29.3.18

LE SCIE CHIMICHE NON ESISTONO!

Roma: sostanze aviolanciate

di Gianni Lannes

Cielo ingrigito dall'inquinamento aereo. Ma c'è di peggio: le irrorazioni generali. Cosa spruzzano sui centri abitati gli aerei che solcano le aerovie a bassa quota? Chi predispone i piani operativi per questi velivoli fantasma, con quali finalità? L'Aeronautica militare tricolore, già in prima linea nell'impunita strage di Ustica (81 morti il 27 giugno 1980) non ha più il controllo dello spazio aereo nazionale o garantisce l'omertà negando l'evidenza? Secondo le comparse italidiote del potere telecomandato dall'estero, gli esperti di regime e gli analfabeti funzionali a chi comanda, l'aerosolchemioterapia bellica non esiste; eppure soprattutto oggi la NATO ci ha dato dentro, trasformando l'Italia e gran parte dell'Europa in una gigantesca camera a gas. Ma su Roma non c'è il divieto di sorvolo? E papa Bergoglio perché non denuncia questo attacco alla vita? A proposito: a quali poteri rispondono i politicanti nostrani?


La convenzione Enmod dell'ONU - ratificata dalla legge italiana 962 del 29 novembre 1980 - vieta la guerra ambientale, non convenzionale che altera il ciclo metereologico ed avvelena l'aria.
 
https://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/19760318/201303260000/0.515.06.pdf

http://legislature.camera.it/_dati/leg08/lavori/schedela/trovaschedacamera.asp?pdl=679


Oste il vino è buono? Ecco i negazionisti accademici al soldo del Pentagono:


 Roma: sostanze aviolanciate
  Roma: sostanze aviolanciate

  Roma: sostanze aviolanciate
  Roma: sostanze aviolanciate
  Roma: sostanze aviolanciate
  Roma: sostanze aviolanciate