da Nizza direzione Cannes gli arenili sono a disposizione della popolazione. Si può fare il bagno, prendere il sole, bersi una birra e incontrasi con amici. L'immagine scattata a Cannes il 24 maggio parla da sola, così come il video di ieri sera sulla spiaggia di Nizza. Che fate ora? Denunciate il governo francese che non si attiene alle linee guida dell'OMS? 

MASCHERINE CONTRO LA VITA!




di Gianni Lannes


Bavaglio fa rima con guinzaglio. Alzi la mano chi è in grado di resistere in un'aula sovraffollata con aria viziata una mezza giornata. La distanza burocratica si traduce al contempo in negazione di elementi e valori irrinunciabili: aria, identità, dignità, istruzione, libertà. Ma quale coronavirus? Non è una burionata prezzolata qualsiasi, ma un crimine contro l'umanità alimentato dalla passività. Ecco a voi l'Azzolina grulpiddina. Mascherine obbligatorie a scuola per bambini e ragazzini dalle elementari alle medie. Ecco la dilagante epidemia di stupidità istituzionale del Conte bis. Ciò vuol dire soffocare il respiro, indebolire le difese immunitarie, negare l'istruzione in presenza, annichilire la vita: è il disegno perseguito dall'attuale governicchio del Conte bis, avallato dall'inquilino del Quirinale, suggerito dagli esperti di regime, alimentato dai mass media. Da anni le scuole a rischio sono migliaia, eppure lo Stato tricolore non ha mosso un  dito per risanarle, mettendo quotidianamente a repentaglio la vita di milioni di persone.
 

24.5.20

ITALIA: CARNEVALE TUTTO L'ANNO O PER SEMPRE?



di Gianni Lannes

Il desiderio di qualsiasi dittatura: il controllo totalitario ed autoritario della vita umana, in qualsiasi ambito. L'emergenza non è sanitaria, bensì democratica. L'unica epidemia virale è quella rappresentata dalla stupidità dilagante nelle istituzioni e nella società. Ecco il collaudato sistema del bastone e della carota. Dopo mesi di prigionia agli arresti domiciliari si apre qualche spiraglio, ma è pura illusione, frutto del condizionamento collettivo. Nel belpaese, privo di libertà, indipendenza e sovranità, si è giunti alla follia istituzionale della mascherina, più che altro un deleterio bavaglio in attesa del guinzaglio elettronico, una sorta di condizionamento sociale, privo, a rigor di logica scientifica, di qualsiasi efficacia sanitaria. Eppure, tanti - trasformati in fantocci e marionette telecomandate - la indossano senza sapere i rischi che corrono per la loro salute.

22.5.20

GIOVANNI FALCONE UCCISO DALLA MAFIA DI STATO!



di Gianni Lannes

23 maggio 1992 a Capaci, nei dintorni di Palermo. Elementare Watson: non solo “cosa nostra” a livello di manovalanza, ma qualcosa di più, insomma a livello istituzionale ed internazionale, non a caso, come per tutte le stragi compiute in Italia, dopo ben 28 anni non c'è ancora verità e giustizia. I magistrati brancolano ancora e come sempre nel buio, mentre i politicanti (in carriera parassitaria) annaspano nella retorica. C'era in ballo la spartizione con regia inglese dell'Italia, previo arrivo a largo di Civitavecchia del Britannia dei Windsor. Falcone e Borsellino erano di troppo, così agì all'epoca il Sisde che conosceva i movimenti "segreti" dei due giudici.




MASCHERINE PER BAMBINI!


di Gianni Lannes

Carnevale tutto l'anno o per sempre? Inutili e pericolose. Dovrebbero usarle solo i malati, i medici e gli infermieri, ma ora lo Stato tricolore vuole imporle anche ai bambini, di cui però il Conte bis si è dimenticato nella fase di "ripartenza" dell'Italia a chiacchiere fritte. Questo è il modo più rapido per indebolire le difese immunitarie dei pargoli. Ecco il modello di regime: ora ci pensa l'onossidabile Arcuri. Va in scena la solita follia straordinaria delle istituzioni, in deroga al buon senso. Insomma, al peggio non c'è fine. Per dirla con Gianni Rodari: "Nel paese della bugia, la verità è una malattia".



MATTARELLA E IL COLPO DI STATO IN ITALIA!



di Gianni Lannes

La protagonista assoluta dei tempi correnti è la menzogna, a qualsiasi livello. Ad inventare ed alimentare le cosiddette fake news, non concorrono soltanto i mass media, ma anche la disinformazione “antisistema” sul web, ad opera di ciarlatani tricolore (fissati con la marcia su Roma) e infiltrati 5 stalle. Ecco un esempio documentato: il caso Mattarella. L'inquilino pro tempore el Quirinale, è proprio quello che ha già concretamente avallato la deriva autoritaria del governicchio del Conte bis, altro che sventare l'instaurazione di un regime eterodiretto. Sergio Mattarella se l'Italia fosse una nazione libera e sovrana e se ci fosse un Parlamento indipendente e all'altezza dei tempi, in virtù dell'articolo 90 della Costituzione repubblicana italiana, sarebbe già in stato d'accusa, sfrattato dalla carica e dismesso dalla poltrona.






21.5.20

IN FRANCIA TUTTI AL MARE!


Nizza (21 maggio 2020)
di Anna Turletti

Mentre in Italia tutti dormono e le foche da balcone leccano il sistema, in Francia a pochi passi dal confine italiano... La foto è stata scattata ora!

CORONAVIRUS: STRAGE DI STATO TELECOMANDATO!



di Gianni Lannes

Crimini contro l'umanità. In un Paese civile, a maggior ragione in uno Stato di diritto, non s'è mai visto che tanti cittadini entrino in ospedale per curarsi da un'influenza aggressiva e ne escano sotto forma di cadaveri o peggio, di cenere, con le autorità che impediscono di accertare le cause di morte, vietando di fatto le autopsie (circolare ministero Salute 8 aprile 2020). E che dire della gran confusione alimentata ad arte dai mass media sul virus Sars CoV2 confuso dal capo dello Stato Mattarella e dall'intero governo del Conte bis, addirittura con la malattia Covid-19? Il vero terrorista è chi gestisce lo Stato, non solo mentendo spudoratamente, ma avendo provocato la morte di migliaia di persone con un protocollo sanitario totalmente errato. C'è un giudice almeno a Berlino o magari a Norimberga?

Riferimenti:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2020/05/niente-autopsie-ordine-di-stato-per.html 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=coronavirus 

IL NUOVO CORONAVIRUS MUTA IN CONTINUAZIONE: IL VACCINO È INUTILE!





Uno staff medico, composto da 13 tra ricercatori e medici legali, condotto dal dottor Pasquale Mario Bacco, ha collaborato, ognuno per le proprie competenze, con la Meleam, la società per azioni di Bitonto che ha commissionato lo studio. Meleam è un gruppo aziendale che offre un servizio globale alle imprese nel campo della sicurezza nei luoghi di lavoro e della gestione della certificazione aziendale; è dotata di diverse aree che si occupano di qualità e ambiente, antincendio e antinfortunistica, medicina polispecialistica.

Lo studio indipendente, commissionato senza fini di lucro, analizza l’incidenza del COVID-19 tra la popolazione “clinicamente sana”, attraverso la ricerca degli anticorpi contro il virus Sars Cov 2.
La ricerca, infatti, è stata estesa a tutte le regioni italiane e alla Repubblica di San Marino per valutare il contrasto nell’incidenza del virus in rapporto alle condizioni ambientali.

Sono stati eseguiti in totale 7038 test per la ricerca del coronavirus. Sono stati sottoposti a test sierologico solo soggetti che, in base ai dati e alle loro dichiarazioni, erano in buona salute generale (quindi al massimo con presenza di patologie che non interferivano con la normale attività quotidiana o con i meccanismi di infezione del Covid19) e solo soggetti che durante questa emergenza sanitaria, facendo parte di aziende non sottoposte a chiusura per codici ATECO, hanno continuato a lavorare almeno 4 giorni a settimana, minimo 6 ore al giorno, dunque soggetti non sottoposti a protezione eccezionale se non quelle delle prescrizioni base: distanza di sicurezza, mascherina protettiva e guanti. Sono state quindi escluse le professioni che prevedono delle forme aggiuntive di tutela, quali possono essere le professioni sanitarie e forze dell’ordine, e questo al fine di valutare la reale incidenza dei luoghi di lavoro e degli spostamenti.


MAZZETTE DALLE MULTINAZIONALI FARMACEUTICHE IN ITALIA!




di Gianni Lannes


Corruzione? Alla voce: eufemismi. I beneficiari nel belpaese dei trasferimenti di valore dai produttori di farmaci, sono quelli che poi decidono quali sostanze tossiche o comunque pericolose per la salute umana sotto forma di medicine (inutili), inserire nel corpo delle persone, dai neonati agli adulti, a partire dai vaccini.

Denaro elargito nel periodo 2016-2018 in Italia!
 
Sul libro paga di Big Pharma in Italia ci sono proprio tanti: medici, università, partiti, anche l'Aifa, ma soprattutto l'Istituto Superiore di Sanità che ogni anno intasca denaro a man bassa e impunemente. Basta un'attenta disamina dei documenti Efpia per rendersi conto della compravendita di camici bianchi, politicanti , luminari e controllori. Nel periodo 2016-2018, i produttori di medicine e vaccini hanno elargito ai predetti beneficiati ben 581.433,472 milioni di euro. Tutta questa massa di denaro influenza le scelte politiche, come nel passato ai tempi di De Lorenzo che da ministro nel 1991 (intascò dalla Glaxo una tangente da 600 milioni di lire) fece approvare la legge 165 sull'obbligatorietà del vaccino antiepatite B ai bambini?

NIENTE AUTOPSIE: ORDINE DI STATO PER NASCONDERE LA VERITA'!




Circolare ministero Salute 8 aprile 2020


di Gianni Lannes

Strage di Stato? Ma quale coronavirus: morti a causa della cura propinata dallo Stato. Il governo grulpiddino coadiuvato oggettivamente dal capo pro tempore dello Stato, tale Mattarella, ha occultato la verità al “popolo sovrano”. Ne avevo scritto 40 giorni fa, quando ho scoperto che l'8 aprile 2020 il ministro della Salute, con una circolare a firma del direttore generale Claudio D'Amario, ha nei fatti “vietato” le autopsie sui morti, a prescindere dal virus Sars CoV 2 e dalla malattia Covid-19, confusa da Mattarella, Conte, Speranza, Lamorgese e Bonafede negli atti in Gazzetta Ufficiale. (decreti legge, dpcm, ordinanze, e così via).


Perché il dicastero di Roberto Speranza ha sconsigliato vivamente gli accertamenti autoptici, se sono a rigor di logica, l'unico modo per accertare le cause di morte? Perché il governo del Conte bis ha mescolato in un unico calderone tutti i morti, facendoli passare per trapassati a causa del Covid-19 quando in realtà, non è assolutamente vero? Perché l'inquilino del Quirinale Mattarella ha avallato questa menzogna di Stato e consentito gli arresti domiciliari della popolazione italiana? Per quale ragione l'avvocato Mattarella non viene posto in stato d'accusa dal Parlamento, in virtù dell'articolo 90 della Costituzione repubblicana italiana? Perché i mass media in Italia, a partire dai rotocalchi la repubblica, l'espresso, corsera e dalla Rai, hanno alimentato tante bugie sul nuovo coronavirus?

20.5.20

VANDALI NEL GARGANO!

foto Gianni Lannes 

 
di Gianni Lannes

I nuovi barbari, analfabeti e spietati, non hanno risparmiato il passato, con uno sfregio nel presente degno degli sciacalli, imbrattando e deturpando con vernici indelebili alberi secolari e pietre della memoria. A farne le spese, platani più unici che rari nella montagna del sole, nonché l'antico complesso medievale ospedaliero di Santa Maria Pura, dove ai piedi del borgo illirico di Vico del Gargano, sgorgano dalla notte dei tempi, sorgenti d'acqua dolce che fluiscono nel canale Rjeka. Qui, nei luoghi del cuore, una volta, si contavano almeno una mezza dozzina di mulini lungo il torrente Asciatizzo, fino al mare. Oggi, l'incultura della modernità ha cancellato questi preziosi tesori per lasciare il posto a cemento armato, asfalto soffocante e degrado dilagante. Non a caso, in paese, sono state fagocitate dalla speculazione edilizia "legalizzata", ben due aree archeologiche, inclusa MonteTabor, con una necropoli dell'età del Ferro, risalente al V secolo avanti Cristo. Ma questa è un'altra brutta vicenda. A proposito? La pubblica amministrazione, i vigili urbani, i carabinieri inclusi i forestali e le giacche verdi non si sono accorti di nulla, pur essendo in tanti? Per caso le forze dell'ordine e l'amministrazione comunale sono in letargo virale avanzato? La tutela del patrimonio storico, architettonico e naturalistico della nazione, è un dovere costituzionale, ossia un obbligo istituzionale di rango primario. Nonostante il peggio, in loco ci si imbatte in una figura positiva, ma ormai in via di estinzione. Il pastore errante: Salvatore (nomen omen).



foto Gianni Lannes 
 

SCIOPERO DEGLI STUDENTI!




RILANCIO? DECRETO INDEBITAMENTO!


di Gianni Lannes

Fumo negli occhi della sudditanza tricolore. Assistenzialismo e niente sviluppo, progresso, evoluzione o crescita. Futuro? Una tragica incognita. Un mostruoso provvedimento: 266 articoli, 5 allegati in 400 pagine. Occorreranno ben 98 provvedimenti attuativi. 155 miliardi di saldo netto, di cui 55 di nuovo indebitamento che pagheranno gli italiani. Il vero problema dell'Italia è la politica ormai parassitaria fino al midollo. Il governo del Conte bis è basato su una mistificazione di prim'ordine. Il vero fondamento del potere politico, sia pure eterodiretto dall'estero, non sono le armi, gli eserciti o le forze dell'ordine, ovvero il monopolio legalizzato della violenza, bensì la capacità di fare agli altri, ossia a quelli che stanno sotto, ovvero ai sottomessi, ciò che si vuole che facciano. Per il belpaese non c'è un progetto per il presente, proiettato nel futuro, ma solo povertà educativa, ormai dilagante, a partire dal livello istituzionale.

Riferimenti:


FIMP: INCASSA SOLDI DA CHI FABBRICA VACCINI E PRETENDE DI MARCHIARE I NOSTRI FIGLI!



di Gianni Lannes

Il denaro sporco dei fabbricanti di vaccini a chi decide sulle vaccinazioni per l'infanzia e l'adolescenza. Carnevale tutto l'anno? Rientro a scuola: tamponi, vaccini e mascherine a bambini e adolescenti. Al peggio non sembra esserci limite, quando le multinazionali dei medicinali foraggiano ancora e sempre l'Istituto Superiore di Sanità, con i trasferimenti di valore (una volta chiamati mazzette). Etica, deontologia, rispetto umano? No, affari sulla pelle dell'ignara popolazione italiana che si è appena affacciata alla vita, trattata alla stregua delle cavie. Perchè indebolire il sistema immunitario? Elementare Watson: per trasformare le persone in malati a vita.

