25.10.12

VACCINI: IL MINISTRO BALDUZZI
RISPONDE A GIANNI LANNES























di Gianni Lannes

L'attuale titolare ministeriale pro tempore della Salute, Renato Balduzzi ha impiegato ben 6 giorni, bontà sua, per darmi una risposta attraverso il suo portavoce ufficiale. Anche i sassi notano che il ministro Balduzzi ha eluso le mie domande cruciali (e-mail del 19 ottobre 2012).  

Sostanzialmente il vaccino esavalente Infanrix Hexa (prodotto dalla Glaxo Smith Kline), come attestano i riscontri scientifici ed istituzionali contiene mercurio ed alluminio, sostanze cancerogene e velenose. Il mercurio, addirittura è stato bandito in Italia con un decreto nell'anno di grazia 2003. Inoltre, ho accertato inequivocabilmente - e chiunque può verificare questo dato - ossia che il vaccino quadrivalente per i bimbi dal terzo mese di vita è scomparso dalla vendita in Italia addirittura dal 2004. In tal modo i neonati sono costretti ad un siringone con altri due antigeni non obbligatori.

Si chiede al ministro Balduzzi - senza se e senza ma - di adoperarsi istantaneamente per il ritiro immediato di tale vaccino esavalente inutile e dannoso, somministrato ai bambini italiani. 

Egregi boiardi di Stato, con la vita e la salute dei bambini non si fanno affari. E' chiaro, il concetto elementare oppure dobbiamo venire a Roma in massa per spiegarvelo faccia a faccia?

15 commenti:

  1. Io ci sono. Per andare a Roma intendo!

    RispondiElimina
  2. Faccio anche mioquesto paragrafo: Egregi boiardi di Stato, con la vita e la salute dei bambini non si fanno affari. E' chiaro, il concetto elementare oppure dobbiamo venire a Roma in massa per spiegarvelo faccia a faccia?

    RispondiElimina
  3. Benone! La storia umana è indirizzata dalle minoranze attive! Proviamo ad organizzarci con intelligenza! Attendo serie e concrete proposte operative, non chiacchiere ed aria fritta.

    RispondiElimina
  4. Verona li, 16 ottobre 2012
    All’attenzione del Ministro della Salute, prof. Renato Balduzzi
    Egregio sig. Ministro,
    la “Fondazione Marco e Andrea Tremante. Per una nuova consapevolezza sui pericoli della vaccinazione” nel denunciare che, nei giorni scorsi, l’Istituto di Stato per il controllo dei farmaci della Slovacchia ha imposto il ritiro immediato dal commercio del vaccino esavalente Infanrix Hexa prodotto dalla ditta Glaxo Smith Kline ed utilizzato anche in Italia per vaccinare i neonati di due-tre mesi di vita, richiama l’urgente attivazione da parte di codesto Ministero di tutte le procedure di controllo e di eventuale ritiro di detto vaccino anche con riferimento al territorio italiano.
    Si fa infatti presente che, allo stato, il provvedimento del ritiro è stato assunto anche nei seguenti paesi: Spagna, Germania, Australia, Francia, Canada.
    Le ragioni del ritiro, come certamente noto a codesto Ministero, riguardano l’accertata presenza di un batterio contaminante nei lotti verificati.
    Ciò premesso, la nostra Fondazione manifesta una motivata preoccupazione a causa del silenzio che codesto Ministero, fino alla data odierna, ha mantenuto sulla vicenda e, ciò considerando soprattutto che il vaccino esavalente somministrato nel territorio italiano è anch’esso prodotto dalla multinazionale Glaxo Smith Kline.
    A tal fine si chiede un incontro urgente con il Ministro per conoscere le iniziative ed i provvedimenti adottati o da adottare al fine di dare una risposta immediata alla situazione di legittimo allarme provocata dalle notizie che pervengono da numerosi stati europei e non europei.
    Si auspica che codesto Ministro voglia dare prova di responsabilità e celerità, nonché di trasparenza rendendo pubbliche fin da subito le iniziative necessarie per scongiurare il pericolo di ulteriori vittime innocenti causate dal dissennato e acritico ricorso alle vaccinazioni nel nostro paese, senza appropriate misure preventive in favore dei bambini sensibili alle reazioni vaccinali.
    Nell’attesa di cortese urgente riscontro, distintamente
    Per la Fondazione Marco e Andrea Tremante

    Giorgio Tremante (Rappresentante dei Danneggiati da vaccino nominato dallo stesso Ministero della Salute fin dal 2007)
    prof. Giulio Tarro (Alievo e pupillo del prof. Albert Sabin, scopritore del vaccino per la poliomielite)




    “Fondazione Marco e Andrea Tremante. Per una nuova consapevolezza sui pericoli della vaccinazione”
    Sede provvisoria: Via Danilo Preto, 8 – 37133 Verona - Italia – Tel. +39 0458402290 – cell. +393683162425

    NONOSTANTE I SOLLECITI FATTI TELEFONICAMENTE OGNI GIORNO DAL GIORNO 16 OTTOBRE,NON ABBIAMO RICEVUTO ANCORA NESSUNA RISPOSTA UFFICIALE.

    RispondiElimina
  5. VACCINI PEDIATRICI: CORRUTTORI & VENDUTI
    Si inventano malattie e si alimentano epidemie per imporre nuovi mercati e fagocitare profitti stellari.
    Per quale ragione la legge truffaldina numero 165 (obbligatorietà del vaccino anti epatite B), promulgata nel 1991 da Francesco Cossiga sotto il governo di Giulio Andreotti, su proposta dell'allora ministro della sanità Francesco De Lorenzo non è mai stata abrogata nonostante i suoi esiti devastanti.
    Da allora sono passati ben 13 governi (Amato, Ciampi, Berlusconi, Dini, Prodi, D’Alema, D’Alema, Amato, Berlusconi, Berlusconi, Prodi, Berlusconi, Monti) ma nessuno ha preso l’iniziativa, forse perché troppo indaffarati da sottovalutare un problema umano basilare. In sede giudiziaria c’è stata una conferma passata in giudicato sulla corruzione di Francesco De Lorenzo & soci, al soldo della multinazionale di morte Smith Kline che ha “sponsorizzato” l’introduzione illecita di questo dannoso vaccino.
    Eppure non si muove una foglia. Puntualizza e rammenta l’associazione Comilva (NdR: e www.mednat.org) a difesa delle persone:
    «Il 27 maggio 1991, con la legge 165 si istituisce l’obbligo dell’antiepatite B, legge voluta dall’allora Ministro della sanità Francesco De Lorenzo, coinvolto nello scandalo di Tangentopoli: in quanto Ministro della Sanità ottenne, nell'ambito delle indagini su tangenti, una condanna definitiva a 5 anni, 4 mesi e 10 giorni di reclusione con l'accusa di "associazione per delinquere e corruzione finalizzata al finanziamento illecito ai partiti".
    Suo degno compare in questa iniziativa fu il dott. Duilio Poggiolini, direttore generale del servizio farmaceutico nazionale del Ministero della Sanità di Francesco De Lorenzo, coinvolto nell'inchiesta Mani Pulite sullo scandalo di Tangentopoli, membro della loggia massonica P2. Implicato nello scandalo per le infezioni HIV ed epatite C dovute a trasfusioni da sangue infetto sempre nello stesso periodo.
    Il Ministro De Lorenzo fu perseguito con procedimento penale per avere percepito nell’occasione dalla casa farmaceutica produttrice del vaccino, SmithKline Beecham una “tangente” di L. 600.000.000 (€ 300.000), procedimento definito con patteggiamento da parte dell’imputato».
    Addirittura con tanto di decreto l’allora ministro Veronesi (favorevole al nucleare) il 20 novembre dell’anno 2000, senza alcun tentennamento ha aggiornato il “Protocollo per l’esecuzione della vaccinazione contro l’epatite virale B”.

    RispondiElimina

  6. Basta poco per cancellare un crimine di Stato ancora in atto che attenta alla vita dei bambini, i più indifesi. Una civiltà si misura dal grado di attenzione verso i più deboli.
    Tre domande al primo ministro golpista Mario Monti: Quanti sono i danneggiati da vaccino in Italia ?
    Se la vaccinazione coatta non ha controindicazioni per quale ragione è stata varata la Legge 25 febbraio,1992, numero 210 (Indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati) ?
    Infine, perché approvare il Decreto 12 dicembre 2003 (Nuovo modello: segnalazione di reazione avversa a farmaci e vaccini) se la procedura è regolare e non ci sono complicazioni sanitarie nella popolazione pediatrica, come da sempre propagandato dal Ministero della salute ?
    Cronaca nera - I ricchi e potenti votati al dio denaro non pagano mai e nuocciono ancora alla collettività, grazie alla disattenzione generale. Ministri, baroni universitari, manager pubblici, funzionari dello Stato, medici in posti chiave di responsabilità, si prodigano ad imporre e restringere la qualità di vita della popolazione italiana dentro il meccanismo della malattia perenne.
    I morti non torneranno in vita e i malati danneggiati dalle vaccinazioni affaristiche, dettate dalla società britannica Smith Kline Beeecham non guariranno, comunque dovranno risarcire lo Stato (si fa per dire) con oltre 5 milioni di euro ciascuno, per danno di immagine l’ex ministro della Sanità Francesco De Lorenzo (ospite fisso televisivo per anni del piduista Maurizio Costanzo) e l’ex direttore generale del Servizio farmaceutico Duilio Poggiolini.
    E’ la sentenza numero 5756 della Corte di Cassazione che, pronunciandosi a sezioni unite civili, ha confermato il 12 aprile 2012 una decisione della Corte dei conti sullo scandalo della sanità nel periodo 1982-1992.
    La somma che De Lorenzo e Poggiolini dovranno versare allo Stato è di 5.164.569 euro ciascuno: bruscolini per chi maneggiava ed accumulava lingotti e marenghi d’oro.
    La sentenza aveva preso le mosse dalle sentenze penali definitive per i reati di corruzione o concussione «ascritti ai convenuti - è scritto nella sentenza - che, negli anni 1982-1992, nelle posizioni rispettivamente rivestite nell’ambito della pubblica amministrazione, avevano percepito somme da numerose case farmaceutiche, producendo un danno erariale derivato dalla ingiustificata lievitazione della complessiva spesa farmaceutica».
    Nella medesima sentenza sono state confermate anche le condanne ai risarcimenti dell’ex segretario personale del ministro Giovanni Marone, nonché di Antonio Boccia, componente della Cip farmaci, entrambi a 2.582.284,50 euro; confermate le condanne anche per Elio Guido Rondanelli (dipendente del ministero) e Pier Carlo Muzio a 516.456 mila euro ciascuno e Antonio Brenna (presidente della commissione Cip farmaci) a 2.582.284 euro. In totale il risarcimento ammonta a 13 milioni e 427.878 euro.

    Tenetevi forte: i mostri sono ancora in circolazione e possono fare ancora tanti danni.
    Continua su http://www.mednat.org/vaccini/epatite_engerix_b.htm



    RispondiElimina
  7. Sono sempre piu' confuso...in mezzo mondo ritirano il vaccino ed in Italia neanche se ne parla.....ma in che Paese viviamo????
    E tutto questo sulla pelle di poveri pupini di pochi mesi!!!

    RispondiElimina
  8. L'Italia è un paese in cui governano i criminali per conto terzi! L'unica soluzione è cacciarli via tutti quanti al più presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per questi veleni che inniettano e non solo 'vaccini' vedi scie chimiche,c'è dietro il crimine della vivisezione, milioni di creature senziente prigionieri negli stabulari straziati agonizzanti giorno e notte in mano a demoni pd.VIVISETTORI psicopatici carnefici torturatori di creature indifese,travestiti da 'ricercatori' con l'approvazione di altrettanti demoni, oltre il ministro della 'salute' venduti/e per soldi che grondano del sangue degli innocenti,sia accellerato il Karma di questi zombie morti 'viventi.. Dai visibilità anche a queste creature innocenti senza voce,immolati per una falsa 'scenza'... . Grazie al tuo Spirito Elevato Gianni. un'Abbraccio Nora

      Elimina
  9. scusami Gianni, sai come posso risolvere questa questione per la mia pupina? Sono 6 mesi e ancora non la vaccino cosa devo fare?

    RispondiElimina
  10. non vaccinate i bambini con l'esavalente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Messaggio ai vivisettori e a tutti i complici venduti sul sangue degli innocenti.* Animali Santi dal sentimento d'Amore e di Dolore di Salvatore Messina, da lui splendidamente decantata.
      E venne verso di te
      il mestierante.
      Leggero aveva il passo lento dell'attentatore.
      Ghigno malefico inquisitore
      l'uomo in bianco aveva, ed ha, vivisettore.
      Giocoso l'accogliesti scodinzolante
      candido il manto
      degli innocenti

      Le mani leccasti al delinquente;
      atti d'amore, questi, e d'amicizia antica.
      cosa che tu non sai vivisettore. Il bruto s'avvinghiò con rabbia sul tuo mantello,
      un lampo fu, una saetta:
      e ti prese la libertà le carni.
      Vivisettore
      squallido abitante di laboratori,
      di stabulari, di scantinati doloranti Manipolatore infame di viscere vive, palpitanti.
      Fredda e ottusa è l'opera tua di morte
      d'animali amici, animali santi:
      scannati, segati, trapiantati, decerebrati,
      scuoiati vivi, e altrettano vivi arrostiti, ed infine
      come il Cristo crocifissi. Vivisettore Inutile si rivela il genio tuo assassino,
      ricercatore del nulla, nemico dell'uomo e della tua imbecillità.
      Col pane del sangue e della morte nutri i figli tuoi?
      (saran vampiri! come te! )
      lugubre ricompensa dell'arte tua nefanda:
      padre, barone e santità
      Vivisettore T'acclamano governi erranti, t'incoraggia all'assassinio, e ti benedice il Papa, la chiesa, gli incivili, gli ignoranti.
      Mio è il disprezzo e la tua morte
      Gli animali martiri, povere creature, guardano all'amico,
      al santo buono.
      S'affidano a Francesco, ai protezionisti
      e a tutti i santi. Si affidano all'amico Bairo, agli amici dell'amico Bairo, si affidano al cielo, e forse un poco anche a me. Vivisettore, anche tu come il papa, smetti quell'abito, e guarda i tuoi figli, non far mangiare loro pane insanguinato!. * http://youtu.be/UvJ1lo4nqSc *

      Elimina
    2. Firmate Grazie ->> http://www.stopvivisection.eu/it/content/sign-online * Grazie.

      Elimina
    3. scusa gianni , ma senza incappare in problemi come si può evitare i vaccini hai nostri piccoli legalmente.grazie

      Elimina
    4. http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/12/le-vaccinazioni-pediatriche-non-sono.html

      Elimina