4.12.17

IBM: DA HITLER A RENZI





Boston, 31 marzo 2016:
seduti da sinistra: Erich Clementi, SVP, IBM Europa, Ivan Scalfarotto, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio italiano; in piedi da sinistra: Ginni Rometty, Chairman, Presidente e CEO di IBM; Matteo Renzi, primo ministro italiano.

di Gianni Lannes

Il controllo sociale, anzi quello genetico, peggio eugenetico: la storia si ripete, ieri come oggi. Esiste una relazione con la vaccinazione obbligatoria di massa introdotta di recente con il decreto legge 73/2017 e la legge 119/2017? Alla voce alto tradimento. Il 31 marzo 2016 Renzi e Scalfarotto senza alcun mandato elettorale, senza alcuna autorizzazione del Parlamento, senza aver prima informato il garante per la protezione dei dati personali, mentre l'IBM seguitava a licenziare personale italiano (300 dipendenti in un colpo solo), hanno sottoscritto un accordo, mai portato all'attenzione ufficiale del Parlamento, per la cessione alla multinazionale straniera IBM dei dati sensibili sanitari della popolazione italiana. “Agreement for the planned Watson Health European Center of Excellence in Milan": in cambio di un investimento di appena 150 milioni di dollari a Segrate. Si tratta del progetto Watson, dal nome del presidente di questa corporation già in fiorenti affari con il nazismo.

«Prima di partire da Berlino vorrei esprimere il mio orgoglio e la mia profonda gratitudine per l’alta onorificenza da lei ricevuta. Consapevole del valore dell’amicizia che L’ha spinta a conferirmi la suddetta onorificenza. Le assicuro che, in futuro come in passato, farò tutto quanto sarà in mio potere per creare legami ancor più saldi tra le nostre due grandi nazioni. Cordiali saluti anche da parte di mia moglie e della mia famiglia». E’ quanto scrisse il 5 luglio 1937 il presidente dell’IBM Tomas J. Watson a “sua Eccellenza Aldolf Hitler”, come riportato testualmente nell’edizione del 6 luglio 1937 dal prestigioso giornale New York Times (“Watson sends Hitler notes of gratitude”).

L'International Business Machines ha garantito l’Olocausto, ovvero il funzionamento della macchina bellica nazista che assassinò milioni di persone in Europa. Il sistema Hollerith vi dice niente?




Oggi in qualità di cittadino della Repubblica Italiana, nonché di scrittore dedito alla stesura di un saggio narrativo sulle attività dell'International Business Machines, ai sensi del Decreto Legislativo 14 marzo 2013, numero 33 ho chiesto al presidente dell’IBM Italia, Enrico Cereda ed al garante italiano della protezione dei dati personali, una copia integrale del suddetto accordo.



Il 30 novembre scorso, la senatrice Paola De Pin ha interrogato il governo Gentiloni proprio si tale questione. L’esecutivo tricolore risponderà o si nasconderà dietro il muro dell’omertà? 

Sul Corriere della Sera (cronaca di Milano) del 27 gijgno 2017 si legge testualmente:


"E Watson (che prende il nome da Thomas Watson, general manager Ibm a inizio ‘900) ? Stiamo parlando di «intelligenza aumentata» e di uno strumento che potrà avere molteplici applicazioni in campi più diversi: dall’energetico al manifatturiero, dal finanziario alla pubblica amministrazione, dalle telecomunicazioni alla formazione. E poi c’è la sanità: dei mesi scorsi è la polemica sul fatto che a Ibm siano stati concessi i dati sanitari di migliaia di utenti lombardi. Questa intelligenza potrà metterli a confronto, creando tra l’altro una banca dati utile per la prevenzione e l’individuazione delle cure. Il governatore Roberto Maroni spiega: «Ci siamo a lungo confrontati con il garante della privacy che non ha detto “no” a questa operazione, ma ha posto alcune condizioni perché i dati devono restare assolutamente anonimi. E quindi stiamo studiando un modello che risponda ai requisiti chiesti: entro fine luglio, massimo metà agosto contiamo di risolvere la questione»".


A proposito: chi ha dato a Matteo Renzi ben 5,5 milioni di euro, approdati alla sua fondazione Open, e perché, ovvero in cambio eventualmente di che?




 riferimenti:

Gianni Lannes, VACCINI DOMINIO ASSOLUTO, Nexus edizioni, Battaglia Terme (PD) 2017.

Nessun commento: