13.12.14

IL CORPO UMANO E’ DI PROPRIETA’ DELLO STATO


di Gianni Lannes



Lo Stato italiano, o meglio i boiardi che lo amministrano per conto terzi, ci hanno espropriato perfino del nostro corpo, e nessuno fiata. Quanti sanno in Italia dell'esistenza della famigerata legge 91 del 1999? E quanti sono a conoscenza del furto di dna del popolo tricolore? Mesi fa avevo chiesto pubblicamente a Napolitano & Renzi, ormai al tramonto, semplicemente di sapere chi gestisce realmente la banca italiana del dna. Risposte pervenute dall'anzidetto duetto? Zero. In realtà non abbiamo alcun diritto civile, ma solo il dovere di consumare merci e di rapportarci agli altri come oggetti.

La tecnologia ha fabbricato un tempo intermedio tra la vita e la morte. Da qualche tempo una vita organica si protrae - grazie alle macchine - in assenza di vita cognitiva. Ma cos’è la vita? La mera animazione della materia, o il rispetto dell’essere umano? E l’eutanasia? La morte umana è ben altra dalla morte biologica. L’esistenza umana è biografia, ricerca di senso, libertà e decisione personale. Non si può barattare il termine di persona a favore di organismo, la parola individuo con quella di genere. La rivoluzione sarà passare dal paradigma economico imperante, finalmente all'etica.


riferimenti:



1 commento:

  1. Questo vale solo per i Cittadini, leggete bene la costituzione, ed eliminate ogni assunzione e presunzione..


    http://movimentosovrano.blogspot.com/2014/06/tutto-sullassunzione-e-presunzione.html

    http://movimentosovrano.blogspot.it/2014/04/tutto-sul-nome.html

    http://movimentosovrano.blogspot.it/2014/05/il-nome-operazione-informazione.html

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.