29.6.17

VACCINI: DECRETO LEGGE DECADUTO




di Gianni Lannes

E' una verità lapalissiana anche per i duri di comprendonio e qualche minus habens in circolazione. Comunque, repetita iuvant. L’articolo 77 della Costituzione repubblicana italiana stabilisce inequivocabilmente che: 

«Il Governo non può, senza delegazione delle Camere, emanare decreti che abbiano valore di legge ordinaria. Quando, in casi straordinari di necessità e d’urgenza, il Governo adotta, sotto la sua responsabilità, provvedimenti provvisori con forza di legge, deve il giorno stesso presentarli per la conversione alle Camere… I decreti perdono efficacia sin dall’inizio, se non sono convertiti in legge entro sessanta giorni dalla loro pubblicazione…». 




Notoriamente, anche per chi non ha studiato all'università diritto costituzionale, il Parlamento è composto da due Camere: Camera dei Deputati e Senato (che Renzi voleva abolire con il referendum che però ha perso clamorosamente nonostante l'appoggio dei poteri forti), dove appunto, il dl 73/2017 è stato trasmesso con un giorno di ritardo, ovvero l'8 giugno 2017. L’incostituzionale decreto legge 7 giugno 2017 numero 73, ovvero un atto normativo di rango minore, privo dei requisiti minimi (necessità e urgenza) è già decaduto poiché è stato presentato al Senato con un giorno di ritardo, come attesta inequivocabilmente il DDL 2856. L'errore non è marginale ma fondamentale. Non è un cavillo da niente in uno Stato di diritto. Allora, come mai chi è critico almeno a parole sui vaccini, non ha capito e ammesso con un minimo di umiltà il grave inghippo? Questione di banale ignoranza o altro?  

riferimenti:




3 commenti:

  1. Ciao,
    dai un occhio a questo, penso che sia una risposta al tuo post:

    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/19511245_1923802371196873_2329054029109862203_n.jpg?oh=520d8404c76aa5ff632762bbf4ef0254&oe=59D30D66

    Volevo avere una tua opinione.
    Grazie

    RispondiElimina
  2. L'articolo 77 della Costituzione parla chiaro.

    RispondiElimina
  3. non esiste nessuna obbligatorieta' dal momento in cui io porto mio figlio nelle asl e non firmo il consenso,,metto a condizione il medico che esegue la vaccinazione a firmare lui e prendersi le vere responsabilita civili e penali riguardo al vaccino voglio prorio vedere chi inocula mio figlio

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.