25.2.13

ITALIA LIBERA



ECCO IL PENSIERO CHE CONDIVIDO IN PIENO DI UN CITTADINO ITALIANO.


di Antonio Bassi



...Io sto dalla parte NOSTRA, ossia quella degli Italiani indipendenti e padroni di decidere del loro futuro. Non sto con Grillo e Casaleggio, non con Berlusconi, non con Bersani, non con Monti, non con l'Unione Europea, non con la NATO, non con la CIA, non con Rockefeller, non con i Rothschild. Sto con l'Italia indipendente e non colonia anglo-americana. Le mie proposte per la crisi sono le seguenti: uscita dalla NATO, dalla EU e quindi dall'Euro, ritorno alla moneta nazionale, rinuncia ai trattati di Maastricht, Lisbona, Velsen, al Fiscal Compact e al Meccanismo Europeo di Stabilita'. Propongo di aprire inchieste sugli omicidi di Giovanni Falcone, Aldo Moro ed Enrico Mattei, sulla vicenda del Britannia e sugli eventi che hanno portato alla svendita delle grandi aziende di stato. Propongo di fare i conti con la storia e con noi stessi, far saltare fuori le verita' vere e liberarci della schiavitu' in cui ci tengono gli anglo-americani.

 
 Altro commento postato da "Italia dei dolori":

Quando la crisi avrà raggiunto il suo apice e l'intera umanità sarà definitivamente in ginocchio (qui non si tratta della sola Italia), i banchieri instaureranno un Nuovo Ordine Mondiale fondato su una nuova valuta internazionale: la moneta unica elettronica. E qui, entrerà in gioco Bersani, suo assennato sostenitore. Giunti a questo punto, sarà tardi per opporsi alla dittatura voluta da questi servi del potere. La sola ed unica via di salvezza sarebbe quella di porre le banche centrali sotto il controllo dello Stato e sottomettere i parlamenti alla sovranità popolare attraverso nuove regole di democrazia partecipativa. Ma dobbiamo riconoscere che questa è utopia: dopo 5 minuti avremmo l'ONU a cannoneggiarci oppure avremmo un'esatta replica del 9 maggio 1978 dove si consumò l'ennesimo delitto di chi volle provare a modificare le regole del monopolio esclusivo delle banche centrali: il presidente dell'allora partito politico di maggioranza, Aldo Moro.

11 commenti:

  1. E' il solito vecchio trucco delle tre carte! Vogliamo scommettere che il Movimento 5 Stelle dell'imbonitore Grillo e del caporione Casaleggio si allea con Bersani - a sua volta sorretto da Monti - per sostenere il Governo del centro sinistra? O meglio: il solito governo fantoccio sotto influenza anglo-americana.

    RispondiElimina
  2. Quando la crisi avrà raggiunto il suo apice e l'intera umanità sarà definitivamente in ginocchio (qui non si tratta della sola Italia), i banchieri instaureranno un Nuovo Ordine Mondiale fondato su una nuova valuta internazionale: la moneta unica elettronica. E qui, entrerà in gioco Bersani, suo assennato sostenitore.

    Giunti a questo punto, sarà tardi per opporsi alla dittatura voluta da questi servi del potere.

    La sola ed unica via di salvezza sarebbe quella di porre le banche centrali sotto il controllo dello Stato e sottomettere i parlamenti alla sovranità popolare attraverso nuove regole di democrazia partecipativa. Ma dobbiamo riconoscere che questa è utopia: dopo 5 minuti avremmo l'ONU a cannoneggiarci oppure avremmo un'esatta replica del 9 maggio 1978 dove si consumò l'ennesimo delitto di chi volle provare a modificare le regole del monopolio esclusivo delle banche centrali: il presidente dell'allora partito politico di maggioranza, Aldo Moro.

    In 70 anni di storia fallimentare della politica delegata, hanno solo dimostrato che l'esercizio del mero diritto di voto non equivale ad una vera democrazia, ma solo alla sua parodia.

    Tu ben sai che - secondo la mia opinione, ma non solo - l'aver dato il voto a Grillo, corrisponde ad averlo dato a Monti. Questa conclusione deriva da tutta una serie di legami ed intrecci esistenti oggi e nel percorso della non lontana storia.

    Bene.

    Anche questa volta l'Italia si è dimostrata essere la REGINA dell'ignoranza a tutti gli effetti.

    RispondiElimina
  3. Grazie Gianni Lannes per avermi dato voce.
    Stanno gia' dicendo in questo momento, alle ore 23, come la "responsabilita'" impone non andare a nuove elezioni ma sostenere la governabilita'. Siccome Bersani, Monti e Grillo hanno tutti le stesse elites alle spalle che li comandano come burattini, in realta' le elezioni le ha vinte Mario Monti, vero emissario infiltrato nel parlamento illegalmente. Grillo e' una forza nuova degli Americani, che hanno con successo sperimentato il primo esempio di controllo delle masse tramite il web, esempio che verra' probabilmente replicato negli USA e in altri paesi.
    Sara' il tempo a portare a galla la verita'. Adesso vediamo come il M5S cambiera' in meglio l'Italia. Quando tutti si accorgeranno di essersi fatti infinocchiare ancora una volta ed invocheranno la rivoluzione, io ridero', insultero', sputero', ridicolizzero', urlero' "cosa vi avevamo detto, brutti cretini deficienti?" e staro' in disparte a farmi gli affari miei. Non muovero' un dito per fare nessuna rivoluzione, mi faro' molto egoisticamente gli affari miei. Perche' ormai non c'e' piu' spazio per il perdono e la comprensione.
    Bravi Italiani, popolo di servi, continuate a perdere i treni del riscatto.

    RispondiElimina
  4. Gianni, secondo te quale sarebbe la classe politica che dovrebbe traghettarci verso la riconciliazione con la realta' e con noi stessi? E soprattutto, nell'improbabile ipotesi che, prima o poi, riusciamo a mettere insieme una classe dirigente decente, pensi che gli gli anglo-americani ci lascerebbero andare senza radere al suolo la penisola? O dici che magari dovremmo sperare di trovare un Ghandi nostrano? Non so, faccio fatica e essere ottimista.

    RispondiElimina
  5. Una pia illusione pensare di modificare il destino di questo Paese (di questa Umanità) attraverso la politica, anche con i migliori intenti.
    Quei signori, che agiscono dal quartier generale dell'Inferno, hanno tante altre frecce al loro arco... Hanno piazze fontana, stazioni di bologna, aerei che fondono, torri che svaniscono... Temo che passeremo tempi bui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo sono d'accordo, anche se non posseggo la verita' assoluta... Monicelli diceva che la speranza e' un'invenzione dei padroni per tenere i servi buoni e forse aveva ragione. Oltretutto, la tecnologia che oggi possiedono i governi dominanti e' oltre quella che noi concepiamo come fantascienza. Non hanno scrupoli. Pensate come i poteri americani hanno buttato giu' le due torri a New York per mettere il culo in medio oriente. Cospirazioni? Allora rispondete a questa domanda: come avrebbero potuto giustificare una tale campagna di invasione e dominio in medio oriente senza qualcosa come l'11 settembre?
      Sono in grado di provocare cataclismi "naturali" controllati, come terremoti, estrema siccita' o pioggia devastante, per mettere in ginocchio paesi interi. Provocano finti attentati per influenzare l'opinione pubblica e manovrare il corso della politica e dell'economia. Ricordate l'attentato alla stazione di di Madrid con 200 e piu' morti? Ovviamente fu colpa di "Al-Quaeda" (cioe' la CIA) e guarda caso ebbe luogo prima delle elezioni, in cui Aznar fu spazzato via per lasciare il posto all'europeista Zapatero, applaudito come un dio dai nostri Prodi, D'Alema, Amato, Fassino e compagni.
      Non hanno scrupoli. Sono capaci di qualsiasi atto e possiedono una tecnologia incredibile per raggiungere i loro scopi. Potrebbero essere in grado di condizionare le capacita' di ragionamento e calcolo del nostro cervello o creare depressione indotta e azzerare il bisogno che ha l'essere umano di cercare la felicita'.
      L'unica speranza che abbiamo sarebbe agire ORA, in questi anni in cui sono particolarmente vulnerabili perche' colti nel momento di passaggio verso la instaurazione del NWO. L'euro non e' ancora accettato da tutti, l'EU fa fatica ad essere credibile, Obama viene denunciato in tribunale a destra e sinistra per via della sua approvazione del NDAA e dei dubbi sulla sua legittimita' come presidente, cittadini ed organizzazioni denunciano i capi dell'EU per crimini contro l'umanita' alla International Criminal Court... Adesso sarebbe il momento di fare lo sciopero ad oltranza che Lannes auspica, ma temo che gli Italiani siano piu' preoccupati di metter via due lire per farsi l'iPhone 5 o l'ultimo Samsung.
      Dobbiamo sperare che si muova la gente in altri paesi socialmente meno arretrati di noi, tipo la Germania, l'Austria o la Spagna.

      Elimina
  6. ...Io sto dalla parte NOSTRA, ossia quella degli Italiani indipendenti e padroni di decidere del loro futuro. Non sto con Grillo e Casaleggio, non con Berlusconi, non con Bersani, non con Monti, non con l'Unione Europea, non con la NATO, non con la CIA, non con Rockefeller, non con i Rothschild. Sto con l'Italia indipendente e non colonia anglo-americana. Le mie proposte per la crisi sono le seguenti: uscita dalla NATO, dalla EU e quindi dall'Euro, ritorno alla moneta nazionale, rinuncia ai trattati di Maastricht, Lisbona, Velsen, al Fiscal Compact e al Meccanismo Europeo di Stabilita'. Propongo di aprire inchieste sugli omicidi di Giovanni Falcone, Aldo Moro ed Enrico Mattei, sulla vicenda del Britannia e sugli eventi che hanno portato alla svendita delle grandi aziende di stato. Propongo di fare i conti con la storia e con noi stessi, far saltare fuori le verita' vere e liberarci della schiavitu' in cui ci tengono gli anglo-americani.

    Tutto quello scritto sopra non si può fare se la gente non si sveglia e comincia ad aprire gli occhi e capire cosa veramente succede in Italia, non si può fare se la gente continua a guardare i tg, leggere i giornali invece che informarsi su internet, unico strumento di informazione libero (per adesso).Non si può fare se la gente resta indifferente e se ne frega di tutto quello che succede in Italia, stato di proprietà degli Stati Uniti.

    un saluto

    RispondiElimina
  7. Nonostante tutto sono ottimista! Il cambiamento parte da noi, soprattutto dai giovani. Occorre una rivolta autentica, siulla base di una consapevolezza critica non inculcata, per liberare il Paese dalle catene, per cacciare burattini (Grillo, Monti, Bersani, Berlusconi eccetera) e burattinai (anglo-americani)! Prevalgono ancora tifosi, adepti e seguaci... non attori e protagonisti attivi del mutamento etico, antropologico, culturale, politico... Possiamo farcela!

    RispondiElimina
  8. vorrei anchio essere ottimista perchè essere pessimista non porta bene,mah io credo che dovrà passare ancora molta acqua sotto il ponte perchè in italia ci sia una consapevolezza di come stanno realmente le cose,ci sono ancora troppi collusi a questo sistema criminale ,si la speranza e l augurio è diretta verso le nuove generazioni essendo io ormai cinquantenne forse non vedrò mai un mondo come dovrebbe essere e non come purtroppo è... massa giovanni

    RispondiElimina
  9. Dai coraggio!! l'ottimismo è contagioso, se conosciamo il nostro nemico possiamo difenderci,
    possiamo farcela anche secondo me.
    orsolina

    RispondiElimina
  10. Stavo riflettendo su come riuscire a sfuggire ai controlli sempre piu' invadenti della tecnologia. Adesso si parla addirittura di "smart dust", ossia polvere intelligente, che puo' venire dispersa su vaste aree cittadine per spiarne gli abitanti o dentro appartamenti o uffici e praticamente ovunque lo ritengano necessario. I social networks sono organi di controllo della massa e di raccolta di dati sensibili e non. Ti consentono di usarli tranquillamente se parli di Grande Fratello o di X-Factor o di cosa stai mangiando, ti bloccano se diffondi informazioni che non devono essere diffuse. Pensate che il mio account di Twitter e' stato bloccato 7 volte, l'ultima per tre settimane (e' ancora bloccato). Gli smartphones e i tablet nascondono sicuramente verita' nascoste (non ne ho le prove ma credo di non essere lontano dalla realta').
    Come possiamo evitare che ci controllino cosi' da vicino e combattere efficacemente? Smettendola di usare internet e gli "smart devices" per comunicare e ritornare al vecchio sistema che ha funzionato per migliaia di anni senza problemi: attraverso la parola e i rapporti umani veri.
    Uscite di casa, venite in strada e nelle piazze, andate al bar, spegnete i vostri computers e i cellulari. Fate questo almeno una volta alla settimana e vi sentirete come rinati.

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.