30.9.19

“IL FALSO RE”



 di Gianni Lannes
 
«Il “re” stava sul seggio dorato e dettava le sue direttive... Nonostante tanta bellezza la città si era rassegnata ad una vita povera e senza speranza ... capitò un giorno quello che in uno slancio d'entusiasmo venne chiamato il re, il quale puntò tutto sulla sua passione per il calcio... Per finanziare la squadra, svuotò le casse comunali e tolse anche i pochi soldi erogati ai poveri o destinati alle scuole, alla sistemazione di strade, al verde ed al funzionamento degli uffici... dopo il calcio, i fuochi ed il divertimento, la città era tornata nuovamente triste e non aveva neanche quel poco che gli toccava prima; gli accumuli di immondizia che nessuno raccoglieva, appestavano le strade; quel poco di refezione, che consentiva ai bambini poveri di mangiare a scuola, non c'era più; le fogne esplodevano ed allagavano le strade; le tasse aumentavano, il mercato del pesce venne chiuso per mancanza di acquirenti; il piccolo ospedale non aveva le siringhe e neanche le garze per curare gli ammalati; la villa comunale, quel poco di villa che avevano, era diventata un letamaio; l'acqua del mare aveva perso il suo colore e puzzava peggio di una cloaca».

Si apre così il capitolo centrale e più corposo dell'avvincente romanzo Il collezionista infelice (Santelli, Cosenza, 2019, pagine 317) di Italo Magno, prolifico scrittore dauno di cristallina maestria, nato a Manfredonia in riva all'Adriatico. Autore pugliese, ma editore calabrese. È evidente che in terra levantina nessuno ha avuto il coraggio civile di pubblicare l'opera. Di che narra? È un ibrido interessante, a metà strada tra un denso racconto d'altri tempi ricco di atmosfere sociali (echi dei Ragazzi della via Pal e della La guerra dei bottoni), sotteso da un rigore morale e un saggio dalla limpidità visiva che mira alla mafia dei politicanti dai colletti bianchi. Una lucida metafora sul sottosviluppo imposto al Mezzogiorno tricolore, al cui interno campeggia la parabola politica discendente di Alcibio, un ras che spadroneggia indisturbato per anni a Cepia. Quesito cruciale: nel belpaese per caso i rifiuti si riciclano soltanto in politica? Chi ha inspirato l'autore? Il riferimento è forse rivolto ad un ex sindaco in attesa di giudizio dinanzi al Tribunale di Pescara, accusato di peculato e corruzione (il pm ha chiesto una condanna esemplare a 4 anni di reclusione), per aver comprato esami universitari? Un fatto è certo: la dinamica degli eventi raccontata, è un archetipo tragicomico della mala amministrazione nel Sud Italia. Ibrido è anche lo slancio temporale verso il passato che si fa conoscenza, cronaca e storia, dunque memoria e sapere, spiegato nel presente, ma rivolto al futuro.

A SAN MICHELE NIENTE SCIE IN CIELO!

 Italia, 29 settembre 2019 - foto Gilan


di Gianni Lannes


Sciopero aereo: civile e militare? Il 29 settembre 2019, almeno nel Gargano, non sono state avvistati aerei irroratori e il cielo ha mostrato la bellezza delle sue nubi naturali.

  Italia, 29 settembre 2019 - foto Gilan

http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2019/09/scie-nel-cielo-effetto-serra.html

29.9.19

SCIE NEL CIELO: EFFETTO SERRA?

Gargano (Italia): 28 settembre 2019 (foto Gilan)


di Gianni Lannes

Tira una brutta aria: non c'è più il futuro di una volta e sono svanite le mezze stagioni. Oggi 29 settembre 2019, almeno nel Sud Italia, niente scie bellliche all'orizzonte. Chi attenta alla salute pubblica nel vecchio continente? Quel che l'eterodiretta Greta (ovvero chi l'ha pompata mediante i mass media) e gli uomini (in gran parte ) non vogliono vedere: il famigerato progetto Teller. A proposito: le scie rilasciate in cielo, notte e giorno, da aerei civili e soprattutto NATO, fenomeno mai osservato in Italia prima dell'anno 2002, con una tale intensità, su rotte anomale, a bassa quota (sotto i 3 mila metri) in particolare su note aerovie militari, fanno male alla salute del pianeta Terra? Tali irrorazioni costanti nel tempo in Europa da ben 17 anni (nel belpaese grazie all'accordo segreto Berlusconi/Bush junior risalente al 2001), hanno forse provocato un effetto da camera a gas, contribuendo ad aumentare le temperature terrestri? Le polveri ultrafini (sono molto più piccole delle polveri sottili: PM 10 e PM 2,5) scaricate dai suddetti aeromobili con regia dell'Alleanza atlantica - in violazione della Convenzione Enmod dell'ONU, nonché della legge italiana 962 del 1980 a firma del presidente della Repubblica Sandro Pertini - sono pericolose per la salute degli esseri viventi, in particolare degli umani? Per caso tali veleni entrano nel circolo sanguigno e penetrano nelle cellule?



