16.10.15

DEPOSITO DI SCORIE NUCLEARI IN PUGLIA? EMILIANO SVEGLIA!

*E-MAIL INDIRIZZATA VENERDI 16 OTTOBRE 2015, ALLE ORE 10,50 AL PRESIDENTE PRO TEMPORE DELLA REGIONE PUGLIA 

Alla cortese attenzione di

Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia
  
Egregio governatore Emiliano,

la mappa delle aree potenzialmente idonee per ospitare il definitivo deposito nazionale di scorie nucleari, non è stata ancora resa di dominio pubblico dal governo Renzi, in palese violazione della Convenzione europea di Aarhus, ratificata dalla legge 108 del 2001.

Ora, esaminando i criteri di esclusione territoriale, emerge come possibile zona idonea ad accogliere il predetto “cimitero nucleare nazionale”, addirittura il martoriato Salento (vedi Xylella fastidiosa), notoriamente privo di rischi sismici e di corsi d'acqua. Secondo alcune indiscrezioni, l’esecutivo Renzi sarebbe in trattative con alcuni governanti regionali. Che lei sappia, ci sono state per caso, o sono in corso attualmente richieste governative per imporre alla regione Puglia, la realizzazione del suddetto deposito unico nazionale di scorie radioative?

In attesa di un urgente riscontro alla presente porgo i miei cordiali saluti!

Gianni Lannes*


da:gilan808 . <giannilannes@gmail.com>
a:presidente.regione@pec.rupar.puglia.it
data:16 ottobre 2015 10:50
oggetto:Salento: deposito nazionale di scorie radioattive?

Nessun commento: