31.3.15

STRAGE DI USTICA: LO STATO ITALIANO CHIEDE LE SPESE AI FAMILIARI DELLE VITTIME





Nella repubblichetta della banane a stelle e strisce, al peggio non sembra esserci fine. Forse, si saranno suicidati collettivamente. Sotto un governo fantoccio, platealmente telecomandato dall'estero, siamo al capovolgimento della realtà. L'avvocato dello Stato Maurilio Mango ha chiesto alla Corte d'appello civile di Palermo il rigetto delle domande di risarcimento che il tribunale ha concesso a 18 familiari delle vittime della tragedia aerea di Ustica del 27 giugno '80 quando il Dc9 Itavia ammarò in mare al largo di Ponza, con 81 persone a bordo. L'avvocatura dello Stato chiede il rigetto per prescrizione o infondatezza e di porre a carico dei familiari il ''pagamento delle spese di lite oltre che quelle prenotate a debito''.

Un ricorso in cui si ribadisce, da parte dell'avvocatura dello Stato, la impossibilità di provare che ad abbattere l'aereo fu un missile, propendendo per l'ipotesi della bomba a bordo. E' incredibile: esistono già due sentenze della Cassazione civile che riconoscono le responsabilità dei ministeri della Difesa e dei Trasporti per la strage di Ustica, il primo per i depistaggi, l'altro per non aver garantito la sicurezza nei cieli.


riferimenti: 

Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.