23.6.18

SCIE BELLICHE...


Campobasso - foto Lannes (tutti i diritti riservati)

di Gianni Lannes

L'Europa assomiglia sempre più ad una gigantesca camera a gas, insomma cielo offuscato dalla NATO, a cui il nuovo governo Salvimaio ha confermato fedeltà. Va in onda la guerra ambientale, non convenzionale e non dichiarata vietata dalla Convenzione Enmod dell’Onu (risalente al 1978) ratificata dalla legge italiana 962 del 1980, a firma del presidente della repubblica Sandro Pertini. Pensate solo per un attimo al crescente bombardamento elettromagnetico indotto dall’uomo, e al conseguente inquinamento dell'aria in seguito al rilascio ormai continuo di sostanze aerodisperse sui centri abitati. Tempo fa ho coniato un neologismo: aerosolchemioterapia bellica. 

“Non esistono più le mezze stagioni”: è una frase fatta, anzi un tormentone divenuto luogo comune. Eppure la locuzione cela una verità scientifica. E lo sappiamo quasi tutti benissimo, solo che facciamo finta di ignorarlo, salvo imprecare quando si verificano - come da copione bellico - disastri ambientali.

PEDOFILIA SDOGANATA!

Il Tedx non si smentisce mai. dopo gli eventi a Firenze col Forteto, Renzi e Fiesoli ora promuove la pedofilia come orientamento sessuale. Mediante la finestra di Overton tutto è possibile e diviene accettabile.


FARSA VACCINALE


22.6.18

INQUINA-MENTI


TEMPO RUBATO ALL’INFANZIA



di Gianni Lannes

Tic tac: l’orologio. Era un gioco in voga alle scuole elementari negli anni ’70 nel vituperato Mezzogiorno d'Italia. Altri tempi, certo, eppure milioni di miei coetanei sono cresciuti serenamente giocando sulla strada maestra. Una volta non c’erano impegni dopo la scuola mattutina e la televisione era cosa assai marginale. Oggi in occidente si annichilisce l’infanzia: le classiche agenzie istituzionali di socializzazione, a partire dalla scuola pubblica fanno a gara.

ANALFABETI DEL MARE




di Gianni Lannes


Catalizzatori furbi di un malcontento diffuso che fa leva sulla stupidità di chi si fa dettare le opinioni politiche dalla paura alimentata nel pregiudizio. Se la prendono con gli ultimi. Fanno i bulli con i più indifesi e mandano in onda la distrazione di massa ritenendo forse i cittadini (ovvero gli elettori) una massa di italidioti. E c'è pure il ministro Di Maio che ancora ripete una promessa già sgonfia: "Resta fissato al 2018 l'obiettivo di far partire il reddito di cittadinanza". 

Della serie come coprire di ridicolo l'Italia, se non ci fosse di mezzo il dramma dei profughi. Il cinismo politico fa rima con il razzismo? C’è un ministro di polizia - appena denunciato per xenofobia - in Italia che ignora il codice universale del mare che impone di salvare la vita umana, che calpesta le convenzioni internazionali a difesa della vita, e che minaccia di accendere le ruspe per spianare gli accampamenti dei Rom.
Dopo l’Aquarius procede lo scontro tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e la Ong Lifeline (che ospita a bordo 239 migranti, tra cui 4 bambini e 14 donne). 

SALVINI DENUNCIATO PER RAZZISMO




fonte:

GARGANO: PARADISO MAFIOSO



di Gianni Lannes

Una volta lo Sperone d’Italia era un luogo immune dal cancro mafioso. Oggi vanno in onda omicidi e lupare bianche. 

L’ultimo assassinio si è consumato martedì mattina, il 19 giugno scorso nell’entroterra di Vieste, in località Mandrione. La vittima Gianmarco Pecorelli, aveva appena 21 anni. L'ennesima scia di sangue s’è aperta nella perla garganica, il 26 gennaio 2015, con l’ammazzata di Angelo Notarangelo (crivellato da colpi d’arma da fuoco), ritenuto dagli inquirenti il capoclan locale; senza contare qualche anno prima il barbaro duplice omicidio in loco, di due fratelli imprenditori non piegatisi alla criminalità. Solo in loco, in tre anni e mezzo, le statistiche ufficiali hanno registrato ben 9 omicidi, 4 agguati falliti ed una lupara bianca, nonché il recente ritrovamento da parte di un corpo speciale dei carabinieri (i cacciatori) dei resti umani di due uomini, a Tacco di Lupo e Paradiso Selvaggio.


21.6.18

GRILLINI: ALL’ULTIMO STADIO


di Maio&Lanzalone

di Gianni Lannes

Il governo del cambiamento? Quelli che dicevano, basta favori ad amici degli amici: il mutamento lessicale è diventato premio nell'era di tangentopoli 2.0, con la nuova casta più famelica della vecchia. Luca Lanzalone è una delle figure al centro dell’inchiesta sullo stadio capitolino e del sistema di potere del movimento pentastellato, sotto ferreo controllo di Davide Casaleggio (a cena con Lanzalone), che attualmente incassa mensilmente un pizzo di 300 euro da ogni parlamentare grillino.

