20.7.17

VACCINI: IL SENATO APPROVA IL DECRETO FUORILEGGE


 di Gianni Lannes

Far ammalare il prossimo è un affare: la quotazione in borsa della famigerata Glaxo Smith Kline (la maggiore beneficiata) è schizzata in alto. Tutto come nei piani stabiliti all'estero. Via libera del Senato al decreto legge incostituzionale numero 73 del 7 giugno 2017, imposto come sempre dallo zio Sam (a Washington il 29 settembre 2014): 171 voti a favore, 63 contrari e 19 gli astenuti. Il decreto, che deve essere convertito in legge entro il 6 agosto, passa ora all'esame della Camera dei deputati. Il nefasto esito è scontato perché l'Italia è una colonia a stelle e strisce, ormai priva di sovranità.  









10 gli obbligatori e 4 facoltativi (meningococco C e B, che fino ad ora erano nel gruppo delle obbligatorie, e di quelle contro il rotavirus e lo pneumococco) ma poi alla fine saranno 14; e c’è anche il contentino con meno sanzioni. é sato approvato il correttivo che fa diminuire le sanzioni amministrative: l'importo sarà al minimo 100 e al massimo 500 euro. Cancellata anche la previsione che stabiliva la perdita della patria podestà. Infine è stata introdotta la possibilità della prenotazione dei vaccini presso le farmacie, tanto per accontentare un senatore di forzitalia, presidente di un ordine dei farmacisti locale. Il provvedimento, che deve essere convertito in legge entro il 6 agosto, passa ora all'esame della Camera. E' stata inoltre confermata l'istituzione dell'anagrafe vaccinale (un omaggio anche all'IBM che avrà il controllo dei dati sanitari di tutta la popolazione italiana senza il consenso degli interessati) e per l'integrazione degli obiettivi dell'unità di crisi che monitora le attività del Servizio sanitario nazionale "per renderli funzionali alle esigenze di coordinamento tra tutti i soggetti istituzionali competenti in materia di prevenzione delle malattie infettive nonché di regia rispetto alle azioni da adottare in condizioni di rischio o allarme".    

L’eterodiretto Gentiloni (passato alla storia da ministro degli esteri per aver regalato in gran segreto alla Francia, ben 339,9 chilometri quadrati di mare italiano) ha addirittura commentato su Twitter: «Un passo avanti per la tutela della salute degli italiani».

Che fare? Uno sciopero generale ad oltranza, l'obiezione fiscale e denunciare i parlamentari favorevoli alla vaccinazione coercitiva che danneggerà irreversibilmente neonati, bambini e adolescenti sani. Ultimo passo: una nuova Costituente che spazzi via questa accozzaglia di onorevoli illegittimi, piazzati in poltrona grazie ad una legge incostituzionale, come ha stabilito la Corte costituzionale con il pronunciamento numero 1 nel gennaio 2014. E' chiaro che non c'è alcuna vera opposizione parlamentare e che l'opinione pubblica non ha alcun peso politico. Occorre mettere in pratica una strategia offensiva in termini ovviamente costruttivi, pacifici e nonviolenti. Bisogna combattere per conquistare la libertà. Non siate gregge: su la testa!

Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.