14.5.17

ENI: A CACCIA DI PETROLIO CON ESPLOSIVI IN SICILIA



di Gianni Lannes

Il nuovo progetto di esplorazione e ricerca di idrocarburi da parte della famigerata multinazionale coinvolge le province di Catania, Caltanissetta e Ragusa, su un'area di 1500 chilometri quadrati di rilevante interesse naturalistico. Sono 12 Comuni i comuni investiti da questa nuova rapina di idrocarburi con annessa devastazione ambientale: Gela, Mineo, Ramacca, San Michele di Ganzaria, Mazzarino, Aidone, Mirabella Imbaccari, Piazza Armerina, Caltagirone, Grammichele, Niscemi, San Cono. 



Ovviamente il presidente del consiglio dei ministri, Paolo Gentiloni è al fianco dell'Eni per sostenere gli stupri ecologici a norma di legge dello Stato tricolore. 



Saranno utilizzate cariche esplosive conficcate nel terreno in un'area a rischio sismico, dove esistono vincoli idrogeologici, riserve naturali, siti di interesse comunitario, zone protette: dalla Sughereta di Niscemi al Biviere di Gela, dal Bosco di Santo Pietro al Lago Ogliastro.




L’Eni ribadisce, nel documento lungo 77 pagine, che l'acquisizione sismica (che genera artificialmente delle onde elastiche, necessarie a dare un primo segnale della presenza nel sottosuolo di eventuali presenze idrocarburiche) «verrà principalmente eseguita tramite utilizzo di vibroseis» (vibrazioni attraverso mezzi pesanti) e che «potrebbe essere integrata con la tecnica che prevede l’utilizzo dell’esplosivo» per un residuo 20 per cento.
 
Sul sito del ministero dell’Ambiente da qualche giorno si legge:

 «Opera: Permessi di ricerca "Passo di Piazza" e "Friddani". Progetto: Progetto di prospezione geofisica (sismica 2D) nell'ambito dei permessi di ricerca denominati "Passo di Piazza" e "Friddani". Descrizione: Il progetto prevede attività di prospezione geofisica 2D nell'ambito dei Permessi di Ricerca denominati "Passo di Piazza" e "Friddani" al fine di individuare le strutture geologiche contenenti idrocarburi economicamente sfruttabili. Il rilievo sismico sarà effettuato su una griglia costituita da n. 11 linee di lunghezza complessiva di 332 km. Proponente: Eni Mediterranea Idrocarburi S.p.A. Tipologia di opera: Prospezione idrocarburi. Scadenza presentazione osservazioni: 07/07/2017 Regioni: Sicilia - Province: Enna, Caltanissetta, Ragusa, Catania - Comuni: Gela, Mineo, Ramacca, San Michele di Ganzaria, Mazzarino, Aidone, Mirabella Imbaccari, Piazza Armerina, Caltagirone, Grammichele, Niscemi, San Cono».

riferimenti:





Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.