19.5.15

L’EXTRATERRESTRE SALVINI: “TERRONI DI MERDA”





di Gianni Lannes

Salvini sui campi rom: «Li raderei tutti al suolo». Cosa si edifica con l’odio becero e ignorante, urlato a reti televisive unificate un giorno sì e l’altro pure? Perché uno così viene pompato dai mass media? La ricetta del partito di Salvini è prevalentemente l’odio, con aggiunta di un frutto misto di ovvietà.

Si odiano i meridionali, si odiano gli extracomunitari, si odiano gli zingari, si odiano i profughi morti in mare, si odiano i diversi, si odiano i non omologati, si odiano i poveri, si odiano gli indifesi, si odia il tricolore: con questa bandiera per cui tanti italiani sono morti, il ministro per le cosiddette riforme Umberto  Bossi voleva pulirsi il fondoschiena. Insomma, una spirale insidiosa da bonificare con atti di generosa umanità, educazione, pedagogia e cultura.

Salvini, che fino a ieri amava solo la Padania e odiava Roma, la Calabria e la Sicilia, Puglia inclusa, adesso ha scoperto l’Italia e vorrebbe addirittura governarla, perciò chiede agli elettori di dimenticare oggi l’odio di ieri. La Lega di Bossi, per chi non lo rammentasse, ha suggerito più volte, pubblicamente, di bombardare le carrette dei profughi. Ma cosa ha fumato Salvini negli ultimi tempi? Roba avariata? Scherzi a parte: gente che sragiona così è automaticamente fuori dal consesso umano.

Salvini che di professione fa il politicante  (ma un lavoro vero non ce l’ha?) continua a propagare odio razziale a profusione. Si tratta di un grave reato instillare nel corpo sociale veleni così pericolosi a telecamera accesa giorno e notte. Ma allora perché non viene processato? La magistratura che fa? E la gente comune che pensa?

“Non si fitta a meridionali”. Ma ve li ricordate quei famigerati cartelli a Milano e a Torino? Una furbata: Salvini ha spostato il bersaglio dei propri deliri xenofobi dai meridionali “terroni” agli extracomunitari “brutti, sporchi e cattivi”, perché ai primi, quelli che fino a poco tempo fa erano “colerosi e non si lavavano” adesso sta chiedendo il voto, quelli che fino ad ora erano “terroni di merda” con la memoria corta e l'unico neurone funzionante impegnato a credere che il loro problema sia rappresentato dagli extracomunitari e non da questa italietta delle banane, magari sono pronti a votarlo.

Non dimenticate, infine che i rifiuti industriali del nord sono stati occultati illegalmente nel sud e qui vengono ancora seppelliti tra le coltivazioni agricole, a danno della vita e dell'ambiente dei meridionali. Non dimenticate che gli inceneritori dei prenditori del nord, come ad esempio i Marcegaglia della provincia di Mantova, sono stati realizzati illegalmente addirittura con denaro pubblico nel sud, come nel caso documentato di Cutro in Calabria, Massafra e Manfredonia in Puglia. E c'è ancora qualcuno del piddì (tal Paolo Campo candidato alle regionali con Emiliano), che ha pure la faccia bronzea di spacciarli per "termovalorizzatori", quando si tratta in realtà di fabbriche della morte che sversano sostanzialmente diossine cancerogene, furani, esaclorobenzene e nanoparticolato di metalli pesanti, tutte scarti nocivi che avvelenano l'aria, la terra e le persone del Meridione. Non è regolare: questa è un'associazione per delinquere a discapito della salute collettiva e dell'economia agricola mandata in onda da colletti bianchi e da politicanti a caccia di poltrone.

Salvini a ben vedere, più che un leghista mi sembra un extraterrestre, quindi un extracomunitario, ossia fuori dall’etica umana. Per farla breve: duecento anni fa quando l’esercito di Napoleone scacciava gli austriaci dal lombardo-veneto introducendo in Italia il Codice Civile, ed il mio trisavolo, il generale Jean Lannes pur in netta inferiorità numerica sbaragliava i nemici a Marengo, tanti autoctoni pascolavano i maiali. Alcuni, di essi, purtroppo, sono ancora a quel livello, e vorrebbero trascinare l’Italia intera nel fango della persecuzione di altri esseri umani. Che fare? Basta semplicemente disattivare l'amplificazione e staccare la spina a certi ectoplasmi telecomandati.


riferimenti:


Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.