20.10.15

LA NATO AVVELENA L’EUROPA





di Gianni Lannes


Giorno e notte, senza tregua fino a soffocare i figli del vecchio continente in una camera a gas. Le scie chimiche sovrastavano grandi e piccini, ma soltanto i bambini riuscivano a vederle come il pericolo numero uno, e ne parlavano invano. Ma guai a fiatarne, era un grosso tabù. Anche tanti camici bianchi, già allenati a mentire sugli effetti disastrosi dei vaccini, facevano finta di niente nel tempo del pensiero unico.

Un incubo a regime d'aria condizionata. Le nuvole di fumo bellico colavano veleni nell'aria, nell'acqua, nel cibo e direttamente nei viventi; le vedevano anche i ciechi fiutando a vista il puzzo acre, le scorgevano proprio tutti; eppure nessun civile voleva sapere cosa c’era dentro. A capire cosa fosse il bario e la mistura di tossico alluminio ci arrivava anche il più venduto dei negazionisti timbrati dal meteoweb, e degli esperti prezzolati un tanto al chilo. Non giungevano però a decifrare il nanoparticolato metallico e i polimeri artificiali. E nemmeno tutto il resto dell’armamentario di Washington, polveri radioattive incluse nel prezzo a buon mercato.

Allora, prima del disastro finale, anche per sfuggire all’angoscia mista al vuoto esistenziale, i più si tappavano gli occhi e tiravano a campare (sic!). Un giorno però, qualcuno di loro spuntato dalle masse inebetite del consumo a tutti i costi, aveva cominciato a scrutare il cielo con maggiore curiosità, poi con più ostile sospetto, infine con rabbia.

Le nuvole non erano mai state tutte uguali e minacciose come erano invece adesso, fino a rendere l’orizzonte una poltiglia grigiastra: ecco qual era la novità nella colonia dello zio Sam. Perché dentro quelle nubi, di cui nessuno apparentemente si era mai accorto, ad eccezione appunto dei bimbi, e che nessuna autorità aveva mai voluto inquadrare, si annidava un nemico della vita: cancerogeno, teratogeno e mutageno.
Insomma, la Nato aveva fatto della nocività ambientale un’arma segreta, non convenzionale.

Nel 2001 un impunito e riverito maiale, a capo di una nazioncina tricolore aveva firmato con un alcolizzato alloggiato alla casa bianca, un accordo segreto che trasformava gli italidioti in cavie. Infine, fu imposto un fantoccio, un nulla che avanzava dalla Toscana, esattamente un pallone gonfiato, che per prima cosa minacciò catene (tso) dalla tivvù a chi osasse..., poi iniziò a spararle una più grossa dell'altra. E tutti le bevvero tranne i bambini. Così arrivò la fine per tutti, e giunse a compimento il genocidio a stelle e strisce.

14 commenti:

  1. Una realistica oscura canzone della morte! Popolazione venduta, come carne da macello, al miglior offerente!

    RispondiElimina
  2. Mi perdoni Lannes. Un uomo che sta con una dicissettenne lei lo chiama pedofilo? Una diciassettenne che poi dimostra più dei suoi anni. Allora sono pedofilo anch'io e quasi tutti gli uomini del mondo. Dobbiamo essere seri, la pedofilia è ben altra cosa, è stare con bambini e se lei reputa bambina Rudy, allora abbiamo proprio concezioni diverse sulla pedofilia e non credo sia io ad avere torto. Accusiamo Berlusconi pure per altre cose, ma questo tasto è il più sbagliato. Io sono il primo che aborrisce per le scie chimiche e mi rendo conto purtroppo che Berlusconi in politica è un problema perchè le sue televisioni sono un ricatto enorme verso di lui, da parte di un paese che con l'aiuto della finanza e delle borse è in grado di chiudergliele in quattro e quattr'otto. Non avrebbe mai potuto non firmare e chiunque, anche non disponendo di televisioni lo avrebbe fatto perchè sappiamo gli Stati Uniti essere i padroni dell'Italia. Esiste un detto in sardo che fa - PO PREXERI A MAROLLA - PER FAVORE E CON LA FORZA. Loro chiedono e noi diamo, non c'è alternativa. Al suo posto come sa tutti avrebbero fatto come lui, compresi i comunisti, i primi a svendere davveri l'Italia agli U.S.A. Ci siamo mai chiesti perchè Berluscomi lo hanno fatto fuori attraverso il comunista Napolitano? Forse perchè era quello che più di tutti i politici ostacolava la distruzione del nostro paese, oggi in atto. Critichiamolo e bombardiamolo pure di insulti, ma dentro quella poltiglia che è la politica italiana c'è ben altro peggio di lui. Dobbiamo ricordarci che gli americani hanno sempre la tendenza a favorire le sinistre (negli altri paesi), perchè impoveriscono maggiormente le loro economie e così essi hanno un avversario meno ostico nel mercato. Il comunismo sovietico nacque dai finanziamenti delle banche americane ai bolscevichi per detronizzare gli zar e togliere dal mercato un terribile concorrente per il futuro americano. I politici che noi votiamo non li scegliamo, ma sono imposti e messi la da logge e altri poteri, per cui, chiunque di coloro che poi governerà, rispondera a quella gente. E' così in tutti i paesi europei...la democrazia è una dittatura della finanza di cui noi siamo inconsapevoli. Adesso un po meno. Chiudo il capitolo. Le scie chimiche sono un problema europeo, se anche noi le abolissimo, quelli sono in grado di determinare cambiamenti del clima e provocare terrenoti. Anche senza le scie chimiche potrebbero, come fanno, deviare i flussi delle correnti fuori dal nostro territorio e provocare danni meteorologici anche molto superiori a quelli già in atto. Risolvere questo problema è complessissimo e penso che se anche noi cacciassimo i nostri politici per altri ciò non cambierebbe affatto lo stato delle cose. E' l'Europa tutta insieme che deve reagire, un singolo stato non conta nulla. Cosa fanno? Appena uno stato li contraddice su qualcosa scatta subito la ritorsione con un atto terroristico (charlie egdo), oppure buttando giù gli aerei per delegittimare una compagnia specifica, vedi Lufthansa. Oppure il problema Wolkswagen. Il polopo tutto unito, come diceva quella canzone cilena, oppure andiamo tutti a farci benedire. Io la penso così dott. Lannes e se vuole può mandarmi tranquillamente a quel paese. La gente è stanca di star bene e non reagisce più. Dove sono i comunisti sempre in piazza contro Berlusconi? Non scendono più perchè oggi comanda il loro padrone americano e gli sta bene. Sono stato molto lungo, ma è impossibile una disamina di questo argomento su due righe o semlificare tutto con una battuta come fanno i più. E' importante che lei denunci e forte queste cose e si dialoghi fra noi per una soluzione a priori, possibile o impossibile che sia. Cerchiamo di rendere possibile l'impossibile ma dobbiamo svegliarci ed io quando parlo di queste cose vedo gente che mi guarda perplessa e quasi sempre è come se dicesse - CON TUTTI I PROBLEMI CHE HO, QUESTO VIENE A ROMPERMI I CO....... CON LE SCIE CHIMICHE; MA MI FACCIA IL FAVORE!. - Tutto ciò è disarmante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il suo modo di interloquire mi rammenta qualcuno
      Un certo dottore Magistrato innamorato tanto di se stesso da perdersi nella Retorica letteraria - imposta nelle nostre Universita' da professori somari ed inutil. Scenda dal Pero Dottore e non faccia perdere del tempo prezioso a Gianni Lannes
      Continui a piangere sulle sue debolezze. Credo di averlo gia' scritto in una sua recente intervista: a lei mancano (non solo a lei, purtroppo) gli attributi. Quelli che qualunque italiano dovrebbe avere: il senso del dovere e della solidarieta' Non per la Santa Fica ma per la Patria. Lei non ha capito nulla poiche' ignora tutto; la saluto, dottore.

