24.9.16

ITALIA: BAMBINI E ADOLESCENTI A PERDERE








di Gianni Lannes

L'orrore scivola via sotto i nostri occhi distratti. Stragi infinite e legalizzate per ingrassare l'Occidente. In una parola: omertà di Stato, anzi di Stati alleati. Macelleria disumana per far soldi. E’ l’Affare europeo del secolo realizzato sulla pelle di esseri umani inermi e indifesi, sfruttati sessualmente e poi usati come pezzi di ricambio. Soltanto nel belpaese ben 6.110 minori sono spariti dalle cosiddette strutture di accoglienza nei primi otto mesi dell’anno 2016; senza contare quelli svaniti nello stesso periodo e con le identiche modalità in Germania, Belgio e Francia. Sia chiaro: non ci sono stati ricongiungimenti familiari. Allora, che fine hanno fatto i piccoli ospiti dello Stato italiano? Pedofili e vivisezionatori in camice bianco ne sanno qualcosa? Una singolare coincidenza? "Palermo, traffico di migranti: 38 fermi della polizia in tutta Italia. "Profughi uccisi per espiantare gli organi", ha titolato il quotidiano La Repubblica il 4 luglio 2016.






Il 4 febbraio 2016 l'ammiraglio Enrico Credendino, comandante della missione EunvaFor Med, nel corso dell'audizione parlamentare (commissione congiunta Senato e Camera – 18° resoconto stenografico) sull'operazione Sophia nel Mediterraneo, presso le congiunte commissioni Difesa di Camera e Senato ha lanciato l'allarme,  e ha dichiarato: «Vi è poi il problema dei minori non accompagnati, che l’anno scorso hanno rappresentato l’8 per cento dei migranti, in partenza prevalentemente dall’Egitto e dall’Eritrea. Di metà di questi bambini arrivati in Europa si perdono le tracce: alcuni vengono avviati alla prostituzione minorile, altri vengono venduti a chi procede alle adozioni in maniera illegale, qualcuno sembra che possa essere venduto alle reti che espiantano gli organi».





23.9.16

SOSTIENE SU LA TESTA!

Ogni giorno migliaia di persone leggono il diario internautico SU LA TESTA! e attingono gratuitamente informazioni, nonché documenti inediti e di non facile accesso. Il lavoro di ricerca costa fatica, richiede tempo ed energia. Questo blog, nonostante le numerose offerte non contiene pubblicità, ma è autofinanziato. E' l'ora che i tanti fruitori diano una mano: dal dono del tempo al tempo del dono. Grazie!
    

Chi vuole sostenere concretamente questa ricerca indipendente può effettuare una donazione sul seguente conto corrente postale:

 

iban

IT80 J076 0115 7000 0009 3227 742

22.9.16

LA FARSA DEL REFERENDUM COSTITUZIONALE




di Gianni Lannes

Se al referendum sulla riforma della Costituzione vincessero i “No” l’Italia farebbe «un grosso passo indietro». Lo ha detto l’ambasciatore Usa a Roma, John R. Phillips, megafono dei padroni stranieri.

La casta dei politicanti italidioti, non dice la verità, vale a dire: la Costituzione repubblicana italiana è stata stracciata con l’entrata in vigore nel 2009 del trattato di Lisbona, firmato nel 2007 da Prodi e D’Alema. Ne consegue in punta di diritto che, la nostra Costituzione è carta straccia. 

