17.11.16

ITALIA: MACELLERIA DI BAMBINI E ADOLESCENTI PER ESPIANTO DI ORGANI



di Gianni Lannes

Va in onda l'orrore: ecco l'ultimo tabù tricolore. Traffico di organi umani minori, strappati a bimbi, fanciulli e ragazze, nonché omertà istituzionale a copertura della criminalità mafiosa. Nel belpaese, da anni, contrariamente alle rassicurazioni ufficiali, insospettabili medici espiantano organi a bambini e adolescenti, in cliniche private del Settentrione. In questi ospedali dell’orrore situati nelle regioni del Nord Italia, chi ha bisogno di organi nuovi (fegato, reni, cornee, cuore) paga grandi cifre ed evita le liste di attesa. Sono migliaia e migliaia i minori spariti da noi ogni anno per alimentare questo commercio di carne umana. Perché il governo dell’ineletto Renzi tace? Perché l’Italia non ha ratificato la convenzione europea contro il traffico di organi umani? C’è un giudice almeno a Berlino o bisogna sperare in quello divino? In qualità di esseri umani, noi adulti, abbiamo il dovere morale, l'imperativo etico di far arrestare questo crimine contro un'umanità inerme.

4 commenti:

  1. Buon giorno signor Lannes, grazie per il suo estenuante lavoro. cercando in rete ho constatato che l Italia appartiene ai 13 paesi che hanno firmato la convenzione internazionale contro il traffico d organi. Nel suo articolo lei parla di mancata ratifica. Le chiedo: c'è una differenza sostanziale tra firma e ratifica? Grazie ancora.

    RispondiElimina
  2. Senza ratifica, come ho già ben spiegato più e più volte con prove e riscontri, e come chiunque può verificare, questa convenzione europea contro il traffico di organi umani non entra in vigore. Ecco la sostanziale differenza tra firma e ratifica.

    RispondiElimina
  3. Così come il protocollo di kyoto.Sulla farsa del riscaldamento globale. Farsa portata avanti proprio dagli USA: protocollo firmato, ma non ratificato (quindi non validato)...i FURBONI!!

    RispondiElimina
  4. Bene...anzi malissimo.Giochi di prestigio per adempiere a luridi interessi. e pensare che la maggior parte di noi pagherebbe chissà quale cifra pur di ricevere un organo salva vita.siamo noi stessi che permettiamo questo olocausto silenzioso. ignari ma spesso consensienti."L'unica rivoluzione possibile è quella interiore".Krishnamurti.

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.