14.10.15

VACCINI: ALLARMISMI E MINACCE AUTORITARIE



di Gianni Lannes



L'Italia è l'unico paese al mondo dove i vaccini obbligatori per i bambini sono quattro, ma le Aziende sanitarie locali impongono solo l'esavalente (un'unica soluzione) con altri due vaccini non obbligatori. E nei vaccini pediatrici c'è ancora il tossico alluminio. Discorso a parte, lo spot in materia del ministro Lorenzin.

Volete ridere un pò? In un articolo del Time si paragonano i vaccini alle banane, o alle uova e ai mirtilli per ribadire che non fanno male. Più che un dibattito, il quotidiano inglese ci presenta un corale elogiativo che non ammette critiche, di quanto siano sicure le vaccinazioni. «La chimica è dentro di noi – si legge – non siamo altro che chimica” . E i metalli che farebbero discutere gli studiosi e preoccupare i genitori “sono contenuti anche nei cibi, nel latte materno e nell’ambiente».

Stefania Salmaso, responsabile del centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss) ha dichiarato:
«...C’è un problema di comunicazione sul sistema vaccini”,...Colpa anche di internet, specifica l'esperta, che ha “permesso un modello comunicazione orizzontale in cui ogni comunicatore ha lo stesso peso”, senza distinzioni rispetto alla sua autorevolezza. Alcuni genitori “ritengono di essere particolarmente attenti perché mettono in dubbio e valutano quello che la maggior parte delle persone dicono, quindi vogliono 'uscire dal gregge'. In questo non c'è nulla di male - ma devono fare attenzione a quali informazioni prendono e da chi».

Sergio Venturi, assessore alla Sanità dell’Emilia Romagna ha sbottato:
«...Bisogna tornare a segnalare in Procura chi non vaccina i propri figli..."...“Non vaccinare i bambini è una posizione da radical chic...spinta da cattivo uso dei social, che alimenta leggende pericolose...».

Allarme: la pertosse è tornata e, secondo i fantocci dell’allarmismo, la colpa è di chi non ha vaccinato i propri figli. In questo modo è stata persa l’immunità di gregge (la protezione del gruppo). Tuttavia, il pediatra Girolamo Giannotta spiega perchè si è riaffacciata la pertosse. Gli studi citati da questo esperto (ricerche del Centers for Disease Control and Prevention) attestano l’effetto perverso della vaccinazione: i ceppi del batterio sono mutati, «il 92% di quelli circolanti a livello mondiale è diverso da quello contenuto nel vaccino. Il nuovo battere della pertosse, per motivi ancora ignoti, infetta preferibilmente chi è già vaccinato».

 riferimenti:




SINDROME INFIAMMATORIA AUTOIMMUNE INDOTTA DA ADIUVANTI (ASIA) 2013 : Svelati gli aspetti patogenetici , clinici e diagnostici
Carlo Perricone a,b, Serena Colafrancesco a,b, Roei D. Mazor a, Alessandra Soriano a,c, NancyAgmon-Levin a, Yehuda Shoenfeld a,d,.

1 commento:

  1. Un solo semplice e unico consiglio ai genitori...passate parola - NON MANDATE I VOSTRI FIGLI A SCUOLA. Fatelo tutti uniti però, perchè non ci devono essere pochi eroi che pagano per tutti. Così non potranno punire tutti i bambini. La scuola è importante, ma LA SALUTE DI PIU'. Ricordatevi...tutti quanti. C'è un proverbio sardo, un murale, nel paese di Orgosolo che fa...BEATO IL POPOLO CHE NON HA BISOGNO DI EROI. Questa è la sintesi di tutto...TUTTI UNITI per la salute dei bambini, perchè i vaccini daranno i loro tristi effetti da adulti, quando non lo fanno già nell'immediato. Dimostriamo che COMANDIAMO NOI e che questa è la vera democrazia che Monti, Letta e Renzi ci tolgono su commissione di altri nostri padroni. Ma ora i padroni torniamo a essere noi, se vogliamo veramente bene ai nostri bambini, se no, vuol dire che siamo uomini di MERDA.

    RispondiElimina