NUOVA CARTA IDENTITÀ: IL CONTROLLO ELETTRONICO DEGLI ITALIANI!





di Gianni Lannes

La schedatura di tutti, adulti e bambini, vale a dire il controllo dei dati biometrici di ogni individuo. Il pretesto è la sicurezza di massa combinata alla modernità tecnologica. Ecco le peggiori novità che ci attendono per disintegrare definitivamente ogni e qualsiasi libertà civile, e dare il via libera al controllo totalitario delle persone. Altro che Stato di diritto o democrazia partecipata. La spacciano per una rivoluzione obbligatoria: a tutta la popolazione italiana che richiede un documento d’identità, dal prossimo anno saranno prese le impronte digitali. A Roma, presso il Viminale, è stata allestita una gigantesca banca dati contenente tutti i dati sensibili della popolazione italiana, già schedati dalla Sogei e messa a disposizione segretamente della NATO, e quindi anche della CIA e del Mossad. La carta d'identità elettronica e la Carta nazionale dei servizi sono gli unici strumenti di autenticazione previsti dal Codice dell'Amministrazione Digitale  per l'accesso ai servizi web erogati dalla pubblica amministrazione italiana.



21.9.16

BIMBA MUORE DOPO VACCINO ESAVALENTE

La procura di Lagonegro ha aperto un fascicolo sulla morte, avvenuta il 19 settembre scorso all'ospedale di Lagonegro, di una bimba di quattro mesi di Praia a Mare. Gli indagati sono cinque medici dell'ospedale di Lagonegro, un medico di Praia a Mare, che alcuni giorni prima del decesso della piccola le aveva somministrato il vaccino esavalente, e l’infermiera che lo ha assistito. La piccola, secondo la denuncia dei genitori, aveva cominciato a star male subito dopo il vaccino.


20.9.16

SCOPIAZZATURE ALLARMISTICHE!

Invito i gestori del blog Terra Real Time e chiunque altro, a non scopiazzare i miei testi ripubblicandoli a distanza di anni, assolutamente decontestualizzati e con titoli allarmistici, soprattutto sui terremoti. Non è serio, non è corretto questo vostro andazzo predatorio del lavoro di ricerca altrui. Così la verità indicibile affonda invece di emergere!

Gianni Lannes

18.9.16

ITALIA: SCUOLE PUBBLICHE A RISCHIO CROLLO!




di Gianni Lannes

Il terremoto del 24 agosto 2016 ha nuovamente evidenziato la fragilità sismica del Belpaese. Secondo i dati ufficiali più recenti (presidenza consiglio ministri) ben 28 mila scuole pubbliche sono attualmente a rischio sismico, di cui 7 mila in aree ad elevato rischio idrogeologico. Il 60 per cento del patrimonio edilizio scolastico è stato costruito prima del 1974. Insomma, le scuole tricolori non sono sicure, eppure si fa finta di niente in attesa della prossima tragedia annunciata.

17.9.16

USA L’ITALIA



 
di Gianni Lannes

Un regime a stelle e strisce sotto la regia dello zio Sam. Una colonia nucleare nordamericana a tutti gli effetti, sotto il tallone di Washington dal 3 settembre 1943. Le prove documentali ufficiali dei padroni stranieri attestano un ferreo controllo totalitario del belpaese.


INQUINAMENTO E TERREMOTI ENI IN BASILICATA



 
di Gianni Lannes

Della serie Stato criminale e rapina coloniale. Basta leggere i seguenti documenti ufficiali dell'Eni (ormai non più italiana) e dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, per rendersi conto di quanto sia martoriata e depredata la Lucania, compresa l'induzione i terremoti con ipocentro superficiale (come in Val Padana nel 1951), a ridosso della lesionata diga del Pertusillo. A quando il prossimo disastro tipo Vajont?

riferimenti:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=basilicata

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=caviaga

Gianni Lannes, TERRA MUTA, LPE, Cosenza, 2013.

I RIFIUTI DI CIAMPI




di Gianni Lannes


Un padre della patria che ha contribuito a svenderla al peggior offerente. A proposito: che fine hanno fatto le 2.452 tonnellate di oro italiano?

16.9.16

ITALIA: PRIMO OBIETTIVO DI GUERRA NUCLEARE IN EUROPA!



 di Gianni Lannes

Gli F35 sono cacciabombardieri nucleari. Ognuno avrà in dotazione, da Washington, due bombe atomiche modello b 61 versione 12. Questi strumenti di sterminio del genere umano saranno dislocati in Puglia, ad Amendola e Grottaglie. 




Si tratta di ordigni ancora più potenti e dirompenti di quelli già presenti a Ghedi, Aviano, Livorno (Camp Darby) e Sigonella, che rendono l’Italia il primo obiettivo di guerra e rappresaglia in Europa.


CILE: GLI ASSASSINATI DELL’11 SETTEMBRE 1973



Kissinger & Pinochet

 di Gianni Lannes

Noi, non dimentichiamo. Noi ricordiamo. Grazie anche alla benedizione, pardon, disattenzione del Vaticano: più di 30 mila i morti accertati, oltre 600 mila le persone torturate, ree di non piegarsi alla dittatura di Augusto Pinochet, omaggiato in tempi più recenti da papa Wojtyla. Questi sono i numeri principali del genocidio datato 11 settembre 1973. 

Kissinger & Napolitano
 
Il golpe dell'11 settembre 1973 portò al potere il criminale Pinochet, grazie al contributo determinante di Henry Kissinger (ricevuto in pompa magna a Roma da Giorgio Napolitano), ovvero del governo degli Stati Uniti d’America. E ciò che attestano i documenti ufficiali di Washington.



DEPOSITO NAZIONALE SCORIE RADIOATTIVE: LA MAPPA NEL 2017



di Gianni Lannes

In violazione della convenzione di Aarhus e della legge 108 del 2001, ancora ritardi, ma soprattutto segreto di Stato. Insomma, anche sull'ambiente trasparenza amministrativa e partecipazione pubblica pari a zero. E' la politica eterodiretta del governicchio tricolore, imposto dal Napolitano ma non votato dal “popolo sovrano”. Così, slitta addirittura a settembre 2017 la pubblicazione, almeno annunciata, della Carta nazionale dei siti potenzialmente idonei ad ospitare il deposito unico delle scorie radioattive (CNAPI). Lo ha comunicato il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, audito il 14 settembre in commissione ecomafie. 

15.9.16

UNIONE EUROPEA: UN’INVENZIONE UNITED STATES OF AMERICA




di Gianni Lannes

Ecco le prove ufficiali. Altro che padri nobili, c'è sempre lo zio Sam. Qualche giorno fa, in Italia, qualcuno ha scoperto l’acqua calda, a proposito della genesi segreta della cosiddetta “Europa unita”. A Washington i documenti interessanti sono stati desecretati negli anni ’90. Le carte che però non riportano i libri di storia contemporanea, sono emerse 16 anni fa negli Archivi nazionali degli Stati Uniti d'America, grazie all'indagine  di Joshua Paul, ricercatore della Georgetown University.  

HEDIA: LE MENZOGNE DELL'INELETTO GOVERNO RENZI!



di Gianni Lannes

Menzogne e ancora segreti di Stati alleati per occultare una strage di ben 20 marinai (19 italiani ed un gallese). A parte ben sei riconoscimenti ufficiali dei parenti dei marinai, risalenti al 1962, esattamente dopo la pubblicazione dell'Ansa e del Gazzettino di Venezia della foto scattata ad Algeri nella sede diplomatica francese, dall'inviato dell'UPI (United Press International) Jim Howard, in base ad una rigorosa comparazione fotografica e a rilievi di compatibilità biometrica, i riconoscimenti degli uomini d’equipaggio della nave Hedia ora salgono ad 8 (inclusi Anton Narusberg e il sedicenne Giuseppe Uva). All'epoca, le autorità francesi scrissero a quelle italiane sostenendo che la documentazione sui detenuti liberati il 2 settembre 1962, "era andata perduta per cause di guerra". Le prove documentali smentiscono questa risposta del sottosegretario Amendola. Mi auguro che la Procura della Repubblica di Bergamo, che a seguito della denuncia nel 2014 di uno dei familiari delle vittime, Accursio Graffeo, persegua i responsabili di questo crimine, ed incrimini anche il sottosegretario di Stato Vincenzo Amendola, almeno per "falso in atto pubblico". Comunque, una strage non vai mai in prescrizione.

