12.12.14

IL RISCATTO DEL SUD



foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)



di Gianni Lannes


Dopo il 1860, quando il Mezzogiorno d’Italia invaso e messo a ferro e fuoco da Garibaldi finanziato dalla massoneria inglese e dai criminali piemontesi, distrutta la sua fiorente economia rapinata dai savoia, massacrata la sua gente, un’onda armata si alzò e furono anni di guerra, la cui ferocia è ancora occultata negli archivi segreti dello staterello italiano, per vergogna. Sterminati i partigiani e combattenti anche per via di parecchi traditori meridionali, subentrò la rassegnazione, e l’ondata di venti milioni di emigrati portò la sua rabbia ad arenarsi nelle Americhe. 

Oggi il Sud del Sud del Sud (come l'ha definito il mio amico cantastorie Matteo Salvatore) è nuovamente percorso da onde di rivolta che attendono il vento della libertà. Se l'Italia si risolleverà contro questa dittatura in atto da troppo tempo, la giusta ribellione per annientare il regime nazionale e internazionale che ci opprime, partirà dal profondo Sud.

letture:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/03/ieri-il-mio-sud.html 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2012/01/sud-deportazione-infinita.html 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/05/sud-la-politica-del-sottosviluppo.html 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/03/in-ricordo-del-cantastorie-matteo.html 

Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.