27.8.16

ITALIA: SCIE BELLICHE NATO!

Italia (24 agosto 2016): scie belliche
 
di Gianni Lannes

Ecco due aerei fotografati mentre volano in Italia alla medesima altitudine o livello di volo, solcando un’aerovia militare, sottostante notoriamente quelle civili. Come mai uno rilascia scie e l'altro no? Eppure le condizioni atmosferiche sono le stesse. Uno dei due è difettoso, oppure ha esaurito la fase di irrorazione? Peraltro, secondo le leggi della fisica, in Europa le scie di condensa si producono ad altitudini superiori agli 8 mila metri di quota, almeno a meno 43 gradi centigradi e con un determinato livello di umidità.

Inoltre, esistono regole internazionali inderogabili, da rispettare per la separazione in volo di due o più aeromobili, che sono di tempo, quota e distanza orizzontale, che però non valgono per i velivoli militari della NATO che sfrecciano dove capita, spesso a bassissima quota sorvolando i centri abitati e causando stragi, come quella del Cermis, dove il 3 febbraio 1998 persero la vita ben 20 ignare persone. In buona sostanza, l'Italia dal 1945 non ha neppure sovranità e controllo del proprio spazio aereo, come ben sa lo Stato maggiore dell'aeronautica militare tricolore, che si limita ad eseguire pedissequamente gli ordini impartiti dal Pentagono. Il termine chemtrails (scie chimiche) è stato coniato dall'US Air Force, ed è riportato nei loro manuali operativi.

Repetita iuvant. A rigor di logica e di semantica, il cosiddetto “complottista” è colui che trama a danno dell’ignara popolazione, e non chi analizza certe macchinazioni, interpretando i fatti e smascherando gli intrighi di Stati e multinazionali del crimine impunito. Scientisti e negazionisti più o meno prezzolati, non solo negano l'evidenza annegando nel ridicolo, ma vorrebbero torturare ed internare chi racconta la verità del mondo alla rovescia.  

La convenzione Enmod dell'Onu, entrata in vigore nel 1978, che vieta la guerra ambientale non è una leggenda metropolitana, al pari della legge di ratifica italiana, numero 962 del 1980, firmata dal presidente della Republica Sandro Pertini. Infine, l'ineletto Matteo Renzi - come tutti i suoi predecessori - deve anche rispondere di complicità in strage e tentata strage del popolo italiano. La nocività ambientale è ormai una strategia globalizzata del sistema di dominio del genere umano.

 Italia (24 agosto 2016): scie belliche

 Italia (24 agosto 2016): scie belliche

 Italia (24 agosto 2016): scie belliche

 Italia (24 agosto 2016): scie belliche
 Italia (24 agosto 2016): scie belliche
  Italia (24 agosto 2016): scie belliche
 Italia (24 agosto 2016): scie belliche

 Italia (24 agosto 2016): scie belliche

 Italia (24 agosto 2016): scie belliche
 Italia (24 agosto 2016): scie belliche
 Italia (24 agosto 2016): scie belliche
 Italia (24 agosto 2016): scie belliche

 Italia (24 agosto 2016): scie belliche
 Italia (24 agosto 2016): scie belliche

 Italia (24 agosto 2016): scie belliche
 Italia (24 agosto 2016): scie belliche
 
riferimenti:

http://www.rense.com/general18/scatteringEdTellerwithnotes.pdf 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=aerovie

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=cermis 

Italia (24 agosto 2016): scie belliche 

 http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=teller


Gianni Lannes, IL GRANDE FRATELLO. STRATEGIE DEL DOMINIO. Modena, 2012.

Gianni Lannes, TERRA MUTA, LPE, Cosenza, 2013.

Gianni Lannes, ITALIA, USA E GETTA, Arianna editrice, Bologna, 2014. 

4 commenti:

  1. Foto che dovrebbero aprire gli occhi ai ciechi, sciogliere le cataratte a chi ha problemi di vista e far cadere le fette di salame dalle palpebre degli ignoranti. L aeronautica, i politici, i governi, ci hanno sempre mentito (fatto gravissimo in quando è avvelenamento intenzionale pianificato). Punibili per alto tradimento e crimine contro l umanità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La gente non è disposta ad aprire gli occhi. E' un problema chiamato dissonanza cognitiva. In Italia la popolazione non ha forza né volontà di opporsi al regime totalitario in cui vive. Si chiude nel suo guscio fatto di distrazioni, borbotta sottovoce per tutte le cose che non vanno ma non si prodiga per cambiare la situazione. Non vi sarà mai nessuno che presenti ufficialmente denuncia contro enti statali, multinazionali o politici e meno che mai, nessun tribunale sarebbe disposto a sentenziare contro uomini di governo, banchieri ecc. Finirebbero in pasto ai leoni. Suicidati o ammazzati in qualche incidente d'auto. In Italia si fanno guerre negli stadi e non per far valere i propri diritti.

      Elimina
    2. Di esposti ne sono stati presentati molti, così come sono presenti ben 17 interrogazioni parlamentari, solo in italia: il problema è che gli esposti li lasciano marcire nel cassetto ed alle interrogazioni non rispondono. Vedesi, ultimamente, il caso muos...al ricorso ha vinto l avvocatura di stato ed il ministero dell offesa! Perché... chi comanda sono gli USA, in questo paese venduto e privo di DIGNITÀ!
      Ricordiamo, per esempio, che la vicenda amianto, prima che esplodesse, era trattata allo stesso schifoso modo: NEGATA!!!!

      Elimina
  2. Qui in Friuli siamo massacrati quotidianamente dalle scia, ma stranamente questa settimana abbiamo goduto di cielo sereno. Un mio conoscente,pensando di burlarsi di me mi ha chiesto : "e allora, dove sono queste scie???". Appunto, rispondo io, se e' normale questo cielo (e di aerei ne passano,senza lasciare scie), come lo definiresti il cielo quando e' coperto solo da scie????

    RispondiElimina