14.9.16

ESPIANTO DI ORGANI IN EUROPA

di Gianni Lannes

Non è una leggenda metropolitana, ecco i riscontri giudiziari italiani. Più di tre lustri fa, un magistrato della procura di Trieste, Federico Frezza, aveva raccolto numerose intercettazioni telefoniche che facevano riferimento alla compravendita di minori extracomunitari per espianti di organi.
 

NOI RICORDIAMO

«…E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Noi ricordiamo. Ecco dove alla lunga avremo vinto noi. E verrà il giorno in cui saremo in grado di ricordare una tal quantità di cose che potremo costruire la più grande scavatrice meccanica della storia e scavare, in tal modo, la più grande fossa di tutti i tempi, nella quale sotterrare la guerra.».



SEQUESTRI DI STATO: BAMBINI STRAPPATI ALLE FAMIGLIE IN ITALIA

di Gianni Lannes

Ecco una barbarie tutta italiana, un dramma che le indegne autorità tricolore a vario titolo e infimo livello, mandano in onda un giorno sì e l'altro pure, nell'indifferenza generale. A farne le spese nella stragrande maggioranza dei casi, sono pargoli e fanciulli di famiglie indigenti, spesso strappati ai propri cari senza un valido motivo, collocati a vita in strutture istituzionali, previo riciclaggio e camuffamento degli orfanotrofi, al fine di garantire un giro d’affari truffaldino che vale oltre 2 miliardi di euro l’anno.


CACCIA: LA BARBARIE MODERNA

 
di Gianni Lannes

C’è chi in Toscana, a Montalcino nella fattoria dei Barbi di proprietà dei Cinelli Colombini, benedice le armi per massacrare gli animali, e chi, impunemente ammazza animali nelle cosiddette “aree protette”, parchi di carta straccia o velina come il Gargano o il Cilento! Una volta la caccia era un'attività di sussistenza alimentare, oggi, è un lussuoso passatempo per uccidere esseri viventi indifesi. E l'Arcicaccia che cos'è?
 

TRUFFA RAI IN BOLLETTA ENEL!

NON E' UNA TASSA. E' UNA TRUFFA. COME NON PAGARLA

di Pietro Melis



 
Per ora questo pazzo delinquente mi ha fregato perché la bolletta dell'ENEL mi arrivava sul conto corrente bancario. Nella bolletta ho visto euro 116, ma perché erano stati inclusi anche 70 euro del cosiddetto canone. Allora ho telefonato all'ENEl che mi ha detto di chiedere il rimborso all'Agenzia delle Entrate e di dire alla banca di non far passare più la bolletta dell'ENEl  nel conto corrente bancario potendo evitare che in questo modo possa pagare solo quanto consumato sottraendo le prossime rate di 20 e di 10 euro. Perché, mi è stato fatto capire, all'ENEL gliene importa nulla del canone RAI. Mi è stato assicurato che detraendo l'importo del canone RAI non si rischia affatto di avere lo slaccio della corrente. Purtroppo d'ora in avanti, avendo firmato in banca un foglio con cui la banca si impegna a non far più passare nel mio conto la bolletta dell'ENEL, per colpa di questo delinquente a capo dello sgoverno dovrò ogni volta scomodarmi per pagare la bolletta ENEl alla posta sottraendo quanto la RAI vorrebbe continuare a rubarmi. Non si tratta tanto dei 100 euro. E' una questione di principio. Avevo compilato in termini il modulo dell'Agenzia delle Entrate inviandolo per raccomandata alla maledetta RAI perché non mi addebitassero il canone in base al motivo richiestomi. Mi è arrivata anche la ricevuta di ritorno. E invece è servito a nulla. Di fronte a questo governo di merda mi ribello. Ho già spiegato che il canone non può essere imposto per vari motivi.