2.8.14

NIENTE SOVRANITA’ ALL’ITALIA: PAROLE SEGRETE DI CHURCHILL

il traditore Badoglio (a sinistra) e in mezzo il criminale di guerra Winston Churchill

di Gianni Lannes

Ecco un rapporto top secret relativo a una lettera di monsignor William Godfrey, delegato apostolico a Londra, a colloquio con Winston Churchill il 6 novembre 1945.



Churchill dixit. Una totale libertà politica è l’unica cosa che mancherà all’Italia, che provocherà la debolezza dei futuri governi italiani. Tuttavia, Churchill ha affermato che tale mossa è necessaria. Il fascismo e la sconfitta bellica, infatti, hanno causato una rovina tale da rendere impossibile che il popolo italiano goda della tranquillità necessaria alla ricostruzione morale e materiale del Paese utilizzando un’affidabile prassi democratica. Churchill ha aggiunto che il controllo politico sarà effettuato con la maggior discrezione possibile e, comunque, sempre nell’interesse dell’Italia. Lasciata a se stessa, l’Italia precipiterebbe nel giro di pochi mesi in una forma di fascismo peggiore di quello che l’ha condotta alla rovina.




Tradotto: peggio di una colonia. E allora: strategia della tensione, ovvero stragi a partire da Portella della Ginestra ai giorni nostri, passando per l’eliminazione di Enrico Mattei, Pier Paolo Pasolini, Aldo Moro, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, e così via.









fonte:

 
 United States of America: National Archives and Records Administration - record group 226, entry 174, box 1, folder 2, top secret, Us embassy only


http://1997-2001.state.gov/www/regions/eur/nginv.pdf


http://www.governmentattic.org/2docs/FOIA_Logs_NARA-ADDRES_2001-2009.pdf

http://www.archives.gov/iwg/declassified-records/rg-226-oss/index.html#selected 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/07/a-londra-dai-padroni-ditalia.html

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=churchill

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=inghilterra

Nessun commento: