13.11.19

L'ILLUSIONE DELLA MORTE E LA DITTATURA DELLE COSE

foto Gilan (2019) ©


di Gianni Lannes


Qual è il senso della vita? Almeno l'arte e la bellezza naturale sono il nutrimento dell'anima, quando prevale il senso dell'io e scema il pensiero del noi. Dunque, attenzione all'ossessione delle cose che sopravvivono agli umani. È difficile sciogliere il nodo segreto che stringe la pulsione di morte all'assoluta volontà di vita. La morte - esorcizzata ed occultata dalla modernità nell'immaginario collettivo - non è il nemico che dall'esterno insidia l'esistenza umana, ma qualcosa che essa stessa produce per contrasto, allorché cancella il proprio limite costitutivo. Si vive, anzi sopravvive, come se mai si dovesse morire, senza apprezzare il presente, accumulando beni materiali, e perdendo anche di vista la bellezza vera dell'amore e dell'amicizia, smarrendo il senso di comunità.

GUERRA DEL CLIMA!

 Leuca (12 novembre 2019) foto LU

Salento (11 novembre 2019) foto LU

12.11.19

ILVA: LICENZA DI UCCIDERE ANCORA A TARANTO



di Gianni Lannes

Acciaio a buon mercato o esistenze umane e vite naturali? Profitto economico o etica? Proteggere vite umane, bonificare e preservare la bellezza naturale, salvaguardare la storia, valorizzare l'archeologia della Magna Grecia a Taranto e provincia. Invece il governicchio grulpiddino manda in onda il peggio. Lo scudo penale promesso alla multinazionale franco-indiana Arcelor Mittal dal primo ministro pro tempore Giuseppe Conte è in sostanza una licenza di uccidere ancora operai, persone, soprattutto bambini e territorio. Insomma, è una condotta criminale avallata dalle più alte cariche dello Stato.

Ecco la cronaca documentata a livello istituzionale. Promesse mai mantenute dallo Stato italiano: il 30 novembre 1990 con deliberazione del consiglio dei ministri, il “territorio della provincia di Taranto è stato dichiarato area ad elevato rischio di crisi ambientale”. Già allora, il ministero dell'Ambiente e la regione Puglia, di concerto, avrebbero dovuto avviare concretamente il disinquinamento. Invece niente, anzi l'inferno sulla terra e nel mare Jonio, usato peggio di una discarica ecomafiosa proprio dallo Stato tricolore, grazie alla compiacenza anche del governatore Nichi Vendola (rinviato a giudizio). L'11 luglio del 1997 fu la volta dell'ennesima deliberazione del consiglio dei ministri. Infine con decreto del presidente della repubblica, datato 23 aprile 1998, fu varata solo sulla carta l'“Approvazione del piano di disinquinamento del territorio della provincia di Taranto”.  La salute dei bambini vale più di qualsiasi posto di lavoro.

Riferimenti:

MANFREDONIA: ENICHEM INQUINA ANCORA!



di Gianni Lannes

Addio a legalità e salute? Illegalità fa rima con la diffusa omertà. Emergenza ambientale senza fine, mentre la mafia infiltrava la pubblica amministrazione. Tutti sanno ma tacciono, a partire dalle autorità locali e regionali. Bonifica mai realizzata e nelle aree marine prospicienti la città, inquinate anche dal mercurio (noto cancerogeno), ormai depositato e sedimentato sui fondali, si allevano pesci e mitili, poi venduti agli ignari acquirenti. Indovinate un pò chi ha rilasciato l'autorizzazione agli allevamenti marini nelle zone notoriamente inquinate e perimetrate dal ministero dell'Ambiente?

MAFIA AL COMUNE DI CERIGNOLA: CACCIATA VIA L'AMMINISTRAZIONE METTA!




http://95.110.157.84/gazzettaufficiale.biz/atti/2019/20190262/19A06914.htm

MAFIA AL COMUNE DI MANFREDONIA: DECRETO DI MATTARELLA

 

 

di Gianni Lannes

Ecco il feudo dei Romito: il buco nero della criminalità organizzata, la testa pugliese della piovra mafiosa che - secondo le più alte cariche dello Stato - ha infiltrato e condizionato la pubblica amministrazione. Esattamente 24 giorni dopo il provvedimento del Consiglio dei ministri su relazione del ministro dell'Interno Lamorgese - nonché del prefetto di Foggia Raffaele Grassi - il Presidente della Repubblica scioglie definitivamente l'amministrazione comunale di Manfredonia infiltrata dalla mafia. A capo del municipio in veste ufficiale di sindaco c'era il geometra Angelo Riccardi del partito democratico. Peraltro, il Comune sipontino è stato trascinato dagli amministratori pubblici del piddì in una situazione fallimentare (un debito milionario), certificata anche dalla Corte dei Conti. Nel frattempo, proprio ieri, nel tardo pomeriggio è stato assassinato a colpi d'arma da fuoco, a Macchia di Monte Sant'Angelo, Pasquale Ricucci, classe 1974, ritenuto un esponente della criminalità garganica, in guerra con il clan Li Bergolis.

Ha scritto nero su bianco, in maniera inequivocabile, il capo dello Stato: 
 

«All’esito di approfonditi accertamenti sono emerse forme di ingerenza della criminalità organizzata che hanno esposto l’amministrazione a pressanti condizionamenti, compromettendo il buon andamento e l’imparzialità dell’attività comunale» rileva pertanto «che la permeabilità dell’ente ai condizionamenti esterni della criminalità organizzata ha arrecato grave pregiudizio per gli interessi della collettività e ha determinato la perdita di credibilità dell’istituzione locale» tanto che «al fine di porre rimedio alla situazione di grave inquinamento e deterioramento dell’amministrazione comunale, si rende necessario l’intervento dello Stato mediante un commissariamento di adeguata durata per rimuovere gli effetti pregiudizievoli per l’interesse pubblico ed assicurare il risanamento dell’ente».


11.11.19

PERCHE' LE SCIE DEGLI AEREI DIVENTANO NUVOLE?

 

 
 
Troppo caldo, tanto freddo, tempeste ed uragani. Tutto normale? Il clima è un'arma insospettabile. La prima inchiesta giornalistica italiana, documentata con numerose prove ufficiali, relativa al dilagante fenomeno della cosiddetta aerosolchemioterapia bellica NATO in Europa. 
 
Questo volume di 678 pagine è il frutto di una ricerca sul campo realizzata a partire dal 2003 ai giorni nostri. Esso contiene migliaia di documenti ufficiali (in parte riservati e/o segreti).

Chi vuole riceverlo può prenotare il volume - attualmente in edizione limitata - e chi intende organizzare una conferenza di presentazione del libro invitando l'autore, può scrivere al seguente indirizzo:


8.11.19

VIGILI DEL FUOCO: CENERENTOLA ITALIANA!

di Gianni Lannes

Lavorano, si sacrificano per il bene della collettività e rischiano la vita ogni giorno tra fuoco, fiamme, alluvioni e terremoti. Organici carenti, mezzi insufficienti, niente assicurazioni e rischi altissimi. Da sempre respirano amianto, nonostante sia stato messo al bando - sulla carta - nel 2001, eppure il mesotelioma non è riconosciuto dallo Stato tricolore. Chiamati “eroi” per qualche ora, quando si sacrificano per salvare vite, e poi dimenticati fino alla prossima tragedia, come quella recente che ha appena annientato la vita di Marco, Matteo ed Antonino. Sono appena 34 mila (di cui 22 mila operativi), ma ne servirebbero almeno il doppio. Guadagnano in media circa 20 venti volte meno di un banale onorevole scansafatiche, di cui dovremmo fare a meno.

IL VIAGGIO DELL'ANIMA: GIULIA FRESCA

   foto Giulia Fresca © 

di Gianni Lannes

Nonostante le ferite interiori (invisibili) e le intemperie dell'esistenza che l'hanno fortemente temprata, la sua personale reazione ed opposizione al male del secolo testimoniano una vitalità umana incredibile: 130 scatti di una guerriera della luce, che ritraggono la vita, la natura e la sua bellezza intrinseca. Ecco le foto in esclusiva (durante l'allestimento) e in anteprima. «Around the world ... without words - Emotions and charm through the lens», vale a dire: “In giro per il mondo... senza parole. Emozioni e suggestioni dietro l'obiettivo”. Ecco per la prima volta in mostra le fotografie di Giulia Fresca, nata a Manfredonia ma vissuta ovunque: ingegnere, giornalista, accademica, critico d'arte, scrittrice, fotografa, ma soprattutto una donna.  


6.11.19

MAFIA: GOVERNO CONTE (1 & 2) LATITANTE!



di Gianni Lannes

Ecco il vero buco nero. Almeno la banca dati del Parlamento nostrano non mente, a differenza dei politicanti in vetrina, basta compulsarla attentamente, evitando le distrazioni di massa. Addirittura 114 atti parlamentari (interpellanze e interrogazioni) - un primato negativo - indirizzate al governo italiano nel corso della XVIII legislatura in corso iniziata il 23 marzo 2018, non hanno ancora avuto risposta (e probabilmente mai ne avranno visto l'andazzo). Se ne deduce a rigor di logica, un disinteresse totale verso il pericoloso fenomeno. Se all'esecutivo tricolore non interessano le mafie che attanagliano l'Italia, però le organizzazioni criminali si occupano della società, infiltrando e contaminando l'economia sana. Sono così indaffarati a Palazzo Chigi da tralasciare il più grave problema, anzi dramma, che colpisce lo Stivale peggio del cancro e ci affossa. Anche i mass media non sono da meno.

Insomma, l’influenza mafiosa sul sistema sociale, economico e politico viene pressoché ignorata dalle forze politiche alla guida del belpaese, ovvero dai grulleghisti prima, e dai grulpiddini adesso. La lotta alla mafia è un tema marginale, quando non proprio ignorato.

RITORNO ALLA NATURA!

foto Gianni Lannes
©

 foto Gianni Lannes
©

5.11.19

MAFIA, CRIMINALITA', PARTITO DEMOCRATICO!



(fonte: L'Immediato)
 (fonte: L'Immediato)
di Gianni Lannes

Mani sulla città: di chi le responsabilità? Peggio, il feudo della sinistra - una volta un'autentica perla dell'Adriatico - è stato dissanguato dalla piovra in doppiopetto di sera e fucile mitragliatore in pieno giorno, come avevo già denunciato con nomi, cognomi e soprannomi nelle mie conferenze pubbliche in loco e ancora prima, nel 2007, su settimanali e quotidiani nazionali. Come d'altronde, certificano le minacce e intimidazioni mafiose indirizzate pù volte (denunciate) al coraggioso scrittore Italo Magno (autore peraltro, del racconto Il collezionista infelice). Comunque, meglio tardi che mai:

«Per 18 mesi il comune di Manfredonia, in provincia di Foggia, sarà amministrato da una commissione di gestione straordinaria. Lo ha deciso ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell’interno, poichè sono stati accertati condizionamenti da parte delle locali organizzazioni criminali» recita lo scarno comunicato del Viminale.

Ben più corposa la relazione riservata stilata dalla Commissione d'inchiesta  della Prefettura di Foggia, che a pagina 428 conclude in modo inequivocabile:

«Gli stessi organi politici, anche volendo prescindere da uno stato soggettivo di colpevolezza, non sono stati in grado di prevenire o di contrastare efficacemente il condizionamento mafioso. Né può essere invocata dalla parte politica alcuna giustificazione, avendo l'onere in questo caso di dimostrare di aver agito non solo per riportare ordine nell'amministrazione dell'ente, ma più specificatamente per individuare e contrastare le forme e le fonti del condizionamento mafioso, e del conseguente pregiudizio per l'ente».


ECCO CHI INQUINA L'ARIA!



 
«... la radice precipua del riscaldamento globale non è la ritenzione di calore da biossido di carbonio, ma l'inquinamento da particolato aviodisperso che assorbe le radiazioni, riscalda la troposfera e riduce l'efficienza della rimozione del calore atmosferico-convettivo dalla litosfera».

http://journaljgeesi.com/index.php/JGEESI/article/view/30157?fbclid=IwAR0EYY15Cuhm1GKAowIskzlQlgeQmwBgl1eFXT8Yh2DWti9mWtIXlOWFUrM

http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2019/10/perche-le-scie-degli-aerei-diventano_15.html 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=greta 

ILVA: FABBRICA DI MORTE!

  foto Gilan

©
di Gianni Lannes

Una landa di malati e morti viventi. Insomma, vedi Taranto e te ne vai all'altro mondo. Nel belpaese della fantapolitica eterodiretta dall'estero va pure in onda il recesso dal contratto. Il ministro per lo Sviluppo Economico ha fatto sapere che «il governo non consentirà la chiusura dell’Ilva. Non esistono presupposti giuridici».

Invece di avviare la riconversione ecologica che assicurerebbe lavoro per i prossimi 20 anni con ricadute occupazionali nel turismo sostenibile dalla Natura, invece di bonificare il territorio pesantemente inquinato per volontà dello Stato italiano annientando la salute di migliaia di persone pur di assicurare il profitto privato a pochissimi miracolati, invece di chiudere a Taranto l'acciaieria che detiene il record europeo nella produzione delle micidiali diossine cancerogene unitamente a tanti altri veleni, così come i ras del movimento 5 stelle per anni avevano promesso in campagna elettorale ai cittadini creduloni, i telecomandati politicanti grulpiddini, consentono ad una multinazionale straniera di fare i comodi suoi con gli operai e la popolazione della regione Puglia.

4.11.19

OGGI NIENTE SCIE CHIMICHE NEL CIELO!

Gargano: 4 novembre 2019
Eppure gli aerei di linea hanno volato come tutti i giorni, mentre invece i velivoli irroratori della NATO non sono decollati.Ecco perché in cielo non sono apparse come quasi tutti i giorni dell'anno, le famigerate scie aereee rilasciate a bassa quota che offuscano l'orizzonte ed ammorbano il respiro.

http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2019/10/perche-le-scie-degli-aerei-diventano_15.html

DIO?

   foto Gilan

©


di Gianni Lannes

La vita ci colpisce e ci tempra. E il tempo lascia segni nel nostro corpo e nell'anima (per chi sa riconoscerla), a volte cicatrici irrimarginabili. L'importante, però, è curare le ferite e rialzarsi. Comunque, "Dio" (o se preferite "dio") ci deve delle spiegazioni. Le persone che se ne vanno prima del tempo non finiscono sottoterra, bensì nella nostra esclusiva memoria, o meglio nel ricordo di chi le ama per davvero; che scintilla dopo scintilla, diventerà la memoria altrui, ovvero dei posteri. Questo preambolo per dire che da quando il mondo mi è crollato addosso, con l'improvvisa scomparsa della donna amata, non credo più nell'esistenza di Dio (catechizzata ed imposta a gran parte dell'umanità - per mantenerla nell'ignoranza per sete di potere ed ingordigia; Vaticano docet - dalle religioni monoteiste in un'epoca primordiale e patriarcale), ma in madre Natura, vale a dire nella rinascita della vita dalla morte. Credevo, credetti, insomma ho creduto un tempo, causa imprinting familiare e consuetudine sociale. Ora non credo più nell'essere perfettissimo che tutto vede, tutto dispone, tutto governa attraverso la lista delle dieci cose che non si devono fare, trasgredita una sola delle quali ti spedisce a soffrire per l'eternità. L'inferno? E' la rassegnazione umana. L'amore invece, è la vittoria sulla paura; è pura luce che passa oltre le incrinature.

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=dio 

2.11.19

I RAGAZZI NON SANNO L'ITALIANO!

di Gianni Lannes

Ai libri ormai preferiscono lo smartphone, complice la dittatura dell'inglese, il linguaggio televisivo, la disinformazione giornalistica, il consumismo alla moda, la deriva dei politicanti analfabeti (Di Maio docet: a capo della Farnesina ignorando l'idioma di Albione ed il congiuntivo italiano) e spesso le famiglie. Un terzo degli studenti nostrani non sa leggere e scrivere. La scuola è lo specchio fedele della società?

CONTE 2: GOVERNO DI GUERRA







di Gianni Lannes

Alla faccia del pacifismo di facciata e della democrazia, in palese violazione dell'articolo 11 della Costituzione repubblicana. Il belpaese, ormai, non ripudia più la guerra. Col nuovo decreto legge 26 ottobre 2019, numero 124 (articolo 55: “Misure a favore della competitività delle imprese italiane)), l'esecutivo eterodiretto dall'estero del bisconte che miscela i grulpiddini e gode della non belligeranza oppositiva, può sottoscrivere direttamente contratti di export bellico.

AMORE INFINITO!

  foto Gilan

©

L'amore è infinito
perché niente è finito.
Sei soltanto scivolata
nella traversata.
La vita è nell'infinito dove ci rivedremo ancóra,
proprio dove l'orizzonte si àncora al
cielo e si fonde nel mare non più prigioniero.

Gilan 


   foto Gilan

©
https://www.youtube.com/watch?v=Wqx06DtYIZs

LA MORTE NON ESISTE!

 foto Gilan
©

«… abituati a pensare che la morte non costituisce nulla per noi, dal momento che il godere e il soffrire sono entrambi nel sentire, e la morte altro non è che la sua assenza. L’esatta coscienza che la morte non significa nulla per noi rende godibile la mortalità della vita, senza l’inganno del tempo infinito che è indotto dal desiderio dell’immortalità. La morte, il più atroce dunque di tutti i mali, non esiste per noi. Quando noi viviamo la morte non c’è, quando c’è lei non ci siamo noi. Non è nulla né per i vivi né per i morti. Per i vivi non c’è, i morti non sono più».


Epicuro
Lettera sulla felicità

1.11.19

ITALIA

foto Gilan
©
 
di Gianni Lannes

Italya: che vuole dire? Alla lettera: terra delle meraviglie. Ho concluso un viaggio nell'Italia dimenticata, una terra lambita dal Mediterraneo, unica al mondo, dove i popoli del Sud e dell'Oriente vanno a spiaggiarsi da millenni. E vi ho ritrovato tanti valori perduti, massacrati dalla modernità consumistica, ideali che nel belpaese trovano il loro ultimo disperato rifugio. Cose inestimabili come empatia con la natura, convivialità, accoglienza, amore per i luoghi, ritualità, gentilezza attraverso l'ascolto dell'altro. Persino brandelli di democrazia, lontano comunque dalle istituzioni. Mari, colline, montagne e boschi di silenzio: un sollievo per l'anima.

AUTUNNO


foto Gilan
©
 
di Gianni Lannes


C'era una volta il Capodanno primordiale che segnava la chiusura della stagione estiva e l'inizio di un nuovo anno in corrispondenza del primo novembre. Origini ignorate ai nostri giorni: alla voce di significati dimenticati. Fine dell'estate: la ricorrenza pagana fu assorbita dalla religione cattolica, mediante la nascita della festa religiosa di Ognissanti, con l'intento di oscurare le antiche usanze tradizionali del passato. Alla stregua della rinascita del sole a Natale, vale a dire un'altra festa pagana traslata nella nascita di Cristo. Il sincretismo del Cristianesimo non è un fenomeno astratto. Soprattutto in questa stagione che apre le porte al generale inverno, basta attraversare un bosco senza traccia dell'uomo, per sentire l'energia vitale di Gaia. Nel presente: colori, odori, sapori, suoni di madre Natura sono echi del passato ormai ignorato dalle masse, ingrassate nell'ignoranza del medioevo tecnologico. Siamo simili ai nostri simili: dalle gocce d'acqua alle stelle!


SCIE DI GUERRA IN CIELO!

Italia (1 novembre 2019) foto Gilan

31.10.19

OCCHIO A "TIK TOK"




di Gianni Lannes

Vi ricorda lo scandire ritmato del tempo che emette un orologio? Errore. Si tratta invece di una pericolosa app video cinese che rastrella dati sensibili nel mondo, vale a dire una trappola infantile. L'iscrizione è ovviamente gratuita, ma il giro d'affari si stima in circa 7-8 miliardi di dollari l'anno. In Italia si contano adesso 2 milioni di utenti attivi ogni mese, grazie anche a tanti genitori (irresponsabili) che consentono ai propri figli di smanettare sugli smartphone. Attualmente viene considerata una delle app più scaricate sul pianeta Terra, poiché vanta ben 150 milioni di tik toker attivi al giorno e 500 milioni al mese. L'attrattiva? Punta su filmati brevissimi e ritmi molto veloci, addirittura eccessivi anche per l'attenzione di un adulto. Che fa? Lancia sfide (challenge) raccogliendo immagini somatiche di minori. La biometria del controllo elettronico degli esseri umani d'ogni età, si insinua sempre più nel vivere quotidiano senza destare sospetti sull'uso improprio (furto ed immagazzinamento) di dati sensibili. I contenuti? Filmati brevissimi dai 10 secondi al minuto (massimo), come base musicale come su Snapchat. I video accelerati, rallentati, insomma modificati, frutto di montaggi, hanno come protagonisti preadolescenti e adolescenti. 

30.10.19

VACCINAZIONI FACOLTATIVE MA PERICOLOSE!


di Gianni Lannes

Medici somari, collusi o ignari delle normative a tutela dei minori? Iniezioni raccomandate dalle autorità sanitarie, ma comunque fuorilegge e dagli effetti indesiderati. Oggi 30 ottobre 2019, a Vico del Gargano, nella scuola media statale Manicone, durante l'orario di lezione, evidentemente con il beneplacito del dirigente scolastico, sono stati recapitati direttamente in classe agli alunni, gli inviti a vaccinarsi il prossimo mercoledì mattina 6 novembre 2019 (ore 9); in sostanza marinando la scuola. Il documento ufficiale non reca però la firma autografa del dirigente medico, tale Antonio Quagliano. Tale procedura viola quantomeno il diritto alla privacy dei minori. Probabilmente i camici bianchi in servizio nelle aziende sanitarie locali pugliesi, ignorano proprio un recente studio della regione Puglia sui gravi effetti avversi delle vaccinazioni. A proposito, chi ha fornito all'Asl, se non la scuola (dirigente scolastica) l'elenco degli alunni da marchiare?




EDUCAZIONE EMOTIVA!




di Gianni Lannes

Fin dalla più tenera età, educarli alla libertà con senso di responsabilità, aiutarli a coltivare i sogni mai a metà. Insegnare a scuola e nella società, insomma un pò ovunque con azioni concrete a costo economico zero, il valore delle emozioni e dei sentimenti, il rispetto del prossimo, vale a dire il valore della vita. Altro che badge (distintivo elettronico) appuntato con l'imposizione dall'autorità sul bambino e il preadolescente. Occorrono autentici anticorpi culturali impastati di empatia e non di tecnologia. A scuola, l'educazione emotiva inizia dall'appello. Nell'era della bulimia informativa siano ancora analfabeti emotivi. Eppure la salute mentale degli adulti passa attraverso la conoscenza dei sentimenti già in tenera età. Leggere, scrivere, pensare, disegnare, dipingere, suonare, giocare, creare affidandosi alla fantasia delle emozioni, soprattutto allacciare un legame diretto con la Natura, magari piantando alberi.


Ciò che va assolutamente evitato - nell'era della bulimia tecnologica onnipervadente - è improntare i più piccini al conformismo di massa. Fondamentalmente, invitare i pargoli e i ragazzi a porre domande ed ascoltarli con interesse schietto. Questa tendenza è innata nei più piccoli, ma si va affievolendo quando sperimentano l'indifferenza degli adulti (spesso anche degli insegnanti). I pargoli sono presente e futuro della civiltà umana.

29.10.19

SCUOLA MEDIA STATALE: ALUNNI INDOTTI A PORTARE IL BADGE!


foto Gilan

di Gianni Lannes


Bambino il grande fratello ti controlla da vicino. Gretinerie? Diseducazione emotiva: dall'analogico al digitale per improntarli già da piccoli al conformismo di massa. Ecco una classica finestra di Overton all'opera. Pargoli trasformati in codici a barre semoventi: il monitoraggio, anzi la sorveglianza elettronica di individui minorenni a scuola, attraverso l'uso di dati personali. Dopo il caso dei braccialetti elettronici ai lavoratori di Amazon e le fabbriche 4.0, ecco l'anticipazione del microchip (che verrà) per i più piccini. Un budge appeso al collo attaccato a mò di collare, per timbrare quotidianamente il cartellino come in un programma di formazione aziendale. In Italia, l'uso non è previsto da nessuna legge, eppure il dirigente scolastico della scuola media Manicone di Vico del Gargano in Puglia, Donatella Apruzzese (agli onori della cronaca nel giro di due giorni, dopo l'episodio dei bambini fotografati nel progetto regionale Street Art), addirittura pretende una tessera magnetica di plastica (pvc o policarbonato, altro che Greta), non dagli insegnanti ma dai fanciullini di prima, seconda e terza media. In compenso questa scuola media statale non ha ancora eliminato le barriere architettoniche al suo ingresso in via Papa Giovanni XXIII. Il Garante per l'Infanzia, però, non è stato informato.

GARGANO: CIELO INQUINATO E RISCALDAMENTO GLOBALE

 Gargano - foto Gilan (29 ottobre 2019) 

Ormai in Europa non esiste una fetta di cielo incontaminato. L'orizzonte è sempre più sfregiato dalle irrorazioni aeree a base d'acqua di colonia modello NATO. Quel che non si vuole vedere: crimini di guerra ambientale a danno della salute dell'ignara popolazione del vecchio continente. Come spiegare la completa assenza di un'opinione pubblica che esprima non solo la protesta civile, ma almeno la propria indignazione?

Gianni Lannes

http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2019/10/perche-le-scie-degli-aerei-diventano.html

https://youtu.be/uw1QACNIxdU

 Gargano - foto Gilan (ottobre 2019)

ULIVI: TABULA RASA DELLA REGIONE PUGLIA!

Salento - foto LU 

di Gianni Lannes

La stupidità non ha pietà. L'ultimo pretesto speculativo - senza contare il cemento armato - è la cosiddetta Xylella. Le autorità inviano i loro sicari nelle campagne per radere al suolo antichi uliveti. Un'operazione fuorilegge che non ha alcun fondamento scientifico, se non pareri di esperti prezzolati dalle solite e famigerate multinazionali. Giganti arborei plurisecolari abbattuti in Puglia per ordine della regione al cui vertice bivacca il governatore Michele Emiliano (alla spasmodica ricerca di una riconferma elettorale sulla poltrona barese), magistrato in aspettativa indagato in ben tre distinti procedimenti penali. Insomma, un politicante peggio di Vendola (sotto processo a Taranto per l'affare Ilva). 

  

Salento - foto LU





28.10.19

STREET ART: COME I POLITICANTI SFRUTTANO I BAMBINI A SCUOLA!

foto Gilan

di Gianni Lannes

I politicanti usano anche la scuola. Oggetti e mai soggetti attivi, insomma banalmente eterodiretti. Usare bambini e fanciulli, anzi gli alunni durante lo svolgimento dell'orario scolastico, per finalità da politicanti tricolore, con il pretesto di una tinteggiatura artistica. E' accaduto stamani a Vico del Gargano, in tutta fretta al limite della prima scadenza burocratica del 31 ottobre. Tutto stabilito a priori dalla burocrazia politica, calcolato nei minimi dettagli per intercettare il finanziamento regionale, con un coinvolgimento esclusivamente di facciata dei minori. Quale legalità e che spessore culturale? In larga parte dei casi, senza l'autorizzazione ed il consenso informato dei genitori, nella scuola media Manicone, oggi sono stati fotografati  i minori che frequentano questo istituto pubblico dello Stato italiano. Qualcuno dei bambini ha protestato pacificamente poiché non voleva essere immortalato - da estranei - ma è stato zittito, anzi redarguito da qualche insegnante fin troppo zelante. Le immagini dei minori usati come comparse involontarie per propagandare la trovata commerciale, finanziata dalla Regione Puglia con quattrini pubblici, "saranno diffuse come una merce qualunque su Internet, sui social, ed in paese mediante gigantografie", ha dichiarato pubblicamente in una riunione la vice presidente Angela Tomaiuoli nel pomeriggio di giovedì 24 ottobre 2019; insomma ovunque, calpestando la dignità personale e l'intimità somatica di pargoli e fanciulli, nonché le normative a salvaguardia dei minori. Occasione ghiotta per la propaganda: il 28 ottobre scorso, il "primo cittadino" pro tempore, tale Michele Sementino, ha pubblicato sulla sua personale pagina Facebook le foto dei bambini nel cortile della scuola. Anche il Miur ed il Garante per l'Infanzia, non ne sono al corrente. Comunque, la preside Donatella Apruzzese, è intervenuta prontamente, e ha fatto rimuorevere dai social le foto ritraenti i minori.

L'iniziativa denominata “Street Art - La cultura si fa strada”, pur lodevole se avesse coinvolto per tempo gli alunni, calata dall'alto, è stata finanziata dalla legge di bilancio regionale (l.r. 67/2018, articolo 50 – emendamento Colonna-Zinni). In soldoni pubblici: ben 450 mila euro in tre anni, di cui 150 mila nel solo 2019, spalmati su 12 comuni. “Siamo orgogliosi di aver partecipato a questo progetto” ha detto il primo cittadino Sementino. Incredibile. Proprio in loco non c'è da stare allegri. Infatti, secondo la cronaca documentata: nei bagni scolastici a porte aperte manca la carta igienica ed il sapone, mentre le lavagne elettroniche (lim) sono sovente malfunzionanti. In compenso questa scuola media statale non ha ancora eliminato le barriere architettoniche al suo ingresso in via Papa Giovanni XXIII.
 

FINANCIAL TIMES: «CONTE LEGATO A UN FONDO DI INVESTIMENTO INDAGATO DAL VATICANO»

 

di Gianni Lannes

Ecco l'autonominato "avvocato del popolo". Almeno all'estero, sia pure con notevole ritardo si accorgono del conflitto di interessi del pentastelluto Conte Giuseppe (di cui ho scritto senza smentite dell'interessato più di un anno fa), inquilino sempre più provvisorio di Palazzo Chigi. Lo scandalo del palazzo nel centro di Londra, in Sloane Avenue 60, comprato dalla segreteria di Stato vaticana utilizzando 200 milioni di dollari dell’obolo di San Pietro e ora al centro di un’indagine della magistratura del Papa, non smette di alimentare novità. Risvolti che adesso arrivano a tirare in ballo, via Financial Times, il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, per alcuni incarichi professionali avuti pochi settimane prima di essere indicato come primo ministro della coalizione Lega - Movimento 5 Stelle nell’estate del 2018.

17.10.19

AEROSOLCHEMIOTERAPIA: INQUINAMENTO DELL'ARIA!





Inquinamento persistente. Ecco i dati ufficiali. Italia primo Paese nell'Ue per morti premature da biossido di azoto (14.600) e per ozono (3.000), secondo per il particolato fine (58.600), dopo la Germania, nel 2016. E' quanto emerge dal 'Rapporto sulla qualità dell'aria in Europa - 2019' dell'Aea (Agenzia europea per l'ambiente). L'analisi si basa sugli ultimi dati ufficiali sulla qualità dell'aria provenienti da oltre 4.000 stazioni di monitoraggio in Europa nel 2017. La ricerca, tuttavia, ignora le conseguenze dell'irrorazione aerea NATO a base d'acqua di colonia in Europa.


MEDITERRANEO: UN CIMITERO IN FONDO AL MARE




di Gianni Lannes

Morti e sepolti a piedi nudi in un abisso in bianco e nero, invisibili nel nostro superficiale mondo a colori. Le ultime giovani vittime dell'ennesimo naufragio di migranti del 7 ottobre scorso (30 vittime), inclusi bambini appena nati giacciono a 60 metri di profondità, ad appena 6 miglia nautiche da Lampedusa. Le immagini riprese dal Rov della Guardia costiera italiana, non mentono come i politicanti tricolore. Corpi senza più identità che interrogano un occidente che moltiplica guerre e diseguaglianze, provocando esodi di massa e stragi già dimenticate.

https://www.adnkronos.com/2019/10/16/lampedusa-morte-fondo-mare_Im7p2peBNI5eTWzhuW1XuI.html

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=migranti

CONTE: NO CONTANTE!


 
di Gianni Lannes

Libertà, democrazia, indipendenza? Scontato: anzi addio contante. Il pretesto è l'evasione fiscale. Nell'ultimo vertice di maggioranza grulpiddina, è stata messa sul tavolo la proposta di limitare il denaro contante ad un massimo di 999,99 euro dal 2021, e 1.999,99 euro da subito. Per chi va oltre il limite imposto, è prevista addirittura una sanzione che arriva a 50 mila euro. Usura finanziaria a scapito della popolazione? A guadagnarci sono soprattutto le banche mediante le commissioni sui pagamenti. Peggio: ufficialmente viene definito l'obbligo di tracciabilità per qualsiasi scambio di denaro. Ciò vuol dire che non si è più neanche liberi di donare i propri soldi ai propri cari, se non con un bonifico. Insomma, solo carte di credito a vantaggio esclusivo degli istituti finanziari. 


15.10.19

PERCHE' LE SCIE DEGLI AEREI DIVENTANO NUVOLE?

 


 
 
Troppo caldo, tanto freddo, tempeste ed uragani. Tutto normale? Il clima è un'arma insospettabile. La prima inchiesta giornalistica italiana, documentata con numerose prove ufficiali, relativa al dilagante fenomeno della cosiddetta aerosolchemioterapia bellica NATO in Europa. 
 
Questo volume di 678 pagine è il frutto di una ricerca sul campo realizzata a partire dal 2003 ai giorni nostri. Esso contiene migliaia di documenti ufficiali (in parte riservati e/o segreti).

Chi vuole riceverlo può prenotare il volume - attualmente in edizione limitata - e chi intende organizzare una conferenza di presentazione del libro invitando l'autore, può scrivere al seguente indirizzo: