15.10.21

NON CAVIE MA ESSERI UMANI!

 

foto Gilan

 

Discorso all'umanità!

di Charlie Chaplin

La libertà non puo' essere soppressa... liberiamo il mondo!

https://www.youtube.com/watch?v=6aXIjO4FP3s

https://www.youtube.com/watch?v=eZ2fEAzqCSA


NO GREEN PASS!

 


di Gianni Lannes

Covid-19 non è una malattia, bensì l'acronimo di un piano di sottomissione dell'umanità, congegnato tempo fa. Infatti, “Certificate of Vaccination Digital identity”, per chi ignora l'idioma inglese e non comprende appieno il senso della meravigliosa lingua italiana, vuol dire: certificato di identità vaccinale digitale.




E a proposito di menzogne propagandate dai televirogologi domenicali, poi alimentate dai mass media asserviti lucrosamente alla banalità del male: Covid-19, a rigor di logica, non è il nome del nuovo coronavirus (peraltro denominato a livello internazionale “Sars Cov-2), confuso recidivamente da tutte le autorità italiane perfino negli atti istituzionali in Gazzetta Ufficiale, ma la denominazione del programma mondiale per il controllo totalitario delle persone (inclusi i bambini), ovvero per la schiavizzazione e la riduzione demografica della popolazione umana. Questo abominevole progetto di transumanesimo eugenetico improntato all' ingegneria sociale ed economica, è stato elaborato per decenni e applicato in gran parte del pianeta Terra, a partire dall'anno 2019. Individui indeboliti fisicamente e annichiliti psicologicamente, non sono in grado di opporre alcuna resistenza.

14.10.21

FAR LUCE!

  

foto Gilan

L'autentica libertà è insita nella natura e incastonata dentro l'animo umano. Nessuno può sospenderla o sopprimerla. Siamo unicamente ciò che la società, o meglio chi detiene il potere, pretende di imporre a tutti gli individui? Come si condiziona contagiosamente il pensiero altrui? Inquinando e limitando i comportamenti delle persone, minandone la libertà.

foto Gilan

Quando si sostituiscono i diritti universali con i divieti assurdi soprattutto, derubando i giovani del presente, si nega il futuro all'umanità.

Siamo sul pianeta Terra per scoprire le sue tante meraviglie e seguire il percorso dell'evoluzione. Noi viviamo in un mistero e seguiteremo a non avere risposte alle domande cruciali. In ogni caso, amare per sempre significa vivere per sempre. Vivere significa amare. Il nostro obiettivo nell'universo è imparare ad amare; il resto non conta. Quando cala il buio, occorre far luce sul cammino. 

Gilan

IL CORAGGIO DELLA LIBERTA'!

  



di Gianni Lannes

Ecco il verbo imperante nel XXI secolo: sottomissione, subordinazione, esclusione, discriminazione e lobotomizzazione generale. Insomma, niente di nuovo nel Belpaese, se non un contagio collettivo di stupidità virale. La storia sembra non aver insegnato nulla, almeno nell'ex giardino d'Europa. Proprio in Italia, molti covidioti per tornaconto egoistico o per melliflua codardia, sono dalla parte degli imbroglioni che comandano per conto terzi. Come definire l'esecutivo targato Draghistan che trama e agisce contro il popolo sovrano, infiltrando i soliti scherani dell'ordine - con la violenza mascherata - in pacifiche manifestazioni al fine di screditarle? Di quali diritti civili gode attualmente un cittadino italiano che non vuole farsi marchiare con sieri sperimentali definiti impropriamente “vaccini”? Mai rassegnarsi al peggio: la libertà è un dono universale che nessun regime puo' vietare. Una sgangherata dittatura tricolore, sia pure telecomandata dall'estero, non si riforma, ma si abbatte con coraggio, mediante l'intelligenza critica e la strategia dinamica dell'azione politica. La libertà è una conquista evolutiva.

13.10.21

NORIMBERGA VACCINALE!

  


di Gianni Lannes

Com'è possibile che i non vaccinati possano danneggiare i vaccinati (marchiati) se i cosiddetti “vaccini” (in realtà, sieri sperimentali) funzionano a dovere? Perché in Italia, nell'anno 2021, per lavorare bisogna farsi inoculare sostanze artificiali estranee alla vita umana, o in alternativa, addirittura pagare il pizzo giornaliero del farlocco tampone?






