7.8.14

LE ESPLOSIONI NUCLEARI CHE HANNO FATTO IMPAZZIRE IL CLIMA E INQUINATO LA TERRA

Hiroshima

di Gianni Lannes



Non esiste più il tempo di una volta: le stagioni sono state annientate dalle sperimentazioni belliche degli uomini armati dall'ingordia di dominio.

Tutte le esplosioni atomiche sulla Terra dal 1945 al 1998 mappate nel video dall'artista giapponese Isao Hashimoto. L'obiettivo è quello di mostrare la follia delle armi nucleari. La prima è l'esplosione test che riguarda il progetto americano Manhattan, a Los Alamos, mentre le ultime esplosioni fanno riferimento ai test nucleari indiani e pakistani. La frequenza, come si vede nel video, aumenta dopo il 1960, periodo che fa riferimento all'inasprirsi della guerra fredda.

Secondo l’Aiea, sono stati circa 2.044 i test condotti fino all'aprile 1996, 711 dei quali nell'atmosfera o in aree marine, per una potenza complessiva di 438 megatoni, ossia l'equivalente di circa 35 mila bombe di Hiroshima, queste esplosioni hanno portato alla dispersione nell'ambiente di circa 3.800 chilogrammi di plutonio e di circa 4.200 chilogrammi di uranio. Soltanto gli Stati Uniti d’America ne hanno realizzati ufficialmente ben 1.032, di cui 315 in atmosfera, tanto da far impazzire il clima. L’Unione Sovietica, poi Russia non è stata proprio da meno, così come la Gran Bretagna, la Francia e Israele, compresa l’ultima arrivata nel club atomico, ovvero la Korea del Nord. E poi aumentano i tumori e le malformazioni genetiche, mentre la vita viene sensibilmente meno. Le sperimentazioni nucleari pur al bando, non sono mai state interrotte. Nessuno controlla le potenze atomiche: trattati e convenzioni internazionali sono carta straccia.











Nessun commento: