9.11.14

VACCINI? NO, GRAZIE





 di Gianni Lannes


Ecco alcune delle sostanze pericolose contenute nei vaccini, delle quali nessuna autorità sanitaria e istituzione statale, regionale o locale, ne ha mai rivelato la presenza:

componenti antigeniche virali o batteriche, alluminio, mercurio e altri metalli tossici, formaldeide, monossido di glutammato, sodio metabisolfito, antibiotici.

Ogni essere umano ha il diritto di decidere cosa fare della sua vita, soprattutto per proteggere la sua vita. Ma purtroppo, in Italia, il corpo di un cittadino non appartiene al legittimo proprietario, bensì per legge, addirittura allo Stato che ne dispone come meglio gli aggrada, ovvero gli fa comodo. Pensate un pò: sempre nel Belpaese l'Aifa, l'Agenzia di controllo del farmaco, ha finanziato elargendo una valanga di denaro pubblico (26 milioni di euro), addirittura alla famigerata Glaxo, che produce - guarda caso - vaccini per l'infanzia (il micidiale esavalente). L'Italia è l'unico paese al mondo dove una tangente elargita dalla stessa Glaxo al ministro Francesco De Lorenzo (600 milioni di lire) ha reso obbligatorio per i bambini il vaccino antiepatite B.

I bambini non sono cavie. Abbiamo il dovere morale di difenderli concretamente da rischi e pericoli autoritari.





RIFERIMENTI:









1 commento:

  1. Per i genitori che non intendono vaccinare esiste la strada dell'obiezione, mi sembra corretto farlo presente.
    La pressione che viene fatta dalle asl alle famiglie è snervante, continui solleciti, telefonata di rito da parte del pediatra ecc..
    Non abbiate paura, prendete sempre il tempo che serve per informarvi e per fare una scelta, qualunque essa sia.
    Basta adeguarsi a priori perché lo dice il dottore...ops, in questo caso lo stato.
    Carmen Farris

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.