7.9.17

VACCINOPOLI: IL DELIRIO DI RENZI



di Gianni Lannes



In televisione c’è Renzi sempre più sfacciatamente orwelliano che, da un palco non so dove né quando, dice: "Chi pretende che i vaccini fanno il business dell'industria farmaceutica mente perché loro guadagnano con le malattie, non con i vaccini".

riferimenti:




5 commenti:

  1. Ci guadagnano con i vaccini, eccome. E di sicuro, con l'aumento delle malattie neurologiche sia di bambini che di anziani (e, a proposito, lo sa che l'età media dei malati di Alzheimer si sta abbassando?), ci guadagnano ancor di piu'

    RispondiElimina
  2. Attenzione: il farmaco cosiddetto "etico", ovvero "quello da prescrizione", prima di essere commercializzato segue obbligatoriamente un iter di sperimentazione che mediamente dura una decina di anni ( vitro, animale, volontario sano ), con i relativi costi della ditta produttrice; il vaccino non è considerato farmaco ma mezzo di prevenzione e non è obbligato a seguire queste fasi sperimentali. Facciamoci due conti: a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca! Giuseppe M.

    RispondiElimina
  3. ...se é la stessa scienza che ci irrora veleno e che fa morti (in Italia) piu' della seconda guerra mondiale (sempre in Italia) e poi nega...allora quella non é scienza ma é?! Comunque visto che si parla di "scienza" cominciamo a far prendere la laurea, con il vecchio ordinamento, alla ministressa della "salute"!!!

    RispondiElimina
  4. ...in piu' sto signore non doveva dimettersi?! Perché invece é ancora lí? Chi l ha votato?!

    RispondiElimina
  5. ...ma se i vaccini vengono fatti per indebolire e ammalare la popolazione, loro guadagnano sia con le malattie sia con i mitici vaccini...et voilá, il gioco é fatto!

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.