22.1.18

«IO CACCIATA DA SCUOLA A 8 ANNI»




Accade oggi in Italia, preda di una deriva totalitaria, ormai priva di sovranità. I bambini da zero a sei anni sono esclusi dagli asili pubblici se non marchiati da ben dieci vaccinazioni obbligatorie, grazie al decreto legge 73 del 7 giugno 2017, presentato da un governo privo di consenso elettorale, e alla legge di conversione 119 del 31 luglio scorso, approvata da un Parlamento illegittimo e promulgata da un inquilino abusivo del Quirinale. La storia si ripete proprio come nel 1938 con le leggi razziali volute da Mussolini ed approvate dai Savoia. Liliana Segre a 87 anni è stata appena nominata senatrice a vita, dopo essere sopravvissuta ad un lager. A breve si arriverà in Europa al numero tatuato sul braccio e la foto di un virus o batterio saltellante appuntata sul petto per distinguere la razza inferiore. Un regime totalitario necessita del controllo capillare delle informazioni personali. Il paradigma non è più la società bensì il campo di concentramento, il riferimento culturale non è più Atene ma Auschwitz. Contro l’indifferenza e il servilismo - per sapere e non dimenticare - occorrono la memoria e l’azione politica risolutiva. 

riferimenti:

 http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2018/01/balle-in-rete-censura-ministeriale.html