20.6.18

BAMBINI A PERDERE





di Gianni Lannes


Ecco le voci spezzate di bambini in gabbia derisi dagli agenti di custodia, anzi di segregazione. Non conosciamo il loro nome o il volto. L’unica cosa chiara è la loro paura. Invocano la mamma e il papà, piangono, alcuni sono così disperati ed esili che non riescono quasi a riprendere fiato. La registrazione va avanti 8 minuti e l’ha resa pubblica il sito di giornalismo investigativo Propublica. Sono i bimbi che al confine fra United States of America e Messico sono stati strappati ai loro genitori dai gendarmi planetari. Gli adulti infatti sono stati rimandati indietro in base alla politica totalitaria di Trump. La disperazione di 2.300 pargoli arrestati negli Stati Uniti d’America per ordine dell’inquilino della White House dal 19 aprile al 31 maggio scorso. Con quale diritto il governo a stelle e strisce ha sequestrato così tanti bimbi? Perché l’ONU che ha sede a New York, tace?

SOSTIENI SU LA TESTA!

        di  Letizia Ricci

 SU LA TESTA! è un diario in Rete di informazione libera e indipendente. Insomma, dalla parte del torto, di chi non ha voce, controcorrente, lontano dal conformismo dilagante. La ricerca documentata ha dei costi in termini di tempo e denaro: chiunque vuole sostenere questo progetto alla luce del sole può effettuare una donazione al seguente conto corrente di Poste italiane:

                                                                                    iban

 
IT80 J076 0115 7000 0009 3227 742

ITALIA: RIFIUTI NUCLEARI OVUNQUE



di Gianni Lannes

Quattro centrali nucleari civili, una militare, officine di fabbricazione del combustibile nucleare, e tanto altro non ancora bonificato dalla Sogin che dal 1999 succhia soldi - tramite la bolletta elettrica alla voce "oneri nucleari", agli ignari contribuenti italiani - senza contare l'ecomafia e le importazioni fuorilegge dall'estero che hanno occultato la spazzatura nucleare sotto terra e in mare. Mentre i nuovi arrivati pentaleghisti nella stanza dei bottoncini se la prendono con migranti e Rom, lo Stivale affonda sotto il peso delle scorie radioattive che mettono a rischio la salute dell’intera popolazione italiana. Sia chiaro: il problema è stato eluso, anzi amplificato da tutti i precedenti governi italidioti.  Con i dilettanti allo sbaraglio andrà peggio?

Ora l’Italia sarà “processata” dai giudici europei perché accusata di non avere ancora il deposito nucleare unico. Lo ha deciso la Commissione Ue, che ha deferito il Paese alla Corte europea di giustizia: abbiamo depositi radioattivi dappertutto, dal Piemonte alla Sicilia, con una concentrazione più alta di pericolosi stoccaggi in Piemonte, Lombardia, Lazio, Basilicata e così via.

19.6.18

SCHEDATURE DI MASSA IN ITALIA?




di Gianni Lannes

Chiamatele pure discriminazioni istituzionali: si lancia il sasso per saggiare l'effetto che fa (finestra di Overton). In Italia 80 anni fa si iniziò a schedare. Un censimento su base etnica non è consentito dalla Costituzione repubblicana del 1948. Gli "zingari" sono una fissazione o un diversivo? Non è la prima volta che l’inquilino del Viminale evoca la pulizia etnica. Il 18 giugno 2018 è andato in onda su Telelombardia Matteo Salvini, ossia il ministro dell’interno pro tempore: «Al ministero mi sto facendo preparare un dossier sulla questione Rom in Italia, perché dopo Maroni non si è fatto più nulla, ed è il caos». Il ducetto della Lega ha parlato di «una ricognizione sui Rom in Italia per vedere chi, come, quanti, rifacendo quello che fu definito il censimento, facciamo un'anagrafe. Gli stranieri irregolari andranno espulsi con accordi fra Stati, ma i Rom italiani purtroppo te li devi tenere a casa». Dalle parole ai fatti?




Perché Salvini e Di Maio non se la prendono con i criminali abusivi della NATO e di Washington che detengono illegalmente in Italia, un arsenale nucleare?

NIENTE ASILO!




di Gianni Lannes

In fuga dalla guerra, dalla fame, dalle persecuzioni e dallo sfruttamento alimentate anche dall'Italia. A migliaia tra neonati e bambini sono morti nei naufragi. Il Mediterraneo è un cimitero insepolto, aperto giorno e notte. Le statistiche, però, non registrano tutti i morti, ormai invisibili. Dopo le scioccanti foto del piccolo Aylan che sconvolsero il mondo non è cambiato nulla: l'ecatombe continua e l'Europa sta a guardare, mentre in Italia alcuni razzisti governativi s'arrogano il diritto di vita e di morte sui migranti. Se oggi nel belpaese sempre più xenofobo salvare vite umane in mare è un reato, ebbene allora sono un "tassista del mare".

