8.2.16

HEDIA: LETTERA DI GIANNI LANNES ALL'AMBASCIATORE DI FRANCIA IN ITALIA!

Alcuni marinai italiani prigionieri nella sede diplomatica francese ad Algeri (2 settembre 1962); in primo piano Filippo Graffeo - foto Jim Howard (UPI)

Hedia: scomparsa di 19 marinai italiani


<giannilannes@gmail.com>

15:43 (2 minuti fa)


a catherine.colonna@...  
Alla cortese attenzione di Madame Catherine Colonna, ambasciatore di Francia in Italia

Gentile Signora,

colgo l'occasione per ringraziarLa del riscontro ricevuto in data odierna da Mathilde Grammont. Ma in ogni caso, reitero la mia richiesta nel sapere dove sono state sepolte le spoglie dei 19 marinai italiani, tratti in arresto dalla squadra navale francese, partita dalla Corsica nella prima decade del marzo 1962, posizionata all'altezza dell'arcipelago La Galite, ai confini tra Tunisia ed Algeria, per impedire il rifornimento di armi al Fronte di Liberazione Nazionale algerino (FLN). Non c'è mai stato alcun naufragio della Hedia (ex Generous: già segnalata come sospetta nei documenti militari francesi). La ragion di Stato, anzi di Stati alleati, a distanza di 54 anni, non può coprire la morte violenta di 20 uomini, 19 italiani ed un gallese, ovvero dei marinai della nave Hedia, che seppure batteva bandiera liberiana, era di proprietà di un armatore italiano.


Sono sicuro che un grande Paese come la Francia, di cui la mia famiglia è originaria, abbia il coraggio civile di ammettere finalmente la propria responsabilità, anche solo per consentire ai parenti delle vittime di deporre un fiore sul luogo di sepoltura delle spoglie. Fra qualche mese, in ogni caso, sarà dato alle stampe il mio ultimo libro di inchiesta: NE' VIVI NE' MORTI - che ricostruisce l'imbarazzante vicenda, che all'epoca fu tombata con un tacito accordo governativo italo-francese (Fanfani-Pompidou).

Cordiali saluti!
                                                               Gianni Lannes



1 commento:

  1. Grande Gianni complimenti soprattutto per il coraggio di comunicare all ambasciata la stampa del prossimo libro che riguarda l' accaduto

    RispondiElimina