Proprio da Trieste, dove nel 1938 Mussolini fece decollare le leggi razziali, dopo un suo discorso ai portuali, è partita la protesta generale contro il fuorilegge green pass (incostituzionale, anticostituzionale e liberticida). A quando un nuovo processo di Norimberga che porti alla sbarra tutti i covidioti governativi e i televirologi da bar sport? C'è un giudice almeno a Berlino? Su la testa: sciopero ad oltranza, disobbedienza civile sempre e ovunque.

Riferimenti:

https://www.youtube.com/watch?v=bdA4Zyw6-sE

https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/10/11/no-green-pass-trieste-voi-bloccate-la-vita-noi-la-citta_0931f518-9f5b-4c4b-82a6-e6e12963cce4.html

https://www.youtube.com/watch?v=1hj8Bk135Fo


STATO DI GUERRA PERMANENTE!

 

 

di Gianni Lannes

Benvenuti nel Draghistan dove per la massa lobotomizzata vale solo il verbo ubbidire, dove un regime eterodiretto di burocrati in doppiopetto e divisa d'ordinanza, entra nell'organismo vivente degli esseri umani trasformati in cavie, mediante reiterate iniezioni di sieri sperimentali spacciati addirittura per toccasana vaccinali; dove è in vigore l'esclusione e la discriminazione in-sanitaria sulla base di un lasciapassare fuorilegge (incostituzionale e anticostituzionale).



Insomma, nel Belpaese in un lampo si è transitati dallo Stato di diritto allo stato di polizia virale, dalla democrazia incompiuta alla tecnocrazia imperante, telecomandata dalla speculazione eugenetica in salsa mascherata.

12.10.21

FASCISMO: UTILE DISTRAZIONE DI MASSA!

 

sottomesso!

sottomessa!


di Gianni Lannes

Nell'anno 2021 tornano di moda gli specchietti per le allodole e i crumiri sindacali mascherati. Non avrei mai immaginato che sia pure in era covidiota, il sindacato del mitico Giuseppe di Vittorio nel XXI secolo potesse vendersi al peggior padronato targato Draghistan e il neofascismo diventasse un'utile distrazione di massa. Paura e ignoranza: ingredienti fondamentali per il controllo della gente inebetita dai consumi. 



Torniamo sulla “road-map on vaccination“, ossia il documento programmatico delle attività che la UE ha intrapreso nel periodo 2019-2022, relativamente all'imposizione vaccinale, o meglio del siero sperimentale. Alcune delle attività elencate appaiono mirate al controllo della popolazione europea, piuttosto che al suo benessere. Altri punti sono addirittura inquietanti. Come ad esempio: “Examine the feasibility of developing a common vaccination card/passport for EU citizens ” (“Esaminare la fattibilità di sviluppo di una carta/passaporto vaccinale comune per i cittadini europei”). A che serve un lasciapassare vaccinale, se non a discriminare gli esseri umani? Il punto numero 2 della road -map:

11.10.21

LUCE!

 

foto Gilan

La notte è un incantesimo dell'aria, ma il sole mostra cos'è la luce: un astro che dona energia vertiginosa, mostra il visibile irradiando i nostri corpi e illuminando il cammino. Soltanto alla luce siamo reali. 

La luce è la vita. Se siamo vivi è perché il sole inonda di luce le nostre anime. La luce è volontà naturale. Gli esseri umani si perdono; ci perdiamo. E si finisce per innamorarsi della semplice luce. La scomparsa di un essere umano vive dentro la contemplazione della luce. Il senso della vita: una persona che ami e che ti ama ti attende da qualche parte. La solitudine racchiude chi non c'è piu' o è assente. Tutto ciò che ci circonda in realtà è un riflesso di ciò che abbiamo dentro. 

foto Gilan
 

Arrendersi alla poesia. alla gentilezza, al mistero della morte. Gli umani che verranno torneranno all'essere piu' che al dire. Saranno gioiosi e sensibili al dolore altrui; saranno le vie senza ombra alla luce adamantina del sole. E la vita non finisce mai, come mi ha raccontato mio figlio, un bambino.

Gilan

SCIOPERO GENERALE CONTRO IL GREEN PASS!

Al_________________________ (Datore di lavoro, al quale inviare la richiesta il giorno 13 ottobre 2021, o almeno 24 ore prima dell’inizio dello sciopero - via P.E.C. o con Raccomandata A.R.)


OGGETTO: Adesione allo sciopero. 

Il/La sottoscritto/a _________________________________________________________ , nato/a il _________________ a ________________________________ , provincia di _________ , residente a ________________________________________ , provincia di ________ , all’indirizzo di _____________________________________________ , in servizio presso _______________________________________________________________________ , in qualità di __________________________________________________ , con contratto a tempo indeterminato/determinato, 

PREMESSO CHE il comma 7) della Legge n° 146 del 12 giugno 1990 (DIRITTO ALLO SCIOPERO) recita che: “Le disposizioni del presente articolo in tema di preavviso minimo e di indicazione della durata non si applicano nei casi di astensione dal lavoro in difesa dell’ordine costituzionale, o di protesta per gravi eventi lesivi dell'incolumità e della sicurezza dei lavoratori”, ciò premesso, DICHIARA di aderire allo SCIOPERO GENERALE (tutte le categorie e tutti i settori del lavoro pubblico e privato) indetto dall’OO.SS. F.I.S.I. (Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali) dal 15 ottobre 2021 al 20 ottobre 2021. Le motivazioni dello sciopero sono di seguito specificate: Il Governo italiano con Decreti e Leggi, ha imposto l’obbligo di vaccinazione per il personale sanitario ed il possesso di “certificazione verde” per il personale dipendente di tutti i settori e di tutte le categorie di lavoratori per l’accesso ai luoghi di lavoro. Detta decisione governativa non rispecchia la Costituzione e la Libertà ed offusca la Democrazia, creando problematiche all’interno della famiglia dei dipendenti, addossando oneri ulteriori ai lavoratori che per l’accesso al lavoro dovranno pagare il costo dei cosiddetti “tamponi” per dimostrare il proprio stato di salute. In caso di mancanza di “certificazione verde” i lavoratori vengono sospesi dallo stipendio e dal servizio.

Luogo e Data _____________ ____________ Firma ______________________________

DUE LUNE!

  

foto Gilan

 

La nebbia velata d'Autunno fonde caldo e freddo, mescola suoni, odori e colori naturali, amalgama attimi fugaci di felicità e momenti interminabili impregnati di nostalgia della malinconia che sempre ritornerà.

Ad ogni latitudine le ferite dell'anima che pesano come una profezia ancestrale affiorano simili a cicatrici invisibili sotto le incessanti carezze della pioggia d'ottobre.

Quando nella vita umana fa irruzione la morte, all'esperienza del dolore segue quella della rinascita vitale. Riparazione e rigenerazione interiore sono una conseguenza meravigliosa dell'amore.

Quando i pensieri umani non seguono la corrente generale, la solitudine dentro il caos non è celeste bensì terrestre, costellata però nel tempo siderale.

L'evoluzione dei raggi solari sui muri nelle ore del giorno disegna una fantasmagoria primordiale.

Quando la luce illumina una verità universale il buio scompare in modo abissale. Così, nel cuore della notte compaiono due lune: quella piena in cielo e l'altra sgranata sull'acqua marina. Allora i sogni diventano magia nella poesia della sublime realtà.

Gilan

foto Gilan



COVIDIOCRAZIA!

  


di Gianni Lannes

Nell'era del disamore - durante il XXI secolo - un eterodiretto regime autoritario pretende e impone il passaporto insanitario a masse umanoidi inebetite dai consumi seriali. Il mondo è diventato un fallimentare carnevale, un cimitero lobotomizzato di sogni ed illusioni, da quando chi gestisce il sistema di dominio, pretende di controllare e ridurre la popolazione mondiale. Una falsa pandemia ha stritolato fulmineamente la libertà, dividendo, separando e annichilendo l'umanità.

Il domani è già oggi, allora perché non riflettere a proposito della bellezza e della preziosità della vita? Nell'incombente senso di vuoto per essere felice occorre coraggio. La dignità bandisce la rassegnazione.

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=covidioti

SCIOPERO GENERALE CONTRO IL GREEN PASS!

 


Il ministro Speranza ha dichiarato che il vaccino potrebbe diventare obbligatorio. “È tra le possibilità, la Costituzione lo prevede. Il Governo ha scelto un’altra strategia”, però, e quello del 15 ottobre sarà un “passaggio importante”. In quella data la certificazione verde sarà richiesta in tutti i posti di lavoro.

CONTRO IL GREEN PASS!



