1.5.17

BRAVA MANFREDONIA: MA ORA MANDIAMOLI A CASA!

di MANFREDONIA NUOVA

I risultati elettorali delle primarie del PD nella nostra città hanno dato risultati che fanno ben sperare per il futuro di Manfredonia. Infatti, pur essendosi elevato anche questa volta il canto delle sirene, la stessa sirenetta, ch’era candidata nel 2014 a sindaco di questa città,  ora all’Assemblea nazionale del partito democratico, è riuscita a portare al voto soltanto 3049 elettori, ben al di sotto dei 12.348 votanti alle primarie del dicembre 2014. Inoltre il suo candidato, Andrea Orlando, ha ottenuto una percentuale di solo il 44% dei votanti.

Da parte sua Emiliano, sostenuto dalla rete civica di Dario Vassallo, rappresentata in loco da “Manfredonia Nuova”, “Movimento E.S.T.” ed altri, ha  ottenuto una incoraggiante affermazione, con 1080 voti ed una percentuale del 35,42.
 
Finalmente, dopo anni di “mala gestio”, conti dissestati, clientelismo, favoritismo, mancata bonifica delle aree inquinate, bellezze trasformate in paludi, assenza di manutenzione del verde, delle fogne e delle strade, incuria, sporcizia, imposte comunali alle stelle e tanto altro ancora, Manfredonia s’è desta, o meglio si sta svegliando, per creare finalmente, dopo vent’anni di governo padronale, un’alternativa democratica e popolare, che sia davvero al servizio della città.

Forza allora cittadini di Manfredonia, dopo la vittoria al referendum di riforma costituzionale e questi risultati per loro abbastanza dolorosi, facciamo un altro passo avanti, svegliamoci davvero tutti, per mandarli finalmente a casa, senza preoccuparci se abbiano o meno un lavoro, perché Manfredonia viene prima.  


Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.