28.1.17

LE SCIE CHIMICHE NON ESISTONO!

Daunia (28 gennaio 2017, ore 7,20)


di Gianni Lannes

La realtà è una costruzione sociale calata dall'alto, o meglio imposta alla collettività. E' un'eresia non ingoiarla preconfezionata dai padroni della disumanità. Gas di scarico, scie belliche? Chiamatele come vi pare, il risultato non cambia. L'aria è per caso inquinata anche dagli aerei che a bassa quota transitano sempre più, in aerovie militari sui centri abitati dell'Italia? Per caso potrebbero esserci conseguenze sugli ecosistemi naturali, sugli esseri viventi e sugli esseri umani? Se non sono chemtrails, sarà allora acqua di colonia quella che (gli "alleati"angloamericani) sul progetto Teller del 1997 (presentato ad Erice come riportano le cronache del Corriere della Sera) disperdono persistentemente sull'Italia e gran parte d'Europa in modo sistematico dall'anno 2002? Delle due l'una. A proposito: perché la convenzione internazionale Enmod dell'ONU vieta (almeno sulla carta) la guerra ambientale, non convenzionale? E come mai nel 1980 l'intero Parlamento italiano ed il presidente della Repubblica Sandro Pertini, hanno approvato la legge 962 di ratifica? A che serve il MUOS in Sicilia? Perché l'Italia non è indipendente e non ha alcuna sovranità?

Il nodo cruciale è che non esiste, attualmente, soprattutto nel belpaese e nel vecchio continente in balìa della speculazione finanziaria e farmaceutica,  un'opposizione culturale della società civile. Le persone sono considerate dal sistema di potere dominante, esclusivamente come consumatori, cavie, sudditi e schiavi. Un regime totalitario per definizione non si riforma, ma si abbatte con la lotta politica in campo aperto.




 Daunia (28 gennaio 2017, ore 7,20)


3 commenti:

  1. buonasera Gianni... Servono a far digerire la colazione. Da me, stamane, l'aria era irrespirabile. Odore di marcio. o meglio, di chimica marcia

    RispondiElimina
  2. Salve. Sicuramente c'è qualcosa che non va; quest'attività di sorvolo a bassa quota con rilascio di scie (che non sono evidentemente di condensazione a quelle quote) lascia alquanto perplessi. Ci sarebbe da chiedersi cosa sono in realtà , ma chi te lo dice ; siamo un paese che , come giustamente dice il dott. Lannes, non ha più sovranità (ammesso che l'abbia mai avuta) . La politica ed i capi dell'areonautica non fanno trapelare niente , anzi cercano di sviare le indagini per obbedire agli ordini imposti da chi ci vuole morti (speriamo che tocchi prima a loro,nonostante tutto). L'uomo per sua natura è autolesionista , il denaro fa il resto. Noi poveri cristiani (non in senso religioso)non abbiamo armi a disposizione e non siamo neanche preparati a combattere; ci hanno narcotizzati , addomesticati e imbrogliati. D'altra parte come si fa a pensare alle scie con tutti i problemi che ci creano e ci hanno creato per non farci pensare alle cose serie? Vedo che la maggior parte di noi non alza la testa al cielo per guardare cosa si muove , ma noi per terra ci muoviamo come matti , spesso con le auto , afflitti da una frenesia ingiustificata (tanto il mondo prima o poi farà a meno di noi) . Per non parlare di quei programmi televisivi demenziali che ci propinano e che hanno lo scopo anche questi di non farci usare il cervello. Siamo in un mare di guai con tutti questi matti (capi di stato e di governo o dittatori) che vogliono fare la guerra per forza , come fosse una panacea per i mali dell'umanità.
    Forse ora ho capito perché i presidenti americani giurano sulla bibbia; la bibbia è un libro di guerra non di pace .
    MALA TEMPORA CURRUNT

    RispondiElimina
  3. Ringrazio vivamente il Dott. Lannes per questo lavoro, che è sale per la mente

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.