27.11.16

RENZI TOGLIE AI POVERI E DA’ AI RICCHI





di Gianni Lannes

Cosa non inventano quelli del piddì per raccattare “si” al referendum anticostituzionale del 4 dicembre prossimo, quando l’ineletto Renzi prenderà una batosta colossale, che lo spedirà in Toscana ad amministrare al massimo un condominio di periferia. Che dire delle aberranti dichiarazioni del Napolitano che ha imposto uno dietro l'altro Monti, Letta & Renzi, ma senza il voto del popolo sovrano? Quanto al gioco delle tre carte va in scena in Puglia.


Bordo, Riccardi & Campo


Sempre a proposito del mastodontico impianto di gas a petrolio liquefatto dell’Energas (Kuwait Petroleum), prendiamo tre manfredoniani: l’onorevole Bordo (ex assessore e consigliere comunale), il consigliere regionale Campo (ex sindaco) e il sindaco Riccardi. Ecco cosa riporta Teleradioerre:

“Il Governo si atterrà a quanto deciso dalle comunità locali, rispettando innanzitutto la volontà espressa dai 27.000 cittadini di Manfredonia con il referendum del 13 novembre scorso". Lo affermano l'on. Michele Bordo, presidente della Commissione Politiche UE della Camera, e il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi all'esito dell'incontro avuto nella giornata di venerdì 25 novembre con la viceministra allo Sviluppo economico Teresa Bellanova. All'appuntamento con la Bellanova si è giunti dopo il colloquio avuto con il presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, al termine della manifestazione svoltasi a Foggia, e dopo uno scambio di sms tra l'on. Bordo e lo stesso Renzi con cui il Premier ha ribadito che il governo, sulla vicenda Energas, “farà tutto ciò che serve per assecondare la scelta dei cittadini”. "La viceministra Bellanova – continuano Bordo e Riccardi - ha confermato questo orientamento e assicurato che, qualora nella Conferenza di servizi decisoria venissero confermati il parere negativo espresso dal Comune di Manfredonia e la mancata intesa con la Regione Puglia, il Governo non potrà che attenersi e rispettare tali volontà.

E’ notizia di ieri che l ’ineletto governo Renzi ha scippato ben 50 milioni di euro ai bambini di Taranto malati di cancro, spiccioli promessi ufficialmente dal ministro Lorenzin (quella non laureata che confonde virus con batteri), ma al contempo regala ben 60 milioni di euro, ovviamente sottobanco per un torneo di golf. Quanto vale la parola di Renzi? Chiedete ad Enrico Letta.

riferimenti:

Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.