13.1.14

SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE: GOVERNO, PARLAMENTO E CAPO DELLO STATO A CASA!


 

Corte Costituzionale

Ufficio Stampa    






Incostituzionalità della Legge elettorale n. 270/2005




           
La Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale delle norme della legge n. 270/2005 che prevedono l’assegnazione di un premio di maggioranza – sia per la Camera dei Deputati che per il Senato della Repubblica – alla lista o alla coalizione di liste che abbiano ottenuto il maggior numero di voti e che non abbiano conseguito, almeno, alla Camera, 340 seggi e, al Senato, il 55% dei seggi assegnati a ciascuna Regione.
La Corte ha altresì dichiarato l’illegittimità costituzionale delle norme che stabiliscono la presentazione di liste elettorali “bloccate”, nella parte in cui non consentono all’elettore di esprimere una preferenza.
Le motivazioni saranno rese note con la pubblicazione della sentenza, che avrà luogo nelle prossime settimane e dalla quale dipende la decorrenza dei relativi effetti giuridici.
Resta fermo che il Parlamento può sempre approvare nuove leggi elettorali, secondo le proprie scelte politiche, nel rispetto dei principi costituzionali.





dal Palazzo della Consulta, 4 dicembre 2013







POST SCRIPTUM

DI GIANNI LANNES

MARTEDI 14 GENNAIO 2014: UDIENZA PUBBLICA; MERCOLEDI 15 GENNAIO: CAMERA DI CONSIGLIO. INFINE PUBBLICAZIONE DELLA SENTENZA SULLA GAZZETTA UFFICIALE. DA QUEL MOMENTO DOVRANNO DECADERE UFFICIALMENTE TUTTI: DAL CAPO DELLO STATO NAPOLITANO AL PRIMO MINISTRO LETTA CON L'ANNESSO GOVERNO, E COSI' TUTTI I PARLAMENTARI. ALTRIMENTI LO STATO DI DIRITTO VERRA' CONSIDERATO MORTO ANCHE NELLE SUE ULTIME FINZIONI.

SARA' GUERRA CIVILE O FINIRA' A TARALLUCCI E VINO?

 

8 commenti:

  1. ...la seconda che hai detto.

    RispondiElimina
  2. Presumo che accadrà un bel nulla di fatto, loro sapevano benissimo e continueranno a farlo.

    RispondiElimina
  3. Considerato il letargo cronico dell'italiano medio( e cioè del 95% della popolazione),
    considerato il black-out su questa notizia da parte dei media asserviti,
    considerato che gli pseudo-politici sono più attaccati alla poltrona che ai più basilari valori etici,morali,sociali e di bandiera e che si sono svenduti per le motivazioni più banali,penso che cadrà tutto nel dimenticatoio nel giro di poco tempo....
    Ma è nostro dovere cercare di diffondere questa notizia e le sue implicazioni(ma non solo questa...) a quanta piè gente possibile,in modo da svegliare qualche altra brava persona.

    SamBellamy

    RispondiElimina
  4. ... sarebbe bello se si autolicenziassero, ma è chiaro che non accadrà...
    ... e augurarsi una guerra civile ? Credo che nessuno abbia un'idea chiara di cosa significhi in concreto, a parte pensare genericamente a gente che spara per le strade e assistere a qualche impiccagione sommaria.
    Forse qualcuno si spinge più in là ipotizzando il caos istituzionale o il suo contrario, lo stato di polizia fieramente osteggiato dalla popolazione in rivolta....
    Ma cosa vuol dire "guerra civile" in Italia oggi? Con quali strumenti verrebbe portata avanti davvero?
    ... secondo me nessuno (o quasi) lo sa e quindi ...

    RispondiElimina
  5. Credo fermamente che debba essere preparato, da un giurista competente, il testo per una denuncia che possa essere inoltrata alle Procure di tutta Italia da privati cittadini e aziende. Sarebbe bello che le varie federazioni e confederazioni (sindacati inclusi) che dovrebbero tutelare i privati e le aziende si facessero portavoce ed esecutori di questa azione giuridica DOVUTA.
    Io non sono esperto di legge e non so quali potrebbero essere gli ostacoli e le reali possibilità in una azione del genere, senza precedenti, ma credo che se il governo e il Parlamento sono dichiarati illegittimi dalla legge, essi possano essere denunciati e perseguiti, nel caso volessero permanere nella loro condizione di illegalità. La legge è uguale per tutti (dipende).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ricordo le denuncie a Mario Monti finite in qualche cassetto delle procure d'Italia. Purtroppo la magistratura non farà mai NULLA verso una classe politica che piaccia o meno sta collusa con loro.

      Elimina
  6. Il monarca massone Re Giorgio di Savoia "2"....non mollerà facilmente lo scettro.La seconda opzione Gianni Lannes>>>>>>>>>>>; Tarallucci & vino..ovviamente tutto pagato dal popoplino.

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.