4.4.17

MOLISE: LA RAPINA DEL GAS




di Gianni Lannes

Perforazione e messa in produzione: addio torrente Tona. Il ministro Galletti e il collega Franceschini (ambiente & beni culturali), di concerto come al solito, hanno autorizzato un altro scempio ambientale. Ancora una volta a rimetterci è un comune del Sud: Rotello in provincia di Campobasso, ai confini con la Puglia. Si tratta di un pozzo per l’estrazione di gas ed olio greggio. L’ennesima concessione ovvero regalìa alla Società Idrocarburi Adriatica, ossia alla famigerata ENI, non più italiana. Agli autoctoni, come sempre, andranno soltanto i danni ambientali e sanitari, com'è già accaduto nella Daunia (per esempio ad Ascoli Satriano).

riferimenti:

Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.