L'aerosolchemioterapia bellica, in realtà, che finalità persegue? E perché le autorità tricolore, in primis il governicchio Conte bis, l'inquilino pro tempore del Quirinale, nonché l'Aeronautica militare italiana tacciono, e non arrestano immediatamente questo attentato alla salute pubblica? Chi controlla effettivamente lo spazio aereo dello Stivale, isole comprese? A che serve il MUOS impiantato illegalmente dagli "alleati" a Niscemi in Sicilia, grazie anche agli onorevoli grullini? L'Italia è una nazione indipendente e sovrana, oppure prende ancora ordini da Washington?



28.9.19

AUTUNNO: BENVENUTO!

 Gianni Lannes ©

VACCINI E REAZIONI AVVERSE!



Preso atto della grave carenza di completezza e correttezza delle informazioni e comunicazioni circa i rischi e danni da reazioni avverse gravi correlabili ai vaccini, non solo da parte dei principali media nazionali ma soprattutto da parte di soggetti che ricoprono incarichi e ruoli scientifici istituzionali o comunque di rilievo, i sottoscritti  hanno avvertito l’esigenza di presentare la Diffida sottostante contro la diffusione di “falsa Scienza”.

Dr. Franco Trinca (Biologo – Perugia),
Dr. Fabio Franchi (Medico, Infettivologo – Trieste), 
Dr. Armando Lippolis (Medico Omeopata – Torino),
Dr.ssa Anna Rita Iannetti (Medico, Prevenzione e Salute – AUSL Pescara),
Dr. Dario Miedico (Medico Legale – Savona),
Dr. Roberto Petrella (Medico, Ginecologo – Teramo),
Dr. Gerardo Rossi (Medico, Ortopedico – Macerata),
Avv. Roberto Ionta (Avvocato – Napoli).

PERCHE' LE SCIE DEGLI AEREI DIVENTANO NUVOLE?



 
 
Troppo caldo, tanto freddo, tempeste ed uragani. Tutto normale? Il clima è un'arma insospettabile. La prima inchiesta giornalistica italiana, documentata con numerose prove ufficiali, relativa al dilagante fenomeno della cosiddetta aerosolchemioterapia bellica NATO in Europa. 
 
Questo volume di 678 pagine è il frutto di una ricerca sul campo realizzata a partire dal 2003 ai giorni nostri. Esso contiene migliaia di documenti ufficiali (in parte riservati e/o segreti).

Chi vuole riceverlo può prenotare il volume - attualmente in edizione limitata - e chi intende organizzare una conferenza di presentazione del libro invitando l'autore, può scrivere al seguente indirizzo:


27.9.19

CLIMA: VEDERE LA REALTA'


Italia: 26 settembre 2019


di Gianni Lannes

Il clima è un'arma, non a caso proibita da un trattato internazionale delle Nazioni Unite. Allora, che funzione e finalità hanno i numerosi velivoli che da anni in gran parte del mondo, a bassa quota, rilasciano scie (spacciate per banale condensa, in evidente contrasto con note leggi della Fisica) che si trasformano in nuvole, offuscando l'orizzonte ed annichilendo il respiro della vita? Perché l'umanità è all'oscuro di tali operazioni di geoingegneria ambientale su scala planetaria che violano la convenzione Enmod dell'ONU? Su ordine di chi viene realizzato il progetto Teller, presentato in Italia, ad Erice nel 1997? Tempeste ed uragani mai visti a memoria umana, sono proprio di origine naturale oppure vantano una genesi artificiale? Attenzione al conformismo di massa.

26.9.19

CANCRO A NORMA DI LEGGE


di Gianni Lannes

Morti annunciate. Un proliferare di radiazioni ionizzanti e tumori cerebrali rari nella letteratura scientifica, concentrati ed esplosi in Puglia, in coincidenza con l'entrata in funzione di un inceneritore di scorie. A scandagliare le banche informative degli ospedali pubblici e privati in Italia, incrociando i dati con le statistiche ufficiali dell'Istat sulle cause di mortalità, emerge una singolare coincidenza logica sia pure in assenza di studi epidemiologici. Vale a dire: l'insorgenza di tumori cerebrali mai comparsi prima (in particolare glioblastoma di IV grado ed astrocitoma, ma anche altre neoplasie) nella popolazione residente prossima agli inceneritori di rifiuti. Dal punto di vista scientifico una causa accertata è la radiazione ionizzante; vale a dire l'inquinamento dilagante. Uno dei casi più oscuri è quello relativo alla società ETA dei Marcegaglia, e più precisamente ai due micidiali impianti in Puglia che spargono da anni gigantesche quantità di sostanze pericolose nell'aria. Si tratta di Massafra (Taranto) e soprattutto Manfredonia (Foggia). Nella Daunia, infatti, che detiene ufficialmente - in base ai dati ufficiali regionali aggiornati al 2006 - il primato dei tumori al pancreas, almeno dal 2013 hanno iniziato a manifestarsi i mortali tumori cerebrali. Il cancro al cervello nella Capitanata colpisce soprattutto le donne, ma non risparmia gli uomini. Incidenza, prevalenza, sopravvivenza, mortalità e trend preoccupano soltanto le vittime nell'ignara e passiva popolazione. I fatti accertati: persone sane si sono improvvisamente ammalate e sono decedute in breve tempo.


UN PARADISO RITROVATO

 foto Gianni Lannes ©

di Gianni Lannes

Un altro mondo: un paradiso sulla terra, un eden incantato dove l'orologio è sospeso nell'armonia, non a caso denominato nella toponomastica antica "orto San Francesco".  Tesori nascosti di un limbo d'Italia, in un'altra Puglia, sconosciuta ai più. Insomma, la Daunia 600 mila anni addietro: patrimonio dell'umanità. Ecco la sorprendente natura che non ti aspetti: megaliti e fossili immersi in un mare di liquirizia, ulivi, fichi e piante selvatiche considerate erroneamente estinte, in quella che un tempo era una grande laguna blu del Gargano, dove vivevano e si riproducevano i dinosauri. C'è chi cerca il passato di Gaia e dell'umanità nei libri di storia, e chi compulsa la terra. A volte la bellezza naturale richiama alla mente una macchina del tempo, un paesaggio incantato, una meraviglia impensabile, uno scrigno da esplorare soprattutto per insegnanti e studenti, magari studiosi, ricercatori, storici, archeologi, icnologi e botanici.

 foto Gianni Lannes ©

25.9.19

CONTE: I CONFLITTI DI INTERESSE



di Gianni Lannes

Le ombre di Zelig? Il nuovo umanesimo in salsa grullina è forse impastato di omertà? Insomma, le parole che non ha detto al Belpaese e neanche al Parlamento. Il primo ministro Conte Giuseppe da Volturara Appula, vanta secondo il partito democratico, con cui attualmente siede in poltrona al governo come se niente fosse, addirittura più di un conflitto di interesse a partire dalla banca Carige. Il problema è stato sollevato da ben 26 senatori del piddì, tra  cui l'attuale ministro dell'agricoltura (pro Ogm) Bellanova Teresa, in particolare con l'interrogazione a risposta orale numero 3/00565, indirizzata proprio al presidente del consiglio Conte in data 28 gennaio 2019. Non è l'unico atto parlamentare relativo a vicende personali del primo ministro Conte, a cui il bisconte - che ha notoriamente sbianchettato il suo curriculum -  non ha risposto. Tra gli atti degli attuali alleati (improvvisamente silenti su scottanti vicende) inevasi dall'inquilino pro tempore di Palazzo Chigi giacciono nel cassetto anche l'interpellanza (sempre di esponenti del Pd) numero 2/00029 del 18 giugno 2018, nonché l'interrogazione a risposta scritta 4/02734 del 12 aprile 2019, e pure l'interrogazione numero 4/03573 dell'11 settembre 2019. In democrazia contano le domande, ma al contempo pesano le mancate risposte istituzionali, in palese violazione del dettato costituzionale.

Riferimenti:

https://www.camera.it/leg18/410?idSeduta=0016&tipo=atti_indirizzo_controllo_indice

 



http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=18&id=1098228 

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=conte 

24.9.19

CLIMA: LA MENZOGNA DEL 21° SECOLO

Campobasso (Italia) foto Gilan

di Gianni Lannes

Altro che le gretinerie della Greta di turno, pompata dal solito sistema di dominio dell'umanità. Finora la tecnologia più efficace a nostra disposizione per estrarre l'anidride carbonica dall'aria è sempre e solo una: si chiama albero. Perchè le nazioni - magari l'Europa - non fanno decollare subito concreti piani di piantumazione, invece di consentire l'aerosolchemioterapia bellica della NATO dall'anno 2002?

La nostra migliore assicurazione sulla vita? In un mondo in rapido degrado ambientale innescato ed alimentato dal potere economico (industrial-bellico), boschi e foreste sono in grado di ripulire aria e acqua, assorbire anidride carbonica e mitigare le temperature. Il passaggio cruciale: modificare sostanzialmente il modo di produzione imperniato sul petrolio, cambiare lo stile di vita (consumistico), insomma transitare dall'economia all'etica.




23.9.19

GRETINERIA GLOBALE!


https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2019/04/greta-e-la-gretineria.html#more

UN NUOVO UMANESIMO



di Gianni Lannes

Scrivere per cambiare la realtà e tentare di arrestare il declino morale, il degrado culturale. Osare il futuro: educare con amore le nuove generazioni alla responsabilità. Un luogo di educazione dei giovani; di sicuro non un parcheggio in attesa del peggio. Gli italiani sono all'ultimo posto in Europa per la comprensione di un testo scritto, ha attestato l'ultima ricerca dell'Ocse in materia relativa all'anno 2018. Tempo fa, con riscontri probanti, il professor Tullio De Mauro faceva riferimento nel belpaese al fenomeno dilagante dell'analfabetismo funzionale. Se la situazione è così drammatica, allora il compito della scuola non è solo quello di istruire, bensì di educare alla vita. Ma come si fa in classi di 30 alunni con strutture spesso pericolanti e non a norma di legge, che mettono a rischio l'esistenza? E lo Stato che fa? Si limita ad infischiarsene senza alcuna dignità? Il cambiamento parte da ognuno di noi.

Come fanno docenti spesso senza alcuna preparazione psicologica ed umana, a comprendere gli stili cognitivi, i conflitti interni, la formazione delicatissima degli adolescenti? Come è possibile individuare nei bambini delle elementari le difficoltà emotive, personali, familiari che sovente paralizzano le capacità mentali e capire cosa passa nella loro mente?

22.9.19

CLIMA: BUFFONATA MINISTERIALE!




IL MALE PRESENTE!

foto Gilan


di Gianni Lannes

Può capitare improvvisamente a chiunque. Questa non è una storia da film tenera e crudele, ma l'introduzione di un prossimo libro in gestazione sulla vita di una donna  straordinaria, strappata troppo prematuramente all'amore dei suoi figli. No, non si tratta della sfortunata Nadia Toffa, bensì di un'insegnante di lettere non comune. Una vicenda incredibile, intrisa di cattiveria: lei entrava in coma, e alcuni suoi parenti (un fratello, una sorella ed un nipote) entravano contemporaneamente il 15 febbraio scorso in banca a ripulirle i conti. Gli stessi che poi hanno tentato invano ed infruttuosamente di impadronirsi dei suoi figli. La sua verità è nei buchi della sceneggiatura, nel lato oscuro, impensabile, impastato di lacrime e sangue: dolore, fatica, timore, paura, disperazione, solitudine, amore per la vita. 


CLIMA: CAMERA A GAS

Foggia, 21 settembre 2019

di Gianni Lannes


Ciò che l'Italia in decadenza o forse avanzata decomposizione culturale, non vuole vedere. Dei crimini contro l'umanità colpiscono l'indifferenza, la passività generale, l'inerzia globale e le menzogne dei mass media (giornali e radio-televisioni). Da 33 anni scrivo ciò che vedo portando all'attenzione dell'opinione pubblica prove ufficiali e documenti segreti. Ieri pomeriggio per l'ennesima volta la Puglia settentrionale come simultaneamente accade in gran parte d'Europa e d'Italia (in Liguria ad esempio) - in particolare la provincia di Foggia - è stata solcata per ore dall'andirivieni di numerosi velivoli a bassa quota. La regia? Chiedete alla NATO che domina lo spazio aereo del vecchio continente. Ecco, in foto, come si presentava il cielo alle ore 18 del 21 settembre 2019 dopo le irrorazioni aeree: un'immensa cappa grigiastra rilasciata da aerei ravvicinati con rotte anomale su note aerovie militari, che ha offuscato la luce del sole. In realtà, tale attività che finalità persegue e da chi è stata autorizzata? Le sostanze rilasciate nell'aria, che poi ricadono sul suolo ed entrano sotto forma di pulviscolo nel respiro degli ignari umani, hanno conseguenze letali? Senza contare l'elettrosmog in aumento esponenziale. In questo caso è stata violata la convenzione Enmod dell'ONU e la legge dello Stato italiano 962 del 1980 (vietano la modificazione bellica del clima), promulgata allora dal presidente della Repubblica Sandro Pertini? Non si puo far finta di niente o negare l'evidenza: alla voce "Teller Project". Il controllo del clima è una pericolosa arma tecnologica. Perché ci trattano come cavie? Ormai fanno il bello ed il cattivo tempo a comando, anzi a telecomando da Washington, grazie all'omertà politica e militare italidiota. Verità: negata, indicibile, manipolata, truccata e mascherata. Altro che anidride carbonica. Chiunque, disattivando la propria dissonanza cognitiva,  può osservare il cielo e rendersi conto dell'abominio in atto.

 Foggia, 21 settembre 2019
Camogli (Liguria), 21 settembre 2019

20.9.19

A CONTE POTERI STRAORDINARI!



di Gianni Lannes

Effetti perversi o innocui della rivoluzione digitale? Ai piani alti, sia pure per conto terzi, basta un clic informatico per spegnere la democrazia. Con il decreto-legge (governativo) approvato ieri, il presidente del Consiglio dei ministri pro tempore, avrà il potere di disattivare, vale a dire di spegnere apparati e dispositivi impiegati nella rete italiana. Con il pretesto di garantire la "sicurezza nazionale", sarà messo in atto un controllo generale che partirà a breve con il catasto del web tricolore, nell'ambito pubblico ma soprattutto privato. Chi non si adegua alla nuova schedatura, rischia da uno a cinque anni di galera. Dopo la cosiddetta "sicurezza cibernetica" seguirà quella "climatica". Pieni poteri a Palazzo Chigi mentre l'Italia subisce dal 2002 l'aerosolchemioterapia bellica di Washington? Poteri speciali per restringere lo striminzito perimetro della libertà civile nel belpaese? L'ineletto bisconte avanza sospinto dal grande fratello, ma per conto di chi? Non solo affari in soldoni, ma controllo totalitario e rischio per la salute, a causa dell'innalzamento esponenziale dell'inquinamento elettromagnetico? Un altro favore all'incontrollato complesso militar-industriale? Il sistema 5G è capace di collegare ogni oggetto a Internet: presto anche gli umani saranno interconnessi direttamente alle macchine.  Perchè subire la presunta modernità tecnologica? E' un progresso evolutivo? Quando regna l'incertezza, è meglio esercitare il dubbio critico, ossia la massima allerta nell'Italia governativa, eterodiretta e telecomandata dall'estero.


19.9.19

NUCLEARE IN ITALIA: GOVERNO LATITANTE!



di Gianni Lannes

Tante persone si ammalano e muoiono improvvisamente a causa del cancro mentre i mass media (industria dell'intrattenimento) rilanciano banalità. Nel frattempo, i politicanti italidioti stravaccati nei salotti televisivi perennemente, se la spassano infischiandosene della salute pubblica. Non a caso, ben 18 atti parlamentari relativi all'inquinamento nucleare e al rischio radioattivo nel belpaese, non hanno ancora trovato risposta nel corso della diciottesima legislatura in corso. Conte 1 e Conte 2 non rispondono, alla stregua del ministro Di Maio (prima allo sviluppo economico) ora nell'esecutivo addirittura con il piddì tanto vituperato, grazie alla benedizione di Renzi&Grillo. Senza contare lo spreco di denaro pubblico della Sogin (società interamente partecipata dal Ministero dell'economia e delle finanze che opera in base agli indirizzi governativi) attraverso gli oneri nucleari caricati sulla bolletta elettrica.

Nel marzo 2018, il Ministro pro tempore dello sviluppo economico, Carlo Calenda, annunciò come imminente la pubblicazione della carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (Cnapi) ad ospitare il deposito in cui far confluire le scorie nucleari ed i rifiuti radioattivi; la carta sarebbe stata consegnata nel 2015 al Governo da Sogin, la società che si sta occupando del decommissioning, ossia dello smantellamento degli impianti nucleari presenti sul territorio nazionale. Dopo diversi annunci del Governo, l'elenco delle aree potenzialmente idonee ad ospitare i veleni radioattivi resta chiuso in un cassetto, cementato da un segreto fuorilegge. Silenzio tombale anche sulla centrale nucleare militare in Toscana e sulle scorie statali occultate nella miniera di Pasquasia in Sicilia.

18.9.19

ITALIA: 4.788 MINORI SPARITI NEL NULLA!



di Gianni Lannes

Nel solito disinteresse generale del belpaese, ben 4.788 minori stranieri non accompagnati, affidati allo Stato italiano risultano ufficialmente irreperibili alla data del 31 agosto 2019; addirittura 241 nel solo mese scorso. Che fine hanno fatto pargoli e fanciulli senza genitori? Come mai il governo italiano non ha ratificato la Convenzione del Consiglio d'Europa contro il traffico di organi umani? Pezzi di ricambio? Il governo bis Conte perché non risponde alle interrogazioni parlamentari (3/00296 del 6/11/2018, 4/02914 del 17/5/2018, 4/01388 del 15/10/2018)? Bambini e ragazzi hanno soltanto diritti di carta o sono mercanzia da sfruttare nel settore della pedornografia e vivisezionare nelle cliniche occulte? Sono forse da carne da macello e non contano niente perché il colore della pelle non è il bianco?

https://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/immigrazione/focus-on/minori-stranieri/Documents/Report-MSNA-mese-agosto-2019.pdf

https://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/immigrazione/focus-on/minori-stranieri/Documents/Report-MSNA-mese-luglio-2019.pdf

http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2019/07/scomparsi-344-minori-in-italia-affidati.html

Gianni Lannes, BAMBINI A PERDERE, LPE, Cosenza 2016.

CARI FIGLI...

 
 Gilan (2019)

Cari figli,

vi scrivo all'alba da questo nostro familiare esilio garganico mentre la luna illumina i miei pensieri. Il nostro legame non è solo fisico, ma talmente profondo da in-fondersi nell'anima. Una madre, come un padre, non possono e non potranno mai staccarsi dai propri figli, nonostante le prove della vita e il passaggio evolutivo della morte. Voi siete i nostri maestri: attraverso il vostro sguardo limpido ripercorriamo la nostra esistenza con l'entusiasmo che voi avete riacceso in noi alla nascita. La vita finisce ma ricomincia in un'altra dimensione. Noi siamo parte di tutto, del mare come dell'albero: la vita è tutt'uno. Non c'è gioia senza sofferenza: il vostro dolore immenso ha il volto del mio stesso dolore. La vita di chi sia ama scorre e passa oltre la nostra umana comprensione. Il tempo è un cerchio perfetto disegnato dalla mamma con l'ultimo gesto della mano su questa terra. Ammirate e non dimenticate mai la sua grande bellezza di donna divenuta una stella. Lei, è la nostra isola dove seguitiamo con passione ad immergerci. Lei è il nostro arcobaleno e non ci ha abbandonato: chiudete gli occhi e cercatela parlandole nel silenzio dell'animo. Noi non la dimenticheremo mai, 7 mesi dopo, come 7 o 70 anni più tardi e oltre, perché vive in noi, per sempre con amore infinito.

 Gilan (2019)


http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2019/08/buon-compleanno.html

https://www.youtube.com/watch?v=N7ESSn0SdGc&feature=em-uploademail

17.9.19

PIANTARE ALBERI

foto Gilan

di Gianni Lannes

Ogni essere umano pianti un albero: dal bambino al grande cittadino. In Italia sarebbero almeno 60 milioni garantiti. Allora seminiamo la vita insieme ai più piccini; anzi siano loro i protagonisti responsabili. Ecco una rivoluzione gratuita a portata di mano, insomma un'azione utile e concreta nel presente, che garantisce il futuro. Gli alberi sono esseri viventi prodigiosi. Ci donano ossigeno e in cambio assorbono il nostro inquinamento. Sono incredibili propulsori metereologici, infatti richiamano una straripante riserva d'acqua dolce. Ci offrono bellezza, ombra, riparo, frutta e provvidenzialmente legna quando passano a miglior vita; inoltre arrestano le frane. Incamminandosi in un bosco o in una foresta, a ben vedere si legge nascita, crescita e vita della Terra. Questi giganti parlano e cantano liberamente. Basta abbracciarli per ascoltarli. Ogni gigante verde ha una sua frequenza e va in risonanza quando entra in contatto con un suono dalla frequenza in sintonia. Cosa aspettano scuole e comuni, magari anche l'unione europea, invece di abbattere alberi per far largo al cemento armato, a far partire subito questa iniziativa che gioverebbe a chiunque, magari colonizzando in positivo i luoghi degradati? Moneta ecologica: l'unico debito degli esseri umani è con madre Natura. 


foto Gilan

OTTIMISMO!

Foresta Umbra - foto Gilan


di Gianni Lannes

Bambini e ragazzi hanno perso il futuro? Non direi. Un antidoto, anzi un anticorpo naturale? Insegnare con amore e comprensione a scuola e nella vita: lo slancio vitale che proviene dal profondo della storia umana. Un nuovo umanesimo sulle ali della creatività: empatia ed umanità. Allora: creare legami, connessioni, reti; non muri ma ponti, non frontiere e barriere bensì percorsi comuni, vie maestre. Studiare, imparare, apprendere: questo fa la differenza per vivere il presente ed affrontare il domani. Non ci sarà futuro se non passeremo - hic et nunc - dal paradigma economico a quello etico. Un'occasione a portata di mano? Occorre l'ottimismo della volontà: iniziamo a piantare alberi insieme agli ultimi approdati alla vita per dare ossigeno all'esistenza.

RENZI HA SVENDUTO GLI ITALIANI ALL'IBM

Boston - 31 marzo 2016


di Gianni Lannes

Quando riaffiora il nulla mescolato al niente, meglio sfoderare gli anticorpi della memoria per sapere e non dimenticare, dunque informare. Peggio di Salvini? Invece di essere esiliato è ritornato, nonostante l'altisonante e strombazzata promessa pubblica di sparire dalla scena politica dopo la sonora sconfitta seguita al tentativo di far tabula rasa della Costituzione repubblicana italiana e dopo aver minacciato gli iscritti al Piddì, addirittura del trattamento sanitario obbligatorio in caso di avvistamenti e denunce relative alle cosiddette "scie chimiche". Sono trascorsi appena tre anni, da quando tale Renzi Matteo ha concesso in gran segreto (senza ratifica del Parlamento italiano, ma soprattutto senza l'autorizzazione di un solo cittadino italiano) alla famigerata multinazionale IBM, già in affari con Hitler per lo sterminio degli ebrei, le informazioni sanitarie sensibili del popolo italiano. Il progetto Watson, è decollato in Lombardia, grazie all'accordo con l'allora governatore della lega Maroni. Non a caso ha fatto capolino a sopresa nella legge europea 167 del 20 novembre 2017 - pubblicata il 27 novembre in Gazzetta Ufficiale - la possibilità di usare i dati personali degli italiani, senza consenso, a "scopo scientifico". In ballo ci sono mastodontici interessi delle multinazionali tecnologico-farmaceutiche (IBM-GLAXO SMITH KLINE), ma non solo. L'autorità giudiziaria andrà a curiosare nei finanziamenti percepiti dalle fondazioni renziane, a partire dalla Link?


https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=renzi

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/11/27/17G00180/sg

https://quifinanza.it/soldi/renzi-indagato-il-presidente-della-sua-fondazione-open/310625/?ref=libero

ACQUA DI COLONIA!

Italia (16 settembre 2019)


di Gianni Lannes

Giorno e notte piove dal cielo acqua di colonia a stelle e strisce. E' pericolosa per la salute? Fa male al clima? Nell'indifferenza generale - in violazione della convenzione Enmod dell'ONU - un pulviscolo irrorato da appositi velivoli a bassa quota si insinua nel respiro dei viventi. Accade in Italia, ormai dal 2002, e in gran parte d'Europa. Perché le scie degli aerei diventano nuvole? L'aria è inquinata? E l'elettrosmog è aumentato a dismisura? Le prime ignare vittime sono forse i bambini?  Si tratta di un crimine di guerra in tempo di pace? Quali sono le finalità? Sembra un bombardamento, eppure non è stata dichiarata alcuna guerra, se non alla Natura. Chi sono i responsabili dell'aerosolchemioterapia bellica? La legge 962 del 1980, promulgata dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini è stata violata? Quali sono le ripercussioni, ovvero gli effetti negativi sulla salute e sull'ambiente? A proposito: la Costituzione repubblicana italiana è carta straccia?


https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=enmod

http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2014/02/nasa-gli-esperimenti-che-hanno-fatto.html

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2019/09/guerra-contro-natura.html

  Italia (16 settembre 2019)
   Italia (16 settembre 2019)
   Italia (16 settembre 2019 - ore 08:45)


16.9.19

SCUOLA: L' ACCOGLIENZA

foto Gilan

di Gianni Lannes

Non è un paradiso perduto, ma un'isola felice, vale a dire una comunità scolastica dove nessun bambino è escluso. Si gioca e si studia nella montagna del sole, a 450 metri di altitudine in riva all'Adriatico, mentre un arcobaleno risplende dentro e fuori le classi. Oggi l'accoglienza ai 743 cittadini di domani, è avvenuta sulle note di Fabrizio De André, circondati da un mare di alberi. Quello che accade nell'istituto comprensivo - scuola elementare e media - Manicone-Fiorentino (due ecologisti ante litteram, autentici uomini garganici di cultura) di Vico del Gargano, periferia settentrionale della Puglia nella nobile terra della Daunia, è una di quelle esperienze che profumano di buono. "La nostra visione di scuola è mettere al centro della comunità gli alunni, insomma pargoli e fanciulli. Ho il dovere morale di educarli, oltre che di istruifrli." mi racconta con fervore appassionato la preside, Donatella Apruzzese.

foto Gilan (diritti riservati)

14.9.19

PROGRAMMA DI MAIO

Meritocrazia nel belpaese. Programma di tal Di Maio, piazzato addirittura a capo del ministero degli esteri: lunedì 3 ore di inglese, 2 ore di geografia. Martedì: 3 ore di francese, 2  ore di geografia. Mercoledì: 2 ore di arabo, 1 ora di ginnastica, 5 ore di geografia. Giovedì: 4 ore di geografia, 3 ore diplomazia applicata. Venerdì: 2 ore di diplomazia applicata, 2 ore di geografia, 4 ore di italiano scritto e parlato. Sabato: 6 ore di geografia. Domenica: riposo, compiti a casa.

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=DI+MAIO

GUERRA CONTRO NATURA!

 


 
 
Troppo caldo, tanto freddo, tempeste ed uragani. Tutto normale? Il clima è un'arma insospettabile. La prima inchiesta giornalistica italiana, documentata con numerose prove ufficiali, relativa al dilagante fenomeno della cosiddetta aerosolchemioterapia bellica NATO in Europa. 
 
Questo volume di 678 pagine è il frutto di una ricerca sul campo realizzata a partire dal 2003 ai giorni nostri. Esso contiene migliaia di documenti ufficiali (in parte riservati e/o segreti).

Chi vuole riceverlo può prenotare il volume - attualmente in edizione limitata - e chi intende organizzare una conferenza di presentazione del libro invitando l'autore, può scrivere al seguente indirizzo:


12.9.19

PARCHETTI DI CARTA!

Gargano - foto Gilan

di Gianni Lannes

Paradisi perduti senza più identità, ridotti a cartoline turistiche da consumare fino alla fine per annichilire la bellezza e la storia. In Puglia aree protette solo sulla carta e terre demaniali privatizzate impunemente dalla mafia dei colletti bianchi, ovvero dagli speculatori senza scrupoli facilitati dai politicanti nullafacenti di turno. Il caso più eclatante è quello del Gargano dove la speculazione edilizia, in salsa mafiosa, soprattutto sulla costa da Manfredonia a Mattinata, fino a Vieste, Peschici, Vico, Rodi, Lesina, comprese le Isole Tremiti, semina indisturbatamente asfalto e cemento armato, incassando anche soldoni pubblici. Il parco nazionale istituito nel 1991 è ormai l'ennesimo carrozzone dei soliti parassiti istituzionali.

Salento - foto Gilan

Se la passa peggio anche il cosiddetto parco regionale dell'Incoronata nell'agro della martoriata Foggia trasformata in una discarica asfissiata dall'inceneritore Marcegaglia autorizzato da Vendola, brutalizzato dagli incendi dolosi e dall'inquinamento; senza contare l'autorizzazione regionale a trivellare gas. E non stanno meglio la foce del fiume Ofanto nel batrese, le dune di Campomarino e la salina di Torre Colimena in provincia di Taranto, le dune costiere e le scogliere nel territorio di Brindisi, nonché Porto Selvaggio, i laghi Alimini e la fascia costiera di Gallipoli (incendiata a tutto spiano) nel Salento. Nonostante i vincoli archeologici e paesaggistici anche Costa Ripagnola ad un soffio da Polignano, rischia di trasformarsi in un altro resort stile trullallero milanese.


Riferimenti:

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=parchi

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=gargano

https://sulatestagiannilannes.blogspot.com/search?q=puglia

ITALIA LIBERA E SOVRANA?


GIOVANE ITALIA - FOTO GIANNI LANNES (tutti i diritti riservati)
 
di Gianni Lannes

L’Italia è l’unica nazione al mondo dove i rifiuti si riciclano prevalentemente in politica. L'Italia, attualmente, non ha una classe dirigente a qualsiasi livello, in particolare etico. L’Italia, il nostro Paese, sembra privo di memoria, di slancio, di altruismo e di compassione. Per dirla con Carlo Levi: “Nessuno ha toccato questa terra se non come un conquistatore o un nemico o un visitatore incomprensivo”.  

Non c’è bisogno di eroi, però, e soprattutto di retorica o populismo, purtroppo di gran moda. Ma non siete stanchi dei furbi, dei ladri, dei moralizzatori d'accatto, dei traditori, dei raccomandati, dei soliti figli di papà con la carriera assicurata, dei riccastri, dei voltagabbana a 5 stelle, dei politicanti venduti al peggior offerente? E che dire dell'ennesimo governicchio eterodiretto dall'estero privo di consenso popolare, sorto da una truffa grullina in salsa piddina, utile a piazzare al Quirinale nientemeno che Prodi per finire di svendere l'Italia? Ma non vi siete stufati una volta per tutte di tutti questi parassiti governativi e parlamentari (centro, destra & sinistra)?

Cosa si può fare? Non restare indifferenti. Fare qualcosa insieme invece che contro. Chiamare a raccolta quelli che si riconoscono nell’essere a favore delle persone, per la verità e la giustizia, liberi, indipendenti e sovrani. 

REGOLE PER UN INSEGNANTE!

foto Gilan
Da una professoressa di vita (Rosaria) e di scuola superiore, che purtroppo non è più in questa dimensione terrena pur essendo presente in noi, ho appreso:

Imparare da madre Natura!
Osservare un filo d'erba, il viaggio delle nuvole, il moto delle onde. 
Scrutare le stelle, ascoltare il vento, piantare gli alberi, accarezzare la pioggia, respirare la nebbia. Far brillare gli occhi degli alunni.
Premiare il movimento prima che il traguardo.
Scoprire la maschera della risposta esatta.
Non gettare mai nel cestino le risposte sbagliate.
Evitare la finzione pedagogica.
Non giudicare gli studenti ma comprenderli.
Non essere subordinati al risultato e al programma istituzionale.
Fare a meno delle domande trabocchetto.
Non aizzare la competizione.
Alzare l'asticella.
Accettare la sconfitta.
Educare con amore alla responsabilità, alla lettura critica della realtà.
L'ecologia è trasversale (paradigmatica) a tutte le materie.
L'insegnante non è il sapere ma un ponte verso la conoscenza.

11.9.19

FARE QUALCOSA!



di Gianni Lannes

Luoghi comuni? Va sempre peggio. Bisogna fare qualcosa. E' la frase stampata sulla bocca di tanti, insomma la battuta in voga nella stagione dell'indifferenza globale, mentre il mondo va a rotoli. Eppure, quasi nessuno fa niente per gli altri ovvero per la collettività; meno che mai per salvaguardare la natura, a parte al massimo ripetere con enfasi retorica che "bisogna fare qualcosa". Il vero nemico è dentro di noi: la rassegnazione al peggio miscelata al gretto egoismo del conformismo da gregge.

Occorre fare i conti con la mancanza di un'idea di collettivo e di futuro, vale a dire del noi. Gestire il proprio tempo conduce al pensiero critico: la riflessione interiore porta al rispetto della vita nel  tempo altrui.

CATASTROFE CLIMATICA


di Gianni Lannes

Fantascienza? La Natura è un pretesto infondato: è tutta un'invenzione dell'uomo che ora minaccia la vita mediante una catastrofe climatica di portata apocalittica. Ecco la realtà (il progetto Teller in violazione della convenzione Enmod dell'ONU) preannunciata dalla fantasia cinematografica. Il film Geostorm, più che profetico, uscito negli USA il 20 ottobre 2017 parla chiaro. La trama: anno 2019, in seguito alla crisi climatica globale le nazioni del mondo collaborano alla costruzione di un sistema  satellitare in grado di modificare il clima, e quindi, scatenare tempeste, siccità, uragani, surriscaldamenti anomali. In realtà, la tecnologia vanta già da tempo questa possibilità bellica ormai dispiegata su larga scala su alleati e nemici.

9.9.19

AMBIENTE: CONTE 1 UGUALE A CONTE 2


Nel belpaese al peggio dei politicanti (grullini, piddini & salvini) non vi è mai fine. Neoministra PD infrastrutture: "Tav via libera non si torna indietro. Archiviata revoca concessione Benetton. Ok Gronda Benetton". Boom in borsa di Benetton. M5S tace e acconsente come con Salvini. Sulle grandi opere è un pericoloso ritorno al passato. Valsusa, Terzo valico, Brescia-Padova, Gronda: stracciate le analisi costi-benefici.

Riferimenti:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2019/08/bis-conte.html 

DALL'ACQUA ALLE STELLE

foto Gilan


di Gianni Lannes

Siamo simili ai nostri simili: dalle gocce d'acqua alle stelle, dal filo d'erba alla betulla, dal lupo al gabbiano fino all'essere umano. Una volta gli uomini avevano la pretesa di essere dotati di speciali facoltà, abitanti, anzi padroni di un pianeta al centro dell'universo. Dopo però sono arrivati Copernico e Galileo, poi Darwin. Tuttavia quelle assurde pretese non si sono ridotte in un mondo in rapido degrado ambientale e morale. Dunque, siamo tutt'al più specializzati in disastri disumani.


1.9.19

PERCHE' LE SCIE DEGLI AEREI DIVENTANO NUVOLE?


 
 
Troppo caldo, tanto freddo, tempeste ed uragani. Tutto normale? Il clima è un'arma insospettabile. La prima inchiesta giornalistica italiana, documentata con numerose prove ufficiali, relativa al dilagante fenomeno della cosiddetta aerosolchemioterapia bellica NATO in Europa. 
 
Questo volume di 678 pagine è il frutto di una ricerca sul campo realizzata a partire dal 2003 ai giorni nostri. Esso contiene migliaia di documenti ufficiali (in parte riservati e/o segreti).

Chi vuole riceverlo può prenotare il volume - attualmente in edizione limitata - e chi intende organizzare una conferenza di presentazione del libro invitando l'autore, può scrivere al seguente indirizzo: