24.11.16

L'INELETTO GOVERNO RENZI APPIOPPA ALTRI DIECI MILIARDI DI TASSE




di Gianni Lannes


Brutte notizie. Oggi l'esecutivo eterodiretto dagli interessi speculativi stranieri, imposto dal Napolitano ma non votato dal popolo italiano, ha ottenuto la fiducia al Senato. In un lampo è passato il decreto fiscale a supporto della finanziaria di guerra che toglie ai poveri per dare sempre ai ricchi. Basta leggere quanto pubblicato in Gazzetta Ufficiale per rendersi conto del solito raggiro renziano. A proposito: i petrolieri, soprattutto la Kuwait Petroleum e l'Energas ringraziano per l'ulteriore regalo. Purtroppo, tante altre piccole e medie imprese italiane, a causa di queste manovre istituzionali cinicamente speculative, saranno costrette a chiudere a breve i battenti. Infine, Equitalia, nonostante le altisonanti promesse propagandistiche di mister Renzi e dei brandelli di piddì, non chiude ma cambia semplicemente nome. A sparire invece, nel belpaese, sono migliaia di minori, bambini e adolescenti sotto la responsabilità dello Stato tricolore. E' un orrore da arrestare subito.  


Ecco un'altra ragione, se già non ce ne fossero abbastanza, per affermare un perentorio NO (anche se la compagnia di giro occorre tapparsi il naso) il 4 dicembre prossimo, alla riforma anticostituzionale. Il 5 dicembre Renzi e soci dovranno essere processati per eversione dell'ordine costituzionale e alto tradimento.







Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.