5.7.17

VACCINI: ALTO TRADIMENTO E ATTENTATO ALLA COSTITUZIONE DI MATTARELLA





di Gianni Lannes

Accade ora in Italia. Un caso unico al mondo: otto milioni di neonati, bambini e adolescenti in buona salute saranno colpiti da iniezioni a raffica. Attentati di Stato al sistema immunitario dei pargoli o scudi sanitari preventivi? «Per i minori di età compresa tra 0 e 16 anni sono obbligatorie e gratuite le seguenti vaccinazioni: anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus Influenzae tipo b, anti-meningococcica B, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella» impone il decreto legge 73 emanato il 7 giugno 2017 dal presidente della Repubblica italiana. L'Organizzazione mondiale della sanità certifica che in Italia non è in corso alcuna epidemia e non dilagano pandemie. Secondo Paolo Maddalena, già vicepresidente della Corte Costituzionale, "questo decreto legge è incostituzionale". Anche il primo ministro uscente Paolo Gentiloni ha ripetuto che "non è in atto alcuna emergenza". Allora perché si procede contro l'evidenza? Questione di sovranità perduta o bieco affarismo delle solite multinazionali come la Glaxo Smith Kline dedita alla corruzione su scala planetaria? Quando il capo dello Stato sia pure pro tempore, mente spudoratamente in atti istituzionali ufficiali, ponendo addirittura a repentaglio la vita della popolazione sovrana, o peggio dei minori, risponde di alto tradimento e attentato alla Costituzione. Sia chiaro: nessuno è al di sopra della legge in uno Stato di diritto. Nessun mammasantissima è intoccabile, neanche quello del giglio magico.


«Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale… Ritenuta la straordinaria necessità ed urgenza di emanare disposizioni per garantire in maniera omogenea sul territorio nazionale le attività dirette alla prevenzione, al contenimento e alla riduzione dei rischi per la salute pubblica e di assicurare il costante mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza epidemiologica in termini di profilassi e di copertura vaccinale; Ritenuto altresì necessari garantire il rispetto degli obblighi assunti e delle strategie concordate a livello europeo e internazionale e degli obiettivi comuni fissati nell’area geografica europea; Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri adottata nella riunione del 19 maggio 2017…». E’ vero quello che asserisce in Gazzetta Ufficiale Sergio Mattarella? 



Attenzione: con un punteggio di 93,11 su 100 l'Italia è prima nella classifica stilata dal Bloomberg Global Health Index. Gli italiani sono i più sani del mondo, nonostante i disastri provocati dall’immunità dei parassiti riciclati in politica. Il merito è soprattutto del nostro stile di vita. Ma se noi italiani siamo il popolo più sano del mondo, perché proprio noi dobbiamo essere quelli con il maggior numero di vaccinazioni obbligatorie, mentre in Europa ben 15 nazioni, tra cui la Germania non vantano neanche un obbligo vaccinale? Perché lo ha stabilitola White House. 

Per la cronaca dimenticata: il 24 ottobre 2016, sulla medesima falsariga renziana  Sergio Mattarella, vale a dire l’inquilino del Quirinale, ha dichiarato pubblicamente, come riporta La Repubblica ed altri quotidiani: «Sconsiderato chi critica vaccini. Sono essenziali, bisogna contrastare decisamente quelli che li mettono in discussione». A parte il fatto che in una democrazia la critica è l’elemento fondamentale dello Stato di diritto, chi la vuole reprimere per legge, intende instaurare di fatto una dittatura. Quanto ai vaccini, sul piano scientifico esiste il ragionevole dubbio. Quello dell'illuminato Sergio Mattarella che ha omaggiato i vertici della massoneria e del sodalizio Bilderberg, è un atto di eversione dell’ordine costituzionale? L'esternazione del capo pro tempore dello Stato, è forse una minaccia alla libertà di pensiero e di espressione? Sergio Mattarella che dovrebbe essere super partes nella sua funzione istituzionale e non un mero tifoso, è stato nominato da un Parlamento di illegittimi come ha sancito il pronunciamento della Corte costituzionale numero 1, esattamente tre anni addietro. Peraltro, la sentenza di Cassazione 8878 del 2014 ha stabilito che mediante la legge elettorale 270/2005 è stato leso il diritto fondamentale del cittadino. 

La coscienza è al di sopra dell'autorità, della legge, dello Stato e delle multinazionali. Per dirla con Gandhi: «Se gli uomini si rendono conto che è inumano ubbidire a leggi ingiuste, nessuna tirannia potrà renderli schiavi. Questa è la chiave dell'autodeterminazione».
 

3 commenti:

  1. CONDIVIDO TUTTO !!! GRAZIE DI CUORE GIANNI, IO COME TANTE MAMME E NONNE, CONTINUEREMO A LOTTARE INDEFESSAMENTE PER I NOSTRI FIGLI E NIPOTI, FELICI DI AVERE TE AL NOSTRO FIANCO !!!

    RispondiElimina
  2. Un momento: Grillo negli anni di scomunica televisiva pontificava dalla svizzera l'inutilità e sulla pericolosità dei vaccini, ora invece.....pagliaccio, se non vuole ammettere che ci prende in giro, lo faccia nei confronti di chi in quegli anni pagava profumatamente i biglietti d'ingresso ai suoi spettacoli, e li rimborsi!

    RispondiElimina
  3. Chi ha promosso e votato in Parlamento il Decreto sui vaccini, va rimosso dal Parlamento e arrestato per crimini contro l'umanità per tutti i morti e malati conseguenti all'inoculazione di quei misteriosi intrugli chiamati vaccini.Si mobiliti la parte sana del Paese!

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.