28.4.17

EUROPA: SPARISCE UN BIMBO OGNI 2 MINUTI


 di Gianni Lannes

Un orrore invisibile: bimbi e adolescenti trasformati in pezzi di ricambio e tutte le autorità a far finta di niente, grazie anche all'indifferenza generale. Ormai è ufficiale: ogni due minuti nel vecchio continente scompare un bambino, mentre sono 10 mila i minorenni stranieri non accompagnati che solo nel 2015, secondo i dati di Europol, sono svaniti nel nulla dopo il loro approdo in Europa. 

Attualmente nel vecchio continente più di 60 mila persone sono in attesa di un trapianto: chi può permetterselo in soldoni paga e ottiene illecitamente organi umani. In Italia, precisamente nel nord, si effettuano espianti in alcune cliniche private. Gli ordini dei medici tacciono e vige anche a livello istituzionale l'omertà mafiosa. Perché i magistrati non indagano a fondo? Ordini superiori?

Singolare coincidenza: al 31 marzo 2017, (secondo l’ultimo rapporto del ministero delle politiche sociali) sono spariti dai centri di accoglienza ben 5.170 minori definiti “irreperibili”. Perché le autorità non li cercano?

E’ solo un caso? La Convenzione del Consiglio d'Europa contro la tratta degli organi umani, aperta alla firma il 25 marzo 2015 non è ancora entrata in vigore, poiché occorrono almeno 5 ratifiche e c’è solo quella dell’Albania. Neanche l’Unione europea ha aderito, mentre l’Italia ha solo firmato.  Le seguenti nazioni ritenute a torto civili, non hanno neanche sottoscritto il trattato 216: Croazia, Danimarca, Finlandia, Germania, Islanda, Liechtenstein, Monaco, Olanda, San Marino, Slovenia, Svezia.

D’altronde, il governo italiano non risponde agli atti parlamentari in materia, come nel caso dell’interrogazione a risposta scritta numero 4/05225 del 4 febbraio 2016.


riferimenti:








http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=convenzione+traffico+organi

Gianni Lannes, Bambini a perdere, Lpe, Cosenza, 2016.

Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.