SALENTO: STRAGE DI TARTARUGHE MARINE


di Gianni Lannes

In meno di una settimana ben 6 tartarughe (Caretta Caretta) spiaggiate sul litorale di Casalabate in provincia di Lecce. Le ricerche petrolifere nel Mare Adriatico, a mezzo di cannoni (air gun) che sparano onde sonore sui fondali mietono i loro micidiali effetti.

riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2017/12/salento-morte-di-un-capodoglio.html 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=idrocarburi 

16.6.18

LA MORTE IN UN ROGO DI DUE BAMBINI




di Gianni Lannes



Il nobile senso di fraternità. Non ci sono parole per descrivere la morte di due pargoli. Tenta di salvare il fratello dalle fiamme, ma muoiono entrambi. Francesco Filippo (13 primavere) era salvo, sulle scale di casa accanto ai genitori e ai due suoi fratelli, Tancredi e Federico, ma l’altro, Raniero, di 10 anni, era intrappolato nell’appartamento che bruciava. Quando Francesco s’è accorto di quell’assenza non ci ha pensato due volte: è tornato indietro, tra il fumo e le fiamme, per correre a salvare il piccolo fratello, ma il rogo ha ucciso anche lui.


Francesco Filippo e Raniero sono le vittime di questa tragedia che ha colpito una famiglia a Messina.


La morte ingiusta dalla cronaca passa nel dimenticatoio, ma il coraggio di un bambino è il sale della vita e dovrebbe essere d’insegnamento ai grandi, che una volta sono stati piccini, ma l’hanno dimenticato in fretta.




CORRUZIONE 2.0

di Gianni Lannes
 
"Mani pulite": seconda puntata. Non solo razzisti perbenisti politicamente corretti alla spicciolata. A Populandia abbondano pure moralisti d'accatto, un servitore per due padroni e mazzette sottobanco per oliare il sistema. Dov'è il cambiamento tanto strombazzato? Dalla rete ai partiti politici, al governo del belpaese sempre più eterodiretto dall’estero. Il fenomeno dilaga alimentando un ambiente politico in cabina di regia - sia pure per conto terzi - favorevole allo sviluppo di reciproci vantaggi di soggetti portatori di privatissimi interessi.

Parnasi e in fondi a Lega e 5 stelle. Le accuse nero su bianco della Procura capitolina parlano chiaro: "Associazione a delinquere, corruzione, traffico di influenze, emissione di fatture per operazioni inesistenti, finanziamento illecito ai partiti".

Nelle intercettazioni il costruttore Luca Parnasi, ora in carcere, che alla onlus “Più voci” riconducibile alla Lega ha elargito ben 250 mila euro, ha dichiarato: 

“Il governo lo sto  a fare io”.

E il sindaco Raggi ai magistrati della Procura della Repubblica di Roma, ora ha peraltro ha messo a verbale: 

“Lanzalone portato da Bonafede e Fraccaro”.

Pioveranno avvisi di garanzia anche per alcuni ministri e sottosegretari del governo pentaleghista? L’avvocato Bonafede, già proconsole di Di Maio in Campidoglio oggi, ministro della giustizia, è quello che ha tirato fuori dal cilindro il cosiddetto, signorsì.

15.6.18

ITALIA: RIGURGITI DI RAZZISMO



di Gianni Lannes

Benvenuti nel belpaese che non riconosce il razzismo e non ha anticorpi culturali nei confronti di chi alimenta l'odio sociale vantando una poltrona ministeriale. Il guaio è che l’Italia ha una scarsa memoria collettiva dei fatti e, spesso, sragiona sulla base di mere opinioni intrise di pregiudizi. Ricordate i cori pubblici a squarciagola inneggianti al Vesuvio? Prima e per anni contro i meridionali italiani (a cui però il 4 marzo scorso è stato carpito il voto), adesso contro i poveri della terra. Ma quale emergenza? Non è in atto alcuna invasione dell’Italia. L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) ha pubblicato i dati sul numero dei rifugiati nel mondo: nel 2016 (ultimo picco di "esodi") erano 16 milioni e mezzo e quelli presenti in Europa poco più di due milioni: in Italia appena 131 mila, mentre in Germania mezzo milione e nella minuscola Svezia 186 mila. 

VACCINI: PROSCIOLTO CODACONS, DIMISSIONI RICCIARDI


PER GIP “IL FATTO NON SUSSISTE”. ORA PRESIDENTE ISS DOVRA’ IMMEDIATAMENTE DIMETTERSI E SARA’ DENUNCIATO PER CALUNNIA


Pesantissima batosta per il Presidente dell’Iss, Walter Ricciardi. Il Gip del Tribunale di Roma, Dott.ssa Giulia Proto, ha infatti prosciolto il Presidente Codacons, Carlo Rienzi, dall’accusa di diffamazione avanzata da Ricciardi, ritenendo che “il fatto non sussiste”.