Luogo, data _____________________________________


Spettabile

________________________________

________________________________

________________________________

[inserire i dati del datore di lavoro]


Oggetto: Richiesta invio copia del certificato verde Covid-19


Egregi Signori,

riscontro la Vostra richiesta di invio del certificato verde Covid-19 che devo tuttavia respingere in quanto illegale. È noto che ai sensi del Regolamento UE 953/2021 il certificato verde è un documento del tutto facoltativo che non può essere utilizzato al fine di discriminare chi non ne sia in possesso. Coloro che abbiano scelto di non utilizzare il certificato verde Covid-19 hanno titolo per godere dei medesimi diritti di chi abbia invece deciso di munirsi del certificato in questione (cfr. “considerando” 36 e 62 del Regolamento e art. 17 dello stesso). Tant’è che il decreto-legge 52/2021 (art. 9, comma 9) prevede espressamente l’applicabilità delle norme interne solo se compatibili con il Regolamento.

Pertanto, le disposizioni del decreto-legge 127/2021 in materia di certificato verde Covid-19 devono essere lette come riferite ad un documento facoltativo che ciascun lavoratore può decidere in piena libertà di utilizzare o meno. Inoltre, come Vi sarà noto, il legislatore europeo ha fatto obbligo agli stati membri di rispettare, nell’attuazione delle norme concernenti il certificato verde Covid-19, le disposizioni della Carta dei Diritti fondamentali dell’Unione Europea (Carta di Nizza) che all’art. 3 prevede la volontarietà di tutti i trattamenti in materia di biologia e medicina. L’obbligo di munirsi di un certificato attestante l’avvenuta sottoposizione ad un trattamento sanitario (vaccino) o diagnostico (tampone) costituisce, quindi, violazione della CDFUE con la conseguenza che la normativa di cui al decreto-legge 127/2021 è inapplicabile poiché il diritto dell’Unione Europea prevale su quello nazionale senza necessità di alcuna dichiarazione giudiziale di tale prevalenza (principio del primato del diritto dell’Unione Europea).

In ogni caso, nella misura in cui la Vostra richiesta costituisce un modo surrettizio per imporre ai lavoratori la vaccinazione oppure l’effettuazione del tampone essa viola l’art. 5 della legge 300/1970 (Statuto dei diritti dei lavoratori) che vieta gli accertamenti da parte del datore di lavoro sulla idoneità e sulla infermità per malattia o infortunio del lavoratore dipendente.

Sotto un diverso aspetto il certificato verde Covid-19 incorpora dati sanitari di cui il datore di lavoro dovrebbe effettuare il trattamento. In quanto titolare del trattamento mi sembra che la Vostra richiesta non rispetti le disposizioni in materia di trattamento dei dati personali poiché non ho ricevuto da Voi alcuna informativa in proposito. La Vostra affermazione di voler trattare i dati nel rispetto del Regolamento UE 679/2019 si smentisce quindi da sé in considerazione della palese irregolarità della richiesta.

Da ultimo il decreto-legge 127/2021 consente al datore di lavoro il solo controllo del certificato verde Covid-19 al momento dell’accesso del dipendente al luogo di lavoro, generalmente a campione. Il datore di lavoro non ha diritto a ricevere né a conservare una copia del certificato verde Covid-19 di cui può semplicemente controllare la validità con l’apposita applicazione telefonica. Inoltre, il certificato in questione è richiesto, ferme restando le precisazioni di cui sopra circa la sua facoltatività, solo a partire dal 15 ottobre per cui una richiesta di esibizione di un simile certificato prima della data di entrata in vigore delle nuove norme appare evidentemente aberrante.

Vi invito, quindi, a riconsiderare la Vostra richiesta rivedendone il contenuto alla luce del Regolamento UE 953/2021 e delle norme italiane.

Distinti saluti

Firma _________________________________________________

8.10.21

GREEN PASS: DITTATURA AGLI SGOCCIOLI!

 

foto Gilan

di Gianni Lannes

Accade in Italia nell'anno 2021: le autorità covidiote escludono dal lavoro e privano dallo stipendio i lavoratori che non si fanno marchiare con un siero sperimentale, mettendo a rischio esistenza e salute.

Nel Draghistan chi comanda per conto terzi, pretende di affamare le persone. Non c'è più la libertà. Non c'è più l'uguaglianza ma solo bieche discriminazioni istituzionali calate da chi ha neanche il diritto di amministrare un condominio. I padroncini telecomandati del vapore hanno squarciato pure l'opaco velo della democrazia incompiuta.

