4.8.14

AGGRESSIONE RADIOATTIVA AL MARE DI SARDEGNA PER RAPINARE IDROCARBURI

mappa allegata al decreto 9 agosto 2013 del ministro Flavio Zanonato





di Gianni Lannes


Non bastavano gli esperimenti di guerra, i maggiordomi telecomandati mandano in onda le rapine neocoloniali. Infatti, il 20 gennaio 2014 una società straniera - Schlumberger Oilfield Services - ha depositato presso il ministero delle Attività produttive un'istanza di permesso di prospezione nel  Mar di Sardegna, all'interno della zona marina «E». L’area interessata copre una superficie di 20.922 chilometri quadrati. 

 
l'ex ministro del piddì Flavio Zanonato


Non caso e preventivamente, il 9 agosto 2013 il governo italiano - grazie a un apposito decreto del ministro Flavio Zanonato (targato piddì) - ha ampliato le zone da sottoporre a sfruttamento per gas e petrolio. Pura e casuale coincidenza? La terminologia tecnica utilizzata per assicurare senza intralci ecologici l'affare è "rimodulazione".




Per l'acquisizione geofisica nell'area dell'istanza di permesso di prospezione «d 1 E.P.SC» è previsto l'utilizzo della tecnologia air-gun, esclusivamente utilizzata per i rilievi sismici marini: si tratta di cannoni pneumatici che sparano in fondo al mare onde sonore in grado di uccidere i mammiferi. 



Un tragico evento già accaduto nel dicembre 2009, quando spiaggiarono sul Gargano ben sette capodogli, deceduti a causa di un’embolia gassosa a livello coronarico, causata dall'uomo.


Schlumberger Italiana spa fa parte di Schlumberger («Schlumberger»), la più grande compagnia al mondo di servizi per le società petrolifere, leader nella fornitura di servizi tecnologici e soluzioni all'industria petrolifera mondiale; le attività di ricerca di idrocarburi prevedono diverse fasi, ognuna delle quali legata ad un particolare impatto ambientale; nei documenti allegati alla richiesta di valutazione di impatto ambientale risulta totalmente omessa la dichiarazione relativa ad incidenti di natura nucleare accaduti in varie parti del mondo alla società richiedente nell'ambito delle fasi di perforazione e gestione di pozzi petroliferi in piattaforma; appare, invece, di rilevante importanza conoscere tutti i fatti o «incidenti» che risultano a conoscenza di diverse agenzie mondiali che si occupano della sicurezza nucleare e radioattiva; dal report della U.S. Nuclear regulatory commission – loss of control of Cesium-137 Well Logging Source Resulting in Radiation Exposures to Members of the Public – Region IV-Arlington, TX 76011-4005.



Il rapporto della U.S. Nuclear Regulatory Commission descrive gli eventi che si sono verificati in un impianto di perforazione nel Montana il 21 maggio 2002, che ha esposto a radiazioni non previste 31 lavoratori. Questi lavoratori non erano «radiationworkers», e sono stati quindi presi in considerazione dalla NRC. L’incidente è stato ritenuto in violazione delle regole della commissione regolazione nucleare: è inclusa nel rapporto una dettagliata descrizione della sequenza degli eventi, la radice e la causa dell'evento, una descrizione dettagliata dei metodi utilizzati per valutare le dosi del lavoratore; il rapporto descrive le attività intraprese dalla US Nuclear Regulatory Commission di (NRC) Augmented squadra Inspection (AIT) in relazione a un incidente che coinvolge l'esposizione della popolazione a dosi di radiazioni che in alcuni casi ha superato il limite di dose di NRC per i civili.



La società individuata come responsabile dell'incidente è proprio Schlumberger Technology Corporation (STC) del gruppo Schlumberger; la società Schlumberger è la stessa società concatenate alla Schlumberger Italiana che ha presentato il progetto per i mari della Sardegna;

Nel dossier che ripercorre l'evento nucleare dove sono rimaste coinvolte decine di persone sono riprodotte anche immagini eloquenti come il mezzo con il quale questa società trasporta materiale radioattivo funzionale alle proprie attività. Non è tutto. Il 28 febbraio del 1999, quattro lavoratori trivellatrice in un giacimento di carbone gas (CSG) sito ben vicino a Tara nel Queensland erano stati esposti a livelli che risulterebbero ancora segreti di radiazioni; hanno gestito un componente apparecchiature radioattivo sinistra al sito da parte dei lavoratori di un'altra compagnia petrolifera e di gas, Schlumberger. Soprattutto, materiale tracciante radioattivo risulta essere utilizzato da società di perforazione per misurare le proprietà di roccia e altri materiali in cui un pozzo viene perforato per determinare la presenza di acqua, gas o olio; secondo il documento di protezione dalle radiazioni e Agenzia per la sicurezza nucleare (ARPANSA) australiano, il direttorio nazionale per la protezione dalle radiazioni, i requisiti per la registrazione foro o logging ben comprendono: la licenza deve richiedere al licenziatario di rispettare il ARPANSA / NOHSC standard per limitare l'esposizione dei lavoratori alle radiazioni ionizzanti RPS1 (2002); la licenza deve richiedere al licenziatario di rispettare il codice di condotta per l'uso sicuro delle sorgenti radioattive sigillate in registrazione da foro (1989); e la licenza deve richiedere al licenziatario di assicurare la supervisione diretta di qualsiasi sito campo, mentre le sorgenti radioattive o apparecchi radiazioni sono in uso, per garantire che persone non autorizzate non entrano nel sito.

Infine, la Schlumberger Oilfield UK plc ProsecutionOn il 6 dicembre 2010, è stata multata, 300 mila dollari a Aberdeen Sheriff Court per una violazione della Sezione 3 della salute e sicurezza sul lavoro a seguito di un incidente che si è verificato durante le operazioni di registrazione off-shore sulla ENSCO 101 perforazione nord-mare il 4 aprile 2008; nel caso richiamato una elevata attività di cesio-137 sorgente radioattiva ha visto quattordici lavoratori di diversi datori di lavoro messi a rischio di esposizione alle radiazioni.

La Schlumberger Oilfield grazie a tre decreti del ministero delle attività produttive  a far data dal 16 novembre 2004, gode di autorizzazioni In Italia per utilizzare materiali esplodenti, ma non certo per far uso di sostanze radioattive.


riferimenti:







2 commenti:

  1. Flavio Zanonato che hai da ridere !
    Vuoi provare la tecnologia air-gun ... ti accompagno poi da un bravo otorino promesso

    RispondiElimina
  2. Stimato Gianni
    Il fraking, l'Air gun ed ogni altra squallida procedura per ricavare idrocarburi, prelevandoli dal sottosuolo servono a raschiare il fondo del barile, perche' le riserve di petrolio sono finite, dove si trova ancora e' troppo costoso o addirittura impossibile recuperarlo! Quindi? Nato=Usa=Fed=Squadra e compasso, la teoria del complotto non e' da Tso e' potere e danaro, tutto maledettamente vero, sì maledettamente vero.
    Grazie Gianni
    Zini Manuele da Modena

    RispondiElimina