16.11.14

STRAGE DI USTICA: L'AMMARAGGIO DEL DC 9 ITAVIA

Mig 23 di  Israele

di Gianni Lannes



Nel 1980 anche Israele era dotata di velivoli Mig 23. Ma la sera del 27 giugno di 34 anni fa, fu uno Kfir (simile al Mirage) a colpire il volo IH 870, ritenendo di centrare un volo francese con un carico di uranio arricchito diretto a Bagdad. 

Kfir di Israele


Gli assassini della stella di Davide erano stati ingannati dalla vicinanza al volo civile, sacrificato per ragioni di Stato (un affare da 2,5 miliardi di dollari) dal governo Cossiga, con la complicità dell'Ami e del Sismi, di alcuni Mirage francesi che fingevano di scortare l'aereo italiano. Si trattò di un errore clamoroso. Morirono 81 persone, tra cui due neonati. Ma il volo IH 870 decollato da Bologna riuscì ad ammarare. In quell’occasione, però, i cosiddetti soccorsi furono appositamente ritardati, proprio perché non doveva salvarsi nessuno, non dovevano esserci sopravvissuti. 

Nel corso della mia inchiesta ho trovato riscontri alcuni probanti. Più recentemente parlandone con il mio amico Falco Accame (già presidente della commissione difesa della Camera dei deputati, ed ex ufficile della Marina Militare), lo stesso mi disse che nel 1991 aveva inviato una lettera al giudice istruttore Rosario Priore, ma che non ebbe mai una risposta.  Ecco di seguito il testo. Per la cronaca ignota: nel 2007 Francesco Cossiga ha dichiarato di aver indicato lui nel 1990 come nuovo giudice istruttore per il caso Ustica, al posto di Vittorio Bucarelli, proprio Rosario Priore. Un ultimo significativo dettaglio: in quella zona di mare, esattamente quella sera incrociava la nave Vittorio Veneto (impegnata in un'esercitazione congiunta della NATO) della Marina militare italiana, a cui fu ordinato di fare immediato rientro a La Spezia, e quindi di non prestare soccorso.







riferimenti:



 


 










Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.