Per i pediatri in vista di settembre occorre puntare sulla pericolosa vaccinazione antinfluenzale a tutti i bambini, di qualunque età, e sull’obbligatorietà dell'inutile tampone per l’ammissione in classe. 




Secondo Antonio D’Avino, vice presidente nazionale Fimp (Federazione italiana medici pediatri) per rientrare a scuola è necessaria la vaccinazione antinfluenzale a tutti i bambini, di qualunque età:

«Dobbiamo programmare la fase 3 prima che sia tardi. Bisogna partire dai servizi sanitari al territorio. Al di là del triage telefonico e della valutazione dei sintomi quali tosse, febbre e dispnea, oggi sappiamo che altri possibili sintomi dell’infezione da Sars-CoV-2 sono la congestione nasale, la rinite, la congiuntivite e i disturbi gastrointestinali. Serve che sul territorio si possa realizzare una diagnosi differenziale immediata. Un percorso che va programmato ora per non correre il rischio di trovarci a ottobre con dosi di vaccino antinfluenzale insufficienti. Inoltre, la pediatria di famiglia deve avere la possibilità di prescrivere tamponi e soprattutto di avere una risposta in tempi rapidi. Nessun pediatra potrà mai riammettere un bambino a scuola se non avrà un tampone negativo dopo un’assenza per malattia che potrebbe essere collegata ad un’infezione da Covid-19”. Di qui la richiesta di avviare in Regione un tavolo di lavoro per programmare la ripresa delle scuole “con scelte condivise».




La federazione italiana medici pediatri, oggettivamente, non è nella condizione per risultare credibile, poiché vanta da anni, un gigantesco conflitto di interesse economico. Infatti, solo nel biennio 2015-2016 ha incassato un totale di 267.302 euro (di cui 212.860 dalla Glaxo Smith Kline) dai produttori di vaccini: GSK, Pfizer e Sanofi. Nel 2018, soltanto dalla Glaxo Smith Kline, proprio la FIMP ha ricevuto ben 194.288,79 euro.
 

COMBATTENTI DELLA LIBERTA'!

  
 Otranto: faro Palascia, punta orientale d'Italia - foto Gianni Lannes © (tutti i diritti riservati)

Un incubo: il segno dei tempi senza libertà. Repressione autoritaria invocata addirittura dalle vittime plaudenti. Psicosi e nevrosi di massa: condizionamento generale e menzogne di Stato, propaganda dei mass media e bugie degli esperti prezzolati. Il verbo imperante del regime mondiale è separare gli esseri umani, sterilizzare le emozioni, ubbidire incondizionatamente. Tutto innaturale: obblighi, divieti, restrizioni e punizioni, tasse, balzelli e imposte sempre più invalidanti. Distanze sociali, nuove barriere, muri, frontiere, burocrazie. Fantocci, marionette, avvocaticchi e mafiosi, grullini e pidocchiosi, politicanti all'ingrasso e parassiti istituzionali. Rispettosi e ossequiosi della legge e dell'ordine totalitario ormai ubiquitario. 


19.5.20

LA FELICITA'

Autore: Francesco Lannes

La felicità, è uno stato d'animo.
La felicità, non vuol dire tristezza.
La felicità, non vuol essere ristretta.
La felicità, non vuol dire paura.
La felicità, non vuol dire violenza.
 La felicità, vuol dire amore.

Francesco Lannes

INDAGINI SANITARIE INVASIVE!



di Gianni Lannes

Etica assente, deontologia latitante e rispetto umano non pervenuto. L'imperativo generale di istituzioni e burocrazia è la sottomissione assoluta della popolazione. Le persone sono trattate dai fantocci al potere dell'intera scala gerarchica, peggio di oggetti, cose senza dignità. Schedatura poliziesca e riservatezza dei cittadini abolita, mediante un maldestro pretesto governativo. Grazie al nuovo coronavirus (Sars CoV-2), sempre confuso dalla massime autorità, a partire dal capo dello Stato e dall'inquilino di Palazzo Chigi, addirittura con la malattia (Covid-19) nei decreti legge, nei dpcm e nelle ordinanze ministeriali, lo Stato o chi per esso, adesso entra addirittura nel corpo dei cittadini e dei lavoratori, in violazione dei diritti costituzionali. Come? Attraverso un'indagine sierologica a campione, in barba all'intimità personale. Il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte e del ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato il decreto-legge numero 30 del 10 maggio 2020; esso introduce misure urgenti in relazione alla realizzazione di una indagine di sieroprevalenza sul “Covid-19” condotta dal ministero della Salute e dall’ISTAT.

RILANCIO? AFFOSSA ITALIA E CONTROLLO TOTALE!



di Gianni Lannes


Umani alla stregua di codici a barre: da Atene ad Auschwitz, ma senza ritorno. Il nuovo coronavirus è un'occasione d'oro per l'eugenetica del XXI secolo. Burocrazia da grande fratello ormai onnipresente: date un'occhiata alla vostra tessera sanitaria, gestita dalla Sogei, che tiene in mano anche il gioco d'azzardo legalizzato. Dunque, senza lasciapassare sanitario, niente diritti civili. Oltre all'app tipo “immuni” della serie braccialetto, collare o guinzaglio elettronico, poi sarà la volta della criptovaluta nonché del microchip sottocutaneo, secondo le imposizioni di Bill Gates. E tornano in auge anche i campi di concentramento per "infetti", ossia positivi al Sars Cov-2, mentre il governicchio grulpiddino e i mass media propagano menzogne, alimentano la propaganda disinformativa, e al contempo, distolgono l'attenzione generale dai problemi cruciali.
 

18.5.20

COMBATTERE PER LA LIBERTA'



La banda di quaquaraquà che ha occupato i gangli del potere e i mass media, calpesta ogni giorno la democrazia. Ma non ci potranno mai portare via la libertà: no pasaran!


Non bisogna avere paura. L'unico modo per difenderci è sapere e non avere paura di niente e di nessuno. Ci difenderemo in tutti i modi. Questa gentaglia nei palazzi del potere propina solo menzogne e impone restrizioni e divieti: sono gli stessi che siedono al Parlamento, a Palazzo Chigi e al Quirinale, quelli che hanno liberato dalle patrie galere i mafiosi ed imprigionato i bambini. Sono la stessa banda che ha portato via la dignità al popolo italiano, imbavagliandolo con una mascherina. Ora dobbiamo combattere per la libertà.

Gianni Lannes

A PIENO REGIME!



di Gianni Lannes

Il nulla mischiato al niente: una presenza che denota un'assenza sotto dettatura del fratellino, meglio noto come l'inquietante Casalino. «Buonasera a tutti. Ieri sera abbiamo approvato il decreto legge che da lunedì 18 maggio ci consente di entrare a pieno regime nella fase 2... Stiamo adesso per sperimentare la nuova app “Immuni”...». Dopo sarà la volta del collare elettronico e del microchip sottocutaneo da applicare rigorosamente alla massa di italopitechi.

Casalino e il ventriloquo Conte bis!
 
Un capo di governo che attacca un discorso alla nazione con questo incipit, più che un presidente, sembra una pericolosa deriva totalitaria. Appunto, vuoto però con sottofondo adenoideo, ma a norma di “legge” truccata (incostituzionale); insomma, il nuovo segno inconsistente dei tempi tecnologici fino alla follia istituzionale. Conte è il nulla politico fatto primo ministro, senza alcun merito politico e valore sociale, culturale o etico. Conte è quello che a colpi di de-cretini ha posto agli arresti domiciliari gli italiani senza un solo riscontro scientifico, falsificando anche il numero dei morti di Covid 19 (da Conte&soci confuso con il Sars CoV-2). Il Conte Zelig è quello che sta affondando definitivamente l'Italia. 


CONTE VUOLE PRENDERSI ANCHE I SOLDI DEGLI ITALIANI?




di Gianni Lannes

«Siamo tutti consapevoli che in Italia c'è un grande risparmio privato, e sicuramente questa è una delle ragioni di forza della nostra economia. Ci sono tanti progetti, vedremo a tempo debito» parole di Conte Giuseppe da Volturara Appula. Detto e fatto?

In Italia c'è un grande risparmio privato: il Conte bis inizia a consolidare le basi per una patrimoniale. Dopo la libertà sottratta con un colpo di Stato in Gazzetta Ufficiale avallato dall'inquilino del Quirinale, grazie a un Parlamento latitante, ora il sedicente avvocato del popolo, si accinge a mettere le mani sui risparmi degli italiani, considerati di fatto alla stregua di sudditi e cavie da spremere?

CAMPI DI CONCENTRAMENTO PER CONTAGIATI IN ITALIA!




di Gianni Lannes

«Li staneremo a casa uno per uno, abbiamo oltre 70 unità mobili operative, che andranno a cercare e a prendere i positivi per isolarli, abbiamo già le strutture, è tutto pronto, alberghi che abbiamo preso e gli abbiamo detto: ‘adesso fate quello che diciamo noi».

Parole di Stefano Bonaccini, presidente pro tempore della regione Emilia Romagna, pronunciate durante l’ultima puntata della trasmissione televisiva Piazzapulita (14 maggio 2020). L'esponente del partito democratico ha dunque dichiarato, di voler andare a stanare i positivi al nuovo coronavirus “casa per casa” e se ne fa anche vanto su facebook.

I cosiddetti "contagiati" sono gli "untori", i nuovi internati pretesi dal nuovo ordine mondiale. Per caso  nel belpaese, grazie alla passività generale, dopo il bavaglio dell'inutile mascherina di Carnevale, tornano i campi di reclusione del duce di mussoliniana memoria? Ecco il peggio del peggio, espressione di un regime sgangherato (il governicchio grulpiddino e la finta opposizione), telecomandato dall'estero.


17.5.20

CORONAVIRUS: STATO D'EMERGENZA INFINITA!



di Gianni Lannes

Come da copione preconfezionato, il governo grulpiddino ha prorogato fino al 31 gennaio 2021 lo stato di “emergenza sanitaria”. Lo ha stabilito l'articolo 16 del cosiddetto decreto Rilancio. In sostanza, il sedicente “avvocato del popolo” può tenere agli arresti domiciliari l'Italia intera per altri sei mesi, prorogabili per un altro anno. Prima conseguenza: non ci saranno le elezioni amministrative in ben 7 Regioni, nonché in numerose città e tanti Comuni. L'accentramento dei poteri nelle mani del Presidente del Consiglio pro tempore, pur in una situazione di emergenza, grazie anche alla latitanza del Parlamento e delle forze politiche, può rappresentare un pericoloso precedente per la democrazia.

La norma recita che «i termini di scadenza degli stati di emergenza dichiarati ai sensi dell’articolo 24, del decreto legislativo 2 gennaio 2018 (Codice della protezione civile, ndr) sono prorogati per ulteriori sei mesi». Questa proroga, se sarà confermata - sicuramente - in sede di conversione da parte del Parlamento, consente alla presidenza del Consiglio di poter decretare altri lockdown e altre restrizioni come quelle finora imposte dal Conte bis, sulla base delle valutazioni delle task-force sanitarie. Al comma 3 dell’articolo 24, del decreto legislativo 2 gennaio 2018, è previsto testualmente che «La durata dello stato di emergenza di rilievo nazionale non può superare i 12 mesi, ed è prorogabile per non più di ulteriori 12 mesi». In base a ciò verrà valutato dai comitati tecnici di Palazzo Chigi, a fine anno il governo potrà prorogare lo stato di emergenza per altri sei mesi o un altro anno.