28.8.14

SCIE BELLICHE IN ITALIA: ALLUMINIO, BARIO, MANGANESE IN GIARDINO





Buongiorno a Lei, Dr Lannes! No, mai una risposta da nessuno degli interlocutori (beh, si fa per dire......) che ho contattato più di una volta. Gente Muta.
Ritengo, invece, essenziale che gli organismi regionali preposti alla salvaguardia dell’ambiente nonché quelli sanitari collaborino perché gli inquinanti contenuti nei rilasci e responsabili  dell’insorgenza di malattie neurodegenerative  vengano inseriti nelle tabelle ufficiali di riferimento per stabilire il grado di contaminazione dell’aria, acqua  e suolo. Ad oggi, in Italia, a differenza di alcuni paesi esteri di cui sono a conoscenza,  questi elementi  non rientrano nei parametri.  Ho fatto analizzare la terra del mio giardino di città e dall’analisi è risultata una concentrazione di Al pari a 8280 mg/Kg. Interpellata l’Arpa, la risposta è quella che Le invio in allegato. Attendo ancora di sapere se posso mangiare tranquillamente le fragole che ci coltivo. Lo stesso laboratorio di analisi ha trovato difficoltà nel rispondere alla mia domanda.
Un altro aspetto della questione da approfondire dovrebbe riguardare la prevenzione con protocolli sanitari  volti alla chelazione. Mi rendo conto che il cammino è lungo!!! Quanta consapevolezza e coscienza ci vuole!!...   
 La ringrazio per il tempo che mi ha concesso e buon lavoro.

Grazie.

Cordiali saluti,

Marinella Giulietti

 

Nessun commento: