16.8.17

VACCINI: MANOVRINE FORZITALIOTE!




di Gianni Lannes


 «Io non sono contro i vaccini, anzi, penso che siano una delle più grandi scoperte di tutti i tempi… Prima di iniettarli ai bambini sarebbe meglio purificarli» parola della dottoressa Gatti, moglie di Stefano Montanari. Peccato che non esistano ancora al mondo, "vaccini puliti", poiché per definizione sono proprio gli adiuvanti come ad esempio l'alluminio, ma non solo, ad attivare appunto i vaccini. Un esperto che ha pure lavorato per la famigerata NATO (responsabile di stragi e crimini impuniti in gran parte del mondo) non dovrebbe saperlo a memoria? Allora più di qualcosa non quadra.

Alla voce specchietti per le allodole. Attenzione al calderone in preparazione. Polemiche? No chiarezza e trasparenza sul discutibile copione che mandano in onda all'insaputa di tanti. 

La domanda più ricorrente tra la gente incredula è la seguente: ma ci fanno o ci sono? In ogni caso prenderanno il controllo della protesta contro la dittatura vaccinale per ammorbidirla e portarla in un vicolo cieco, proprio come hanno fatto i grullini. Dalla democrazia cristiana a Berlusconi, Cosentino e Verdini. Il senatore Vincenzo D’Anna ha scritto a Stefano Montanari il 3 agosto scorso dalla sua pagina di facebook.

D’Anna, prima con il piduista di Arcore oggi con Verdini, è assurto alle cronache per i suoi legami con Nicola Cosentino (già in affari con i camorristi casalesi) nonché per essere stato sospeso dal presidente Grasso per gesti sessisti nei confronti della collega del M5S Barbara Lezzi. Ora che fare? Un consiglio personale: prendete le distanze da politicanti ed affini. Per arrestare una deriva totalitaria occorre ben altro.

riferimenti:





Nessun commento: