14.7.14

STERMINIO DI CIVILI IN PALESTINA E AFFARI DI STATO ITALIANO


  bambini palestinesi assassinati nel raid israeliano su Gaza

Alenia Aermacchi, società di Finmeccanica, ha firmato il contratto per la fornitura di 30 velivoli da addestramento avanzato M-346 a Israele, che formalizza così la decisione presa a febbraio. L’accordo, che include velivoli, motori, manutenzione, logistica, simulatori e addestramento forniti anche da altre aziende israeliane ed internazionali, è parte di una più ampia intesa tra il Governo Italiano e quello Israeliano. I nuovi aerei andranno a sostituire gli A-4 Skyhawk oggi in servizio presso la Forza Aerea Israeliana. La consegna del primo M-346 è prevista per la metà del 2014.
Giuseppe Giordo, Amministratore Delegato di Alenia Aermacchi e Responsabile del Settore Aeronautico di Finmeccanica, ha così commentato: “L’odierna firma del contratto con Israele per la fornitura di 30 M-346, comprensiva del sistema di addestramento avanzato, è frutto dell’eccellenza tecnologica e produttiva dell’industria aeronautica nazionale, di un’azione sinergica con l’Amministrazione Difesa italiana e dell’importante collaborazione tra i due paesi che rendono questo risultato una eccezionale vittoria del sistema paese Italia. Tutte le donne e gli uomini di Alenia Aermacchi, i nostri partner, le piccole e medie imprese che partecipano al programma devono sentirsi fieri di essere protagonisti e partecipi di questo notevole successo”.
- See more at: http://www.difesanews.it/archives/aermacchi-formalizza-la-vendita-di-30-m-346-a-israele#sthash.Grwzgl9q.dpuf

di Gianni Lannes




Nell'indifferenza generale, sono stati consegnati l'8 luglio allo Stato di Israele due aerei da guerra prodotti dalla Alenia Aermacchi: si tratta degli M-346, addestratori adatti anche per attacchi a terra - nei centri urbani - e anti-nave, anello di congiunzione negli affari tra Italia e Tel Aviv. Ben 6 governi italiani (Berlusconi, Prodi, Berlusconi, Monti, Letta & Renzi) hanno violato la legge 185/90 e l'articolo 11 della Costituzione repubblicana. Lo Stato tricolore seguita a violare le sue stesse regole fondamentali. Singolare coincidenza: lo stesso giorno sono decollati i bombardamenti su persone e case, inclusi i bambini palestinesi.




Centinaia di morti, migliaia di feriti. Nella Striscia di Gaza, un lembo di terra grande appena 360 chilometri quadrati, dove sopravvivono oltre un milione e mezzo di palestinesi, è in atto una carneficina, la più grave degli ultimi due anni. Israele ha denominato l’operazione terroristica Protection Edge (Bordo Protettivo) ed annunciato - attraverso il primo ministro Benjamin Netanyahu - che è giunto il momento di "togliersi i guanti con Hamas", responsabile a sua volta di un fitto lancio di razzi verso Israele (razzi che, non hanno prodotto né danni né vittime). In questo quadro l’aviazione di Tel Aviv e le navi da guerra hanno iniziato due giorni fa un fitto bombardamento che, come di consueto, ha portato con sé un pesante carico di “danni collaterali”, come vengono definite le vittime civili. Tra i morti, infatti, ci sono molti bambini, donne e anziani che nulla hanno a che fare con Hamas. 

Mentre i caccia di Israele bombardano l'area di Gaza da Venegono Superiore, in provincia di Varese, si sono alzati in cielo due velivoli di addestramento avanzato Alenia Aermacchi M-346, che sono arrivati òa mattina dell'8 luglio presso la base aerea di Hatzerim, in Israele, dove sono stati consegnati alla Forza Aerea israeliana. A dare la notizia è stato il sito specializzato Analisi Difesa. Gli M-346 consegnati stamani non sono che il primo “stock” di una fornitura di 30 velivoli ordinata nel luglio del 2012 dal ministero della Difesa israeliano. I caccia sono costruiti dalla Alenia Aermacchi, società del gruppo Finmeccanica, e di fatto rappresentano il principale anello di congiunzione tra Italia e Israele. La stessa Alenia, in un comunicato, ha scritto: “La cerimonia odierna è un momento significativo per Alenia Aermacchi che, a meno di due anni dalla firma del contratto e a tre mesi dal roll-out del primo velivolo, consegna i primi due M-346 LAVI, nel pieno rispetto del programma. Un risultato che testimonia il grande lavoro di squadra svolto in stretta collaborazione con le controparti industriali TOR e Honeywell”. La consegna di tutti e 30 gli aerei è prevista entro il 2016. Per Tel Aviv si tratta di una commissione da 600 milioni di dollari a favore della Alenia Aermacchi, mentre altre controllate Finmeccanica, Selex Elsag e Telespazio, riceveranno 41 milioni e 258 milioni di dollari, rispettivamente, per i lavori sul velivolo, sull’avionica e per un contratto per un satellite.

Ma cosa è l’M-346 prodotto da Alenia Aermacchi? Si tratta del prodotto di avanguardia nel campo dei velivoli di addestramento, dell’aereo più avanzato disponibile sul mercato per questa funzione, l’unico al mondo concepito appositamente per addestrare i piloti destinati ai velivoli militari ad alte prestazioni di ultima generazione. 
Gli M-346 serviranno dunque alla formazione di piloti e operatori di sistemi d’arma; quelli consegnati a Israele verranno ribattezzati Lavi (Leone) e assegnati alle Tigri Volanti del 102° squadrone “per addestrare i piloti – come spiega Mazzeo – alla guida dei cacciabombardieri di nuova generazione come “Eurofighter”, “Gripen”, Rafale, F-22 ed F-35. I velivoli di Alenia Aermacchi prenderanno il posto degli obsoleti TA-4 Skyhawk di produzione statunitense, alcuni dei quali furono utilizzati nei bombardamenti di Gaza nel 2010″.

Ad ammettere che non si tratta solo di addestratori – tuttavia – era anche la Alenia Aermacchi, che nella presentazione del “prodotto” rivelava come “dall’inizio del programma, l’M-346 è stato concepito con l’aggiunta di capacità operative, con l’obiettivo di fornire un aereo da combattimento multiruolo molto capace, particolarmente adatto per l’attacco a terra e di superficie compreso il CAS (Close Air Support), COIN (COunter INsurgency) o anti-nave, nonché le missioni di polizia aerea”.


Alenia Aermacchi, società di Finmeccanica, ha firmato il contratto per la fornitura di 30 velivoli da addestramento avanzato M-346 a Israele. L’accordo, che include velivoli, motori, manutenzione, logistica, simulatori e addestramento forniti anche da altre aziende israeliane ed internazionali, è parte di una più ampia intesa tra il Governo Italiano e quello Israeliano. I nuovi aerei andranno a sostituire gli A-4 Skyhawk oggi in servizio presso la Forza Aerea Israeliana. 

Giuseppe Giordo, Amministratore Delegato di Alenia Aermacchi e Responsabile del Settore Aeronautico di Finmeccanica, ha così commentato: “L’odierna firma del contratto con Israele per la fornitura di 30 M-346, comprensiva del sistema di addestramento avanzato, è frutto dell’eccellenza tecnologica e produttiva dell’industria aeronautica nazionale, di un’azione sinergica con l’Amministrazione Difesa italiana e dell’importante collaborazione tra i due paesi che rendono questo risultato una eccezionale vittoria del sistema paese Italia. Tutte le donne e gli uomini di Alenia Aermacchi, i nostri partner, le piccole e medie imprese che partecipano al programma devono sentirsi fieri di essere protagonisti e partecipi di questo notevole successo”.



L’operazione di Israele è stata finanziata dalla banca armata Unicredit, il principale gruppo bancario italiano che nel 2012 ha deciso di offrire servizi finanziari alla maggiore singola operazione di esportazioni di armamenti dell’anno: la fornitura a Israele di 30 velivoli M-346 .”UniCredit – spiega una nota dell’epoca – riporta nel 2012 un aumento delle autorizzazioni imputabile per € 469,2 milioni (87%) ad un’unica operazione per la fornitura di 30 velivoli da addestramento M346 e relativi sistemi, servizi e supporto tecnico da parte di Alenia Aermacchi (società di Finmeccanica) al Ministero della Difesa di Israele. L’operazione, parte dell’accordo di collaborazione tra il Governo Italiano e quello Israeliano firmato a luglio 2012, prevede il supporto di Sace Spa e Cassa Depositi e Prestiti Spa, società controllate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze”.
L’operazione israeliana che ha portato all’acquisto dei caccia M-346 è parte di un accordo molto più ampio stretto con l’Italia. L'Italia acquisterà da Israele un pacchetto da un miliardo di euro comprendente droni (aerei senza pilota) e altro materiale bellico. Forse è a partire da questi elementi che ci si può spiegare il silenzio del governo telecomandato di mister Renzi.

 

riferimenti:







Alenia Aermacchi, società di Finmeccanica, ha firmato il contratto per la fornitura di 30 velivoli da addestramento avanzato M-346 a Israele, che formalizza così la decisione presa a febbraio. L’accordo, che include velivoli, motori, manutenzione, logistica, simulatori e addestramento forniti anche da altre aziende israeliane ed internazionali, è parte di una più ampia intesa tra il Governo Italiano e quello Israeliano. I nuovi aerei andranno a sostituire gli A-4 Skyhawk oggi in servizio presso la Forza Aerea Israeliana. La consegna del primo M-346 è prevista per la metà del 2014.
Giuseppe Giordo, Amministratore Delegato di Alenia Aermacchi e Responsabile del Settore Aeronautico di Finmeccanica, ha così commentato: “L’odierna firma del contratto con Israele per la fornitura di 30 M-346, comprensiva del sistema di addestramento avanzato, è frutto dell’eccellenza tecnologica e produttiva dell’industria aeronautica nazionale, di un’azione sinergica con l’Amministrazione Difesa italiana e dell’importante collaborazione tra i due paesi che rendono questo risultato una eccezionale vittoria del sistema paese Italia. Tutte le donne e gli uomini di Alenia Aermacchi, i nostri partner, le piccole e medie imprese che partecipano al programma devono sentirsi fieri di essere protagonisti e partecipi di questo notevole successo”.
- See more at: http://www.difesanews.it/archives/aermacchi-formalizza-la-vendita-di-30-m-346-a-israele#sthash.Grwzgl9q.dpuf

1 commento:

  1. Matteo Renzi sssssssssssshhhhhh silenzio non fare troppo chiasso dai ! Ma ti sei imbattuto in qualche foto di quei bambini palestinesi con il pallore delle morte No ? Tranquillo ti verranno a cercare, ai bambini piace giocare a nascondino e a girotondo e qualcuno stà sempre al centro................

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.