19.2.17

VACCINI: ORA DIVENTANO TRATTAMENTO SANITARIO OBBLIGATORIO!






di Gianni Lannes

«Disposizioni per la reintroduzione dell'obbligatorietà delle vaccinazioni per l'ammissione alle scuole di ogni ordine e grado» è quello che prevede il disegno di legge s.2679 (datato 2 febbraio 2017). La prima firmataria di questa iniziativa da regime totalitario è la senatrice Francesca Puglisi del partito democratico, coadiuvata da uno stuolo di onorevoli del piddì. E' un oggettivo dato di fatto: i vaccini fanno spesso ammalare, soprattutto indeboliscono le difese immunitarie.


Il ministro della cosiddetta "Salute", tale Beatrice Lorenzin (quella che pubblicamente ha confuso i batteri con i virus), appena diplomata al liceo classico, intende rendere obbligatorie le vaccinazioni ad oggi solamente consigliate.  I vaccini potranno essere anche obbligatori per legge ma non coercitivi. Vale a dire che in uno Stato di diritto, la forza di polizia (polizia o carabinieri o chiunque altro) non può sequestrare un figlio.

Le leggi sulle vaccinazioni obbligatorie sono quattro, l’ultima della quali risale al 1991, introdotta grazie ad una mazzetta da 600 milioni di lire, pagata dalla Glaxo al ministro Francesco De Lorenzo. Nel 1999 il presidente della Repubblica ha varato un DPR (decreto del presidente della repubblica), in cui ha eliminato l’obbligatorietà vaccinale per l’ammissione scolastica, garantendo il diritto allo studio anche ai ragazzi non vaccinati. I piani nazionali sono nati per superare l’obbligatorietà vaccinale, varando dei programmi raccomandati a livello nazionale, ma non più obbligatori.

Questa normativa contravviene allo spirito e alla lettera della Convenzione di Oviedo. (Articolo 5, Regola generale: «Un intervento nel campo della salute non può essere effettuato se non dopo che la persona interessata abbia dato consenso libero e informato. Questa persona riceve innanzitutto una informazione adeguata sullo scopo e sulla natura dell’intervento e sulle sue conseguenze e i suoi rischi. La persona interessata può, in qualsiasi momento, liberamente ritirare il proprio consenso».

In Italia nessuna azienda sanitaria locale spiega ai genitori a quali rischi si va incontro facendo vaccinare i figli. Anzi ti dicono sempre che i vaccini sono sicuri e innocui, mentre basterebbe leggere attentamente anche solo il bugiardino che accompagna i vaccini per rendersi contro che le stesse multinazionali farmaceutiche si sollevano da ogni responsabilità, dichiarando che può causare ogni tipo di allergie e di reazioni avverse anche mortali. Se i medici vogliono rispettare l’ etica professionale e desiderano essere appena un minimo obiettivi, di affiggere in bacheche apposite tutti i bugiardini dei vaccini da inoculare, in maniera tale che ogni genitore sia regolarmente informato e possa pensare ai “danni scientifici” cui va incontro il proprio figlio, senza uno screening e un’analisi delle possibili allergie ai componenti presenti nei vaccini. Perché è in commercio esclusivamente il tetravalente e non l’esavalente che viene spacciato per obbligatorio, mentre è semplicemente illegale? Peraltro nei vaccini spacciati in Italia ai bambini ci sono ancora alluminio e mercurio.


riferimenti:



3 commenti:

  1. Trump ha intenzione di dare un taglio netto alle vaccinazioni in U.S.A., da qualche parte le Big Pharms devono pur recuperare le vendite....

    RispondiElimina
  2. FIRMA CONTRO OBBLIGATORIETA’ DI 13 VACCINI - PREVISTA DAL DISEGNO DI LEGGE 2679 DEL PD (2.2.2017)
    FIRMA E FAI FIRMARE CONTRO L’OBBLIGATORIETA’ DEI VACCINI - PREVISTA DAL DISEGNO DI LEGGE 2679 DEL PD (PARTITO DITTATURA) - PER LA FREQUENZA ALLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO PUBBLICHE O PRIVATE
    UNA LEGGE CHE NON CONCEDE PIU’ VIA DI SCAMPO,
    SE NON L’EMIGRARE NEI PAESI CIVILI EUROPEI. https://www.change.org/p/alla-corte-costituzionale-italiana-firma-contro-obbligatorieta-dei-vaccini-prevista-dal-disegno-di-legge-2679-del-pd?recruiter=38282632&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=share_for_starters_page&utm_term=des-md-google-no_msg
    VOGLIAMO LEGGERE UNO STRALCIO DI UNA LEGGE LIBERTICIDA, AGGRESSIVA, DITTATORIALE, ANTICOSTITUZIONALE DA GULAG STALINISTA? Francesca Puglisi scrive, cambiando l’articolo 47 del D.P.R. 22 dicembre 1967, che “al fine di tutelare la salute dei cittadini, costituisce requisito necessario per l’accesso ai servizi educativi pubblici e privati e alle scuole di ogni ordine o grado, statali, paritarie private e degli enti locali, l’aver assolto gli obblighi vaccinali prescritti dalla normativa vigente”. Toccherà quindi “ai dirigenti scolastici dei servizi e delle scuole all’atto dell’iscrizione alla scuola o agli esami, richiedere la presentazione della relativa certificazione, comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni e delle rivaccinazioni predette”. E questa “copia della certificazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni e delle rivaccinazioni è conservata nel fascicolo personale dell’alunno”.

    RispondiElimina
  3. Questa raccolta di firme su una piattaforma straniera, ideata apposta per contenere il malcontento popolare,non serve a niente! In Italia l'opinione pubblica non ha alcun peso politico. Occorre una rivoluzione civile e interiore, a partire da una nuova Costituente su base popolare.

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.