      Elimina
    2. Pensi quanto ha capito. Mi tolga subito il dottore perchè non lo sono e per quanto riguarda gli attributi, forse mi ha preso troppo sul serio. L'ho scritto senza pensarlo e solo per rendere meno amare le critiche sul pedofilo politico. L'ignoranza è vostra se vi appellate con questi nomignoli solo per denunciare qualcosa che io stesso condivido con voi. Il termine pedofilo, il signor Lannes lo può e lo deve usare per chi lo è davvero e non in questa pagina, come un rozzo uomo di porto. Per il ruolo che copre deve usare termini pure duri ma non così bassi perchè tanto si ritorcono contro e lo rendono meno credibile da tanta parte di utenti. Forse, da comunista si sente toccato da quello che è stato ed è tuttora questa ideologia idiota e fallita. Io ribadisco che stimo lo stesso quanto fa, ma non tollero da utente che si usino certi termini per un uomo politico che sicuramente fa meno danni di quelli che stanno dall'altra parte della barricata. Se lei la pensa diversamente, si ricordi la celebre frase di Voltaire sulla libertà di idee. Critichi in maniera aspra le idee, ma rispetti le persone e il lavoro che fa. E si ricordi che è il nervosismo causa di debolezza...consideri un po chi è più nervoso.

      Elimina
  3. Calma, è fantasiosa satira!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le consiglio di rileggere la storia, ma non quella che ha studiato a scuola. La satira fantasiosa è quella che fino ad oggi hanno raccontato a noi italiani e non solo. E' pieno di storici appassionati che sono risaliti alla verità del 20° secolo, fra documenti e libri stranieri che in Italia si guardano bene dal tradurre. Per cui, le consiglio (simpaticamente) di aprirci gli occhi su tutto ciò che scie chimiche e quant'altro ci propinano ma, anche ogni tanto di aggiornarsi sulla storia recente che non credo lei ben conosca, ma non solo lei (quasi tutti in realtà). Se vuole le faccio pure il nome di uno che si è fatto un mazzo così per risalire alla verità e poi sta a lei darci un'occhiata o impiegare quel tempo per altro. Si chiama GIANPAOLO PUCCIARELLI ed ha scritto in proposito un libro che si intitola - SEGRETO NOVECENTO. - Clicchi su Youtube il suo nome e vedrà, se le rimane uno straccio di tempo, considerando quanti impegni ha. La prego solo di non avere la puzza sotto il naso, pensando di saperne più di altri. A ognuno le sue conoscenze. Uno che ha 10 lauree non ha diritto di pensare di lavorare meglio il legno di un maestro falegname. Quindi, informarsi prima di stilare giudizi tipo - CALMA, E' FANTASIOSA SATIRA. -

      Elimina
  4. In un mondo di belanti dove a 2000 metri affogano la popolazione e le pecore ancora non vedono...bene,,,in quel mondo, di belanti, e' altrettanto "normale" che un 80 enne vada con una 17 enne..tutto "normale"...sempre, questo, nel mondo dei belanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' più normale che l'80 enne vada con un altro 80 enne? In quel caso si chiamano GAY. Se preferisci quest'altra soluzione è molto preoccupante. Il mondo è pieno di attempati che cercano la giovinezza attraverso l'abbigliamento giovanile o come in questo caso la ricerca del piacere con ragazze giovani. Ti è mai capitato di chiedere la carta d'identità a una ragazza per quei propositi? Hai idee piuttosto confuse tra una ragazza e una bambina. Oggi le 17 enni sono già stufe di fare sesso, mi sa che appartieni ad un tempo ormai passato. Anzi, nel passato era proprio normale. Svegliati Prank, siamo nel 2015 e ricordati che quello era un processo politico perchè se no mezza Italia sarebbe sotto processo. Chissà poi quanti giudici lo sarebbero. Ti auguro di non finire mai nelle loro grinfie.

      Elimina
  5. Sig. Paolo, "repetita iuvant": SU LA TESTA! è solo un diario pubblico su cui annoto le mie riflessioni. Ognuno è libero di non soffermarsi su queste pagine online, ma di parcheggiarsi altrove se non gli aggrada il mio pensiero. Nessuno potrà mai dirmi cosa scrivere e tantomeno pensare. Per la cronaca: non sono mai stato comunista, e non ho mai avuto tessere di partito. Vado a caccia di pedofili, mica li difendo. Se lei è contento che il piduista Berlusconi abbia trasformato il popolo italiano in una docile cavia, buon per lei, non certo per me e tanti altri. So di non sapere, non dispenso verità assolute e non faccio il difensore d'ufficio per quelli che hanno contribuito a rovinare l'Italia. So di non sapere, non ho cassetti colmi di certezze, ma coltivo dubbi, fondamento di civiltà umana.

