6.2.17

NAVI DEI VELENI E BANDIERE OMBRA

Manfredonia, 6 febbraio 2017 - foto AQ



di Gianni Lannes

Che ci fa oggi la chemical tanker Vinlandia (meglio nota in passato con i nomi Nabeul nel 1995 e poi Nando nel 2004) nel porto di Manfredonia, dove spesso latitano i controlli e navi provenienti da mezzo mondo sbarcano grano inquinato? Si tratta di una carretta in mare dal 1979. 


La bandiera è ombra ossia fuorilegge, ovvero panamense. La cosiddetta “nave” è gestita dalla Sicilnavi, una società a responsabilità limitata riconducibile alla famiglia Adorno di Palermo. Il petrolchimico Enichem è chiuso dal 1993, la bonifica dell’area inquinata sulla terraferma e in mare non è mai decollata nonostante gli ingenti fondi statali elargiti alla Syndial, ovvero alla stessa multinazionale Eni. Dunque, questo catorcio galleggiante a che pro è in loco? 

La Vinlandia - che dopo 36 anni di attività dovrebbe essere rottamata - era partita il 26 dicembre 2016 dal porto russo di Novorossiysk, il 12 gennaio scorso ha toccato il porto di Durazzo, poi è scesa il 21 gennaio a Palermo, quindi è risalita a Porto Nogaro il 30 gennaio, ed è approdata a Patrasso in Grecia il 3 febbraio. Nello stesso scalo manfredoniano "alti fondali", dal 4 febbraio è presente anche la portarinfuse Lucky Trader - anch'essa bandiera panamense - che sta scaricando grano proveniente dall'Algeria. Che fa la guardia costiera locale, dorme sonni beati? Qui non vale il Port State Control? Sia chiaro: il Mezzogiorno d'Italia non è la discarica dell'Europa.


riferimenti:



https://www.vesselfinder.com/it/?imo=7800100

http://www.guardiacostiera.gov.it/attivita/Pages/port-state-control.aspx

http://www.chemicaltankerguide.com/

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2017/02/unaltra-nave-di-grano-straniero.html


POST SCRIPTUM
 
LA CRESCITA ESPONENZIALE DEI TRAFFICI MARITTIMI NEGLI ULTIMI ANNI, HA POSTO IL DELICATO PROBLEMA SULLA QUALITA’ DELLE NAVI, IN PARTICOLARE SULLA LORO IDONEITA’ ALLA NAVIGAZIONE E SULLA TUTELA DELL’AMBIENTE MARINO. IL CONTROLLO DELLO STATO D’APPRODO (PORT STATE CONTROL) E’ IL POTERE DI UNO STATO DI SOTTOPORRE A VERIFICA LE NAVI STRANIERE CHE SCALANO I PROPRI PORTI PER ACCERTARNE LA CONFORMITA’ ALLE NORME INTERNAZIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA DELLA NAVIGAZIONE, ANTINQUINAMENTO E CONDIZIONI DI VITA A BORDO. L’ORGANIZZAZIONE NAZIONALE PSC IN ITALIA E’ AFFIDATA AL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO: LA GUARDIA COSTIERA, E' L'AUTORITA’ COMPETENTE AD ATTUARE LE PROCEDURE E LE MISURE PREVISTE DAI PIU’ IMPORTANTI ACCORDI INTERNAZIONALI. 



CON IL TERMINE BANDIERA OMBRA SI INDICA L'INSEGNA DI UNA NAZIONE CHE VIENE ISSATA DA UNA NAVE DI PROPRIETÀ DI CITTADINI O SOCIETÀ DI UN'ALTRA NAZIONE. IN QUESTO MODO, IL PROPRIETARIO DELLA NAVE PUÒ SPESSO EVITARE IL PAGAMENTO DI TASSE E OTTENERE UNA REGISTRAZIONE PIÙ FACILE; LA NAZIONE CHE FORNISCE LA BANDIERA RICEVE SOLDI IN CAMBIO DI QUESTO SERVIZIO. LA FEDERAZIONE INTERNAZIONALE DEI LAVORATORI DEL TRASPORTO (ITF) MANTIENE UNA LISTA DI NAZIONI CHE USANO LE PROPRIE BANDIERE A QUESTO SCOPO.

http://www.itfglobal.org/en/transport-sectors/seafarers/in-focus/flags-of-convenience-campaign/

Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.