2.8.21

INFEZIONE DEI VACCINATI!

 


di Gianni Lannes

Addirittura terza dose di veleno anticovid-19 per le cavie umane? Per quale ragione le autorità sanitarie italiane, in primis l'Istituto Superiore di sanità ed il cosiddetto Ministero della salute, nascondono i dati relativi a i tassi di reinfezione dei vaccinati? Magari sarebbe utile confrontarli con quelli dei cosiddetti ex pazienti Covid.

Prima di parlarne è utile conoscere i dati a un anno di quante persone vaccinate che non avevano contratto l’infezione da Sars-CoV-2 si contagiano. Ci vuole chiarezza nel confrontare l’immunità naturale (quella ottenuta superando la malattia) e l’immunità acquisita (quella ottenuta tramite vaccinazione). Questo dato, che non viene reso di dominio pubblico, è fondamentale per poter decidere una strategia che dovrà essere pianificata a livello mondiale.

Qualora i tassi fossero simili, si potrebbero risparmiare milioni di dosi vaccinali” cioè qualcosa come “300 milioni. Inoltre, si sarebbe anche dovuto aspettare a vaccinare i pazienti che hanno contratto il nuovo coronavirus, in quanto si sarebbe potuto fare l’esame sierologico agli esposti e si sarebbero risparmiati milioni di dosi e possibili effetti collaterali. Un fatto è certo e comprovato: il Sars CoV-2 non è mai stato isolato e si ignora l'origine nonché la modalità di trasmissione. A proposito: l'immunità di gregge?

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=vaccini

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=coronavirus


FABIO MILANI: UN MEDICO CONTROCORRENTE!

 


https://www.youtube.com/watch?v=RcooLk1A2DY&t=20s

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=vaccini

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=coronavirus


SARDEGNA: FALLIMENTO VIRALE!

 


https://sadefenza.blogspot.com/2021/08/sardi-e-sicuri-analisi-di-una-disfatta.html

DE DONNO: FAR LUCE SULLA MORTE DEL MEDICO!

La Procura di Mantova ha aperto un'inchiesta, in seguito alla morte anomala del medico Giuseppe De Donno, padre della cura col plasma iperimmune. Sulla vicenda, infatti, aleggiano alcuni fondati sospetti. Non sono state chiarite le motivazioni che potrebbero aver spinto il medico a compiere il gesto estremo, ma la procura di Mantova ha deciso di approfondire. Come riporta l’Ansa, è stata aperta formalmente un’inchiesta per capire se dietro il presunto suicidio possano esserci responsabilità di terzi.

La notizia - frettolosamente archiviata come “suicidio” - dell'improvvisa scomparsa del dottor Giuseppe De Donno, l’ex primario di pneumologia dell’ospedale Carlo Poma che per primo, durante la prima ondata di Covid-19, provò a curare i pazienti con la terapia del plasma iperimmune, ha sconvolto l’Italia più sensibile. Sui social network sono moltissimi i messaggi di cordoglio, così come tra i cittadini di Mantova, città dove il medico lavorava.

GIOIA IN SOLITARIA!

 

foto Gilan

La gioia di scalare una vetta, immergersi nel profondo blu, esplorare una foresta per anestetizzare la sofferenza.

Il dolore allontana il prossimo insensibile a distanza di insicurezza dall'anima.

Angosciati dall'idea della fine parlando dell'esorcizzata morte.

In solitudine si soffre, si spera, si dubita, si sbaglia, si desidera, si sogna, si piange.

La condivisione dell'esistenza umana è apertura al dialogo impastato nella complicità di silenzi, sguardi, attenzioni, ascolto, immedesimazione.

Si ama oltre la soglia della magica empatia che sperimenta la vita e promette felicità, osando il coraggio della libertà.

Gilan

OMS: RISCHI E PERICOLI “VACCINALI”!

L’Organizzazione Mondiale della Sanità - al soldo della Gates Foundation - ha fornito nuove raccomandazioni sull’utilizzo del cosiddetto "vaccino" anti Covid di AstraZeneca e sul mix di "vaccini", vale a dire sieri sperimentali. Nello specifico, come riportato da ‘Ansa’, l’Oms ha precisato che la risposta immunitaria che si ha con due dosi di vaccino anti-Covid AstraZeneca è minore rispetto a quella osservata con il mix di vaccini con prima dose di Astrazeneca e seconda a Rna e anche con due dosi di vaccino ad Rna. La vaccinazione eterologa, invece, non sembra avere la stessa efficacia se la prima dose è a Rna e la seconda con AstraZeneca.

La stessa Organizzazione Mondiale della Sanità, però, ha sottolineato che il mix di vaccini “è da considerarsi off-label e non ci sono attualmente dati per preferire il regime eterologo rispetto agli altri vaccini”.

Nell’aggiornamento delle sue raccomandazioni sul vaccino sviluppato da AstraZeneca, l’Oms ha spiegato che “è plausibile, anche se il meccanismo biologico alla base è ancora da chiarire” la relazione causale tra la somministrazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca e una sindrome molto rara della coagulazione del sangue di trombosi e trombocitopenia, avvenuta tra i 3 e 30 giorni dopo la vaccinazione.

La maggior parte dei casi è stata riportata nel Regno Unito e nell’Unione europea, mentre molti pochi casi sono stati segnalati fuori dall’Europa, nonostante il largo uso del vaccino in questi Paesi.

Come riportato da ‘Ansa’, i dati disponibili dall’Europa e altri paesi, come l’Australia, suggeriscono un rischio maggiore per i giovani rispetto agli anziani, mentre altri fattori di rischio non sono stati identificati. Non si sa conosce ancora se il rischio di questa rara sindrome si abbia dopo la seconda dose di vaccino.

Per quanto riguarda, invece, i casi di sindrome di Guillan-Barrè riportati dopo questo vaccino, l’Oms ha reso noto che sono “molto rari” e che “una reazione di causale non è stata confermata né stabilita”.

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=vaccini

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=coronavirus

https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2021/08/02/vaccini-oms-doppia-dose-di-astrazeneca-meno-efficace-di-mix_1c59f8f2-af33-4e2e-a0c7-39081ef69c02.html

VACCINI ANTICOVID INEFFICACI E PERICOLOSI: FIRMATO PFIZER!

 


https://www.medrxiv.org/content/10.1101/2021.07.28.21261159v1.full.pdf

https://corona-blog.net/2021/06/30/biontech-pfizer-und-moderna-brechen-wirksamkeitsstudie-ab-placebogruppen-wurden-bereits-geimpft/

https://web.archive.org/web/20210301062516/https://www.pfizer.com/science/coronavirus/vaccine/

https://investors.modernatx.com/node/11586/pdf

https://cdn.pfizer.com/pfizercom/2020-11/C4591001_Clinical_Protocol_Nov2020.pdf

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=vaccini

FREE GREEN PASS: CANARIE E ASTURIE!

Non è necessario esibire il Green Pass alle Canarie per entrare in discoteche e ristoranti. Anche la regione delle Asturie ha deciso di non richiedere il Green Pass. Mentre in Italia sta per entrare in vigore il Green Pass obbligatorio per gli spazi al chiuso e si discute sulla possibilità di utilizzarlo anche su navi, aerei e treni, ci sono delle isole che vanno completamente controcorrente rispetto al resto dell’Europa. Alle Canarie, infatti, è stato cancellato l’obbligo disumano e antidemocratico del Green Pass. La Corte Superiore di Giustizia dell’arcipelago spagnolo, come riporta la testata rtve.es, ha sospeso in via provvisoria le misure del governo locale, che imponeva di richiedere il certificato di vaccinazione o test diagnostici per accedere ai ristoranti e agli hotel.

Ma non solo, cadono anche il tetto d’occupazione al 50 per cento che gli spazi chiusi avevano il dovere di riservare a chi in possesso del Green Pass – provvedimento impugnato dall’Asociación Hostelería Unida de Tenerife e dal Círculo de Empresarios y Profesionales de Tenerife del Sur – così come l’obbligo di chiusura totale dei locali da mezzanotte alle ore 6 del mattino, nonché il limite al 55% d’affollamento di stabilimenti, palestre, cinema, teatri, auditorium e centri culturali.

Attestato un rischio epidemiologico non preoccupante, le isole sono state liberate dalle imposizioni facendo inoltre leva sulla giurisprudenza della Corte Costituzionale spagnola e della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, per le quali i dati relativi alla salute sono soggetti a privacy.

 https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=green+pass

FIORE DI STELLA

 

Gran Sasso d'Italia - foto Gilan

 

Magico e luminoso splende solitario di luce 

come le stelle che brillano nel cielo che al buio riluce/

Lui invece di giorno richiama l'amata 

e brilla attirando lo sguardo di un'umana fata/

Nelle montagne degli Appennini spunta sotto il sole 

ed io non ho parole 

per l'inaspettata meraviglia dell'estate dal brillante colore/

Fine, delicato, elegante 

come papavero nel prato con petali cullati dal vento itinerante/

 Indica un sentiero sulla terra per anima ribelle che non si arrende

così lo ricorderò per sempre meraviglioso, ieratico e splendente!

Gilan

Gran Sasso d'Italia - foto Gilan


CAVIE UMANE A BUON MERCATO!

 


Più di un terzo degli italiani non si è sottoposto alla cosiddetta “marchiatura vaccinale”. E così oltre al ricatto fuorilegge del Green Pass, si offrono aumenti in busta paga e palestra gratis per chi si "vaccina" in Italia, ovvero si fa iniettare sieri sperimentali, pericolosi e inefficaci. Un’azienda di Pergola, in provincia di Pesaro, ha offerto 50 euro in più in busta paga a ciascuno dei 150 dipendenti se decideranno di vaccinarsi. L’esempio è stato seguito da una catena di barbieri presente in diverse città italiane, tra cui anche Milano e Roma: in questo caso si trattava di 100 euro, più un giorno di vacanza. Fitness, palestra e piscina nel centro sportivo comunale: è il pacchetto gratuito che il sindaco di Borgosesia, in provincia di Vercelli, ha deciso di offrire ai 200 over 60 che non ne vogliono sapere di farsi marchiare come il bestiame. L’ingresso libero per i vaccinati vale anche nel caso di un villaggio turistico a Catania, dove sarà allestito addirittura un punto vaccinazione. In Sicilia si corre ai ripari, perché la percentuale di occupazione delle terapie intensive è pericolosamente vicina alla soglia della zona gialla. Ci sono poi iniziative itineranti, vere e proprie “cliniche mobili” che raggiungeranno direttamente chi, al vaccino, ha preferito le vacanze. A Messina i sanitari si sposteranno nei lidi più frequentati. L’Ausl Romagna girerà invece lungo la costa con due centri mobili.

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=vaccini

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=coronavirus

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA': RAPPORTI MANIPOLATI!

???!!!

 1. https://www.epicentro.iss.it/en/coronavirus/bollettino/Report-COVID-2019_28_april_2021.pdf

 Da notare  che subito sotto la Tabella N 1 anche in questo penultimo report in inglese, così come in tutti quelli precedenti in inglese,  è sempre stato scritto a chiare lettere:

"SARS-CoV-2 related deaths presented in this report are those occurring in patients who test positive for SARS-CoV-2RT by PCR, independently from pre-existing diseases".

"Le morti riferite al SARS-COV-2 presentate in questo rapporto sono accadute in pazienti che risultavano positivi al test PCR per SARS-CoV-2R, indipendentemente dalle malattie preesistenti".

Mentre invece sotto la Tabella N 1 del Report in italiano non è stato mai scritto niente e

tuttora non c'è scritto niente di niente, incredibile ma vero!!

2. https://www.epicentro.iss.it/en/coronavirus/bollettino/Report-COVID-2019_21_july_2021.pdf

Da notare  che subito sotto la Tabella N 1 di questo ultimo report in inglese non c'è più scritta la significativa postilla:

SARS-CoV-2 related deaths presented in this report are those occurring in patients who test positive for SARS-CoV-2RT by PCR, independently from pre-existing diseases.

"Le morti riferite al SARS-COV-2 presentate in questo rapporto sono accadute in pazienti che risultavano positivi al test PCR per SARS-CoV-2R, indipendentemente dalle malattie preesistenti".

Nel penultimo report in inglese ( quello del 28 Aprile 2021 riportato nel punto 1. di cui sopra ) e in tutti quelli precedenti in inglese,  questa significativa nota è sempre stata scritta a chiare lettere, e comunque mai in italiano.


 


 

1.8.21

NUOVO CORONAVIRUS: VARIANTE LAMBDA!

 ????!!!!

Ecco l'ennesima mutazione del cosiddetto Sars CoV-2, virus mai ancora identificato, isolato e sequenziato, di cui si ignora origine e vettore di trasmissione. La variante Delta è diventata dominante in gran parte dei Paesi, ed è stata rilevata per la prima volta in Perù lo scorso anno. Il ceppo sudamericano, ormai diffuso in almeno 29 Stati, potrebbe avere delle mutazioni che la potrebbero rendere ancora più pericolosa.

Anche la Lambda, come la Delta, si trasmetterebbe più velocemente rispetto alla versione originale del Sars-Cov-2. In un’intervista rilasciata ad Al Jazeera il dottore Pablo Tsukayama, microbiologo molecolare dell’Università Cayetano Heredia di Lima, ha spiegato perché questa variante fa preoccupare la comunità scientifica.

DE DONNO: OMICIDIO?

 


La procura di Mantova ha deciso di procedere con ulteriori indagini, aprendo formalmente un’inchiesta sulla morte di Giuseppe De Donno, l’ex primario di pneumologia dell’ospedale Carlo Poma e padre del terapia anti covid con il plasma iperimmune. De Donno si sarebbe suicidato impiccandosi ed è stato trovato ieri dai familiari nella sua casa di Eremo di Curtatone, ma la procura vuole capire se nel suicidio possano esserci responsabilità di terzi. Ieri sera i carabinieri e il magistrato hanno sentito i familiari, la moglie e i due figli, mentre sono stati posti sotto sequestro i cellulari e il computer del medico.

Il medico Giuseppe De Donno viene trovato morto impiccato senza nessun biglietto d’addio, TV e giornaloni subito all’unisono fanno titoli sul suo certo suicidio, mentre è più che evidente che ai familiari, alla moglie e ai due figli più di qualcosa non torna e infatti la procura di Mantova ha subito aperto un’inchiesta sulla morte di De Donno per valutare responsabilità di terzi e sequestra pc e telefoni di sua pertinenza, da notare anche che il suicidio di De Donno era stato preannunciato. Infatti, tre mesi fa era stata diffusa una notizia falsa inerente al suicidio di De Donno. Si può uccidere un uomo ma non le sue idee.

Riferimenti:

https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2021/07/28/la-procura-di-mantova-apre-uninchiesta-su-de-donno_a8229ffc-d553-458a-b28d-3fd09e723f25.html

https://www.youtube.com/watch?v=Cuff8MdblJI

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2021/07/de-donno-omicidio-o-suicidio.html

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=vaccini

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=coronavirus

https://www.gospanews.net/2020/05/21/plasma-anti-sars-tolto-a-de-donno-furente-per-profitto-della-big-pharma-vicina-al-pd-sponsor-dei-vaccini-gsk/amp/

https://www.imolaoggi.it/2021/07/29/de-donno-a-porta-a-porta/

NO GREEN PASS: STOP DITTATURA!

 


Fermiamo il pass della schiavitù

NO all'apartheid!

NO alla segregazione!

I covidioti telecomandati dal potere finanziario e dal sistema di dominio eugenetico pretendono di imporre una nuova forma di legge razziale di stampo nazista. Oggi segregano i non vaccinati, e domani ...?



28.7.21

SIERO ANTICOVID ANCHE PER I FANCIULLI!


L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha approvato l’utilizzo del siero sperimentale (definito impropriamente “vaccino”) Spikevax (Moderna) per la fascia di età compresa tra i 12 e i 17 anni. L’ente lo ha reso noto attraverso una nota: “La Commissione tecnico scientifica (Cts) di Aifa ha approvato l’estensione di indicazione di utilizzo del vaccino Spikevax (Moderna) per la fascia di età tra i 12 e i 17 anni, accogliendo pienamente il parere espresso dall’Agenzia europea per i medicinali (Ema)”. Secondo la Cts,” infatti, i dati disponibili dimostrano l’efficacia e la sicurezza del vaccino anche per i soggetti compresi in questa fascia di età”. Vaccinazioni 12-17 anni: lo studio del Centers for disease control and prevention Qualche motivo di preoccupazione riguardante la somministrazione del vaccino ai minorenni è stato dato da rarissimi casi nel mondo di miocardite, un’infiammazione del muscolo cardiaco, e di pericardite, nella quale a essere colpito è invece il rivestimento dell’organo.

L’Istituto superiore di sanità ha dato i soliti numeri aggiornati, ovvero manipolati al 9 giugno 2021. Secondo l'ISS in Italia ci sono stati 4,2 milioni di casi di infezione da inizio pandemia. Il 5,5% di questi, cioè 231.338 casi, ha interessato bambini tra 0 e 9 anni con 11 morti. Mentre il 9,6%, cioè 406.460 casi, ha colpito la fascia 10-19 anni, innescando 15 decessi. Purtroppo, le cifre ufficiali sono statisticamente ed epidemiologicamente  falsificate.

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=vaccini

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=coronavirus

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=aifa

COVIDIOTI DOC!

 Prodi: “Il green pass rappresenta la libertà”. Berlusconi: "Chi non si vaccina accetti limitazioni".

https://www.adnkronos.com/covid-berlusconi-chi-non-si-vaccina-accetti-limitazioni_6AFMPExPq2RieYvlk5Vcm1

https://www.bolognatoday.it/politica/ministro-salute-speranza-romano-prodi-bologna.html

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=berlusconi

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=prodi


COVID-19: “FONTANA HA FRODATO”!

 


Secondo i pm titolari delle indagini ci fu un “accordo collusivo” tra Fontana e suo cognato e proprietario di Dama spa. La Procura di Milano ha chiuso le indagini preliminari sul “caso camici”, in cui è coinvolto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, insieme ad altre quattro persone, tra cui suo cognato Andrea Dini, proprietario della società Dama, e Filippo Bongiovanni, l’ex direttore generale della centrale acquisti regionale Aria. A loro i pm contestano di aver messo in atto una “frode”, con “artifizi concordati e messi in opera allo scopo di tutelare l’immagine politica del presidente Fontana, una volta emerso il conflitto d’interessi derivante dai rapporti di parentela con” Dini. Per farlo – secondo i titolari delle indagini, Nicola Filippini, Luigi Furno e Carlo Scalas – i cinque indagati avrebbero tentato di “simulare l’esistenza ab origine di un contratto di donazione in luogo di quello realmente stipulato di fornitura onerosa”. Secondo i pm titolari delle indagini ci fu un “accordo collusivo” tra Fontana e suo cognato e proprietario di Dama spa, tramite cui “si anteponevano all’interesse pubblico, l’interesse e la convenienza personali del presidente di Regione Lombardia”, che in qualità di “soggetto attuatore per l’emergenza Covid-19 si ingeriva nella fase esecutiva del contratto in conflitto d’interessi”.

DE DONNO: OMICIDIO O SUICIDIO?

 


di Gianni Lannes

L'ex primario di Pneumologia dell’ospedale Carlo Poma di Mantova è stato trovato senza vita nella sua abitazione di Curtatone. Il dottor Giuseppe De Donno - inventore del plasma autoimmune per la cura efficace contro il cosiddetto “covid-19” - aveva 54 anni e si era dimesso dall’ospedale di Mantova nei primi giorni di giugno per iniziare, lo scorso 5 luglio, la nuova professione di medico di base a Porto Mantovano. Ancora non sono chiare le circostanze della morte e del ritrovamento del corpo, che sarebbe avvenuto da parte di alcuni parenti. L’ex primario abitava a Curtatone con la moglie e una figlia. Molti gli attestati di cordoglio da parte di molti cittadini attoniti per la scomparsa, che hanno ricordato De Donno per aver “salvato molte vite” con la sua terapia anti Sars Cov-2. Si tratta di un omicidio che ha mandanti ed esecutori conosciuti? Dietro il presunto suicidio d De Donno c'è un uomo lasciato solo, un medico che aveva dedicato tutto alla ricerche e alla cura dei pazienti.

NUOVO CORONAVIRUS: DOSSIER GIUSTIZIA!

 

https://www.youtube.com/watch?v=8ayCk0TYDbI 

27.7.21

A SCUOLA: “VACCINO” OBBLIGATORIO E GREEN PASS ANCHE PER I MINORI!

 


foto Gilan

 di Gianni Lannes

Ancora mascherine obbligatorie a scuola e soprattutto "vaccini", ossia sieri sperimentali sulla pelle anche dei bambini. Al peggio non sembra esserci fine, almeno nel belpaese, dove ormai si sprecano le iniezioni quotidiane di paura nel corpo sociale. Ecco in differita il delirio di onnipotenza eterodiretta dei politicanti covidioti. Siero anticovid-19 obbligatorio e Green Pass a scuola: il telecomandato governicchio Draghi, mero esecutore di ordini sovranazionali, ora discute di come far ripartire la didattica in presenza e dell'introduzione del Green Pass anche per i docenti e gli alunni minorenni.