In questi ultimi 18 mesi il Belpaese è stato stuprato, ingannato, plagiato, ma soprattutto terrorizzato.

Che fare? Disobbedienza civile e resistenza assoluta, ad oltranza. Occorre una nuova Assemblea costituente e l'allontanamento dal consesso sociale e politico di chi si è macchiato del crimine di genocidio e di alto tradimento nei confronti della vita umana.

Da sempre paura e ignoranza sono armi di controllo delle masse. Eppure, mostrare i muscoli istituzionali è notoriamente un segno di debolezza. I fantocci del sistema di dominio se arrivano a sopprimere la libertà con un pretesto qualsiasi, pur di costringere cittadini e perfino bambini  a farsi inoculare a forza nel proprio organismo sostanze estranee alla vita, allora sono al capolinea. Ora, come insegna la storia dell'umanità, tocca alla minoranze attive fare la differenza.

CODICE A BARRE: UMANITA' IMPRIGIONATA!

 


Dentro e fuori: l'aria impura del mondo che ha imprigionato nel XXI secolo la vita umana in un codice a barre. Sull'Appennino, in autunno, quando piove il cielo è piu' terso e l'aria sa incredibilmente di mare. La montagna del Belpaese non si è arresa alla distanza geografica e respira incessantemente il Mediterraneo. Vedo attorno la luce dei giorni sfilacciati dal grigiore covidiota e trovo le parole che non ho detto. Corro a perdifiato lungo il fiume cristallino e l'aria nei polmoni alleggerisce anche i pensieri. Il cielo di ottobre nel cuore dell'Italia in decadenza dove fanno capolino gli arcobaleni, è comunque limpido e gravido di nuvole liquide fluttuanti che lasciano ben sperare.  Forse solo le leggi naturali che governano il moto delle stelle e i cicli delle stagioni su Gaia, ci doneranno un po' di agognata pace. Per essere felici nell'era del disamore di massa e affrontare l'incombente senso di vuoto, occorrono coraggio e fantasia. Dove mai sarà il bene universale e inalienabile della libertà?

 Gilan

OMS: IL VERO VIRUS!

 


 

di Gianni Lannes

OMS: ecco il vero virus. Della serie: multinazionali del crimine impunito che vende addirittura sieri sperimentali spacciandoli per vaccini miracolosi. Se ci fosse un giudice almeno a Berlino, si potrebbe segnalare che proprio l’Organizzazione mondiale della sanità, al soldo della Gates Foundation (quell'entità mafiosa che detta legge in mezzo a partire dall'Italia), è recidiva nello spaccio agli Stati di farmaci inutili, creando allarmi per epidemie che non si sono verificate, che hanno fatto incassare soldi a palate a chi spaccia medicinali inutili e pericolosi, addirittura al costo della vita e a spese dei contribuenti, come nel caso documentato del Covid-19. L'eterodiretta Oms da tempo inventa pandemie inesistenti per facilitare il controllo totalitario dell'umanità.


GREEN PASS: DIFFIDARE LE AUTORITA'!

 




COVIDIOCRAZIA!

 



Ben volentieri ripubblico un mio articolo scritto e pubblicato nell'anno 2017, a beneficio di tutti, anche e perfino dei crassi politicanti covidioti e degli italidioti comuni marchiati dal green pass. Buona lettura!

Gilan


VACCINI DOMINIO ASSOLUTO

La tecnocrazia ha soppiantato la democrazia. Dall’uomo alla macchina. Nei nuovi vaccini da sperimentare per la prima volta al mondo proprio in Italia ci sono i nanochip, ovvero dei microchip miniaturizzati che stanno dentro l’ago di una siringa ed entrano in circolo nel corpo umano e vanno ad interagire con il DNA. Il rischio e pericolo? Il controllo totale degli esseri umani trasformati in automi telecomandati.

NANOCHIP DA SORVEGLIANZA DI MASSA INSERITI NEI VACCINI

I nano-microchip invisibili all’occhio nudo sono una realtà già utilizzata in un’ampia gamma di applicazioni. Questi nano-microchip sono stati inseriti all’interno dei vaccini per etichettare e sorvegliare la popolazione mondiale.

La nanotecnologia si occupa di strutture più piccole di un micron (meno di 1/30 del diametro di un capello umano), e comporta lo sviluppo di materiali e dispositivi di tale dimensione. Per fare un esempio, un nanometro è 100.000 volte più piccolo della larghezza di un capello umano.