    RispondiElimina
  6. Io insegno meno di lei , ma a parte il fatto che non nego quanto lei afferma su Berlusconi, che poi neanche voto; se veramente non si ritiene di parte, faccia altrettante verifiche sulle vite passate dei vari Prodi, D'Alema, Napolitano ecc. Se spulciasse le loro vite come fa con Berlusconi e le pubblicasse dando agli italiani il termometro di tutta la classe politica, non sarebbe male. Ha ragione quando dice che lei si occupa d'altro, però, ripeto, non dovrebbe, lei che fa cronaca usare termini da portuali, anche fosse vero. Quei tre hanno tradito l'Italia e in certi paesi finiscono alla fucilazione o altro. Le docili cavie sono soprattutto dei paesi comunisti e semmai concordo pienamente con lei anche se non lo dice che tante trasmissioni delle sue TV hanno portato a certo degrado. Vedi soprattutto le trasmissioni della De Filippi. Comunque, sappia che la stimo comunque e continuerò a leggere sul suo sito, anche se ha un caratteraccio e comprendo benissimo perchè, visto quanto ha subito per divulgare gli orrori di questo paese. Spero che non se na abbia a male e la saluto cordialmente.

    RispondiElimina
  7. Signor Paolo se si esprime in tal modo, allora non ha letto nulla relativamente ai miei 30 anni di giornalismo libero e indipendente, praticato in gran parte dei giornali italiani. Però può rimediare a questa sua disattenzione: Su questo diario internautico esiste un motore di ricerca. Basta inserire un nome. Così, si renderà conto che a quei traditori della patria a cui lei fa riferimento ho riservato un'attenzione particolare. Buona lettura!

    RispondiElimina
  8. Farò come consiglia...a questo punto sappiamo che non se ne salva uno...questo è il punto che le chiedevo. Ripeto che sarò un suo assiduo lettore e come 2 pugili che se le danno di santa ragione, alla fine si abbracciano perchè così vuole lo sport e non solo.
    P.S. - Non si può più guardare la TV tanto è lo schifo di dottori, dottorini e politici piccoli piccoli che vogliono convincerci che vaccinare i bambini è molto meno pericoloso che vaccinarli. Dico spesso ai genitori e proprietari di cani di non vaccinarli, ma la paura...li porta sempre li. Fortuna che lentamente aumentano quelli che hanno un cervello che ragiona da solo e quelli come lei che combattono su internet perchè questi ultimi aumentino, come salute vuole.

    RispondiElimina
  9. Che ci incastra 80 enne che va con un altro 80 enne..gay? Veramente siamo fuori strada..comunque ripeto, nel mondo dei belanti, e' normale che un 80 vada con una 17 enne...cosi come e normale che ci sbattono in chemio per pratiche aeree civil.militari sulla nostra crapa totalmente piena di vermi.Inoltre il "santone" un po Maturo Che va con ragazzine 17 enni ha firmato un bel trattato che ancora oggi .ci permette di andare prima al cimitero...ha spazzato un mare di neonati in chemio e radio (cooperazione usa italia su scienze e tecnologia dei cambiamenti climatici)
    , questi sono belve ingannatrici non esseri umani..80 enni ipocriti che un giorno dovranno rendere conto al creatore

    RispondiElimina
  10. Non cadete nella trappola di rispondere a Costui. E' gente pagata dai Politici un tanto a post oppure per entrare nel vostro PC per sabotare e distruggervi gli archivi. Vedi Rosario Marciano' vedi Rosalba Perini. Quando commentavo i post nel blog di Grillo ne ho incontrati diversi. Sono anche giornalisti e altri luridi individui, legati alla Mafia. Un saluto a tutti.

    RispondiElimina