26.7.16

PERCHE’ INTOSSICARE I BAMBINI CON I VACCINI?




di Gianni Lannes

Esperimenti sui bimbi usati come topi da laboratorio, meri corpi in cui depositare i veleni che portano guadagno alle corporation. Non vi insospettisce questo inasprimento autoritario per indebolire il sistema immunitario di chi si è appena affacciato alla vita? 

Il nuovo piano vaccinale italiano ingrassa - più di prima - le multinazionali farmaceutiche. In Italia i bambini sotto i sei anni “dovrebbero” fare 48 dosi di vaccini contro 14 malattie. 

Quali sono le patologie da debellare, per le quali è necessaria la copertura del 95 per cento? 

Perché, quando si parla di vaccini ci si dimentica che dal 1991 a oggi - come conseguenza di una tangente di 600 milioni di lire della Glaxo, intascata dall’ex ministro Francesco De Lorenzo per far promulgare la legge 165/1991 (certificata da una sentenza della Cassazione) - si inocula ai neonati l‘antiepatite B, che si contrae solo con il sangue infetto e i rapporti sessuali promiscui? 

Perché in alcune regioni (Toscana, Liguria, Veneto e Sicilia) è già stato adottato il vaccino antimeningococco B, su neonati e adolescenti quando l’Istituto superiore di Sanità ne ha sconsigliato l’impiego? 

Perché si dice che “i vaccini sono sicuri” omettendo che vi sono migliaia di italiani a cui è stato riconosciuto un danno da vaccino in base alla legge 210 del 25 febbraio 1992? 


Perché gli studi controllati randomizzati in doppio cieco sui vaccini non esistono?



Perché i vaccini contengono ancora il cancerogeno mercurio messo al bando nel 2001, nonché sostanze pericolose per la salute umana? 


Perché l’Aifa (il controllore) ha elargito 26 milioni di euro alla Glaxo (il controllato)? 

Perché dal 2004 in Italia è sparito il quadrivalente e si inocula ai bambini  l’esavalente che contiene due vaccini non obbligatori? 

Quale autorevolezza può mai avere  il ministro della cosiddetta “salute” Beatrice Lorenzin, se addirittura confonde i virus con i batteri e non ha neppure uno straccio di laurea? 

Perché tacciare di “complottismo” chi la pensa diversamente e si difende con le armi dialettiche della logica e del dubbio?

Perché in uno Stato di diritto, almeno sulla carta l’ordine dei camici bianchi minaccia fanaticamente di sanzionare i medici che informano cittadine e cittadini sui danni da vaccino?

Perché lo Stato italiano non tutela la salute della popolazione come sancito dall’articolo 32 della Costituzione?

Perché i bimbi italiani devono essere usati come cavie e diventare malati a vita? E perché le autorità sanitarie di ogni ordine e grado pur non avendo alcuna autorevolezza morale e scientifica minacciano i genitori che non accettano questa imposizione coercitiva da regime totalitario?

Se i bambini sono il sale della vita e rappresentano il futuro degli esseri umani, perché la popolazione italiana non si ribella in massa a questa privazione di libertà?

Giovanni Falcone (trucidato dallo Stato italiano insieme agli uomini di  scorta)  amava ripetere: «Per capire chi ci guadagna, basta seguire il denaro».


riferimenti:
















Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.