11.12.14

LA TORTURA NON E' REATO, LE LIBERE IDEE INVECE SI!



di Gianni Lannes


Correva l’anno 1963, in piena guerra fredda, effettivamente mai terminata, nonostante la caduta del muro di Berlino e la riunificazione della Germania, pagata ancora oggi a caro prezzo dagli italidioti. Ecco il manuale Kubark per le tecniche d'interrogatorio in uso presso la Central Intelligence Service. Il testo rivela come mettere a proprio agio l'interrogato, chiedere gentilmente informazioni, e farlo sentire come a casa sua durante il tutto soggiorno presso le strutture ospitali della CIA. Quindi, ora Obama e il Congresso a stelle e strisce, perché fingono di stupirsi a reti televisive unificate dei trattamenti disumani riservati dai loro servizi di sicurezza agli stranieri, ma non esclusivamente? 


Oltretutto, anche in Italia, presso la base United States of America di Aviano, sono stati torturati in gran segreto numerosi malcapitati. E proprio ad Aviano, sono deceduti in circostanze nebulose, ovvero assassinati,ben due ufficiali italiani dell'Aeronautica militare che avevano visto troppo. Infine, sempre in Italia la tortura non è reato, mentre il reato di opinione, stabilito dal codice penale in vigore, ma risalente al regime fascista, prevede il carcere per qualsiasi libero pensatore.

 
riferimentI:

Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.