3.8.14

LA "REPUBBLICA" ITALIANA SPUNTATA DALL'ACCORDO USA & MAFIA

rapporto Scotten (frontespizio)


 
di Gianni Lannes

Il rapporto militare Scotten è illuminante per capire da quale torbido imbroglio segreto sia germinata la finta democrazia tricolore, comunque telecomandata dagli angloamericani, e per quale ragione la mafia non sia mai stata estirpata nel Belpaese, né tantomeno realmente combattuta, al prezzo di sacrificare volutamente numerosi servitori dello Stato, tra cui Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

il mafioso Lucky Luciano




Nell'archivio dell'FBI giace ben mimetizzato un corposo fascicolo su Lucky Luciano - tuttora top secret- rispedito in Italia nel 1946, a cui è stato consentito dai governi Washington e Roma già allora di mettere in piedi le basi per il traffico di droga nello Stivale. Per la cronaca che non raccontano i libri di storia e i volumi scolastic: Charles Luciano è stato uno di quelli che hanno favorito lo sbarco alleato in Sicilia (operazione Husky). 



Inoltre, nell'intelligence a stelle e strisce abbondano le monografie documentate sulle organizzazioni criminali di mezzo mondo. In fondo, anche cosa nostra serve al controllo sociale della popolazione, ovvero dei sudditi. Perché non sono mai state rivelate e rese di dominio pubblico le clausole aggiuntive dell'armistizio corto di Cassibile del 1943 e del Trattato di Parigi del 1947?


riferimenti:
 
 http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=scotten

http://vault.fbi.gov/Mafia%20Monograph 

http://www.fbi.gov/about-us/investigate/organizedcrime/italian_mafia 



Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.