18.9.20

LOCKDOWN UGUALE PRIGIONIA!


 
  LOCKDOWN:


"Confinamento di prigionieri nelle loro celle per un periodo prolungato di tempo".

 

https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/coronavirus-conte-non-ci-sar-pi-un-lockdown-generalizzato_22621943-202002a.shtml 

CORONAVIRUS SOTTO TUTELA NATO!


 


 

di Gianni Lannes


Il nuovo coronavirus è mai stato isolato? Dove, quando e da chi? Ma se il virus Sars Cov-2 che scatena la presunta malattia Covid 19 non è mai stato isolato, allora come è possibile che un discutibile test molecolare, ovvero il tampone, possa rilevare la presenza dello specifico agente virale che determina la malattia Covid19?

Numerosi esperti affermano che il tampone non serve a niente, mentre altri ne hanno ridimensionato l’efficacia. In ogni caso, i tamponi in uso non sono mai stati convalidati. Pertanto, non hanno alcuna valenza scientifica.

Addirittura un documento della Commissione Europea informa che in Europa vengono eseguiti 78 tipi di tamponi e 110 tipi di test sierologici tutti non valutati, non verificati e non autorizzati. 

Arrivano i nostri? Nel frattempo, è scattata la micidiale tutela dell'Alleanza atlantica, ovvero di chi comanda per davvero nel vecchio continente a partire dalla colonia Italia. 

ILLUSIONI VIRALI!

 


  di Gianni Lannes

Quale contagio? Le scuole pubbliche in Italia non sono state sanificate, bonificate, pulite a fondo o sterilizzate e disinfettate, nonostante i proclami progandistici dell'esecutivo grulpiddino. Il Conte bis e l'Azzolina sono in grado di smentire con dati di fatto tale incredibile situazione per tutti gli oltre 40 mila edifici scolastici? Assolutamente no. Allora perché pretendere la mascherina (che non protegge dal virus) e non i pattini a rotelle?

A rigor di logica, se fosse vero che il nuovo corona virus è letale e lo stato di emergenza è stato imposto fino a metà ottobre (per ora), salvo ulteriori proroghe, perché riaprire le scuole? A Roma, la scuola media che frequenta il figlio dell'avvocato del popolo è già stata chiusa. La certezza è unica: il disastro pedagogico, didattico ed etico. Il cosiddetto “stato di emergenza” che ha annichilito i diritti civili, è temporaneo o permanente? Attenzione alle apparenze nonché alle illusioni di realtà. Qual è il vero obiettivo finale di questa farsa mondiale che rischia di sfociare in tragedia?


 Riferimenti: 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=coronavirus

https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/09/17/news/scuola_a_roma_sit-in_davanti_a_istituto_belli-col_di_lana_la_prossima_settimana_studenti_in_classe_solo_un_giorno-267598471/ 

17.9.20

SENZA LIBERTA', NIENTE DIGNITA'!

 

di Gianni Lannes


Tutti malati e perciò mascherati? Pregiudizi inculcati nell'era del medioevo tecnologico: assuefazione al peggio, ignoranza dilagante, sottomissione all'autorità, insomma apparenza e realtà. Tutto non tornerà come prima, ma tutto è già peggio di prima. Basta gironzolare per imbattersi nel carnevale tutto l'anno. Genitori che offrono un istruttivo esempio ai propri pargoli, mascherandosi ovunque. In ogni caso, la mascherina chirurgica non protegge chi la porta. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (sia pure eterodiretta dal potere economico) non raccomanda un uso delle mascherine per tutta la popolazione, perché non ci sono evidenze scientifiche chiare che questo arrechi benefici all'essere umano. Il paradosso dei paradossi: a scuola e al ristorante, gli individui seduti vengono inesorabilmente risparmiati dal nuovo coronavirus; ma appena ci si alza in piedi il Sars CoV-2 colpisce senza distinzione gli avventori malcapitati; ecco perché gli alunni vengono fatti inginocchiare quando latitano i banchi a rotelle. E poi, sia chiaro anche ai duri di comprendonio e ai fanatici singoli o in branco: la mascherina all'aria aperta vanta un’utilità pressoché nulla; eppure tanti italopitechi la indossano sempre, anche quando sono soli.

MOVIMENTO 5G

 

 Grullini, grulloni o furboni?

 https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=5g

 https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=grillo 

 https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/05/02/5g-non-ci-sono-evidenze-che-causi-tumori-e-ora-il-paese-ha-bisogno-di-una-rete-efficiente/5784747/

https://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/beppe-grillo-video-messaggio-rete-unica-digitale-a61de6e1-9cf8-4af8-ad4b-045df67e4adc.html 




16.9.20

INCUBO VIRALE!

 


di Gianni Lannes


Ma il nuovo coronavirus è stato inventato in laboratorio, oppure il laboratorio è stato allestito dal Sars CoV-2?

Cosa accadrebbe se si scoprisse che quanto si conosce del mondo altro non è che una menzogna inculcata dal sistema di dominio imperante nel globo terrestre? Di sicuro, la verità assoluta e indiscutibile è un'altra inaccettabile imposizione.

Perché le eterodirette autorità tricolore, da Mattarella al Conte bis, seguitano a parlare di lockdown, iniettando paura nel corpo sociale che genera angoscia? Nell'idioma inglese questo termine vuol dire precisamente “confinamento di prigionieri nelle loro celle per un periodo prolungato di tempo”.

INSICUREZZA SCOLASTICA!

 



di Gianni Lannes


Regna il caos nel belpaese: promesse governative non mantenute, edifici a rischio crollo in zone sismiche e a pericolo idrogeologico, oppure imbottiti d'amianto cancerogeno, inadeguatezza ed affollamento delle strutture scolastiche e così via, sempre peggio.

L'imperativo è distogliere l'attenzione dai veri problemi strutturali. Nonostante le menzogne propagandistiche del Conte bis e dell'Azzolina, smentite dalla nuda realtà, migliaia di scuole sono un rischio ed un pericolo per la pubblica incolumità di alunni, insegnanti, lavoratori, nonché di malcapitati visitatori. Altro che nuovo coronavirus (Sars CoV-2), confuso negli atti ufficiali dalle autorità tricolori con la malattia (Covid 19).

15.9.20

PERSONE INVIOLABILI!




di Gianni Lannes


Violare il principio fondamentale dello Stato liberale. Della serie propaganda menzognera a livello istituzionale. Il fulgido esempio dall'inquilino pro tempore del Quirinale, colui che dovrebbe essere il custode super partes della Costituzione repubblicana italiana. 

 A maggior ragione chi si è appena affacciato alla vita non può essere imbavagliato col pretesto sgangherato di contenere il contagio virale. La mascherina sul viso introduce un principio totalitario molto pericoloso che calpesta il valore fondamentale della libertà. In uno Stato di diritto, in una società democratica, le persone sono psicologicamente e fisicamente inviolabili.

E L'INSEGNAMENTO?

 



 di Gianni Lannes


Se l’inquilino pro tempore di Palazzo Chigi, a conclusione del primo giorno di riapertura delle scuole, dopo 6 mesi di  lokdown (arresti domiciliari della popolazione italiana), esprime soddisfazione: “Attività ordinate”, in una scuola in Liguria  si fa lezione in ginocchio, perché mancano i banchi, ma ci sono soltanto le sedie; in un’altra ci sono le sedie ma latitano i banchi e i ragazzi scrivono e leggono tenendo libri e quaderni sulle ginocchia. In altre scuole ancora, manca addirittura tutto: banchi, sedie, soprattutto gli insegnanti. In ogni caso, nel belpaese la follia mascherata è ormai normalità, una distorsione sociale imposta dalle autorità ed accettata dal senso comune.

 

Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=scuole

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=conte

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=coronavirus

 

 

14.9.20

SCUOLA? NO GRAZIE!

 


  di Gianni Lannes 

Parola d'ordine: descolarizzare la società. Oggi nello Stato di Polizia la scuola è un cantiere con tanto di impalcature (fasulle) allestite in tutta fretta. Perché traumatizzare bambini e adolescenti? Solo perchè lo hanno stabilito assurdamente, senza un briciolo di riscontro scientifico, un branco di burocrati telecomandati e politicanti eterodiretti? Ecco la tragedia: il cosiddetto "patto educativo di corresponsabilità", in sostanza è una dichiarazione da sottoscrivere per consentire l’ingresso in classe degli alunni. In qualità di padre, devo assumermi la responsabilità di ciò che firmo, devo dichiarare molte, tante cose, troppe: ad esempio che i miei figli non hanno avuto contatti con il nuovo coronavirus negli ultimi 14 giorni. “Per quanto di nostra conoscenza”, trovo scritto in quel documento. Devo anche impegnarmi a fare in modo che i miei pargoli non si tocchino gli occhi e starnutiscano eventualmente in mezzo al gomito mentre soggiornano sei ore a scuola. Devo esonerare la scuola, il suo dirigente, i suoi docenti, da ogni possibile responsabilità penale per ciò che potrà accadere.

SCUOLE MASCHERATE!

 


di Gianni Lannes


Bambini e adolescenti, considerati potenziali untori, usati come cavie. Incubo senza fine? La storia si ripete: la follia delle mascherine che annichiliscono il respiro è ormai senso comune e nessuno obietta parole sensate o pone in discussione questa terribile paranoia generale. Distrazioni di massa: i problemi che rendono gli edifici scolastici insicuri sono cronicamente strutturali. Alunni ed insegnanti non c'entrano niente.

13.9.20

EMOZIONI NATURALI!

 

foto Gilan
 

  Sentimenti senza tempo: la rincorsa delle onde, la melodia del vento, l'incanto di un'isola, l'acqua sferzante, il sole accecante e il desiderio di naufragare in un mare d'armonia, a distanza siderale dal frastuono del mondo.


Gianni Lannes

CONTAGIO: UN FILM GIA' VISTO!


di Gianni Lannes

Epidemia: analogia? Premonitore o ispiratore?  Un copione preconfezionato mandato in onda dopo 9 anni nella nostra realtà. Non parlare con nessuno e non toccare anima viva. La pellicola racconta di un virus il MEV-1 che richiama in quasi tutti i punti il Sars CoV-2: la stessa origine (arriva dalla Cina ma l’animale responsabile è il maiale, o meglio il pipistrello), la sottovalutazione da parte delle autorità, il lockdown, la ricerca del paziente zero, il distanziamento sociale, la quarantena, le mascherine, i guanti, le file per fare la spesa, gli stessi sintomi con febbre alta e tosse. E ancora il complottismo delle autorità eterodirette dal potere economico, la ricerca del vaccino, le zone rosse, i camion militari che portano via le bare e anche l’ormai noto “andrà tutto bene”.

Contagion è un film del 2011 diretto da Steven Soderbergh, che, rivisto oggi, ha un ché di incredibilmente profetico. Contagion sembra il perfetto ritratto della pandemia da nuovo Coronavirus. Il film ha tanti punti in comune con l'incubo che stiamo vivendo. Descrive uno scenario apocalittico in cui gli abitanti della Terra si ritrovano a dover fronteggiare il virus MEV-1, che inizia a sterminarli senza pietà colpendo il sistema respiratorio, provocando febbre alta e tosse. Vi ricorda nulla?

UNA SUPERSTRADA PER ANNIENTARE IL GARGANO!

foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)



di Gianni Lannes

Scempio ambientale di Stato tricolore. In nome della velocità consumare la Natura che sopravvive alla follia umana. 20 milioni di euro (denaro pubblico) per iniziare a distruggere definitivamente il cuore del Gargano, mediante la progettazione di fattibilità di una deleteria ed assolutamente inutile superstrada tra Vico del Gargano e Manfredonia. Ad annunciarlo, secondo quanto riporta un comunicato, la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli. Insomma, il governicchio grulpiddino, dopo il ponte e/o tunnel sullo Stretto, intende annientare sotto una gigantesca colata di asfalto e cemento armato anche lo Sperone d'Italia, trasformato in mera cartolina turistica senza più identità, da consumare voracemente. Profitto economico per pochi in cambio di degrado generale.

12.9.20

FILANTROPI VACCINALI!


di Gianni Lannes

Benefattori, ma con il denaro degli altri. Non solo profitto economico, ma soprattutto ingordigia di dominio sull'umanità. L'Organizzazione Mondiale della Sanità è finanziata da fondi volontari. Nessun Paese ha obblighi di sottoscrizioni di budget e sceglie liberamente l'ammontare della cifra da erogare. Dal 2010 l'OMS è finanziata solo parzialmente da fondi pubblici, provenienti dagli Stati. Oltre il 50 per cento del suo budget proviene da sedicenti filantropi o da multinazionali farmaceutiche. L'OMS non può disporre liberamente della parte preponderante dei fondi messi a budget. I soldi che arrivano dai privati vengono legati a progetti specifici, scelti dai donatori stessi. In pratica, i donatori finanziano l'OMS giusto per far apporre il suo logo a legittimazione dei loro stessi progetti. Progetti che non sempre collimano con la pianificazione dell'Organizzazione, né con le esigenze prioritarie dell'agenda internazionale della salute.

Jean-Marie Kindermans, presidente dell'Agenzia europea per lo sviluppo e la sanità, ha dichiarato: «Se c'è un vero problema all'OMS riguarda il modo in cui vengono destinate le risorse e la scelta delle priorità. Oramai vincolate e costrette a dipendere dalle logiche del complesso della filantropia capitalista, diverse da quelle di chi dovrebbe combattere per la salute pubblica globale».

Alcune aziende finanziano l'OMS per poi veder ritornare a casa i quattrini stanziati, moltiplicati per 10 o per 100. Campagne eterodirette, senza avere alla base nessun principio di efficienza ed efficacia: «Il mio budget viene indirizzato verso quelli che io chiamo interessi dei donatori. Non ho alternative», ha dichiarato Margaret Chan, già a capo dell'OMS.

German Velasquez, ex direttore del programma sui farmaci per l'OMS ha detto:

«L'Oms negli ultimi vent'anni è stata privatizzata, facendo un grande favore a Big Pharma e alla grande Finanza. L'operazione l'ha completata la direttrice Margaret Chan durante il suo mandato».

Antoine Flahault, direttore dell'Istituto di sanità globale della facoltà di Medicina dell'università di Ginevra ha rivelato: 


«I finanziamenti privati impongono ai Paesi destinatari degli aiuti prezzi artificiosamente gonfiati per i vaccini, che finiscono per alimentare regalie a multinazionali come Bayer e Novartis. Oramai l'Oms è costretta a tenere conto di quello che Gates ritiene prioritario».

BARATRO VIRALE!



di Gianni Lannes


Ectoplasmi senza più umanità dalla più tenera età: lontani dal prossimo, distanziati, separati, divisi, annichiliti, asserviti con la santa benedizione di Papa Bergoglio. Tutti in coda, tutti in fila, tutti ubbidienti e silenti senza più anticorpi culturali, privi di slanci etici, mentre viene diffusa la paranoia virale. Non più cittadini, ma servi, schiavi, cavie, automi, derelitti. Il problema non è il Conte bis. Il vero dramma: nel belpaese la gente si è rassegnata al peggio ed esegue alla lettera gli ordini telecomandati, impartiti dal sedicente avvocato del popolo grulpiddino. Solo per fare un esempio sotto gli occhi di tutti: le code chilometriche alle Poste italiane, vale a dire disagi per i malcapitati. Più che evidente la mancanza di reazione critica, di sana disobbedienza civile. Il pericolo non è il nuovo coronavirus, bensì la stupidità dilagante. Col pretesto di contenere un'epidemia inconsistente, la massa tricolore ha perso anche la dignità, oltre alla libertà.


Riferimenti:


https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=conte

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=coronavirus

SCUOLA DISABILITATA!


di Gianni Lannes


Nonostante le modalità di diffusione del nuovo coronavirus - denominato erroneamente dalle autorità italiane Covid-19 e non invece correttamente Sars coV-2 - per fasce d'età non siano completamente note, ad oggi i casi registrati di istituti scolastici diventati focolai o coinvolti nella diffusione appaiono molto limitati, mentre con certezza si sa che la fascia 0-14 è esposta ad un rischio sanitario decisamente contenuto, se non proprio insignificante in termini epidemiologici.
 

LA SCUOLA DEL GRANDE FRATELLO


di Gianni Lannes

L'Italia è probabilmente l'unico Paese della comunità internazionale dove ogni legislatura parlamentare che esprime un governo diverso dal precedente è accompagnata da una nuova organizzazione scolastica dell'istruzione rivolta al peggio. Mentre i Paesi OCSE e quelli non OCSE ad economia avanzata perseguono un cammino rettilineo nel tempo che ha come obiettivo preciso ed unico quello di rendere l'istruzione un momento altamente formativo per lo studente in termini culturali, civici, di capacità relazionale e critica, ed un trampolino di lancio per il suo futuro professionale, in Italia nel corso degli anni si è assistito un graduale depauperamento culturale e ad una minor capacità competitiva delle nostre giovani generazioni rispetto a quelle di altri Paesi, dove la scuola di qualità, selettiva, che remunera in modo consono gli insegnanti, è considerata, insieme alla famiglia e al lavoro, la pietra d'angolo della società sulla quale costruire un Paese prospero in termini sociali ed economici.
 

SCUOLA: MANCA TUTTO!


di Gianni Lannes

Tutto, ovvero nulla di niente, nonostante le solite roboanti promesse. Ad un soffio dall'inizio del nuovo anno scolastico sotto le maldestre grinfie dell'eterodiretto governicchio grulpiddino, in Italia manca proprio l'essenziale, a parte le bugie istituzionali, la stupidità dilagante e l'ipocrisia delle autorità. Insomma latitano insegnanti, bidelli, aule, palestre, laboratori, banchi, lavagne, materiali didattici, carta igienica, sapone e così via. In altri termini, strutture inidonee al compito assegnato. A proposito: quanti edifici sono stati effettivamente sanificati? Alla luce dei fatti, a tutt'oggi, migliaia di scuole non sono state ancora pulite - nemmeno grossolanamente - dal marzo scorso. Mentre le innovazioni (tecnologiche) si riducono al peggio del controllo elettronico sugli esseri umani. Altro che sicurezza. Senza contare - secondo i rapporti ufficiali del Miur - l'insicurezza strutturale di migliaia di edifici, appunto “scolastici”. All'appello più di tutto, risulta assente il buon senso. In compenso abbondano assurdi divieti, obblighi e restrizioni all'inviolabile libertà personale, sancita dall'articolo 13 della Costituzione repubblicana italiana.

11.9.20

MARE DI LUCE!

foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)


Il desiderio di naufragare in una mare di luce a contemplare le emozioni, i sentimenti e il mistero della vita!

Gilan