MOLTITUDINE DI UTILIZZAZIONI IN ATTO

Tre lustri fa, tecniche a basso costo hanno migliorato la progettazione e la produzione di nano-microchip. Ciò ha aperto la strada ad una moltitudine di metodologie per la loro fabbricazione ed il loro uso in una vasta gamma di applicazioni, in dispositivi ottici, biologici, ed elettronici. L’uso congiunto della nano-elettronica, della fotolitografia, e di nuovi biomateriali, ha fornito la tecnologia necessaria per la costruzione di nano-robot per le applicazioni mediche comuni: strumenti chirurgici, per la diagnosi e per il rilascio dei farmaci.

Un microchip cutaneo permetterà di monitorare lo stato fisico di una persona, trasmettendo i dati dell’ospedale mediante un server. Tale microchip è stato ideato da Abderrazek Ben Adballah, ingegnere informatico tunisino che lavora all’università giapponese di Aizu. Alimentato dalla bioenergia e da reazioni chimiche nell’organismo, il microchip fornirà ai medici indicazioni su pressione sangue, temperatura organica, dati cardiologici e altro ancora. Si pensa a prossima sperimentazione su persone anziane.

L’Hitachi giapponese ha infatti affermato di avere sviluppato il microchip più piccolo e più sottile del mondo, che può essere incorporato nella carta per rintracciare i pacchi o per provare l’autenticità di un documento. Il circuito integrato (CI) è minuscolo come un granello di polvere.

PROGETTO WATSON

Provate a indovinare chi sta dietro? Facile: Glaxo Smith Kline. Addirittura all’Ibm il 31 marzo 2016 l’allora primo ministro Matteo Renzi, mediante un accordo segreto ha concesso i dati sanitari sensibili della popolazione italiana, in cambio di un investimento di appena 150 milioni di dollari a Segrate.

Il progetto Watson è decollato un mese fa in Lombardia sulla pelle di 3 milioni di ignari residenti, grazie al beneplacito di Roberto Maroni. Il 3 luglio scorso ho chiesto pubblicamente a Matteo Renzi di spiegare la provenienza di ben 4 milioni di euro recapitati alla sua fondazione Open. A tutt’oggi non ho avuto alcuna risposta. Chi ha dato a Renzi tutti quei soldi e perché?


7.10.21

ITALIA: 27.608 MINORI FUORI FAMIGLIA!

 

foto Gilan

di Gianni Lannes

Neonati, bambini e fanciulli strappati alle famiglie d'origine: ecco lo sport più in voga ma di cui meno si parla nello Stivale dei covidioti, dove spesso schiere di assistenti sociali alimentano un affare senza limiti sulla pelle dei più indifesi. Dall'orrore degli orfanotrofi alla segregazione nelle case famiglia”: è quanto accade oggi nel Draghistan tricolore, mentre il governo di mister Britannia, alla stregua del precedente Conte bis, non risponde a centinaia di atti parlamentari (interrogazioni e interpellanze) relativi alla violenza sui minori in Italia. Anche i dati ufficiali sono obsoleti, come ha certificato il ministro al ramo tale Orlando: ben 27.608 minori collocati fuori dalla propria famiglia, senza contare i minori stranieri non accompagnati. Da noi va in onda una realtà agghiacciante sotto gli occhi di tutti. 

GREEN PASS? NO, FREE PASS!

  


Dopo la firma dell'inquilino uscente del Quirinale e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il decreto fuorilegge sul “super” green pass è ufficialmente legge, palesemente incostituzionale e anticostituzionale.



Chi non vuole farsi marchiare con un'iniezione di siero anticovid-19 sperimentale mettendo a rischio la propria salute e la vita, può scaricare il free pass elaborato da ComiCost (autocertificazione e dichiarazione sostitutiva atto di notorietà ex DPR 445/2000) che consente a tutti gli effetti costituzionali di tutelare i propri diritti civili, le libertà e i diritti fondamentali della persona umana umana, in pieno rispetto delle leggi vigenti nel loro intreccio di fonti. La legge non ammette ignoranza: tutti hanno il dovere di conoscere le leggi vigenti, di studiarle personalmente dalle fonti ufficiali e non dalla tv o dai giornaloni che propagandano il peggio, al soldo del sistema di potere.