29.8.19

CALABRIA AVVELENATA!



http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=18&id=1120159

BIS CONTE


di Gianni Lannes

Zingaretti Conte bis? "No, deve essere un nuovo governo". Una barzelletta in salsa sinistra, o la solita aria fritta e rifritta? Allora, risultato scontato: un rimpastone alla faccia della democrazia e dell'incoerenza politica, invece di affrontare e risolvere i veri problemi che ci attanagliano. Nello Stivale - isole incluse - al peggio non sembra esserci fine, almeno per ora, con tanto di benedizione finale dell'inquilino pro tempore del Quirinale. E la farsa italidiota continua, a spese del belpaese eterodiretto dall’estero in avanzato declino, al fine di mantenere su conto terzi poltrone e cadreghini per i politicanti nullafacenti - inconcludenti ed incompetenti -  stravaccati nel tricolore a spese dell'ignaro contribuente. Come da copione spunta dal nulla il governicchio del bis Conte (nonostante i conflitti di interesse del legale pugliese) - votato da nessuno - emanazione di grullini e piddini che per anni e fino a qualche istante fa, si sono insultati a più non posso tanto da fare impallidire i peggiori voltagabbana. L'unico sollievo è l'archiviazione del razzista Salvini che blatera di sovranità ma si genuflette a Trump e Putin sorvolando sulla mancanza di autentica indipendenza nostrana. Ben poca cosa rispetto al destino dell'Italia e del popolo italiano. A proposito, neanche un cenno ai pericolosi arsenali nucleari targati Washington presenti illegalmente in Italia, in palese violazione del Trattato di non proliferazione nucleare. La politica improntata all'etica è la realizzazione del bene comune, non dei crassi interessi personali di "onorevoli" del genere "laqualunque" analfabeti ed arrivisti.
 

27.8.19

ITALIA TERREMOTATA E DIMENTICATA


 L'Aquila (6 aprile 2009) - foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)


 di Gianni Lannes

Stato latitante e Paesi rasi al suolo, presto dimenticati in attesa forse dell'ennesima tragedia in cui a pagare sono sempre i comuni mortali. Due lustri dopo il sisma in Abruzzo che ha mietuto 309 vittime ormai non fa più notizia e così lo sconquassamento tellurico che tre anni fa sconvolse la geografia di 131 comuni in ben 4 regioni togliendo la vita a 299 esseri umani. Oggi si contano 30 mila persone sfollate ancora fuori dalle proprie case e 23 miliardi di danni contabilizzati in euro. Addirittura L’Aquila e provincia sono ancora un accumulo di macerie nonostante le promesse altisonanti (non mantenute) di politicanti da Berlusconi a Conte.

26.8.19

ROS

 Gilan ©
  
S'approssima l'autunno: sale a fiotti la nostalgia impastata di lacrime e stille di rugiada. Al tramonto nella montagna del sole piovono gocce di pioggia dalla sua stella per illuminare il nostro impervio cammino. Lei è vicina anche se in un'altra dimensione. Non è più come prima quando la chiamavo Ros con affetto. Lei vive in loro, nei nostri figli, eppure il dolore di un vuoto incolmabile non ha confini di spazio e tempo per i bambini. Ora abbiamo ripreso a veleggiare in mare aperto senza la nostra ancora. Un essere umano non può possedere più di quanto il suo cuore possa amare. Il segreto della felicità è la libertà; il segreto della libertà è il coraggio; il segreto del coraggio è l'amore.

                                                           Gilan


22.8.19

VACCINI: SOLUZIONE BILL GATES


«Il mondo oggi conta 6,8 miliardi di persone. La cifra va verso i 9 miliardi. Se faremo un buon lavoro  con i nuovi vaccini, la sanità e i servizi medico-sanitari riproduttivi, potremmo forse ridurre (quei nove miliardi) del 10 o del 15%».

Parola di Bill Gates nel corso della conferenza TED2010, tenutasi nel febbraio dell'anno 2010. 4 anni più tardi la direttiva è partita ufficialmente dagli USA per diffondersi in tutto il mondo, Italia inclusa grazie a Beatrice Lorenzin e a tutti gli italidioti eterodiretti.

21.8.19

BUON COMPLEANNO!



 Gilan ©
E' la vita che va e prova a sopravvivere al dolore. Sono trascorsi sei mesi dal tuo ultimo viaggio in cielo. Per noi la tua nuova dimensione è un sogno malinconico e non ci sembra vero. Oggi, amore, è il tuo compleanno di un’altra primavera. I bambini hanno acceso le tue candeline e poi tutti e tre insieme abbiamo scrutato il firmamento con il telescopio per trovare la tua stella. Per loro ora sei tornata a vivere in una farfalla. Così quando ne intravedono una si commuovono accarezzandola con lo sguardo. E’ stata una festa come solo i piccoli sanno improvvisare. Il tuo, Rosaria, non è un addio ma un arrivederci. Sei un sole che accentra un sistema planetario, un'anima immortale che vive nei suoi figli. Impossibile dimenticare il tuo cuore così grande da contenere tanto e tanti. Non ti dimenticheremo mai, sarai sempre con noi.

19.8.19

LEI


 Gilan ©
 
L’estate è un tempo ideale per fermarsi, per voltarsi indietro e riflettere sulla strada percorsa. A volte siamo fragili, persi nel dolore. Approdiamo alla vita da stranieri, apparentemente estranei a tutto. E sono il corpo e le parole di una donna particolare che ci introducono all'esistenza. È la relazione con la madre che offre il suo cuore e ci rende umani. Per un bambino la perdita della persona che l'ha messo al mondo è un dolore immenso, il più grande che si possa provare. È l’amore per una donna unica al mondo che ci fa esseri umani sensibili.

                                                         Gilan

13.8.19

ITALIDIOTI


di Gianni Lannes

Pieni poteri all’ultimo fantoccio razzista oppure agli inconcludenti voltagabbana grullini? L'importante è prendere in giro come sempre il "popolo sovrano".  Quello che non dicono i servi telecomandati della disinformazione di massa: l’Italia è un paese a sovranità non più limitata, bensì azzerata, eterodiretto dall’estero e privo di indipendenza. I politicanti italidioti (centro&destra&sinistra) fingono di accapigliarsi tra di loro, ma poi eseguono di buon grado gli ordini provenienti da Washington (pure da Mosca) e non solo, pur di restare incrostati ai crassi privilegi delle poltrone parlamentari, mentre il belpaese va in rovina. Da decenni la nostra Costituzione repubblicana è carta straccia, sia pure vergata in punta di diritto dopo Yalta, poi triturata dal Trattato di Lisbona. Qualcuno ha quantomeno belato nel gregge partitocratico? Nello Stivale (isole comprese) l'ipocrisia istituzionale regna sovrana. Allora: i governanti e i finti oppositori (scansafatiche) per conto terzi mandiamoli tutti a quel paese.