2.8.17

VACCINI: DOPO I BAMBINI...



di Gianni Lannes


Ora tocca agli adulti: a breve chi vorrà partecipare ad un concerto o comunque ad un evento pubblico dovrà per forza vaccinarsi. Dapprima si parte da una semplice raccomandazione. Raniero Guerra non ha perso tempo, e così ha sfornato un'altra circolare forte della carica di direttore generale al ministero della cosiddetta "salute" dopo quella operativa sul decreto legge 73/2017. Si tratta di grave allarmismo previsto dal codice penale? Allora, perché l'Autorità Giudiziaria non si muove? Per la cronaca documentata, il personaggio era presente il 29 settembre 2014 a Washington, quando è stato impartito al ministro pro tempore beatrice Lorenzin, l'ordine di procedere nel belpaese con la vaccinazione di massa dei minori, utile a sperimentare nuovi vaccini. Guerra, l'indomani fu nominato a sedere sulla poltrona ministeriale. Guerra vantava già un piede nella fondazione Glaxo Smith Kline, ovvero chi li produce i vaccini "ammala ed ammazza-bambini". Nella conferenza stampa del 19 maggio scorso, indetta dal governo Gentiloni (non espressione della volontà elettorale popolare) proprio alla Lorenzin è sfuggito il testuale lapsus: "Ranieri Guerra è il responsabile di tutto ciò".





Nessun commento: